il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 6 aprile 2009

Cullata

Stanotte mi sveglio con una strana sensazione.
All'inizio credo sia il mio ragazzo che culla la nana, che col suo movimento fa oscillare anche il letto.
Poi mi rendo conto che è un ondeggiare strano, troppo forte.
Apro gli occhi: il mio ragazzo dorme accanto a me.

"Svegliati, c'è il terremoto!" gli dico a bassa voce per non svegliare Viola.

La casa, le mura, il letto, il soffitto, hanno ondeggiato e tremato per secondi interminabili.

"Cosa si fa in caso di terremoto, qual è il muro portante?" chiedo allarmata.
"Non preoccuparti, la prima scossa è la più forte. Se passa questa siamo ok. Piuttosto, speriamo che l'epicentro sia vicino altrimenti dev'essere un terremoto di quelli seri."

Alle 7 di mattina ho acceso pc e tv.
Scopro che mentre io mi spaventavo, in Abruzzo centinaia di persone arraffavano due cose, figli e parenti, e correvano per le strade.
Chiamo un paio di persone che conosco nella regione, per fortuna sulla costa è tutto a posto ma lo spavento è stato enorme.

Avevo scritto un altro post, ma un pensiero oggi mi sembra doveroso.
Sono ancora incredula.

Condividi

13 commenti:

Trilly ha detto...

mi unisco al pensiero. Con un brivido freddo. :-(

Tatti ha detto...

Terribile. Anche il mio pensiero si unisce al vostro.

Dada ha detto...

In questi momenti, non ci sono parole! Mi unisco anche io al vostro pensiero, e son felice per te e la tua famigliola perché per voi è stato solo un brutto spavento. Un abbraccio

Francesca ha detto...

Mamma mia via via che passa il tempo la situazione è sempre più grave. Un pensiero anche da me per le famiglie colpite, soprattutto a quelle con bambini...

Nicky ha detto...

Mi unisco anche io.

lara ha detto...

Un pensiero anche da me... Oggi non si sente altro che tristezza e dolore....

Sarah ha detto...

Vorrei poter fare qualcosa per quelle famiglie che hanno perso i loro figli. La mia commozione va a loro e ai loro cari.
Sarah

sobritish.splinder.com ha detto...

e una roba tremenda, infatti. :(

2Gemelle ha detto...

mi unisco al pensiero, con una preghiera per le vittime e per chi soffre

michelinastreghina ha detto...

Non riesco a scrivere altro, per il momento, sul mio blog. Nel senso che mi sento inadeguata a voler ridere, ora.
Si va avanti, ma solo in senso figurato, perchè situazioni analoghe a questa se ne sono già presentate, eppure l'Italia, che fa? Va all'indietro.
Quando tutto si muoveva ho pensato a mia figlia. A lei e come ripararla, in caso ci fosse stata una scossa peggiore.

Igraine ha detto...

Coraggio! Mi sto attivando presso la mia azienda per sollecitare una raccolta fondi, spero che chiunque legga faccia lo stesso. Poi c'è la possibilità di donare, qui un elenco associazioni http://kataweb-ilcaso.temi.kataweb.it/2009/04/06/terremoto-in-abruzzo-informazioni-utili/,

a livello cose da portare so che qui in croce rossa a milano raccolgono vestiti e cibi in scatola, in via pucci
e poi iniziativa pediatrica qui http://quimamme.leiweb.it/mamma/news/articoli-2009/quimamme-l-abruzzo-20155621712.shtml

per favore diffondete sui vs blog, grazie

Letizia ha detto...

io sono incredula e arrabbiata e addolorata...anche io ho sentito l'esigenza di scriverlo... abbracci

Ylenia ha detto...

Io non ho sentito niente,non so perchè ma mi sento idiota per questo.
Posso però unirmi al tuo pensiero.

Blog Widget by LinkWithin