il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 22 dicembre 2009

Regali last minute...e pure solidali! Aò ma che volete di più?

Lo so, lo so. Che è che avevo promesso? Un post a settimana fino a Natale su idee regalo. L'ho mantenuto? Ma certo che nooo >.< Dovete sapere che è stato un periodo veramente del cavolo, ho lavorato per venti giorni di fila weekend inclusi tanto da dimenticare perfino il vaccino di Viola (2° pneumococco) che non posso più rimandare e quindi coi classici strascichi di febbre mi fotterà o Natale o Capodanno. Credo la seconda. Bella pe me. Mi odio. No, davvero, io ci provo anche ad essere una persona organizzata, ma non è nel mio dna. Io perdo gli scontrini delle cose da cambiare, i biglietti di ingresso dei parcheggi, i bollettini postali. Scordo appuntamenti, scadenze, compleanni, telefonate importanti. Lascio le cose in giro, poggiandole nel primo posto che capita. Ho trovato telecomandi in freezer e pizza rossa nell'armadio, per dire. Ho cercato per circa una settimana occhiali che avevo lasciato in una bustina di Intimissimi insieme ad un vecchio scontrino. Li ho ritrovati quando li avevo già ordinati nuovi. Rendetevi conto. Ecco, a meno che non siate come me vi prego di non commentare su questo punto, perché le cose sono due: - o ho l'alzheimer, e allora non lo voglio sapere - o sono una distratta cronica che un giorno dimenticherà sua figlia all'asilo, e non voglio sapere nemmeno quello - è disordine creativo, e lo sosterrò fino alla morte. Curiosamente, sul lavoro sono - al contrario - una specie di macchina. In passato ho fatto cose prettamente organizzative, con ottimi risultati, quindi sta cosa è ancora inspiegabile. Sono forse troppo indulgente con me stessa? Ho forse esaurito le mie risorse pragmatiche in quell'anno di ufficio? Devo forse trovare un boss a cui resocontare anche la mia vita personale? Bah. Mistero. Intanto la cosa è questa: voi mi avete segnalato una quantità di cose fichissime, ma ormai non fareste più in tempo a ordinarle per Natale, quindi mi riservo di propinarvele nei prossimi mesi. Nel frattempo questo post è dedicato a quelle come me. Quelle che sono arrivate al 22 dicembre con dei buchi pazzeschi nella loro present-list. Vi presento una serie di idee per far felici: voi, che evitate di sbattervi per ore nel traffico o di scalare il vialetto di casa come Messner per raggiungere un qualsiasi negozio.
chi riceve il regalo, che penserà "meglio questo dei calzini con l'alce dell'anno scorso".
sicuramente qualcun altro, perchè quelli che sto per presentarvi sono regali solidali.

Save the Children esordisce così: "Le festività si avvicinano ma non sai cosa regalare per Natale? Perchè non uno yak, 40 polli, una zanzariera, un posto a scuola o alberi da frutta?"
Eccerto. Ce la vedo, mia suocera, con 40 polli in casa che ringrazia commossa. Lo yak poi farebbe felicissima mia nonna che come minimo se lo carica in cucina, lo sgozza e ci si fa il pranzo di Natale, un cappotto e un portachiavi.
I regali sopraelencati fanno parte in realtà della lista dei desideri dei bambini meno fortunati, e regalare la possibilità di un futuro ad uno di loro mi sembra ben più utile di quella candela col vischio finto che stavate per comprare alla zia (si, vi ho visto!). Qui il video - lo amo! - dell'iniziativa:

Mentre se cliccate qui (e dovete, dovete proprio farlo perché regalare uno yak, ma quando ve ricapita) troverete tutte le informazioni del caso.

Pangea Onlus è un'associazione che aiuta donne in difficoltà di tutto il mondo e di cui parlo sempre volentieri. Quest'anno ha avuto un'idea veramente carina, che vi invito a scoprire guardando questo video:

Devo dire che quest'anno il marketing della solidarietà s'è scatenato!
Il punto forte secondo me sono anche i bigliettini, che sono anche un modo educatissimo e solidale di dire alla cognata "per l'anima ci penso io, per i baffi serve uno bravo".
Qui i dettagli dell'iniziativa.

E poi la mia causa dell'anno - chiamiamola così, perchè è una storia a cui mi sono troppo affezionata: Giorgia.
La piccola Giorgia ha 16 mesi, solo uno più di polpetta, e una malattia grave e rarissima all'intestino. Dopo diversi mesi di ospedale a Parma, ora è a Parigi per un multitrapianto che dovrebbe salvarle la vita. Lei, inutile dirlo, è meravigliosa. I genitori, due forze della natura. Gli oltre centomila iscritti al loro gruppo, entusiasti e volenterosi. Ma si può fare di più.
Sulla loro pagina FB trovate tutte le indicazioni per la donazione. Io, di mio, ci ho messo anche questo perché Giorgia non ha un reparto fund raising. E' un bigliettino, come quelli che potete scaricare dagli altri due siti. Così quei dieci euro per la candelina li date a lei, il bigliettino al vostro amico/parente, e se lo facciamo tutti a lei le cambia un po' la vita, non credete?

Condividi

22 commenti:

Anonimo ha detto...

coraggio io mio figlio l'ho dimenticato a scuola due volte, e dire che lavoravo nella stessa scuola da lui frequentata!
ma cuore di mamma.....

Wonderland ha detto...

MA CHE DAVVERO? ahahahahaha

*°Chiaretta°* ha detto...

un'idea carinissima! l'ho postata sul mio profilo fb per spargere la voce

:) buon natale a te, viola e il tuo ragazzo

zauberei ha detto...

Cara
Confesso coperta dall'anonimato.
A me quanno ar matrimonio m'hanno regalato delli sordi pell'altri... N'ANTRO PO' ME VIENE UN COCCOLONE!
Molto poco etico dirai- sospetto ragionevolmente. Ma avverto la mossa come profondamente paracula: il regalatore de pensierini non li fa di tasca sua, ma sostanzialmente di tasca mia. Non scomoda se stesso, ma obbliga me a farlo al posto suo. Odio essere manipolata su queste cose.
Volontariato ne ho fatto a mazzi eh. Mica pensierini.
Mo se scatenerà er dibattito?
Eh beh così te se anima il blog nella zona natalizia:)
Buon natale a tutti:)

Wonderland ha detto...

Ma, zaub, vuoi mettere semplicemente l'egoistica gioia di non doverti picchiare a sangue con la folla per l'ultimo paio di guanti in pelle umana, in un ventitrè dicembre co meno diciotto e la tromba d'aria e il lungotevere che sembra New York nel 2012?
E' una cosa bella. ma è anche una gran paraculata, da riservare certamente non alla mamma o al fidanzato, su questo concordo.

M. ha detto...

l'iniziativa di Save The Children è molto simile a quella di Mani Tese, che avevo segnalato tempo fa sul mio blog :) secondo me sono "regali" bellissimi, capaci davvero di fare felici più persone, ne vale davvero la pena!

Pinkdaisy ha detto...

effettivamente io son d'accordo con Zauberei, però è anche vera una cosa: la microcicciola ha troppe cose e sta diventando una pacchettino regalo addicted. Eh no, così non va bene, ha solo 18 mesi, cosa succederà quando saranno anni?
Allora con mia madre abbiamo deciso che con i soldi destinati al regalo dei nonni materni al quadrato ci abbiamo fatto un bel bonifico per dei bambini africani, che loro si hanno bisogno di un sacco di cose.
E che il più grande regalo che una microcicciola possa ricevere è l'affetto dei suoi cari, una cremina sempre fresca nel frigorifero (quella di mia madre con fondo di savoiardo nn la batte nessuno) e tanti altri piccoli gesti quotidiani... e che stiamo ad aspettare il natale per volerci più bene o farci un regalino?

Poi si, per un matrimonio trovo pessimo fare regali solidali e non pensare alle necessità della nuova famiglia che si sta formando... quello è davvero un altro paio di maniche!!

Anonimo ha detto...

Io quest'anno ho regalato polli e yak tramite Save the Children: però ho ordinato tutti esattamente una settimana fa e ancora non è arrivato niente...aiutooo!!! Speriamo bene :-)

Francesca mamma di Alice

Marlene ha detto...

In pratica mi sa che hai visto pure tu il servizio di Costume e Società sul 2 di oggi. Pari pari quello che hai scritto e segnalato, dì la verità vi siete messi d'accordo?

Wonderland ha detto...

Hahahaha... veramente no. Però come sono avanti! (o indietro?) boh.

Getta ha detto...

posso proporre un altro regalo solidale? purtroppo solo per le venete, è in vendita in molti negozi un panda di peluche per sostenere i bambini malati di tumore e ricoverati in ospedale. Trovate delle informazioni qui:
http://www.oggitreviso.it/una-panda-sostenere-piccoli-pazienti-20062

Anonimo ha detto...

Brava Brava Wonder!! Anch'io ormai sono una zia facebook di Giorgia ed ho già fatto la mia prima donazione e la seconda raccolta fondi è già iniziata... :-)
E' una bimba che ha la capacità di entrarti nel cuore...

Baci e buon natale a te e polpetta

Annyjoe e Sara

sononera ha detto...

Ogni Natale io fo una donazione..quest'anno so a chi andrà..
grazie e buon natale a te e alla tua splendida famiglia!

bismama ha detto...

L'iniziativa mi piace, ma io faccio molto volontariato, anche per Giorgia stiamo raccogliendo dei soldi cn altre mamme e diverse iniziative.....però troverei migliore privarsi del proprio regalo....e non di quello degli altri che non sai se sono d'accordo con te...mah....io sono sempre un pò perplessa da questa "finta beneficienza!"
Certo però se si sfrutta il lato stressante dello shopping prenatalizio....bhe è una genialata....ecchettelodicoaffare

Anonimo ha detto...

Premettendo che sono ancora in panico completo per la vittoria della Mara (aspetto le tue coordinate su come riceverla...)per quanto riguarda questo post, hai sempre delle idee splendide, per quelle che come noi passano piu' ore sul pc che in bagno.
Domanda: ma come si pone il Wonder maschio con il tuo tutto in disordine?? Il mio ha aperto il frigo in cerca di viveri e mi ha detto: ma sai che ho trovato la porzione delle lasagne che hai fatto 3 settimane fa???? Ma non ricordavo avessi fatto le lasagne verdi....Ed io: hem no...quella è solo la muffa...
Mi vergogno, ma che ci posso fare??
Per i regali me ne mancano ancora 2, ma si sa, con i bambini è facile.

Twinneris

Wonderland ha detto...

Mmm.. sono contenta che siate parzialmente e nel modo giusto d'accordo con me :D Non mi aspettavo un coro di consensi, è giusto che la beneficienza si faccia quando si vuole, a chi si vuole, coi soldi destinati a quello. Io segnalo, semplicemente. Mi sembrava il caso :D

Fiammamelia ha detto...

Bellissimi i suggerimenti che hai dato. In fondo a Natale bisogna esser più buoni...perchè non esserlo con chi ha più bisogno?

PS: una volta mi ha chiamato la scuola: avevo scordato mio figlio all'uscita!! Che facevo? STIRAVO!! Stiravo guardando quel figaccione di Hugh Jackman in Van Helsing(è giustificabile in minima parte, no? ^^' )Da allora ho la sveglia/promemoria nel cell(e con quello ci vivo in simbiosi...)

Hoshi ha detto...

Sono " regali " davvero profondi e altruistici, in primis, non me ne vogliano gli altri, l'aiuto per la piccola Giorgia che tanto adoro. Però, ecco, penso che determinate persone non capirebbero il gesto. Lo vedrebbero solo come tirchieria o peggio ancora, dispetto. Prendi quella capra di mia suocera, che vive solo per le cose materiali, idem la figlia, insomma, queste due, come potrebbero capire un gesto così nobile? Quindi la beneficienza preferisco farla solo " per ME ", che ne capisco davvero l'importanza. ;)

Silvia ha detto...

Fatto, io ho regalato alberi da frutto. Bellissima idea.
Io come regalo di nozze ho chiesto offerte per un'associazione di volontariato che lavora in Africa. Ora in Kenya c'è una cisterna dell'acqua con il nome mio e di mio marito. Quello che ci serviva veramente l'abbiamo comprato un po' per volta.
A me un set di tazze in più non cambia la vita, non ho soldi da buttare ma ho ciò che mi serve per vivere.

alice ha detto...

io giuro non ricordo neanche dove ho messo la mia present-list, figurati...

Castagna ha detto...

io, se mi mettete su un film con Hugh Jackman, sono capace di scordarmene quarantadue, di regazzini, e non andare a lavorare

Gloria ha detto...

Grazie per la segnalazione, io il contributo per Giorgia lo regalo a mio marito, che essendo babbo di due bimbe piccole sicuramente lo apprezzerà più di una cravatta.

Ho stampato il bigliettino, ma volevo segnalarti che www.aiutiamogiorgia.it dà un "underconstruction". L'indirizzo corretto (l'ho cercato su fb) è www.aiutiamogiorgia.it/dblog

Magari puoi cambiare il bigliettino, o segnalare la possibilità di fare un redirect...

Un abbraccio, Buon Natale

Blog Widget by LinkWithin