il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 13 ottobre 2009

L'ordine è uno stato mentale

Quando si vuole dare ordine alla propria vita, di solito si inizia in modo pratico.
Io parto dai cassetti perché, ammetto, i miei sono sempre stati affollati come il Suk di Marrakesh. Dentro ci potevi trovare di tutto: appunti, penne, blocchetti, foto, piccoli pupazzi, vecchie caramelle appicciate sul fondo, bollettini mai pagati e le more di quei bollettini, cartoline, mazzi di carte spaiati, lettere e biglietti, diversi rotoli di scotch finiti con cui ho sempre pensato di costruire un'opera di arte moderna.
Tutto abbracciato insieme, amalgamato e indistinguibile come un minestrone di disordine. Per me in realtà non era un problema, lo bollavo come caos creativo e ci convivevo con scioltezza, ma quando c'era da cambiare mentalità, quando iniziava qualcosa di nuovo, quando occorreva rimettere in ordine i pensieri, curarsi dei cassetti era educativo e catartico.

Visto che qui pare che non si concluda mai niente, ho deciso di dare una svolta alla giornata mettendo in ordine quella pila mostruosa di vestitini vecchi di Viola che occupava due ripiani.
Ora, ammettere che una bambina di un anno abbia già vestitini vecchi fa un po' impressione.
Metterli a posto e scoprire che in un anno - grazie a qualcosa comprato da te e a parenti ed amici molto generosi - ha accumulato più vestiti che te in ventotto anni, fa paura.
Perchè non sono solo quelli. Penso ai giochi, che ormai sono stanziati in due bauletti rosa e soprattutto sulle mensole della libreria, il magico volante tra l'Allende e Grossman, l'orso Trudi abbracciato a Safran Foer. E i mastodontici oggetti che popolano le nostre stanze: passeggino, box, girello, seggiolone, tappeto gioco, fasciatoio.
E' che ormai le sue appendici abitano la casa più di noi.
Stanotte per andare in bagno non sono stata abbastanza sveglia da dribblare il girello, ci ho infilato un piede dentro e sono arrivata alla tazza pattinando.
Prima ho tirato giù qualche insulto, poi mi sono messa a ridere, poi mi veniva un po' da piangere e ho deciso che stamattina avrei rimesso a posto i cassetti.
Penso che mi fermerò a quelli di Viola. Per quanto sia tutto molto dolce, per quanto l'equilibrio sia una strada che sto cercando di percorrere, non sono ancora pronta ad aprire i miei e trovare le impronte dei miei 26 anni ancora fresche.

Condividi

21 commenti:

LucyintheSky ha detto...

Questo finale mi ha fatto rimanere un pò così, tra il dolce e l'amaro.
I bilanci di una vita mi fanno un pò paura, e spesso sono proprio gli oggetti che ci circondano a causare certi strani revival nella mente...

Wonderland ha detto...

E' tutto molto bello, in realtà. Però certe cose causano un ritorno al passato che, se non si è davvero stabili e in equilibrio sulla propria nuova vita, è meglio rimandare. Per me, almeno.

LucyintheSky ha detto...

Più o meno anche per me...

Il titolo del tuo post era il mio motto durante l'ultimo mio periodo instabile, insieme a "l'estate è una stagione dell'anima"...
E la gente mi trovava simpaticamente scema quando dicevo queste cose :D

chiara ha detto...

Io ieri sotto il peso dei miei scatoloni pieni di vestiti estivi dei bimbi quasi volo dalla scala.
Quando si dice l' equilibrio e la stabilità...

stefania ha detto...

anch'io ho fatto ordine proprio in questi giorni nell'armadio della piccola... quanti vestiti usati pochissimo, alcuni una volta sola, altri ancora con l'etichetta.. "conservali e li metti alla prossima bambina" esordisce garrula mia mamma. Frase che ha fatto correre lungo la schiena di una mamma insonne da 11 mesi una scossa elettrica gelata. Però in fondo in fondo (ma proprio giù infondo)..sai che mi piacerebbe? è che io non sono giovane come te e dovrei prendere il coraggio a 2 (anche 8 ) mani..se solo smettessi di lamentarmi..


s.

Silvietta. ha detto...

anch'io sono in una fase di "riordini" (lasciamo perdere anche la faticosa "allergia" a tutti gli "anticorpi" che la pulce ha portato con sè.. passeggino, fasciatoio &co)... di solito porta buone nuove. .. speriamo ;-D

a presto, s.

Se fossi uomo ha detto...

lo so che non c'entra niente col post ma qual è il rapporto con tua suocera?

Pinkdaisy ha detto...

con i vestiti della microcicciola potrei dare da coprirsi un'intero asilo... però la porpy è esagerata! Mai vista con la stessa T-shirt ;)

Wonderland ha detto...

No, veramente apriamo la sezione "cavoli a merenda"... hahaha... dunque il rapporto con mia suocera? Direi civile, cortese. Certo, non è presente come l'altra nonna (per motivi anche logistici) ma ultimamente la viene a trovare abbastanza spesso... :)

Pink: dai, quando farai la sorellina dell'Anticorpo ti presterò qualcosa :) perchè se aspetta una sorellina da me... hehehehe

Silvietta: speriamo belle :)

Stefania: ah, io adoro lamentarmi... non potrei mai smettere

Saretta ha detto...

Beh, alla Balduina in via Nicolai c'è un negozietto di vestiti usati per bambini (anche di giocattoli, girelli, seggioloni). Potresti portare là tutte le cose che non usi più avendo anche un ritorno economico, o al meno, impiegare il credito che aquisisci prendeno altri vestitini usati.
Io là ho preso un bellissimo seggiolone da pappa della Foppapedretti a 50 €.....Lei si chiama Paola ed è simpaticissima.

piattinicinesi ha detto...

saretta, via nicolai, questo mi manca, potresti fornirmi qualche info

invece wonder cara, io vorrei consolarti, ma ho appena avuto un sentimento simile con i miei trent'anni e anche con i venti, perfortuna non sono scesa ai quindici ma c'ero quasi
ogni tanto capita, poi per fortuna si capisce che il presente è sempre meglio, comunque, perchè è prsente, vivo, e in divenire
bacioni

kikka ha detto...

quei piccoli oggetti in giro x casa... i vestitini appesi alla sedia... quelle tutine stese ad asciugare al sole... hai ragione tutto molto dolce... ma davvero ke stravolgimento portano con se... un miscuglio di sentimenti e sensazioni che solo lo tzunami ke è un figlio nella ns vita può portare...

MammainblueJeans ha detto...

donna coraggiosa! i due cassetti di Davide non si chiudono più, ma non m'incolla per niente...:-(

la.stefi ha detto...

Io ho deciso che se riuscirò a concepire non comprerò niente di inutile. Pochi vestiti, pochi giocattoli e pochissimi accessori!
Cerco di resistere pensando alle case che ho visto a Cuba: perché noi abbiamo bisogno di riempirci le case con mille ammennicoli inutili e usati poco?
A me pare un insulto, ecco.
(p.s. ovviamente dirò anche agli altri di non farmi regali!)

Ondaluna ha detto...

Mi candiderei volentieri, se fosse possibile (coinciderebbe pure la stagione!), per ricevere i vestitini smessi di Viola, che noi invece ne abbiamo pochissimi, non siamo circondati da gente generosa, e nemmeno da soldi...

P.S. Ho un cassetto in pieno stile da te descritto, e riordinarlo sarebbe un'impresa che segnerebbe di per sé un gran cambiamento nella mia vita!

Wonderland ha detto...

Onda... se po' fa.

caia coconi ha detto...

stavo appunto per scriverti che fare il cambio degli armadi rappresenta uno di quegli iceberg che preferirei non affrontare...

...e infatti indugio...

:(

mammolina ha detto...

Birbina 7 mesi e sicuramente un guardaroba doppio della sua mamma...che con i primi freddi non sa cosa mettere perchè... l'anno scorso era troppo incinta per cui vestiti nuovi...l'anno prima era troppo magra, per cui vestiti archiviati....e quest'anno???Non è incinta (ci mancherebbe questa)ma con la sua "nuova" silouette è meglio non fare bilanci...o meglio "bilancia"
Comunque l'armadio è vuoto e quindi ..a caccia di idee!

pandora ha detto...

buondì, questo è il primo commento che ti lascio anche se ti leggo da un po'...il tuo blog è unico ;)
questa volta non ho resistito, leggevo il tuo post e mi son guardata intorno...box, giochisparsi, passeggino, ecc...ho aperto i cassetti qui accanto a me, delirio...i vestitini scaduti una valanga, i miei=zero, o meglio...zero quelli che mi entrano. in un anno ancora il mio corpicino non si è ripreso...
tutto questo caos mi irrita, menomale che c'è lei che l'ha creato e che me lo fa sopportare, così tutto ha più senso.
e poi magari un giorno riesco a rimettere a posto i cassetti...

scusa se mi son dilungata :)
happyblogging!

paprika ha detto...

pensa che con 2 bambini il problema non raddoppia ma quadruplica...

Ondaluna ha detto...

Non avevo letto la risposta, dimmi come se pò fa che lo famo.

Blog Widget by LinkWithin