il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 14 luglio 2008

Mare, curve glicemiche e nani da spiaggia

Eccomi tornata da una settimana (BEN una settimana!) al mare.
Spiaggiata come una balenottera con orari da pensionata ipertesa: 10-12 al mattino, 16-18 il pomeriggio.
Devo dirlo: una pacchia.
Casetta a venti passi dal mare, a trenta dal minimarket e a cinquanta dal ristorante.
Alla faccia del riposo.

Me lo sono anche meritata, perchè sabato scorso presa da improvviso raptus di ipocondria me ne sono andata a fare la curva glicemica.
Una delle esperienze meno gradevoli della mia vita, e menomale che amo il dolce.
Primo prelievo a digiuno seguito da bibitone stile bottiglia di sciroppo di soluzione al 75% di glucosio.
(ancora vomito al pensiero...)
Secondo prelievo dopo un'ora.
Mancamento, giramento, nausea e lettino del centro analisi.
(grazie Dio che non sono andata in ospedale se no finivo barellata in corridoio...)
Terzo buco dopo due ore. Altro giro altra giostra.
Familiarizzo con la donna incinta seduta davanti a me, che per sua fortuna doveva fare la MINI curva (2 buchi soltanto) e con un tipo sdraiato nel separè a fianco, ermeticamente chiuso e controllato a vista da un'infermiera, che io pensavo avesse tipo l'ebola o il virus letale e invece doveva solo fare un'analisi ormonale.
Quarto buco che ormai mi sono ripresa, fuggo dal centro e parto alla volta del mare con la pressione a 2 e le braccia stile Christiane F.

Arrivo al mare e mi sento rinata.
Sabbia, sole, onde, venticello leggero e tanti, tantissimi nani.
Una marea di nani, una media di uno per ombrellone, di tutte le taglie e modelli.

Accanto al mio ombrellone c'è un modello fiammante 0.3 che fa colazione attaccato alla mamma.
Sul bagnasciuga una coppia di fratellini, forse dei 4.0 o superiori, già totalmente autonomi.

Poco lontano un comune esemplare di Nano Panato: lui trova estremo piacere nel ricoprirsi totalmente di sabbia, la madre si senta meglio quando lo lascia senza pannolino. Un mix letale.

Un principiante in confronto al Nano Marino, che approfitta di ogni distrazione del genitore per lanciarsi tra i flutti gettando nella disperazione l'intera spiaggia. ("Tommaso! Dov'è Tommaso? Era qui un secondo fa...")

Il Nano Piagnens è immancabile, qui accompagnanto anche dal Nano Urlatore, quello che chiede i braccioli urlando come se la mamma si trovasse sullo Sputnik, invece è sulla sdraio a fianco.

Urla parecchio anche il Nano Costruttore, quello che alle 9 del mattino ha già fatto un castello con 6 ponti levatoi, 2 fossi e 5 torri, dove abita un granchio morto. ("Amore togli quel granchio morto!" "Mamma" fa lui sconcertato "ma questo è il Re!") Se per caso ce l'hai come vicino di ombrellone è finita: qualunque passo falso può costare al Re Granchio una parte fondamentale del suo regno.

Dulcis in fundo, il Nano Bencotto. Quello che disgraziatamente passa la giornata tra le braccia del papà e lo vedi diventare prima rosa, poi rosso, poi fuxia. Povero nano.

In tutto ciò, l'anno prossimo dovrei essere anche io al mare con tanto di nana.
Un modello 0.10
E ancora non mi sembra vero...
Mi avvicino alla scadenza e anche se la vedo muoversi furiosamente sotto la mia pelle, ancora non ho ben realizzato che quella lì dentro è mia figlia, e che tra un mese e mezzo la vedrò.
Paura.



Beccateve questo....

Condividi

9 commenti:

lafortissima ha detto...

cielo!! è bellissimo!! anche il mio nipotino dentro alla pancia della sua mamma si muove ma cosi potente non l'avevo mai visto!! è una sclamanata!!
a noi mancano 18 giorni e non vedo l'ora di abbracciarlo.
Io sarò la sua unica e vera zia! *___*

memmy ha detto...

..ormai ci sei!vedrai che sarà un'esperienza fantastica..soprattutto quando la stringerai per la prima volta tra le tue braccia..

marina ha detto...

azzz...
anche io ho realizzato che avro' una nana modello 0.06. Non mi sembra vero, pur tanto desiderata e cercata...è come non ci fosse.
In bocca al lupo, spero di non aver eun nanourlarore o uno piagnens, lo soffoco subito...

Shot ha detto...

io ecco...
cazzo una volta tanto son senza parole...ogni volta che vedo la tua pancia mi commuovo...

manca davvero poco...

un abbraccio....

Wonderland ha detto...

^^ grazie a tutte... io la parte "commossa e tenera" la devo ancora attraversare, per ora sono ancora "confusa e terrorizzata". Si, anche felice... ma solo quando mi sento particolarmente incosciente... :)
So che sarà bello, ma ancora non riesco a capirlo bene...

Babymonella80 ha detto...

Azz... la curva glicemica, l'ho fatta anni ed anni fa e sento ancora quel sapore super dolce bocca, la gola che brucia e la nausea.... orribile... bleah...
Qual è la paura maggiore, diventare mamma e quindi vederti e sentirti tale o il parto?

cowdog ha detto...

alien?
acc. anch'io - se tutto va bene - avrò un 0.5 nuovo di pacca.
per quanto riguarda le paure, riesco ancora a pensare al resto della mia vita (la pancia non ingombra ancora la linea, quindi nemmeno la mente). e comunque il districarmi tra la burocrazia in lingua tedesca funziona ottimamente come distrazione

Roberta ha detto...

Ah beh... anche la mia dentro si muoveva tantissimo... ed in verità si muove tantissimo anche fuori, da quando è nata... in bocca al lupo allora :D
Un abbraccio,

Roby

Sarah ha detto...

Guardando adesso la tua pancia sono tornata indietro con il pensiero alla mia panza e devo ammettere che pensare di non averla mai filmata, mi viene la rabbia! Anche la mia si muoveva un casino, per tutte e due le gravidanze!
Sarah

Blog Widget by LinkWithin