il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 25 settembre 2008

Get it back

Stamattina dovevo fare una cosa innocua e mammifera come andare a cambiare un paio di ghettine troppo larghe.
Però sono andata da sola.
Dentro a dei fuseaux neri che hanno sempre sfinato una cifra e un vestitino bluette messo a tshirt con cinturone annesso, che ha sempre fatto tendenza.
Struccata, ma tatticamente coperta da occhialoni neri modello Mary-Kate Olsen, con maxibag turchese.
Evvai.
Sono salita sulla mia macchinetta e ho acceso lo stereo a palla mentre alla radio passavano In Da Club dei 50Cents.
D'annata ma d'effetto.
In dieci secondi scarsi la mia forma mentis è tornata a dieci mesi fa, e mi sono sentita ggiovane una cifra e anche un po' scema nel senso pischello del termine.
Stavo lì ferma al semaforo che scapocciavo come un rapper a ritmo della musica e due tizi carini nella Ypsilon nera accanto a me mi hanno pure fatto un mezzo occhietto complice.

Insomma, una cosa che ho imparato stamattina è che non importa quanto sei sfatta dalla maternità: troverai sempre una coppia di gay che ti sorride.

p.s. no, in realtà volevo dire che si può restare ggiovani e cojone anche dopo. La vita cambia, ma i lati dei tuo carattere che ami di più e che fanno di te quello che sei, quelli se vuoi non cambiano mai.
Con parole mie: sono mamma ma sono ancora io.
Questa consapevolezza mi ha resa inspegabilmente felice.

Condividi

12 commenti:

BMVPedrita ha detto...

ti senti ancora "tua", ti senti te stessa.
ti riconosci e ti ritrovi.

non trovo poi così "inspiegabile" che tu ti senta felice ;-)

(brava, hai delle risorse incredibili. ti invidio)

AmoLaPioggia ha detto...

bhe essere mamma ti cambia "na cifra" come diresti tu ;-) però se dentro sei "come sei".... rimani fondamentalmente così! Poi ovvio che le preoccupazioni crescono in modo direttamente proporzionale con l'età dei nani!

Bacini affettuosi

shot ha detto...

beh...se pensi che ho una figlia all'università e non ho ancora 39 anni....direi che cogliona e ggiovane mi ci sento ancora...e parecchio anche...

figurati te..:)

Anita ha detto...

ti avevo seguito su alfemminile,sei forte, continua così, alla faccia di tutte le dee della fertilità che dicono che la maternità è in assoluto e per tutte la cosa più bella del mondo.
molto più bella la tua onestà.
Un bacio a te e alla piccolotta.

TuttoDoppio ha detto...

Finalmente una mamma che non si castiga costantemente col cilicio rimpiangendo il suo stato precedente.
Ti dirò di più: se riesci davvero a non perdere i contatti con "te stessa", ti divertirai un casino anche con tua figlia (e non c'è niente di meglio che una mamma spassosa e serena per crescere bene).
Baci

mara ha detto...

Sono felice che tu l'abbia capito..nonostante non ti conosca ho sempre avuto questa profonda consapevolezza nei tuoi confronti...tu rimani tu a prescindere da tutto il resto..forse un po più isterica e ansiolitica e magari con una consapevolezza della vita leggermente diversa..ma tu nel tuo meraviglioso degenero mentale...nella tua speciale minchionaggi...nel tuo aver voglia di pestare i piedi e fare ancora la bambina...anche se hai una bambina ..tu ne basta...alla fine sei qui...a raccontarci la tua vita...nel tuo modo cazzaro che ti appartiene e nessuno ti toglierà mai...quelle come noi quelle vere...nascono crescono e muoioni così...incomprensibilmente speciali..non è presunzione e so che tu sai quello che dico...anche se per me sei tipo un personaggio di un libro ti voglio lo stesso bene che voglio a becky bloomwood...bacio

Wonderland ha detto...

Uuuu.. commozione ;__;
Grazie del supporto. Ogni tanto la vedo nera, ogni tanto tutto rosa... poi dicono che gli sbalzi di umore con il parto smettono. Maddeché, come direbbero da queste parti.
Vi adoro un po'. Per assecondare anche questi miei post inutili e un po' presuntuosi.
:)
Grazie..

Anonimo ha detto...

Semplicemente, ti adoro.

Si, ti prego dimmi ancora che rimarro' la stessa cojona di 8 mesi fa, non sai quanto bene mi fa!!!

Non lasciare mai in un cantuccio il tuo lato gggiovane, ma lascialo venire fuori ogni volta che ti va.

Viola ti amerà ancora di più (in realtà i suoi mmm'eh significano: "ma che figa sta mamma un po' cojona che mi è capitata!!! Sono fortunata!") :-)

Alessandra e rospo :-)

DeaExMachina ha detto...

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Oppure potremmo dire..."Non importa se hai sfornato la pagnotta da poco, sei la dimostrazione vivente che le vip che sono fighe dopo due ore dal parto esistono davvero!"

Eleonora ha detto...

E' confortante sapere che essere mamma non vuol dire essere pallosa e soprattutto cessa, non sò perchè ma una marea di persona si aspettano questo, si aspettano che tu diventi una palla perchè devi mangiare per due e quando gli dici che non fai così ti guardano come fossi una disgraziata,forse sarà che per alcuni la maternità vuol dire fine della vita di una donna, "ok ormai hai dato,che ti serve rimanere te stessa fuori e dentro"...ma io non mollo e mantengo le redini della mia vita, anche se ho temuto di perderle spesso da quando ho scoperto di essere incinta...grazie per le parole che scrivi mi danno un grande conforto nel futuro;)..Eleonora

Wonderland ha detto...

Ecco, parte di queste parole erano - anche - destinate a te, che eri come me quando ero come te... mi sono incartata. Ok, hai capito. Dai, ce la possiamo fa. :)

Eleonora ha detto...

Ho letto tra le righe e ti ringrazio tanto...mi appoggerò spesso all'esperienza di chi mi ha preceduta...un bacione Eleonora

Blog Widget by LinkWithin