il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 26 novembre 2009

Poi dici che non glie la dai

Ok, e quindi eccomi qui, alle nove e tre quarti di un giovedì della minchia qualsiasi col bicchiere di vino rosso. Da sola, come in quei filmacci anni ottanta dove ancora lei si alcolizzava in solitudine, non si metteva a chattare su Feisbuc.
Ovviamente, Lui ha qualcos'altro da fare, e ci sta pure.
Oggi sono a Milano per lavoro, torno tardi.
Eokkei.
Stasera ho quell'aperitivo di lavoro che ti ho detto, torno tardi.
Evabbè.
Non ti ho detto che stasera ho quella cena di lavoro?
Eccheccazz.
La prossima settimana da lunedì a mercoldì sono a Londra, giovedì a Napoli e venerdì a Trento.
Elimortà.

No, perchè è QUI che io sento questa disparità di trattamento madre-padre, che poi giustifica tutti quei "vuoi più bene alla mamma o al papà?" idioti che ti vengono chiesti nel corso della vita. Quasi tutti vogliamo più bene alla mamma, su, diciamolo. Che il papà - bello papone, papino, ponzo (da paponzo) nel mio caso - è tanto caro e porta sempre un sacco di regali, ma chi chiami quando hai mal di pancia? Eh, la mamma, che il papà mica può scendere da Trento a fare un massaggino. Chi ti prende a suppostate nel sedere quando hai la febbre? No, avete mai visto un padre fare una cosa simile? Nemmeno io. Chi ti si incolla in braccio per due ore di fila giocandosi la balera a settant'anni per gravi scoliosi quando non ti va di stare giù? Eh, mica quello con la cravatta. Solitamente, quella con le scarpe basse.
Le scarpe basse, porcatroia, ecco: parliamone.
Oggi sono andata a comprare degli stivali, che all'inizio volevo quelli zoccolissimi che vanno adesso, a mezza coscia. Duecentodieci euro, anche no, grazie, mi fa vedere quelli lì, quelli neri col risvolto e il tacco dodici? Cazzo quanto sono scomodi, non mi ricordavo che un tacco dodici...si, no, non me lo dica, sono due anni che il tacco dodici è bandito. Prima la panza, poi il passeggino, poi la stanchezza. Non cho manco trent'anni eh, se lo segni, magari mi manda i servizi sociali a casa che è grave. Però mi faccia provare anche quelli lì in alto, quelli da fighetta. E quelli lassù da segretaria con le voglie. Si, quelli col risvolto. Eh, vabbè, si, anche quelli bassissimi in vetrina.
Indovinate quali ho comprato?
Tadàààn: quelli da zoccolaccia.
Non è vero.
Quelli bassi.
Che piata a male - scusate, quando sono stressata il romano che è in me prende il sopravvento, bella pe tutti.
E niente, era un esempio di quanto è cambiata la vita a me e quanto a lui.
Io avevo un lavoro mezzo figo, un sacco di amiche, una vita sociale graziosa, una serie di must tipo l'uscita il weekend e l'aperitivo della domenica, interessi che spaziavano dalla fotografia al cinema al disegno alla danza al carciofo indiano alla zuppa di pinna di pescecane, e all'improvviso mi ritrovo agli arresti domiciliari prima e a una responsabilità poi, che lui si sogna. Che io se latito per due settimane ci pensano in quattro a farmi il culo a quadretti: la Porpi, lui, mia madre e sua madre. Almeno eh.
E invece, eccolo lì. Lui che prima aveva il suo lavoro, un po' di amici, una vita sociale graziosa e una serie di must come la mezz'ora in bagno a fingere bisogni per leggere la Gazzetta in pace - che è ancora lì: col suo lavoro, un po' (meno, ma non troppo) di amici, una vita sociale graziosa e porca miseria oh, uscisse dal bagno prima della mezz'ora.


Per la cronaca: ora sono le dieci, e di lui ancora nessuna traccia.
Secondo bicchiere di rosso.

Condividi

80 commenti:

Anonimo ha detto...

ti leggo sempre ma non ho mai commentato
questa però è la volta buona per scrivere: primaaaaa
complimenti, sei fantastica
quasi quanto viola =)
Lau

Anonimo ha detto...

ti sono vicina.
col compagno fuori per lavoro e il bichierino di gambrinus -e sto ancora allattando-
:-P

mammanonlosa ha detto...

ciao, sono Alessia so bene che significa quello che hai scritto. come diciamo noi romani ti rode primo perchè non ti va proprio di stare a casa, poi perche' sei costretta non hai alternativa, poi perchè ti senti anche un po carogna perchè sai che i nani non c'entrano niente, ma a te il c. ti rode lo stesso.oltre che essere bionde blogger e con il pass. arancione mi sa che abbiamo altro in comune.Buona notte A.

Jewel ha detto...

io stasera ero con la birra (il rosso l'ho bevuto ieri) . Se non è impegnato con le prove per il teatro (recitavo anch'io fino allo scorso anno-nonostante la panza)torna tardissimo da lavoro.E così su 7 giorni 5 ceno da sola, con la Mia Polpetta che non va a letto prima delle 23.30 e che di sera dà il meglio di sè ;-)

emily ha detto...

io credo di aver sposato il re dei padri assenti, potrebbe insegnarla all'università. lui è quello che ancora oggi nn sa le date di nascita dei figli, che nn li riconosce dalle foto quando erano piccoli, che nn ha la più pallida idea di che malattie hanno fatto, e nn si ricorda mai chi è quello che nn mangia verdura.
e sai una cosa che mi faceva fremere di rabbia?
che alla fine lui guadagnava e io spendevo...povera vittima, io me ne stavo a casa a godermela e a spendere tutti i soldi che lui faticosamente guadagnava...se ci penso mi viene ancora mal di pancia

Wonderland ha detto...

Uhmmm... siamo na bella cricca di sfigate. eh (è l'alcol che parla, giuro)

clear cross ha detto...

su, che poi quando cresce ritorni a farle tutte quelle robe lì. e anche a rimettere i tacchi 12.
comunque siamo tutte nella stessa barca....
leggiti questo post: mal comune, mezzo gaudio!

http://clearcross.splinder.com/post/21510109/L%27+Amministratore+Delegato

clear cross

wwm ha detto...

come non essere d'accordo?
su tutto direi.
ma poi...condivido il problema del cesso occupato per delle buone mezz'ore.
Ma porca zozza ma non gli vengono i crampi!?!?!
mah.

(i tacchi li ho rimesso quando mio figlio aveva 2 anni. scomodissimi. subito dopo sono rimasta di nuovo incinta. a rieccoce.)

TuttoDoppio ha detto...

E' tutto tragicamente vero. Noi però in ufficio ci si resta almeno almeno 40 minuti, che la Gazzetta la schifiamo, ma i fumetti ci piacciono parecchio. Cioè: i fumetti...

mammaemigrata ha detto...

'azz, avrei dovuto leggerlo ieri sera sto post. Mentre io riordinavo la casa e lui era all'ikea. Non il negozio, ma la sede sociale. In Svezia. Io invece ho dovuto prendere un pomeriggio di ferie perchè venivano a controllarmi l'impianto idrico. E poi ho fatto i compiti con uno, la torta con l'altro e mi dicevo "che bello, oggi almeno non sarò in ritardo con la cena, visto che sono a casa". Figurati! In ritardissimo come sempre, e Pacifico che aveva deciso di trasformarsi in un mitile che mi è stato incollato al fianco tutto il pomeriggio.
Che la prossima volta scappo e vado all'ikea. Ma non alla sede sociale, al negozio. E ci passo tutto il giorno, e mi ingozzo di polpette a mezzogiorno.

MAMMOLINA ha detto...

Solidale...e il bello è quando sta 2 ore con la piccola e ha il coraggio di dire:"Birbina da quando ci sei te come mi è cambiata la vita" ma a chi? Avevi il tuo lavoro, la palestra e gli amici e ora hai il tuo lavoro, la palestra e gli amici. No comment.

elisa ha detto...

Eppoi, in aggiunta a tutto ciò, quando la tua porpi avrà, diciamo, tra i 3 e i 4 anni, ti verrà pure voglia di farne un altro. Te lo giuro che è così.
Sono subdoli, questi bambini..

M. ha detto...

oddio, io è da quando ho venti anni che porto solo stivali bassissimi, senza bambini o altro di mezzo...(no, in effetti lo scorso sabato ho messo quelli taccati, ma dopo venti minuti mi trovavo così scomoda che ho pensato: ma chi ce lo fa fare?)

comunque la cosa peggiore in assoluto è quando sono le altre DONNE a pensare che sia giusto e sacrosanto che sia la mamma-scarpe-basse a doversi accollare tutto e a vedere la propria vita stravolta...e finchè sono le donne per prime a pensarla così, sarà dura far cambiare idea all'altra metà del cielo (!)

B&L ha detto...

io è da quando leggo il tuo blog che mi chiedo se anche il tuo Lui lo legge... sono curiosissima.

PS: ma mettere le cose in chiaro no? Il nostro papà ha strappato una max due partite di calcio alla settimana, di cui una il sabato pomeriggio. E vorrei dire che non mi sembra poco. Il resto del tempo è con me, con la bimba e con le cose da fare assieme (compresi lavori domestici notturni quando la belva dorme)
B&L

Laura ha detto...

ah... come ti capisco!!!!!!! Ho dovuto rinunciare a un entusiasmante lavoro perchè mi imponeva 2 mesi di formazione a 300km da casa... E la piccola dove la buttavo??? SIGH. SOB.
Ti posso "indorare la pillola"? Almeno tu hai tua mamma e tua suocera. Dirai tu che non è poi 'sta fortuna... ma credimi! Quando i tuoi stanno così lontano che per andarli a trovare ti senti come Marco in "dagli appennini alle ande", vivi ormai da 15 mesi in simbiosi con la piccola peste e non ti puoi più nemmeno provare un paio di jeans perchè nel frattempo la piccola deambula per negozi e butta per aria il buttabile, oh, sì, li rivaluti tanto i nonni.
Io però ai tacchi non ho rinunciato, sarà che per chi, come me è alto un metro e un tappo i tacchi sono davvero indispensabili, con o senza pupo! :-)

Anonimo ha detto...

Quoto tutto.
Tranne una cosa.
La vita e' beffarda non e' detto che tutto questo basti per sentire dire che vuole piu' bene alla mamma..:)

Silvia

sorelluce ha detto...

oh my god!!
1. la scena degli stivali coi tacchi è identica a quella che ho vissuto io! A milano, esaltatissima da stivali stupendissimi e costosissimi..e poi..ma va, la panza, la ritenzione idrica, la vita sociale che tra mal di schiena e suina è già ridotta a zero..ma che me ne faccio? Poi come li pago che manco sto lavorando?? Tristemente nemmeno quelli carinissimi bassi mi son comprata. Che sfigata!!:-)

2. MA perché cazzo le nostre vite son così stravolte e loro continuan beati le loro??? Amore, ti spiace se sabato sera vado a una cena di ex compagni di classe?? Se mi spiace??? SOn allettata a casa dei miei genitori (alla mia veneranda età) causa mal di schiena infestante e altri casini, è una settimana che non ci vediamo (mentre tu fai la tua via e io son dai miei a guardar la tv..e siam sposati, eh??)e mi chiedi se mi spiace??? E poi mi odio pure per esseri incavolata, e non esser più quella che rispondeva, ma va, con un sorrisone e se ne usciva a ber con le amiche!!:-)
azz...

Wonderland ha detto...

E' doveroso un aggiornamento: ero di pessimo umore quando ho scritto il post. Lui è tornato dieci minuti dopo con le alucce da angelo per la Porpi in regalo e con me così, mezza alcolizzata, e lui in vena di scuse, la serata si è rapidamente ripresa :DD
La verità è che sto con un uomo fantastico e vorrei vederlo di più...
p.s. si, certo, lui legge il blog infatti quando ha letto questo post mi ha guardata malissimo...

Anonimo ha detto...

Mal comune mezzo... dirai te MA DE CHEEEE!! :-)
Cmq ti dico solo che stasera il papi esce con gli amici, seratina figa, ed io a casa da sola con Sara... E sono 2 settimane che cerco di organizzare un aperitivo al centro con amici e puntualmente esce un imprevisto!! GRRRR... :-)

Annyjoe e Sara

Angela ha detto...

Quoto quoto quoto tutto ma una cosa la faccio anch'io, simulo bisogni impellenti e mi chiudo in bagno a leggere!
Magra consolazione, me ne rendo conto ma mi devo accontentare!

Lila ha detto...

anche il mio sta mezzora in bagno... con l'iPod touch collegato in rete... mhhhh fastidio!!!

Fragolessa ha detto...

WONDERRRRRRRRRRRRRRR come fai a centrare sempre il problema????
La mia ciccia oggi diventa una undicimesenne, quindi molto vicina all'età di Viola.. e io lamento le stesse tue cose :'( Voglio gli stivali zoccolosi... ma anche quelli bassi che MI SERVONO DAVVERO e non c'ho manco il tempo per andare a comprarli...
Il dott mi ha detto: "devi fare attività fsica." E io: "Quando???"
Le mie amiche mi reclamano per un we a roma.. e non posso.
Vorrei una giornata, UNA SOLA, per sistemare l'armadio perchè non ci capisco + un ca@@o là dentro..
E poi andare a prendere un aperitivo con le amiche.
E poi non aver mal di schiena.
E poi... diciamolo, vorrei che mi tornasse la voglia di far sesso che con tutti sti casini per la testa (lei che ha la tosse, io che lavoro, la casa da sistemare, io da sistemarmi...) voglia=zerototale.
Tristezzonissima.

Helena ha detto...

Anche se hai recuperato la serata, cio' non toglie che in quello che hai scritto (sotto l'effetto dell'alcool ( in vino veritas..)o dell' incazzatura)ci si sono riviste un sacco di mamme con notevoli varianti, compresa la mia che in aggiunta alle verità che hai detto, mi sento fare i commenti da Lui che mi dice seccato " ma guardati un po', sembra che il pupo ti dia quasi fastidio" ( Mort@@@i tua!)
E vabbè , alla fine son tutti perdonati sti uomini, perchè si sa che le mamme hanno un ...cuore così.
Grazie Wonder, ci fai sentire umane col tuo blog.

MammainblueJeans ha detto...

Quoto tuttissimo.
Mi sono rifiutata di comprare un ennesimo paio di scarpe tristi (ho riesumato un tacco 5 e finchè non trovo una cosa altrettanto comoda ma figa non spendo un euro).
L'alcool di fronte al pc me lo sogno perchè da che ho avuto il nano non reggo niente se non ho la pancia piena.
Le serate con le amiche: UTOPIA.
Però lui va a giocare a calcetto.
Mi sbatto come il polpo sullo scoglio, e mi sento pure un "ma che è, sei stanca?"
VENDETTA.
Se chiedi al Nano "chi è lui?"
Risponde "mamma!"

Francesca "nuti" Mancini ha detto...

se tipuò consolare-poco-sappi che io, con un nano di 4 anni e una di 2 e mezzo, ho ricominciato a comprare glistivali con il tacco...;)))
a breve le uscite con le amiche ;))

Anonimo ha detto...

CIAO WONDER NON SONO MAI INTERVENUTA MA QUESTO ARGOMENTO MI TOCCA ALQUANTO..PREMESSO CHE PERDONIAMO TUTTO A QUESTI PADRI E CHE LORO DEVONO LAVORARE..MA CHE NOI STIAMO A CASA A FARE CHE???E DOVE STA SCRITTA QUESTA DIVISIONE DI RUOLI?MI RODE UN BEL PO' NON ESSERE DALL'ALTRA PARTE A MOMENTI..IO SONO ASTEMIA

Laura71 ha detto...

38enne, primo figlio di 8 anni e mezzo, secondo di 12mesi [voluto e arrivato quando non avevamo ancora finiti di dire:"Prima della menopausa facciamo un 'altro!!!!]...Ieri sera stabiliamo che sia LUI a mettere a letto il piccolo così da potermi godere un DVD ormai vecchio....finale dopo 10 minuti di tentativi e sclero del mio LUI alle 10:10 stavo facendo addormentare IO il piccolo e fine della serata....P.S Sono stupefatta da come i tuoi post caschino sempre a pennello...GRANDISSIMA...

Anonimo ha detto...

Wonder...aaaaahhhhhh...idem con patate. Al mio lui la vita non è cambiata di una virgola, lavora, rientra tardi, il sabato ha i suoi passatempi, la domenica FORSE ce la dedica. In casa non muove un dito nonostante le mie continue lamentele e richieste, se gli chiedo di rimanere in casa con la pupa un sabato pm per permettermi un'ora d'aria lui mi dice di chiamare suocera o sorella per tenerla durante la settimana... Cioè io voglio dire: io sono madre ma tu sei padre, c'eri anche tu quel giorno che abbiamo concepito ehhh.....!!! Gli ho detto che una sera vorrei farmi una pizza con le amiche: mi ha guardato come se gli stessi dicendo che parto per il messico da sola... che poi lui però la cena di lavoro se la fa, gli amici li frequenta... e poi sai cosa succederà? che la pupa quando avrà due anni andrà matta per il papà...e con te litigherà continuamente! perchè diciamocelo...è anche questo che succede alle mamme.
Io non mi alcolizzo, quindi le serate finiscono in genere cotta come una pera sul divano con lui che vorrebbe una serata hard con me. E chi ce la fa????
ps: il mio guardaroba non si può guardare, è di due anni fa, scarpe idem, tempo per lo shopping zero, tempo per me zero. E la pupa ha cinque mesi. Mi sa che ce ne vuole di pazienza.......
kiki

Silvia ha detto...

RAGAZZEEEEEE mi aggiungo anch'io al gruppo QUELLE CHE :
- Rivogliono i tacchi
- Rivogliono aperitivi e week end
- Rivogliono il lavoro piu' che soddisfacente !!!
- Rivogliono andare al cinema, teatro o cena quasi tutti i fine settimana
- Rivogliono il bagno dopo 5 minuti e non 1/2 mezz'ora ...in attesa che smetta di spippettare con il telefonino !!!
- Rivogliono il marito al quale non bisognava ricordargli che non siamo fratello e sorella !!!!!
....

Anonimo ha detto...

Il fatto e' che gli uomini non cambiano con la paternità, semplicemente acquisiscono (chi prima chi dopo) la consapevolezza che in casa c'e' uno basso in piu' che disturba...Ho sposato un uomo che ama la casa, il suo divano e la routine. Lui usciva una volta al mese e lo fa ancora.
Io uscivo tutte le sere, facevo mille corsi (cucina, cucito, nuoto, tango), leggevo, lavoravo con tanti straordinari...E ho smesso (niente corsi, esco con le amiche una volta al mese, vado al parrucchiere/estetista una volta al mese e amen) e ti diro' di piu': non mi manca affatto. Per ora mi voglio beare: a) di riuscire finalmente a rientrare nella taglia 40, cosa che credevo impossibile dopo il parto; b) di vedere giulietto piu' autonomo e di portarlo al nido (riesco a lavorare senza correre); c) di cucinare le stesse cose per tutti. Credo che il resto arrivera' per gradi...un abbraccio!
Ale e giulio (13 mesi e un po')

Anonimo ha detto...

mi sento proprio di dover intervenire perchè proprio ieri sera mi sono di nuovo fatta salire la bile che poi ho dovuto rimandare giù...come sempre...perchè alla fine "sò bòna", e lui lo sa, e quanto je fà comodo 'sta cosa!ahhhhhhh. Insomma, il papà in questione passa serate intere davanti alla play station!Non c'è una sera che si riesce a fare qualcosa insieme,senza contare la sua latitanza con la figlia, e questa è la cosa che più mi dispiace.Si sta perdendo attimi su attimi che non torneranno mai più,e poi per cosa? per quei maledetti giochi elettronici!Sono davvero amareggiata e non capisco come si possa preferire la playstation alla propria figlia!....ma io sono donna...mamma...e buona....e lui è maschio....papà...e scemo!

Patricia ha detto...

Ciao! ti o appena scoperta e ho e lacrime che mi scendono, non posso smettere di ridere... e sorridere... e capirti. Il vino si, anch'io un paio d'anni fa (la sera però eehhh); poi sono un po ingrassata e ho deciso di smettere, adesso bevo la camommilla già dalla mattina (e ho un po di chili in meno. I miei figli sono un po più grandini... e quindi adesso vado in palestra... invidiami, invidiami... tutto arriva e arriverà il tempo anche a te, ma vuoi che ti dica, non avrai più quella piccina piccina che ti dissangua... e, vedrai... ti mancherà!!! Baci
Patricia

Didi ha detto...

Ma possibile che non c'è un'alternativa a tutto ciò?
possibile che andiamo andiamo avanti ma poi alla fine restiamo sempre dove siamo? a fare le moglie e le mamme??? e che cav.....ci dovrà pur essere una via di uscita.....io sto già inziando da ora a dirgli "50 e 50 eh? altrimenti te la mollo e te la vedi tu da solo"....sto promettendo a me stessa che i pannolini si cambiano in due, la pappa pure e tutto il resto pure e le sue giocate a calcetto ( 2 o 3 a settimane) dovrà ridurle a 1, perchè poi anche io avrò i miei impegni la sera...non dico le uscite con le amiche che, meravigliosamente scompaiono quando ti sposi ( grrrr), ma magari un corso interessante o la palestra o chenesoio qualunque altra cosa.....e già sto male a pensare che dovrò stare IO 4 mesi a casa......4 mesi in clausura sò tanti......i 4 mesi successivi però ci sta lui ( e che kaiser...)....
ma forse mi illudo solamente......
però scusate non è giusta, i figli si fanno in due..

Ondaluna ha detto...

Se avessi 5 minuti per leggere sul blog quanto mi sta costando questa figlia, capiresti perché ora scrivo "ti capisco".
Ma siamo tutte mamme, e il tempo è difficile da trovare. Infatti: soprattutto quello per te stessa.
Tristemente solidale,
Ondaluna

(Scusa la serietà ma per ora sto proprio giù)

Fragolessa ha detto...

Didi sei incinta?
Io l'anno scorso di questi tempi ero di otto mesi... e parlavo come te. Ti auguro che sarà diversa per te, ma per me il 50% + 50% si è rivelato da subito 98% + 2%...
Come dice mia mamma: i figli sono delle mamme.

Anonimo ha detto...

ed è finchè s'accetta la saggezza spicciola de "i figli sono delle mamme" che questa situazione non cambierà MAI

cowdog ha detto...

va la' wonder, che sei una ragazza stra-fortunata.
poi vabbe', il momentolamento ci sta sempre.

cowdog ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
M di MS ha detto...

Senti wonder (e allora anche ciao uomo di wonder, visto che leggi il blog;)), io la penso così.
Penso che sia normale che si possa fare tardi o stare fuori a dormire per lavoro e penso che sia giusto continuare ad avere una vita sociale anche dopo la nascita di una bambina, però TUTTI e DUE devono avere questa vita sociale e se INSIEME ancora meglio, no? Anche mio marito lavora come un matto e spesso sta fuori, però poi non se ne esce da solo con gli amichetti e io a casa. Prima vediamo di combinare tra noi due; dopo, se avanza tempo, si esce anche da soli con gli amici. Perchè sai, altrimenti questo è veramente il modo migliore di far incaxxare una moglie!

Fragolessa ha detto...

No anonimo, io non accetto questa saggezza spicciola. Però resta il fatto che IO che sono la mamma prendo permessi a lavoro per portarla dal medico, mi assento se non sta bene, rinuncio a mille esigenze personali per sue esigenze personali.
Se non lo faccio io, non lo fa nessuno semplicemente perchè LUI mi dice "io non posso".
Quindi alla fin fine, un minimo di verità in quella frase (anche se non l'accetto e continuo ad incazzarmici) c'è.

Chiara ha detto...

Ciao Wonder :-)
Ti leggo sempre sai? Guai a perdermi un tuo post: riesci sempre a farmi sorridere, spesso a farmi riflettere e ogni volta a farmi pensare che "allora non capita solo a me..."

Ho 30 anni e una meravigliosa bimba di 1 anno che amo alla follia... ma il giorno del suo compleanno mentre tutti festeggiavano lei io commemoravo il mio primo anno di "non vita"... e non ho niente di cui lamentarmi per carità, che poi tanto tutti ti rispodono che hai una bambina bella sana vivace quindi devi essere la persona più felice del mondo...
E' che non sono più io... io che ero sempre tutta infighettata all'ultima moda, io che quando mettevo i tacchi bassi erano da 8, io che avevo i capelli sempre piastrati, gli accessori perfettamente abbinati... e poi quella libertà di farti un giro per il centro per i fatti tuoi, prendere l'aperitivo con le amiche, uscire a cena con mio marito senza dover prenotare i nonni con largo anticipo, fare una cazzutissima spesa al supermercato seguendo la lista e non lei che tenta il suicidio dal carrello in centouno modi diversi!

Ci pensavo proprio l'altro giorno: da quando c'è lei, la vita di mio marito non è cambiata di una virgola, la mia non ha una virgola che sia rimasta uguale...
E ti confesso che dopo 1 anno tutto questo inizia a pesarmi non poco... è che nessuno ti capisce, e non è per autocommiserazione, ma nessuno riesce a comprendere quanto la mancanza di tutte le piccole cose che facevi per te stessa, anche le più stupide, a lungo andare ti faccia sentire saturata, si certo sei felice si essere mamma... ma non sei solo quello, e soprattutto non puoi accontentarti di essere unicamente mamma.

L'unico bagliore di speranza è che tra 1 mese riprendo il lavoro, la iena va al nido e io riprendo i contatti con il mondo esterno... e mi cullo nell'illusione che al mattino quando mi vestirò (e non infilerò la tuta di ciniglia!) sceglierò il tacco basso di una volta (che ora mi sembra altissimo! ;-))

Un bacio e grazie, perchè anche questa volta mi hai fatto sentire meno sola e, soprattutto, capita!

Chiara & Bea

mammagiovane ha detto...

Guarda, volevo fare un post sull'argomento proprio questa sera (e non è detto che non lo faccia).

Poi si lamentano se non abbiamo intimità. Io prima criticavo le donne che fingevano i classici mal di testa del dopo cena. Io ce li ho dalla mattina appena sveglia e se sento la parola...facciamo....? COLLASSO!

Anonimo ha detto...

mamma mia troppo vero...mi sembra di essere tornata indietro dieci anni!!! allora la mia grande fà 11 anni a Febbraio e solo quest'anno...solo quest'anno sono riuscita a iscrivermi nuovamente in palestra!!! ok ne ho due anche uno di 9...ma come dice un famoso comico di Colorado Caffè...MA MINCHIA!!! ciao un bacio

Simos

angiolettoangelico ha detto...

tutte sulla stessa barca, eh?

bubitti ha detto...

è lo spirito che è proprio diverso, forse i padri imparano ad essere più responsabili nel tempo o forse si appoggiano anoi semplicemente perchè sanno che ci siamo.. il mio lui non fa poco, lavoriamo entrambi ma solo il mio è un contratto a tempo indeterminato e ora come ora metterlo a rischio è davvero da fessi vista la crisi, quindi anche lui approfitta della sua "flessibilità" di collaboratore a progetto per fare i turni con me.. e prendi il bubo e portalo dai nonni e riportalo a casa e aspetta la tata e fuggi dal'ufficio alle 16,30 sennò alla tata scatta un'ora in più. Oltre a dividere tutti questi impegni con lui io in più ho il coordinamento del tutto (lui è un esecutivo e pensare che nella vita fa il project manager e coordina gli altri!) e quindi sono io a dover pensare a cene, approvvigionamenti, visite mediche (anche del mio lui Lui non solo del piccoletto)
Vorrei tanto ma tanto andare a fare un pò di piscina ma ca.. non trovo mai il tempo e poi c'è quel nodo nelle viscere, della serie vorrei-andare-a-farmi-un-giro-ma-vedo-così-poco-il-nano-CHE CORRO DA LUI.. cerco di resistere ma il più delle volte mi arrendo a quel nodo e corro corro corro!

UnNickname ha detto...

Insomma, davvero sono io l'unica che ha il marito che sciacqua i pannolini lavabili inondati di cacca sotto al lavandino e è ossessivamente presente. E c'ho pure il coraggio di lamentarmi, sai? Tanto come la giri puzza, non siamo contente di default, noi.

Anonimo ha detto...

wonder, peró... senti, la mia bimba ha piú o meno la tua etá, e io mi sono rimessa a lavorare a tmepo pieno quando aveva 8 mesi (adesso ne ha sedici). Vivo in Germania, dove le infrastrutture per i bambini sono FORSE un po' meglio che in Italia, ma qui non ho lo straccio di una nonna che mi aiuti nelle emergenze. Sicuramente qui la mentalitá é un po' diversa e per questo ho potuto addirittura avere una promozione da mamma fresca fresca... peró, a volte, scusa la franchezza, mi smebra che ti lamenti un po' troppo... Voglio dire, gli uomini vanno anche educati! io sono sposata con un ragazzo sudamericano, machissimo in tante cose. A parte che la bimba dal nido la ritira lui per questioni di orario, ma poi ci sono serate in cui é lui che resta a casa con lei e io esco a fare la "bella vita" da sola. La metto a dormire alle 8 (ok, qui in germania i bambini vanno a dormire con le galline) e poi esco. e se lei si sveglia, se la spupazza lui. Perché non lo fai anche tu? O lo fai e mi sono persa qualcosa?
dai dai, forza forza!!!
Gabriella

papex ha detto...

ma non ci sono papa' che rispondono????....anche la vita di un papa' cambia: prima (in realta' 15 anni fa) leggevo cosmopolitan di mia madre per carpire i segreti per fare felice una donna ora leggo il tuo blog...

Anonimo ha detto...

...posso solo aggiungere che mio marito ad un mese dalla nascita del nano si è comprato la moto...no dico, la moto, che a me fa cagare e che ovviamente userà da solo.....e cheha ricominciato a giocare a tennis prendendo lezione....e che partecipa ad un torneo di calcetto....e che la domenica mattina va a correre....e che 2 volte a settimana va pure in palestra....e io elemosino 1 ora al sabato per andare a farmi la ceretta, ovviamente 1 volta al mese!!!
nulla da fare, i figli sono delle mamme!! CAZZZZZOOOOOOOOOOOOOOOO

Wonderland ha detto...

AHAHAHA, papex menomale che ci sei :DDD
No, ma io l'ho pubblicamente dichiarato che questo post è scritto sotto l'effetto di alcol, mica la penso sempre così. Era uno sfogo esasperato, non ho direttori editoriali che mi tagliano i pezzi lamentosi e quindi eccoci qui. Non è vero che la vita di un padre non cambia, pensa che prima stai con una figa sempre in tiro e dopo con Barbamamma (in molti sensi, direi). A parte le sue trasferte Lui è fantastico, io lo adoro con tutti i suoi pregi e difetti e ho visto sicuramente uomini molto meno bravi con la loro polpetta. E poi questo post va abbastanza contro tutta la mia filosofia di maternità, il che vuol dire che ora che sono a terra mi darò una spolveratina e mi rialzerò. Anzi, lunedi è il mio compleanno e per la settimana prossima ho in mente una bella festaccia come i vecchi tempi. Anzi, un festino^^

Anonimo ha detto...

e allora ditecelo...di te ce lo! cosa cacchio ci fate in bagno tutto quel tempo? che porca miseria qua ne abbiamo uno solo..e regolarmente quando ci sta lui a me scappa e la bimba ha il pannolino che scoppia per quanta ne ha fatta!! ma lui no...lui mica esce?!!!

C.

Anonimo ha detto...

invitaci!!!!!!!!

che tutte noi mamme abbiamo bisogno di uscire una sera a divertirci .....

:-)

(una delle tante che ti legge spesso)

Wonderland ha detto...

In effetti una serata per mamme sull'orlo di una crisi di nervi ci starebbe tutta... :D

Anonimo ha detto...

Mi sento un po' un'aliena: mio marito lavora fuori (in lombardia e noi abitiamo in puglia) e TUTTI i weekend si mette in treno e torna a casa; da quando sono incinta (ma anche prima, all'occorrenza), nelle 36 ore che è qui, passa l'aspirapolvere, lava i pavimenti, fa innumerevoli piccoli lavori per rendere la casa più confortevole. Io faccio il resto, o meglio, quello che mi è consentito fare, visto che devo stare a riposo (gravidanza a rischio). E' vero, ogni tanto mi prende una gran fifa quando penso al "dopo" e a come farò a gestire pupo, cane, casa da sola...ma poi passa.
Magari tra 5 mesi scriverò anch'io in preda alla disperazione ;-) Per ora sono fiduciosa!
P.S.: gran c++o: lui odia il calcio e la playstation, ama le moto ma da quando ha saputo che sarebbe diventato papà, la sua (quella dei nostri viaggi all'avventura) l'ha messa in vendita. Se non è amore questo...
Ok, se volete odiatemi! :D
Annalisa

Elisabetta ha detto...

Vabbe', ma se dopo 10 minuti il tuo lui è tornato, dolce e amorevole, allora tutto sto casino di mail che il "fattaccio" ha provocato è l'ennesimo segno che sei proprio BRAVA! Il libro quando esce? Eh Eh Eh!!!
Baci darling

cowdog ha detto...

@gabriella anche il mio pupo va a letto alle 20 (e anche noi viviamo all'estero)... e' orario da galline? scusate, a che ora vanno a letto i bimbi in italia?

Anonimo ha detto...

scusate ma mi viene una curiosità: succederà così anche nelle coppie di lesbiche con figli??
oppure, è proprio una cosa del DNA dei maschi??

Wonderland ha detto...

Cowdog qui alle otto viola di solito cena (si, è tardino, gli altri bimbi di solito mangiano alle 19.30) e a nanna ci va verso le 21.30.... se i tuoi alle otto vanno a letto ma che bello, hai tutta la sera per te :D Io puntualmente ceno in piedi per cullare lei, che si addormenta ancora solo nel passeggino :( Estivill mi prenderebbe a roncolate.

Sibilla ha detto...

Aho', ma che noiose. Ma dove li avete trovati i vostri uomini? E chi se ne frega dei tacchi?
Volete la parità? Muovetevi un po' invece di lamentarvi e basta!

valewanda ha detto...

giusto per... ma a che ora è tornato? Così per capire...

ammiraglio61 ha detto...

ciao, si in effetti mi sembra un pò il ritrovo degli alcolisti anonimi. Da pochissimo ti leggo e non ho mai pensato che scrivessi il corrispondente di ciò che pensi. La prova l'ho avuta con la tua risposta a papex.
Io non posso dire moltissimo visto che mi separai moooolto tempo fa. Piano.. piano... meno male che non siete vicino altrimenti mi eliminereste.
Comunque... non ero il papà che tutte queste "alcooliste" scrivono di avere. Per carità ne ho visti anche io di paparini che mi facevano incavolare, seppur non fossi la loro moglie. Ma c'è un limite alle esternazioni :-)
SONO CERTO che i mariti che desiderate esistono, il problema e che quelle mogli non scrivono su questo blog
:-)

Un affetto a tutti i cuccioli.

p.s. cara Wonderland ma perchè non scrivi una sceneggiatura per un film? Sei speciale.

Silvia gc ha detto...

'zzo... 62 commenti a questo post... è grave, eh!
e teniamo conto che questi so' quelli boni (de omini)...
Vabbè, versamene uno pure a me, va...
(ma certe cose è impossibile non scriverle in romano: sarebbe come non dirle)

Anonimo ha detto...

Cara wonder!
ti leggo da tanto, mi piace il tuo stile ironico-cinico alla Miranda di Sex and the city.
Siamo quasi coetanee e mi sa che abbiamo anche in comune la professione ;-).......ma io non sono ancora mamma, ma ho dei problemi affini.

Sto prendendo casa con il mio ragazzo e la cosa si è svolta così: io ho cercato le case, fissato gli appuntamenti, visto le case, fatto le valutazioni, lui ne ha viste solo due (!) ed una è quella che abbiamo comperato settimana scorsa.
Io poi mi sono informata su come fare la trattativa, trovato il mutuo adatto a noi, fatto le valutazioni con geoemtra, architetto, andata al catasto, richiesto i documenti, cercato il notaio....insomma: TUTTO!
Lui asserisce che io sono difficile e che preferisce fare a me, che si fida tantissimo del mio fiuto e del mio buon gusto (!)....il dritto cerca di lunsigarmi!
Senza contare i suoi innumerevoli impegni di lavoro e : domenica sera e lunedì con gli amici per partita alla play e cazzi e mazzi, gioevdì motoclub (sometimes anche al martedì), venerdì in notatta partita di qualsiasi cosa, sabato pomeriggio gioca al piccolo meccanico con un amico....... grrrggrrrr!
e io: cerco i mobili, faccio i preventivi, mi sciroppo le rispettive famiglie....e penso: chissà quando avrò un figlio.....tragedy!

Ma mi sono presa una piccola rivincita.....e sono da una settimana in Inghilterra a fare il tantissimo sudato corso d'inglese, da sola...tiè!
e lui al coraggio di scrivermi che l'ho abbandonato.......without words!

aaarrrggghhhhh
Franci and Porpi for president!

Manu ha detto...

...che poi se ti lamenti sei pure una scassapalle. Ah, pure???

:D

Anonimo ha detto...

domandina...ma che lavoro fa Lui,per avere tutte queste "assenze"
cmq che dire?anchio quando sono in crisi mistiche mi lagno,poi Lui arriva,regalino gioca con la Tata.. e tutto passa,infondo lo ammmmmo!
un saluto _mimmi_

nadietti ha detto...

come ti capisco!
siamo genitori da un mese e mezzo, il mese e mezzo più bello e più massacrante della mia vita. della MIA, perché il caro marito, seppur presentissimo, in questo primo mese e mezzo in cui io ho strisciato dal letto al divano e poi ancora al letto col pupo sempre attaccato alle mie povere tette è riuscito a:
-fare diversi aperitivi con gli amici
-andare a sentire due concerti, uno dei quali a S. Siro, e noi abitiamo ad aosta
-andare a due cene, sempre rigorosamente di sabato
-stare fuori casa DA SOLO numerose volte con la scusa di avere commissioni da fare

ogni volta ha il coraggio di tornare e dirmi "peccato che non sei venuta anche tu"

....evito di commentare oltre.

Cmq sappi che sei un mito!!!!!

cowdog ha detto...

vivere lontano da amici e conoscenti ha i suoi vantaggi: ne' io ne' lui abbiamo aperitivi da fare con nessuno (tristesssa).


@wonder ah caspita. il mio nano mangia al piu' tardi alle 19, a volte anche prima. e poi dopo bagnetto e libretti, crolla verso le otto e un quarto. e' un orario che ha praticamente imposto lui, dato che la sera e' molto stanco. pero' certamente da quando vivo all'estero anch'io ho imparato a cenare molto prima.
certo, se poi non si sveglia (come ha ricominciato a fare da quando gli e' venuto il raffreddore) ho la serata per noi.

Anonimo ha detto...

Anonima della rivincita: se sei messa così adesso, chi te lo fa fare di conviverci o sposarti?
Sei ancora in tempo, apri gli occhi.

Anonimo ha detto...

... non è per quanto cambia e per come cambia ... è che certe volte non ci arrivano proprio !!! bisogna sempre DIRGLI TUTTO...elemosinare...neanche sperare di farglela capire e figurati se ci arrivano da soli!!!
non ce la possono fare!!!
così noi sembriamo caporali rompiballe e loro i "martiri" !!!...
ps: anch'io ho alle spalle una bella litigata da SABATO MATTINA!!!

tutta la mia solidarietà
tri mamma

MammaTuttoFare ha detto...

se ti può consolare, da una ricerca condotta sulle emorroidi, ne sono soggetti maggiormente i soggetti maschi dopo i 40....che stiano pure a leggere Gazzette in ufficio loro!
Per i tacchi, guarda, dopo 2 gravidanze ho ancora il coraggio di comprarli, non resisto, ma poi alla fine giro sempre in Reebok o ballerine o infradito e quelle volte che riesco ad uscire da sola e mettere i tacchi poi mi tengo un mal di schiena per 3 giorni...siamo tutte sulla stessa barca!

Anonimo ha detto...

@Anonimo: ho scritto in un momento di frustazione massimo........penso che capiti.

in più la settimana di lontanza è servita parecchio! :-)

ovviamente il mio lui ha dei pregi: è sensibile, dolce, mi ascolta sempre quando ho un problema, mi lascia i miei spazi....solo che a livello partico/organizzativo è un po' carente ;-)

by anonima della rivincita

akari ha detto...

Questo post mi ha fatto ridere e riflettere, come un pò tutti quelli che scrivi. :D
In realtà io non mi lamento, anzi a dirla tutta esco più io che lui, con tutto che littleG ha solo 4 mesi..., anzi vorrei che lui uscisse di più!!
Anche se poi delle cose pratiche me ne occupo io, quello si.
Però peròi mi manca il cinema, il teatro, le uscite a cena senza bisogno di mobilitare task force per organizzarle, i we da soli e i tacchi, che confesso ogni tanto rimetto anche ora...

un bacio a tutte noi mamme

cla ha detto...

sei
semplicemente
un
cazzo
di genio

anija ha detto...

Ieri sera discutendo del futuro insistevo sulla mia più assoluta e irrevocabile scelta di non avere figli prima dei 31 anni per non dover poi rimpiangere di essermi persa delle cose. Vista la già non fervida vita sociale attuale (26) immagino che a 31 non sarò poi così triste l'idea di perdermi aperitivi e festicciole come lo sarei adesso.
E lui cade sempre dalle nuvole e non capisce mai perché voglia farlo "così tardi" (sarò mica vecchia a 31 anni?!).
Gli farò leggere questo post ;)

Anonimo ha detto...

"e una serie di must come la mezz'ora in bagno a fingere bisogni per leggere la Gazzetta in pace"...

ma tu sei un genio!

Anonimo ha detto...

Volevo solo dire che è da poco che leggo il tuo blog ma è impressionante quanto mi rispecchi appieno!
Veramente mi sembra che qualcuno scriva ciò che penso....
Silvia

Maurizio Firmani ha detto...

Sto leggendo questo blog da quando me l'ha segnalato un'amica in attesa: anche mia moglie è in attesa e PROMETTO, giuro, PROMETTO di prendere seriamente in considerazione quanto stai dicendo. Anche a costo di fare il mammo.

P.S. il 22 alla Feltrinelli ci sarò.

Giada ha detto...

Ecco appunto, scusa ma la leggo solo ora e ti diro' che questa la condivido apppppieno!

Mammadesign ha detto...

Ormai ci sono abituata, in 4 anni di trainig... ma la prossima volta il bicchiere di vino rosso ce lo facciamo insieme.... con le mimme a nanna. O che fanno i lottatori di sumo, non importa: devono imparare. :)

Anonimo ha detto...

o dio, pensavo di essere sola!
invece che bella squadra:-)
stasera mi prendo del vino rosso anche io, e nella mia stanzadellefragole, me lo bevo con voi, da rotterdam

Blog Widget by LinkWithin