il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 31 marzo 2010

Baby Shopping

Ah, i consigli non richiesti.
Come farebbero le povere neomamme senza quella caterva di indicazioni a buon mercato che amiche, parenti e conoscenti snocciolano a raffica non appena il fatidico momento del parto si avvicina?
Ma soprattutto: come farebbero loro a non elargire presenti per il pupo, senza l'accorato e disinteressato parere delle commesse dei negozi per bambini?
Proprio ieri ho comprato un regalino per il pupo in arrivo di un'amica di Lui, e non ho potuto fare a meno di origliare la conversazione tra la solerte commessa e una generosa quasinonna.
Neononna: "Ah, bellina questa tutina. Questo lo prendo..."
Commessa: "E' taglia zero signora, la taglia zero non va quasi a nessuno. Ormai nascono tutti bimbi grandi, mica come una volta.."
"Eh si, il mio nipotino è stimato già tre chili. Taglia uno, dice?"
"Assolutamente, taglia uno da subito."
Anche a me avevano raccontato questa storia, tanto che quel paio di body taglia zero che mi avevano regalato non li avevo nemmeno portati in clinica. Ecco: mia figlia è nata di tre chili e mezzo e, nonostante questo, col body taglia uno sembrava Eminem.
"Quanti ne vuole signora?" ha continuato la commessa.
"Me ne dia due."
"DUE? Solo due? Guardi che i neonati si sporcano in con-ti-nua-zio-ne."
Oh certo, con questo criterio ho passato i primi due mesi di mia figlia a cambiarla tre volte al giorno. No: non perché effettivamente si sporcasse così spesso, ma per dire di aver usato almeno una volta tutti i completini regalati da nonne et similia.
"Ma che dice" ha continuato la nonna "li prendo tutti taglia uno?"
"Ma si signora, per i mesi successivi ci pensa la mamma."
Anche ai miei parenti avevano fatto questo ragionamento. Risultato: il primo mese avevo quindici repliche di tutto: body, tutine, pigiamini, cappellini, calzini. Dal terzo mese in poi, il vuoto cosmico.
Ricordo benissimo il giorno in cui ho dovuto pensionare la taglia uno: improvvisamente non sapevo più come vestire mia figlia. E' finita che le ho infilato un pigiamino a due pezzi che le lasciava una consistente striscia di pancia scoperta e sono corsa all'Oviesse vicino casa.
E' finita in questo modo.
Prima ho espresso timidamente la mia opinione alla quasinonna con un: "non ecceda con i regali, tanto ci saranno anche quelli di amici e parenti..."
Poi la commessa mi ha incenerita e ha commentato: "ma di tutine non se ne hanno mai abbastanza."
Nell'indecisione, tra una sconosciuta in stivaletti borchiati e una solerte commessa col caschetto, ha scelto la seconda.
Si è caricata due buste colme e ha salutato gentilmente.
"Devo fare un regalo a un neonato" ho esordito allora io "quella tutina blu a strisce. Taglia sei mesi."
"Come sei mesi? Guarda che è brutto regalare una tuti..."
"Non ci provare."
"Ma al neonato si deve rega..."
"Guarda che con me non attacca. SEI. MESI."
"E la mamma che dirà?"
"Un giorno mi ringrazierà, fidati."
So che non sarà bellissimo tirare fuori un tutone grande sei volte più del neonato, ma è bello risparmiare ad un'altra neomamma una corsa all'Oviesse sotto casa col pupo con la panza di fuori.
Credo di sapere cosa scriverò sul bigliettino: "un giorno capirai..."


E qui entrate in gioco voi!!! Questo racconto partecipa a Mamma che Ridere (clicca anche qui se non ricordi cos'è :) Lascia un commento con il tuo aneddoto sul tema ESSERE MAMMA, CHE ANSIA!, potresti vincere una fornitura di pannolini! Se invece vuoi partecipare con il tuo blog clicca qui. La vincitrice tra le commentatrici dell'ultimo post è Apple! Complimenti! Sarai contattata al più presto :)

Condividi

42 commenti:

francesca ha detto...

io ad una amica che ha partorito lo scorso luglio regalai un completino estivo taglia 12 mesi, da mettere alla bibma quest'estate :-)
tutto ciò che hai scritto è sacrosanta verità...io mi sono ritrovata un giorno a svaligiare zara baby perchè Alice, a sei mesi, non aveva più niente...ma davvero!!!

Francesca mamma di Alice

S ha detto...

hai fatto benissimo, brava!

fefe ha detto...

Oddio wonder...che mi hai fatto ricordare...
anche a me è accaduto...il contrario però!
"Vedrai che la taglia 0 ti servirà per i primi mesi"
"Non comprarli i body troppo grandi, te li regalono tanto...."
"E i calzini? che fai non li compri???? piccoli però altrimenti gli cadono...."
Ecco, nessuno aveva preso in considerazione il fatto che mio figlio potesse essere grandicello (vista la mia pancia).
Risultato...Matteo è nato l'11 luglio, 40°, 4.250gr. per 54 cm. di bontà...
I body taglia 0? Ecco diciamo che gli stavano ad una gamba, abbiamo iniziato dalla 1 e tra un pò anche quelli erano piccoli.
I parenti? Tutti body e magliettine mini, la lui era un super bimbo...quindi Oviesse di corsa.
I calzini? ma con 40° che cavolo di calzini gli dovevo mettere povero amore!!!!

baci
Raffaella

Cla ha detto...

io alle mie amiche (avendo confidenza) chiedo sempre che taglia preferiscono così sono tranquilla, alla mia amica mamma di 2 gemelli (un maschio e una femmina) ho preso due body a fondo bianco con tante piccole "S" di superman riadattate a "superbaby" rosa e rosse per lei e blu e gialle per lui (oviesse)....fighissimi ma essendo un 6 mesi ancora non glieli ho visti uffi!!!! ;o)))

Wonderland ha detto...

Noooo che carini, dove li hai presi?

Silvia c ha detto...

Il regalo che ricordo con più affetto è stato il giubbotto da aviatore taglia 1 anno, da usare l'inverno successivo... beh, ovviamente intendo con più affetto, se si esclude il prosciutto S.Daniele intero che mi portò in ospedale una mia amica per rimediare alla mia astinenza da affettati crudi...

Comunque una dritta: H&M ha le magliette dei Kiss e degli Ac/Dc dalla taglia 3 mesi......

la.daridari ha detto...

mia mamma è fissata con la teoria del "nel grande ci sta il poco e il tanto": così si ragalano assolutamente cose dai tre mesi in su, meglio da 6 mesi... risultato: tutte le neomamme che conosciamo hanno figli-eminem che si vestono allo stesso modo per molto tempo...

Adele ha detto...

La mia Camilla è nata a novembre e un'amica di mia suocera mi ha regalato la classica tutina rossa natalizia con la scritta "il mio primo di natale" ... taglia 6 mesi!!! Non ho capito se pensava che gliel'avrei messa quando aveva 1 mese o 1 anno o un mese, fatto sta che è ancora imbustata, giusto pronta per il secondo che arriverà ad agosto....

MammainblueJeans ha detto...

Davide è nato prematuro, e ti assicuro che anche con la zero sembrava (cito te) Eminem. A casa ho quattro scatoloni di tutine e pagliaccetti taglia 0-3, alcuni ancora con il cartellino attaccato. Perchè io posso capire la tutina in regalo, ma cavolo, se mio figlio è nato con quaranta giorni d'anticipo, e pesava due chili,, come pretendi che un pagliaccetto 0-3 gli possa entrare un mese dopo?
A vincere la coppa è stata la nonna , che ha portato una tutina di filo a maniche lunghe ma...senza piedini! taglia 1 mese, da utilizzare A-S-S-O-L-U-T-A-M-E-N-T-E! al matrimonio di mio cugino (primi di settembre) vabbè, pazienza. Mi porto di scorta la tutina e vesto mio figlio come mi pare. Ovviamente lui si smerda tutto prima della torta. tiro fuori la fantastica tutina: per uno scherzo beffardo del destino... non gli va. Il nano è rimasto tutto il tempo a dormire pacifico a pancia in su per non far vedere la schiena "aperta".
Per fortuna ho anche qualcuno che fa regali previdenti, al suo compleanno ha avuto tre giubbini 2 anni che uso adesso...

gemellina ha detto...

Bravissima Wonder, standing ovation!!! Fossero tutte come te... come ti capisco e mi ritrovo esattamente nella situazione che hai descritto: quando ero incinta mi hanno regalato una quantità inverosimile di scarpine (tanto portano bene...) poi quando è nato Giacomo a gennaio ho collezionato tutine di ogni forma e colore taglia 0 e devo ammetterlo anche qualche taglia 3 mesi. Queste ultime però assolutamente invernali quindi pesantissime. Ora che è cresciuto abbastanza per metterle, fa già troppo caldo. Risultato: tante cose non messe che non gli vanno più bene e niente per la primavera e l'estate in arrivo. E non posso neanche passarle a mia cognata che partorirà un maschietto ma in agosto!!!

UnNickname ha detto...

Dimmi che alla commessa hai risposto davvero così!!

Giulia ha detto...

Mamma che storie! Alla mia che è nata a gennaio (5 anni fa) hanno regalato sia tutine invernali taglia 6 mesi perchè "per adesso che è piccola roba ne avrai"...(e che gli metto la tutina a luglio????), e tutine taglia 12 mesi (ma perchè a 1 anno io gli metto ancora la tutina da superpippo????)...tutta roba che ho sbolognato in men che non si dica!!!
:)

manuela ha detto...

Io regalo sempre tutine da 6 mesi, o per la stagione sucessiva,perchè le zie ansiose che si fanno infinocchiare dalla commessa ci sono sempre, almeno io vado sull'originale. molto apprezzati anche capi di un anno dopo, presi in saldo, figurone, poca spesa...

Anna ha detto...

Dillo....era una commessa Prenatal. Ammettilo :)

Apple ha detto...

WOW!!!! GRAZIE... GRAZIEEEEE....

Ora posso continuare a raccontarti le mie esperienze?! Lo spero..
Per il baby shopping ne ho a bizzeffe!

Mi invitate a nozze! Ricordate, il mio cucciolo è nato un "tantinello" grande, quando l'ho visto la prima volta ho pensato : 1 che fosse bellissimo; 2 che non fosse il mio, bensì un bimbo nato almeno un paio di mesi prima e che le suorine filippine della clinica stessero tentando di appiopparmelo in quanto anche io ho gli occhi a mandorla! Ovviamente il bimbo ((bellissimo amore della mamma!) era mio.
Siccome era proprio "tanto" i primi tempi avevo difficoltà a capire quale taglia vestisse..anche perchè ne cambiava una ogni dieci giorni!
Un giorno entro in negozio con il bimbo di tre mesi, ma di circa 9kg per 66 cm e la commessa comincia a fargli C-I-A-O con la manina, lui ovviamente non reagiva e lei insisteva CCC-iii-aaaa--ooooo... Lui guardava nel vuoto. La commessa mi guarda e mi fa" scusi, ma perchè non fa ciao?" Ed io, "poh, non si preoccupi...è solo piccolo, non S-T-U-P-I-D-O , ha tre mesi idiota! In realtà idiota l'ho aggiunto io nei miei pensieri. Lei ovviamente è sprofondata dietro al bancone ed io ho cambiato negozio!
Nel secondo negozio entro senza il bimbo e qui accadde per la prima volta, quello che accade ancora oggi. C'è sempre lei: la commessa ventenne che i bambini li ha visti solo nelle foto di Anne Geddes. Completamente inesperta, ma formata a dovere sulle cose da dire e da fare.
Commessa : "salve, le occorre aiuto?"
Io " aiuto? A me serve un miracolo! - penso, ma non dico. Quel che dico è : "SI MA-GA-RI ! Vorrei una tutina 9 mesi per un maschietto"
Commessa " Quanto ha il bimbo?"
Io "lei non si preoccupi, mi dia una tutina 9 mesi."
Commessa: " eh no, devo sapere quanto ha il bimbo esattamente perchè voi mamme esagerate tanto! Voi ingrassate il bimbo come il padrone il cavallo!"
Ora riflettete un attimo. Siete neomamme da tre mesi, da tre mesi non dormite, da 12 mesi state ingrassando più di ogni altro cavallo che un padrone abbia mai guardato e vostro figlio vi sta distruggendo la schiena, le vertebre si stanno schiacciando l'una con l'altra a forza di tenerlo in braccio e lei, ventenne bionda ossigenata, tg 40, è lì che vi parla come se fosse vostra suocera! Che avreste fatto?!
Io ho sorriso, quasi imbarazzata, poi sono uscita ed ho preso il pupone dalle possenti braccia di suo padre. Sono rientrata, l'ho messo in braccio alla commessa e tutto d'un fiato ho detto " ecco-questo-è-il-bambino-ha-3-mesi-pesa-9-chili-ora-mi-dia-lei-una-cavolo-di-tutina-che-gli-possa-entrare!"
Quel giorno ho comprato una tuta "DODIPETTO" taglia xl!


Grazie Wonder per darmi modo di rispolverare questi ricordi!
Didi
dolcedidi1976@virgilio.it tg 5

Ondaluna ha detto...

A me è successo di peggio: sono dovuta correre all'Ovviese per comprare la taglia ZERO. Esatto, zero. Di corsa. Perché dopo la medesima esperienza da te raccontata (ricordi quando scrivevo di quanto odiassi lo shopping per una figlia ancora "inimmaginata"???) che mi ha visto annegare in abitini troppo grandi, appena tornata a casa la mia piccola (ma davvero piccola!) in quegli abiti da eminem mi faceva troppa pena. E così mi sono fiondata a comprare la taglia "fagottino minuscolo". E' durata poco, ma è andata così. Grazie per avermelo fatto ricordare.

P.S. Ora siamo a quasi 8 mesi di vita ed alcune cose le compriamo anche taglia 18 mesi!!!

ninny ha detto...

Uguale - Uguale - Uguale.
Peccato che quei pochi capi più grandi che mi hanno regalato siano assolutamente fuori stagione
(uno splendido completino da neve per i 9 mesi della Piccola, che compirà in agosto; dei meravigliosi body a canottiera 12 mesi, che compirà in novembre, etc, etc, etc.).

Wonderland ha detto...

Ahahaha... si è vero, contare le stagioni è fuori dalla capacità di chi fa i regali!

Elisabetta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elisabetta ha detto...

Ma anche voi avete le nonne che tutto quello che compri tu è piccolo e stretto????
Mia suocera si ostina a prenderle abiti over size - a 21 mesi compra taglia 2-3 anni -e poi mi dice: vedi? questi si che sono comodi!!! Si ok tra 1 anno però.....
Chi glielo spiega che i pantaloni alle ascelle e i maglioni alle ginocchia non si usano più.

Kibiusa ha detto...

Allora ... due nonnine comari che conosco da sempre.
Nonna A. quando è nato il bimbo mi ha comprato una tutina dicendomi" questa è tre mesi così la puoi mettere subito"... era la taglia terza.. fuori stagione ovviamente.
Laltra poco tempo fa, sapendo che avevo avuto un bimbetto un giorno mi ha incontrata e mi ha chiesto non una ma ben 4 volte come si chiamasse il bambino...Il giorno dopo la trovo a casa dei miei con un regalino per Samuele...UNA BAMBOLA

Anonimo ha detto...

Non mi fa inserire il commento :(
vien fuori questa scritta:
Non è possibile accettare il codice Must be at most 4,096 characters specificato.

EricaML ha detto...

Auando sono nati i gemelli erano prematuri e pesavano poco più di 2 kg uno e poco meno di 2 kg l'altro.
Ricordo che avevo già una montagna di roba...ma era dalla taglia uno in su...
All'ospedale li vestivano loro con cose orribili vabbè...Per il giorno che li ho portati a casa sono dovuta anche io correre al benedetto oviesse a prendere la taglia zero.

190.arch ha detto...

Buon consiglio!!
Io aggiungerei che, a parte regalare la tutina 6 mesi o qualsiasi capo 6 mesi, farci caso della stagione o il mese in cui il pupo in questione fa gli 6 mesi, perche' io ora cosa me ne faccio del cavolo di tutte in velluto taglia 6 mesi che mi hanno regalato a gennaio se la mia pupona non gli mettera' piu'?!?

190.arch ha detto...

vabbe'... anche farci caso di quando fa i 3 mesi, perche' la mia pupona ne ha quasi 3 e molte cose di 6 mesi gli vanno gia'... e le tute in velluto sono gia' troppo calde, mi si scioglie la figliola!!

Vita di mamma ha detto...

I miei (mamma e papá) regalarono a mio figlio cose che potevano essere usate in un arco di tempo abbastanza largo, da appena nato a 6 mesi-1 anno. Gli altri regalarono o cose da usare nelle prime settimane e poi da "archiviare" o cose orribili che manco morta gli vestirei. Ancora ricordo con estrema paura una tutina con certe paperelle e ricciolini in raso, la cosa piú orribile che avessi mai visto. Per il resto ho comprato tutto io. C&A, H&M, Zara, Zippy (che forse esiste solo qua) fedelissimi alleati. Comunque i primi jeans di David sono stati un regalo di mio padre, scelto da lui personalmente. Che fighetto che era con quei jeans :)

Wonderland ha detto...

Anonimo mi spiace, non so che problema abbiano i commenti... riprova più tardi magari!

Wonderland ha detto...

Ah scusa, leggendoti forse hai superato la lunghezza consentita? Prova a postarlo in due volte

supermamma ha detto...

mio filio è nato di 4,200kg
mi ero portate le tutine I misura perchè sapevo che era grande...non gli andavano:-( non tenevano come vestirlo! ho dovuto telefonare a mia suocera di corsa per farmi portare le tutine tre mesi che avevo nella cassettiera e che per fortuna mi ero fatte prestare da una mia amica, nonostante tutti dicessero: "ma come gli metti le tutine già usate!"

supermamma ha detto...

p.s. una mia amica ha partorito a gennaio una bambina le ho regalato un completino 9 mesi per quest'estate, l'ha guardato perplessa ma come te lo sò mi ringrazierà, consolati non sei l'unica strana:-D

Marghe ha detto...

Questo post devo scriverlo di nascosto a mio marito poiché trattasi di episodio che ancora mi rinfaccia….Premesso che sono una persona abbastanza tollerante e diplomatica (vedi post mamme saccenti) e che mio malgrado mi tocca esserlo comunque per etica professionale, in quella determinata circostanza non ci ho davvero più visto e son partita come un treno.
In vacanza l’estate scorsa in Calabria. Temperatura esterna 6000° circa e già mi giravano…Location: negozio per bambini della famosa catena che qui tradurremo con “Me, baby” Entro per comprare il latte per la Puzzy, sopravvivo non si sa come alla tremenda escursione termica dato che in negozio ci saranno si e no 10° e mi faccio indicare dalla solerte (perché solerti son solerti non c’è che dire) commessa il ripiano del latte in polvere, mi ci dirigo seguita dal maritozzo che già aveva una voglia di stare lì pari ad un numero negativo. Nel frattempo arriva una coppia tenerissima con bimba di pochi giorni e comincia a chiedere consigli sul latte artificiale da dare alla pupa. Che ve lo dico a fare, la commessa comincia a sperticarsi sulle indubbie proprietà quasi taumaturgiche di una marca di latte liquido tra le più costose…io, che lo so bene, avrei anche potuto farmi gli affaracci miei, a quel punto ho osato intromettermi in quel duello all’ultimo scontrino che è il rapporto commessa-di negozio per bambini e neo-genitori, biascicando un timido “magari con questo caldo sarebbe opportuno utilizzare il latte in polvere, sapete per evitare che possa andare a male”…(cosa peraltro successa davvero a mia cognata) bene io non so com’è stato lo sguardo inceneritore della tua commessa Wonder ma questa qui ha usato proprio il lanciafiamme, mentre i due erano sinceramente interessati per cui mi hanno chiesto maggiori delucidazioni, io comunque concludo dicendo “in ogni caso fate come meglio credete, tanti auguri per la piccola, arrivederci”. Ecco avevo appena coperto la distanza di ben 1,5 m con il mio barilotto di polvere magica e i 6 litrozzi d’acqua costosissima che neanche l’acqua di Lourdes con miracolo garantito costerebbe tanto, che sento l’odiosa venditrice del superfluo dire “mah, chissà quali porcherie mettono in quel latte in polvere…”
(continua…)

Marghe ha detto...

(…)
Mio marito ha abbozzato un goffo tentativo di fermarmi, ma quando mai??? Son partita a razzo che neanche Ben Johnson stra-dopato, nonostante i miei 20 chilazzi in più dell’epoca, e con un sorrisetto stile pazzoide ho sibilato alla “cara” signorina “Eh si lei ha proprio ragione, mi ha scoperto, io sono una cattivissima madre che cerca di avvelenare la propria figlia e dato che questo non mi basta cerco di avvelenare anche i figli degli altri. Ma adesso grazie a lei mi sono pentita e intanto questo se lo riprende (e le ho mollato lì il latte) perché d’ora in poi mia figlia mangerà solo foglie e radici! (cioè l’ho detto davvero, ma da dove cavolo mi è uscito? Foglie e radici? Un po’ mi vien da ridere e un po’ mi vergogno) A mia discolpa posso solo affermare che all’epoca, saldamente attaccati all’adipe, c’erano ancora tutti gli ormoni pazzerelli che mi hanno sicuramente aiutato nell’impresa. I miei amici dicono che io non sbrocco mai, ma quando lo faccio sono molto fantasiosa e a volte un po’ perfida. Di qualche tempo prima è una mia replica, diventata poi il tormentone dell’estate, ad un matrimonio. Una tizia sicuramente non molto gentile e propriamente non filiforme, afferma a perfetta portata del mio orecchio: “Madonna, che panza che c’ha questa…” Ed io serafica “Beh io ho partorito 4 mesi fa, la tua scusa qual’è?”
Colpita, affondata e inabissata che manco il Titanic…..eh quando ce vò ce vò!
Morale:
Mai dare consigli non richiesti in presenza di professionisti del settore, pena l’accusa stile Inquisizione Spagnola di chissà quali diabolici intenti.
Mia figlia per fortuna ha continuato a bere il suo latte in polvere senza gravi conseguenze e si, le ho risparmiato la dieta a base di foglie e radici povera stellina.
Per il resto delle ferie non son più entrata in quel negozio anche perché mio marito mi avrebbe spezzato entrambi gli arti inferiori pur di impedirmelo.
Mi è giunta voce che la signorina non lavori più lì ma non per “colpa” mia…
Marghe
margott@virgilio.it

Sarina ha detto...

MMMM...adesso che ci penso nonostante manchi un mesetto all arrivo del mio boy grazie alla generosità delle mie amiche e cognata mi ritrovo con una cassettiera di vestiti 0-3 mesi ma quasi nisba per dopo...Il mio caso però è diverso: mi ritengo per molti versi molto fortunata perchè come ho detto sono stata ricoperta di vestiti usati ma praticamente nuovi e bellissimi. Ne sono onorata e grata e non mi sono mai vergognata ad arraffare tutto il possibile..ovviamente riconsegnerò tutto alle proprietarie e mi infilerò io stessa nella catena del riciclo..In questi mesi ho capito di essere, oltre che senza soldi, anche senza ritegno e ribadisco circondata di persone generose: ho arraffato tutto il possibile dal trio, ai vestiti per il baby fino ai vestiti premaman. Ovviamente sono la categoria di persona meno amata dalle commesse di negozi per bambini: le rare volte che entro nei negozi per bambini vengo squadrata dalla testa ai piedi (abito in una piccola città e le future mamme vengono schedate dalle commesse dei due negozi specializzati) e guardata con occhiata interrogativa del tipo "Come mai a questa non le abbiamo rifilato niente?". L'altro giorno mia zia voleva farmi un regalo e io l'ho stoppata dicendo "Sono piena di vestiti aspetta qualche mese" Ovviamente sono stata presa virtualmente a badilate dalla commessa che si è lanciata in un'anatema sulla mia predisposizione al riciclo annunciandomi possibili rotture dell'ovetto o del passeggino usato (tiè brutta gufa).
Presa dai sensi di colpa ho partecipato assieme alla mia acida e pratica migliore amica e madre di due gemelle ad uno degli incontri mamma organizzati nei punti vendita specializzati. Non so se qualcuno ha provato l'esperienza dantesta: da una parte c'era la commessa (vorrei sapere a che titolo fa sti corsi..mah) che cercava di rifilarmi creme di ogni genere e forma (olio per il mattino, crema per la sera e gel per la notte) paracapezzoli, mutande della nonna e 8 tipi diversi di reggiseno (indispensabili...fidati) dall'altra la mia amica che forse credendo di essere lei a dover tenere la lezione continuava ad inneggiare alla truffa e alla inutilità di ogni prodotto. Dopo 10 minuti, inventando un impegno alla casa bianca, l'ho trascinata per i capelli e siamo andate via con lei che fino a fuori dalla porta del negozio annunciava previsioni catastrofiche alle future mamme..
Credo che abbiano messo la nostra foto segnaletica all'ingresso di ogni punto vendita d'Italia ed Europa.. comunque non mi stancherò mai di dirlo. W il riciclo e le mie generossime amiche!!
ps. Ovviamente non sono gradita nemmeno nella cerchia delle mamme vip che non ti salutano se non poggi le chiappe tuo figlio sul passeggino di Fendi (giuro) da 1500 eruo e che mi hanno bollata con la frase "Certo che tutta roba usata..."

Sarina ha detto...

eh eh dimenticavo che ovviamente leggendo la mia storia capirete quanto mi farebbero piacere i pannolini..eh eh baci a tutte le mamme

Sarina ha detto...

Mi sto proprio rimbambendo mi ricordo le cose a rate..abbiate pietà...La battuta più bella sugli acquisti me l'ha fatta mio padre del tutto inconsapevolmente e facendo capire la sua preparazione pari alla mia all arrivo di un bebè (a volte mi viene da pensare che mi abbiano consegnato già a 3 anni). Non centra niente con commesse e affini ma è fantastica: "Sara ti devi comprare le mutande da donna grassa". Magnifico battuta solo da un'altra sua battuta "Ma il tampone te lo fanno in gola..."
ti adoro

Sara ha detto...

:D verissimo brava Wonder e molti complimenti anche alle lettrici per le loro storie hihi :D

Rosella ha detto...

Scrivi davvero con grande talento. Anche questa volta mi hai fatto ridere molto.
Brava.
rosella

Anonimo ha detto...

Ah il baby shopping che meraviglia!

Allora a me succede così: vado poche volte, concentrata a fare spremute di acquisti. Non sono il tipo che compra poco qui e lì, che spilucca le compere.

No, io parto armata da intenzioni diciamo fintamente tranquille che poi si rilevano ben più sostanziose.

E penso di avere una sorta di alone intorno, qualcosa che repelle le commesse. Sarà che me ne sto lì concentrata, con uno sguardo vagamente tra lo scippatore e l'alienato-perso-nei-fatti-suoi.

Fattosta che solo qualche temeraria commessa mi avvicina con un vago 'serve...' e lì parte un lapidario 'NO grazie do solo un'occhiata', che mi garantisce uno shopping solitario.

Poi ci incontriamo vicino alle casse, quando sembro un giocoliere improbabile, con una palla di tutine sotto l'ascella, un cappello verde acido e un asciugamano rosa fucsia gettati sulla spalla, mentre con l'unica mano libera rovisto sullo stand messo tatticamente lì, mentre aspetto il mio turno per il salasso.

E lei mi gira uno sguardo tra lo stupito e l'indispettito. Mpf.

Naturalmente il meglio lo do ai saldi. A gennaio mi preparo combattiva e arrivo al centro commerciale. Decido di fare incetta delle più svariate taglie. Per intenderci mia figlia era una fresca 5meseenne e mi sono portata via articoli fino a 24 mesi. In una gamma dalla gonna rosa e pizzi al cappottino del piccolo lord.

La cassiera, mano a mano che stampellava, piegava, imbustava, scrutava con faccia interrogativa quello che avevo ammonticchiato davanti a lei.

Alla fine, sfodera un sorriso amichevole e mi dice 'signora (signora????? signora a chiiiiiii!!! da quando mi chiamano così mi guardo allo specchio in cerca di rughe, un ciuffo di capelli bianchi, insomma di un SEGNO per capire perchè da 'ragazza' sono passata a 'signora'), ma quanti figli ha?'

Gelo. Poi ho pensato di mentire.

Ho risposto con un sorriso complice e ho detto
'Tre. Due femmine e un maschio'.

Mh la maternità mi da alla testa O_O

silvia0377@libero.it

sorelluce ha detto...

azz...ho il tuo stesso problema: leopard a 2 mesi è lungo più di 60 cm e non gli va più nulla...il problema è che le cose che vendon ora son leggerissime, così se ne va in giro con pantaloni in realtà lunghi che sembran pantaloni alla zuava e maglioncini altezza ombelico che non si vedevan più dagli inizi degli anni '90!!

Anonimo ha detto...

...ottimo ragionamento!!! dovrebbero entrare tutti nella tua testa!!!...ekkekavolo!!! :-)

sabilar
(ai neonati regalo sempre cose minimo taglia 6 mesi. mi guardano tutti storto, ma poi se ne rendono conto. ed io non ho figli...! ;-)

Anonimo ha detto...

perfettamente d'accord con i body, tutine 6 co taglia zero!!!
solo per farvi rendere conto del fatto che la matematica a volte è un'opinioe sia per ziee che per commesse...
"si prenderò questo giubbino di pelliccetta taglia 9 mesi"-concordarono la zietta e la solerte commessa-
giubbino carino nche sobrio nonostante la pelliccetta, ma il problema oa è un'altro...la mia bimba è nata piccolina a luglio, adesso nonostante sia in carne veste una peretta taglia 3 esi...e facendo due rapidi conti il giubbino 9 mesi lo indosserà con tutta probabilità ad aprile...mmm aprile e giubbino di plliccetta...o ndamo in vacanza a polo o non lo metteremo mai!!!

Anita ha detto...

è verissimo!!! a me hanno regalato anche tutine di taglia 18 mesi O.O e due vestitini di taglia 12 mesi... e sono stata felicissima perchè sò che mi torneranno utili... cmq io la taglia zero l'ho usata per ben 2 mesi e mezzo... quella commessa secondo me non ha figli... e manco nipoti...

Blog Widget by LinkWithin