il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 13 agosto 2009

Say goodbye to the sea



E dopo un hello, ci stava il goodbye.
Dal mare, passiamo alla montagna. Sabbia sale e vento non sono servite a stordire la polpetta, quindi si tenta con passeggiate, alberi, cavalli e altitudine. Anche un po' di grappino non guasterebbe.
Intanto. Paradossalmente queste vacanze mi hanno connesso a lei in modo più profondo. Sarà che essere in due a tenerla dimezza la fatica e quindi permette di vedere meglio le cose belle. O forse saranno stati i sorrisi sdentati delle sette di mattina, quelle dopo una notte insonne, che ti fanno comunque alzare il culo dal letto - il che è un miracolo. Non so.
Non credo di avere internet, su per i monti, ma se capita non mancherò di aggiornare il blog.
Nel frattempo, statemi bene. E, se potete, dormite pure per me.

Condividi

12 commenti:

aspirantemamma ha detto...

chissà che l'altitudine la metta ko davvero. Buon divertimento!

Anonimo ha detto...

In ogni foto mi affascinano sempre le ditina della polpetta, che anche se cicciottose sono lunghiiiissime e affusolate.
Capisco da chi ha preso.
Buona montagna.

Francesca

Trasparelena ha detto...

io sapevo che in montagna i bambini dormono di più, e l'ho pure verificato con mano!
in bocca al lupo!

MammainblueJeans ha detto...

cara wonder, io sono a 1300 mt da neanche 24 ore e il magico gnomo fa dormite da capogiro, mangia come un elefante e si diverte come un pazzo... in bocca al lupo!

Petra ha detto...

ciao ho trovato il tuo bolg gironzolando in interet!

sono petra admin fi un forum di donne mamme, se ti va di unirti a noi ci puoi trovare qui

http://noimammeedonne.forumfree.net/


ciao

VereMamme ha detto...

buona prosecuzione di vacanza! anch'io devo provare la montagna...fammi avere qualche recensione che l'anno prossimo ci provo!

Anonimo ha detto...

Ah, cara Wonder!
Mi fa piacere leggere un post che, devo dire, aspettavo da tempo: quello in cui, oltre ai difetti di Viola (non dorme, non mangia, e' timida, non cammina) si vedono finalmente anche i pregi.
Eh, li avra' pure dei lati positivi 'sta creatura, no?

Vi ho pensate proprio la sera della vigilia di Ferragosto: io&Marito eravamo in tenda sulla spiaggia con un gruppo di amici e cugini acquisiti, e con noi c'era anche la mamma di una bimba di due anni, a cazzeggio come tutti (non la pupa che era coi nonni, ovviamente!) Mi sono detta: "Ecco, quella potrebbe essere Wonder. C'e' speranza!"

Io non ho figli e non ho nemmeno intenzione di "programmare", ma lasciami dire che, anche se al momento le cose sono difficili, hai una cosa bellissima che ti accompagnera' tutta la vita: un essere che ti ama incondizionatamente.

Te lo dice una che vive a Londra, ha rivisto la mamma per tre giorni e per la terza volta in un anno, e ha dovuto nascondere i lacrimoni dietro gli occhialoni scuri quando e' ripartita.

A trent'anni suonati, piangere perche' ti manca la mamma e' qualche cosa.

Un abbraccio e buona montagna!
sybin

zauberei ha detto...

Mo speriamo che Sybin ci ha raggionePPP
A parte ciò. Pensavo a questo cosa che smezzandoti la Viola con un altra persoan stai meglio: Io sto scrivndo un paragrafo della mia tesi in cui sostengo che due terzi delle seghe psicoanalitiche (che amo molto eh è quella a strada mia, ma quanno cew vo ce vo) sulle difficoltà della maternità sui profondi cambiamenti psichici etc. sono errori di interpretazione: se le donne non fossero sole - per via della questione che devono pupparsi da sole la prole, e lo stato non le aiuta - ci sarebbero molti meno cambiamenti e molte meno depressioni post partum.
In bocca al lupo e facce sapè.

Anonimo ha detto...

Zauberei: condivido in pieno! Se la mamma fosse aiutata, supportata, le depressioni post partum si dimezzerebbero. Anche il baby blues durerebbe meno, avrebbe un altro sapore. Il senso di solitudine dopo aver partorito è terribile.
http://vistodalei.splinder.com

cowdog ha detto...

condivido anch'io l'opinione di zauberei. l'ho visto coi miei occhi in germania, dove eravamo tutte meno sole e si viveva tutto con più leggerezza: Zauberdeutschland

zauberei ha detto...

Saluto la cowdog e la vista da lei (hai visto wonder che non se prennemo sempre a borzettate?:))))Io non ce l'ho praticamente avuta la depressione post partum - almeno fino ad ora, che ci ho il Pipik (figlio:) di due mesi e mezzo.
Ma io ho smezzato tutto con mio marito che al momento lavora a casa.
E così devo rinunciare a meno cose mie ecco. Scrivo come prima, chiacchiero come prima etc.
Stai a vede che a ottobre quando lui tornerà a lavorare fuori casa me viè er baby blues a scoppio ritardato?

Anonimo ha detto...

Ps: e la foto e' stupenda!

Mi fa pensare a una di quelle Madonne con Bambino di Raffaello, dove nell'austerita' religiosa si iniziavano ad intravedere sentimenti umani, simboleggiati dal Bambino che tiene il piedino teneramente poggiato su quello della mamma.

sybin

Blog Widget by LinkWithin