il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 25 novembre 2008

Licenziatemi.

Trovato il miracoloso metodo di allattamento per Viola:

1. sciogli le palline anticolica in acqua
2. somministragliele e fagliene sputacchiare ovunque
3. attaccala al seno
4. falla ciucciare finchè riesce
5. aspetta di vederla contorcersi, piangere, graffiarsi
6. piena di pena, sollevala per il ruttino
7. falla calmare
8. prova ad attaccarla all'altro seno
9. guarda come lo rifiuta per bene, ripetendo il punto 5
10. ripeti i punti 6 e 7
11. riprova ad attaccarla
12. rassegnati
13. sciacqua il tiralatte dalla soluzione sterlizzante e montalo
14. tirati il latte sentendoti peggio di una mucca d'allevamento intensivo
15. impiega circa 15 minuti per tirar fuori un goccio di latte
16. sciacqua il biberon dalla soluzione sterilizzante e montalo
17. metti il latte tirato nel biberon
18. scaldalo
19. somministralo alla nana che, miracolosamente, lo berrà
20. ruttino
21. pesata: se ha preso meno di 160 gr. prendi il latte artificiale
22. misuralo e preparalo
23. somministralo
24. ruttino
25. aspetta UN ORA e somministrale sciroppo antireflusso

Ah, poi ovviamente cambiala, lava i vestitini pieni di merda, cullala, falla addormentare, consolala mentre piange.

Benvenuti nella mia nuova vita, quella prescritta dalla pediatra dopo aver appurato che mia figlia soffre di reflusso, rifiuta parzialmente il seno e non cresce abbastanza.
E' come un lavoro, il più stressante dei lavori, solo che non finisce mai e non posso prendermi nemmeno un pomeriggio di ferie.

A me verrà l'esaurimento nervoso dopo 2 giorni, non avrò più una vita sociale, dovrò prendere appuntamento con me stessa per lavarsi i capelli e mi darò buca, non mi ricorderò più chi sono, scambierò il giorno con la notte e i giorni della settimana perchè tanto passerò tutti a fare le stesse cose, mi sentirò uno schifo ogni volta che sentirò qualcuno che ha fatto un viaggio o che semplicemente è uscito per un pomeriggio intero.

Ma tanto al pediatra che gli frega?

p.s. per chi me lo chiedeva: no, non sono una talebana dell'allattamento, tanto che l'ho sempre fatto ad orario e mai a richiesta. tanto che mi ero ripromessa di smetterlo dopo uno, massimo tre, mesi. il problema è che le mie tette producono talmente tanto che prendere le pasticche per interrompere la produzione significherebbe andare incontro a giorni da incubo, dolori atroci e forzata ripetizione della cura (che, ricordiamo, agisce a livello cerebrale). Devo aspettare che la produzione cali da sola, insomma. Sono graditi consigli sul come fare.

Condividi

11 commenti:

Rossana ha detto...

Ti ho scritto una mail poco fa.
Un abbraccio.

oscar ha detto...

Fatti coraggio, anche noi ci siamo dentro di peridon, colinox e altre mille cose per cercare di contenere più che placare la nostra di Nana, l'unica cosa che alleggerito tanto il lavoro è stato il tiralatte elettrico.

Oscar

La Rampante ha detto...

Cavolo, ma anche mia madre ha fatto tutto questo per me??!! Sono commossa!!!!

Michela ha detto...

Per mandare via il latte devi: bere pochissimo, mangiare poco e, soprattutto, fermare la stimolazione! Attacca Viola SOLO per togliere quel briciolino di latte che serve a togliere la tensione e il dolore, oppure se non ciuccia, usa il tiralatte e togli solo poche decine di grammi. Lasciando il seno pieno (ma non dolorante), nel giro di 2 giorni calerà la produzione senza rischiare ingorghi o mastiti.
A questo punto puoi prendere le pastiglie.

Per la tua sanità mentale: butta la bilancia (o usala solo 1 volta a settimana) e compra del latte artificiale anti rigurgito (oltre al Riopan), che aiuta per il reflusso (chiedilo alla pediatra o vai in farmacia e compralo di tua iniziativa).

Non ti crucciare, se elimini l'allattamento misto sarà tutto molto più facile. Bastano pochi giorni (io ci ho messo 2gg di tette dure, quando ho iniziato lo svezzamento, poi il latte è diminuito da solo).
E poi, fra 1 mese e mezzo inizi lo svezzamento, susu :-)

ciao!
michela

Chiccola ha detto...

Ciao, sto seguendo il corso pre-parto e mi sono occupata di gravidanze e allattamenti di amiche, conoscenti e parenti...una specie di doula insomma... quello che mi sento di consigliarti, a questo punto, è interrompere l'allattamento naturale e dare a Viola solo latte artificiale.
Le ghiandole mammarie, continuano a produrre latte solo se c'è la stimolazione. Quindi, se interrompi l'attaccamento al seno, il tiraggio con la mungitrice e balle varie, nel giro di un mese il latte va via. Dal punto di vista medico, ti faccio questa citazione: tutte le donne hanno il latte, non esista mamma che non ne produca...a meno che non ci siano delle problematiche alle mammelle, il latte lo hanno tutte. Quando si presentano casi di "scarsità produttive", è per vari fattori, ovvero: attaccando male il bambino, le ghiandole smettono "semplicemente" di produrlo; mentalmente non vogliamo allattare e quindi non dedichiamo abbastanza attenzione/tempo nel farlo e passiamo al biberon con più disinvoltura... beh, basandoci sui "cattivi" comportamenti, potresti affrontare il problema così: smetti e basta! ti ripeto, il latte andrà via da solo... ricordati solo di massaggiarti il seno, onde evitare mastiti e ingorghi mammari.
Tanti baci my sweety cow! ;D
Chiccola&Gaia

http://cicognainarrivo.blogspot.com

Lila ha detto...

Io purtroppo non ho consigli perché non ne so molto sull'argomento, so solo che personalmente il tiralatte, elettrico e non, mi aumentava la produzione di latte, l'ho usato per venti giorni all'ospedale quando Ale è stato ricoverato e alla fine avevo più latte di una mucca, però, a leggere dagli altri commenti mi sa che è soggettivo... Per quanto riguardo il metodo suggerito dal pediatra mi sembra una cosa fuori dal possibile, a me è venuto l'esaurimento nervoso solo a leggerlo!! :(

Eleonora ha detto...

Mi spiace tanto di leggere che la situazione allattamento non migliora...e io che mi lamento per la mia stitichezza snervante(ps si accettano consigli)...cmq anche qui abbiamo saputo che l'alien che ha invaso il mio corpo è una femminuccia...
Cerca di resistere..sei forte,hai superato il trauma del positivo puoi superare anche questo...magari la focalizzazione positiva funziona sul serio...
ti mando un grande abbraccio e spero che Viola decida di collaborare un pochino con la sua mamma visto che ha collaborato con lei dandola al mondo..un bacione Eleonora

Anonimo ha detto...

Magari te lo hanno già detto oppure l'hai letto da qualche parte, tant'è ma io lancio un'ipotesi, al corso pre/post parto nonchè al consultorio si raccomandavano di assumere una posizione corretta nell'allattamento onde evitare dolori al seno e rischio di ingollo di troppa aria da parte della bambina che poteva causare le coliche. Inoltre sarebbe consigliabile che tu evitassi di mangiare alcuni cibi che causano gonfiore. Io ho dovuto controllare l'assunzione di pomodori e sughi perchè se no le veniva la cacca acida che le ha provocato una dermatite tremenda sul culetto (come mi sono sentita in colpa!!!) Comunque nonostante tutte le difficoltà, le fatiche e i problemi, Vittoria che ora ha 3 anni e mezzo è cresciuta bene ed è una bimba sana e serena, credimi i momenti di sconforto ce li hanno tutte, io sono arrivata addirittura a pensare che Vittoria era stata sfortunata ad avere avuto me come madre per quanto mi ritenessi inadeguata e incompetente. Per fortuna che poi passa, vedrai sarà così anche per te. Un abbraccio
Stefania

Ticio ha detto...

Ciao,
scusa se te lo chiedo, ma qual'è il problema dell'allattamento al biberon col tuo latte?
Si lo so che c'è lo scazzo di tirarsi il latte ma secondo me, visto che hai la fortuna di avere tanto latte, è sempre meglio che prenda il tuo piuttosto che quello artificiale, no?
Devi solo cercare di rilassarti ed avere pensieri positivi, non sei una mucca d'allevamento, stai solo facendo quello che è giusto: nutrire tua figlia.. mettila così.
E poi.. respira.. rilassati.. e pensa che devi solo aver pazienza.. tanta... tutto questo non durerà in eterno!
Forza e coraggio.
Ciao

Roberta ha detto...

Da un lato Ticio ha ragione, ma io credo che innanzitutto se non stai bene, serena tu, il tuo latte neanche fa tanto bene a tua figlia!!!
Io ti dico la mia... segui i consigli scritti negli altri commenti quissù, passa direttamente all'allattamento artificiale (per questo per me è meglio il latte liquido), come ti hanno già detto, la ghiandola produce latte se viene stimolata, tu togli lo stretto indispensabile e basta! Molto meglio una bimba senza latte materno ma con una mamma serena che il latte materno e la mamma stressata e depressa!!
Poi, dopo che la bimba ha mangiato, e dopo il ruttino, prova a muoverla su e giù, lentamente. Il movimento dovrebbe favore la discesa del latte. Lo faceva un'amica con la figlia che aveva questo stesso problema e la bimba stava meglio!!
Dai, stai su che poi con lo svezzamento tutto questo si risolve!!! Non che sia rose e fiori poi, ma sono fasi!!
Capisco la tua depressione, anche a me capita, ma sono solo momenti!!
Su, ti siamo tutti vicini!!! :)))

Anonimo ha detto...

Sto legendo dall'inizio il tuo blog e solo dopo aver letto questo post credo che io non potrò mai avere un figlio al massimo potrò adottarlo già grandicello....Ho una soglia di sopportazione allo stress bassissima....Grazie per aver messo a dispsizione di tutte le donne la vera realtà della maternità..Non ti ringrazierò mai abbastanza...davvero.

Blog Widget by LinkWithin