il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 20 aprile 2010

Le librerie sono magiche

No, non sono in Giappone.
No, non vi dirò nemmeno se e quando ci vado, che se no me la tiro da sola.
Facciamo che se riesco twitto una foto dall'aereo, così, un giorno a caso.

Intanto ieri sono rimasta chiusa in una libreria per due ore. Con la Polpetta.
Abbiamo raggiunto Lui per pranzare tutti insieme, al che l'ho fatta addormentare per fare due giri. C'era il sole.
Eravamo io, il passeggino con dentro la Porpi addormentata, un biberon d'acqua, un ciuccio, un telo parapioggia diograziediograzie.
Tempo che s'addormenta e trenta secondi dopo iniziano le prime gocce. Allestisco con fierezza il telo parapioggia: credo sia la prima volta che prendo l'acqua solo io, tutte le altre l'avevo lasciato in macchina.
Cammino raso muro, bagnandomi per metà con le gocce d'acqua quelle grosse che scolano dai tetti delle case, ma almeno un piede su due è asciutto. Non si può dire lo stesso dei capelli.
Il cielo nel frattempo diventa da bianco a grigio topo, si alza il vento, piove in diagonale e le gocce sembrano ormai schicchere d'acqua sulla plastica trasparente che separa la Porpi addormentata
Mi guardo intorno: un Calzedonia, un negozio da uomo, uno di occhiali e una libreria.
So che ho pochi secondi per scegliere, dopo sarà diluvio.
La libreria è una scelta inevitabile. Attraverso la strada ed entro giusto in tempo per sentire il rumore secco delle prime palline di grandine che schioccano sul marciapiede.
Dentro.
In mezzo a scaffali di libri profumati.
Mentre fuori piove.
E la Porpi ANCORA DORME!
Credo di essere morta, forse sono in paradiso.

Corsie e corsie di volumi colorati, intonsi, con le pagine compatte, mai sfogliate, e le copertine che scricchiolano un po' quando le apri.
Ooooh... siiiii.

Narrativa, saggistica, viaggi, ricette, bambini.
Mi perdo un passo dopo l'altro, ogni tanto lascio il passeggino qualche metro indietro per avvicinarmi meglio agli angoletti nascosti, quelli con la monografia un po' vecchia o il libro di poesie.
Fin da piccola sono sempre stata attratta in modo irresistibile dai libri (La Storia Infinita docet). Ho sempre creduto che certe storie fossero magiche, capaci in qualche modo di uscire dalle pagine, di viverci accanto a lungo.
La commessa va e viene con il carrello, sistemando novità o titoli presi e poi lasciati in giro dai clienti. Non ha l'aria particolarmente felice, questo cozza abbastanza con la mia idea di bibliotecaria.
Forse è perché non è una bibliotecaria, direte, però sono convinta che chi lavora coi libri li debba amare. Per forza. Non c'è alternativa.
Mi guarda la prima volta, la seconda, la terza.
Poi parlo: "non posso uscire fuori con la bimba" come se dovessi giustificarmi.
In fondo è un diritto passare le ore in una libreria, altrimenti sarei entrata da Calzedonia - vorrei aggiungere, ma resto in silenzio.

Vorrei comprare un libro ma succede un po' come con i profumi: dopo averne sentiti tre il naso si ubriaca, lo sapevate? E allora diventa impossibile sceglierne uno.
A me è successo lo stesso: dopo aver letto venti diversi dorsi di libri, ero sbandata di parole. Non avrei potuto acquistarne nessuno.
Cosa cercavo? Non so, forse quello che cerco sempre nei libri. Emozioni. Una bella scrittura. Amore. Avventura, reale o metaforica. Pensieri. Novità. Sorrisi. Storie. Magia.

Proprio oggi ho chiesto su Facebook: consigliatemi un libro.
Bene, visto le tantissime risposte che mi sono arrivate, ripropongo la domanda qui, ma in un altro modo.
Qual è il libro che avreste preso se foste state al mio posto, ieri, in quella libreria? Un libro che vi ha catturato. Non importa che sia il più bello del mondo, o quello scritto meglio. Un libro che significa qualcosa per voi, che vi ha lasciato qualcosa, e che, se foste state nei panni della commessa di ieri mi avreste dato in mano e detto: ecco, leggi questo.

Ho voglia di leggere un bel libro, e non so quale :)

Condividi

156 commenti:

cowdog ha detto...

cime tempestose
norwegian wood - tokyo blues
e poi un miliardo di altri che ho segnalato di la'.

Roberta ha detto...

la donna abitata, di gioconda belli, se ancora on lo hai letto! :)
Il primo che mi è venuto istantaneamente in mente!

cowdog ha detto...

ah. si': stare in libreria due ore E' un DIRITTO. io lo facevo. e fortunatamente la feltrinelli a milano ha anche un caffe'.

Anonimo ha detto...

Mercurio, Amélie Nothomb.
È il migliore dei suoi libri, anche se la scelta è dura. Ma negli ultimi anni di lettura non è stato spodestato.
È magico.

twitter.com/vale_joey

Anonimo ha detto...

CIAO :
NON TI MUOVERE
DI MARGARET MAZZANTINI.
L'HO LETTO IN AEREO VOLO ROMA-AUSTRALIA. SECONDO ME STUPENDO.
TI LEGGO DA UN PO' E MI PIACE QL. CHE SCRIVI. ANCH'IO HO AVUTO LA MIA PRIMA BIMBA A 28 ANNI E LA SECONDA A 30 ANNI (ENTRAMBE CERCATE E VOLUTE).
ORA NE HO 34! CONDIVIDO MOLTE COSE CHE SCRIVI, ALTRE MENO, MA MI PIACE COME TI PONI.
CIAO E IN BOCCA AL LUPO X TUTTO!
ELENA

sononera ha detto...

Troppo difficile Wonder! un solo libro beh, ti consiglio l'ultimo che ho letto..direi..ogni cosa è illuminata..ci troveresti tutto quello che vuoi che ci sia...

in che libreria eri? io sono di Roma vado sempre in quella a Torre argentina..quella con la F, così non faccio pubblicità..marò quanto mi vorrei comprare tutto lì dentro!!

Riki ha detto...

Facile: La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo.
Audrey Niffenegger
La storia di una donna che incontra il suo amore quando lui ha 35, lei 6 anni. Passa la sua infanzia a incontrarlo, amarlo, fino a quando a 25 lo rivede finalmente, ma lui non la conosce. Come mai? Lui soffre di una malattia genetica che gli fa perdere la presa dell'adesso, qui. E salta nel tempo.
Scritto in modo meraviglioso, una grande storia d'amore, del aspettare, dell'essere da soli e del soffrire insieme. Non zuccheroso come potrebbe sembrare, ma dolce, gentile, ironico e spassoso, ma sempre con un po' di malincuore. Mi ha cambiato la vita.

Nyx ha detto...

Il Piccolo Principe... è la magia dell'essere bambini

sononera ha detto...

cow: che bello Norwegian wood...è uno di quei libri che vorresti non aver letto per poterlo leggere per la prima volta..uno di quelli che dici a chi non l'ha letto: beato te che devi ancora leggerlo..

EffeEmme ha detto...

L'ultimo libro che mi ha rapita è Le perfezioni provvisorie di Gianrico Carofiglio e ne parlo qui http://ioezelig.blogspot.com/2010/04/le-perfezioni-provvisorie.html

Ho letto tutti i suoi libri e li ho sempre divorati in un paio di giorni.

Un altro autore che mi piace e mi rilassa e Niccolò Ammaniti, non tanto in Io non ho paura, ma in altri romanzi come Fango, Ti prento e ti porto via e Come dio comanda.

Dei suoi romanzi apprezzo la capacità di descrivere l'umanità con delle "macchiette" che però non sono mai banali. C'è il latin lover trash, la pura e casta professoressa, il padre ignorante e violento.
Delinea bene le diverse anime degli uomini non trascurando la necessità di creare delle storie efficaci, che talvolta sono stucchevoli.

Queste sono letture leggere, poi amo altri libri più di saggistica e storia ma non te li consiglio.
Non voglio farti del male *_*

Anonimo ha detto...

In ogni caso nessun rimorso di Pino Cacucci
Oppure, sempre di cacucci demasiado corazon

Antonella (tua grand efan da sempre, ma è la prima volta che posto un commento...)

Stregatta ha detto...

"Forse è perché non è una bibliotecaria, direte, però sono convinta che chi lavora coi libri li debba amare. Per forza. Non c'è alternativa"

Assolutamente d'accordo, un giorno farò la libraia o la bibliotecaria, o lavorerò con i libri lo so, anche se adesso sembra così lontano. Ci credo.

Tornando alla tua domanda, l'ombra del vento di Zafòn è stato uno degli ultimi libri da cui mi sono staccata malvolentieri.

Altrettanto coinvolgente "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo": comprato con assoluta diffidenza (maddai, ma come regge sta storia, sarà una minchiata!) e finito con lacrime ed un "cacchio!". ;-)

Little Actress ha detto...

Oceano mare di Baricco...quel libro sprigiona magia da tutte le pagine, proprio il libro da comprare e leggere mentre fuori piove

Anonimo ha detto...

chi ama torna sempre indietro. guillame musso.
ciao
sara

cowdog ha detto...

ah cavolo. mi sono dimenticata di lolita, naturalmente di nabokov.
che libro.

Anonimo ha detto...

P.S. I love you.

Sibia ha detto...

"L'uccello che girava le viti del mondo" di Murakami

bismama 2.0 ha detto...

L'ultimo che ho letto è Nonsolomamma di Claudia de Lillo. Quello che sto leggendo è Mamme sotto assedio...

Un pò troppo monotematica ultimamente.

Un libro che mi ha emozionato è PARTORIRE SENZA PAURA di E. Malvagna... però ero in gravidanza quindi non vale.

Un bel libro, sobrio ma che non emoziona è Ordine & Disordine di U. Eco.

Se vuoi emozioni e sorrisi ti dico tutta la saga di I Love Shopping ...credo di aver letto 5 libri in meno di un mese. Un record.

Se ha detto...

Il peso della farfalla, Deluca
il meglio che possa capitare ad una brioches, Tusset


capisco benissimo quello che hai provato e condivido...

mara ha detto...

Ciao Wonder ti rispondo anche qua, io mi sono presa con la saga di twilight ( seeee non proprio con la saga ma con Edward) ho visto sia il film sia del primo e poi di new moon, che finisce talmente in un modo che mi fa girare le palle che presto andrò a prendere Eclipse, questo è il genere che mi cattura, ha tutto, amore, fantasia, magia... io mi perdo.. do

puffosaltatore ha detto...

Come un romanzo, di Pennac o l'amore ai tempi del colera e cent'anni di solitudine di Marquez
Ma se ne devo scegliere uno senza dubbio
la strada di mc carthy, Wonder.

Parliamone ha detto...

Il libro che mi ha colpito di più in assoluto è "Espiazione" di Ian McEwan: anche se mi ha fatto male come un pugno nello stomaco lo ricomprerei mille e mille volte..
O sennò se ti vuoi veramente sciogliere "Seta" di Baricco..

Valentina ha detto...

Senza dubbio

"VENUTO AL MONDO" della MAZZANTINI
Sono due anni che l'ho letto e ancora non riesco a trovarne un altro degno...

BEATA TE CHE ANCORA LO DEVI LEGGERE
V.

TuttoDoppio+1 ha detto...

La tredicesima storia. Diane Setterfield. Molto bello.

Proprio per chi ama i libri, le storie. I misteri.

MammainblueJeans ha detto...

due proposte:
L'eleganza del riccio di muriel barbery (che rientra tra i dieci libri da portare sulla luna), e poi "l'ultima lezione di Enzo Biagi" di Annarosa Macrì

cannella ha detto...

L'OMBRA DEL VENTO
di Carlos Ruiz Zafron


"...un intreccio tra presente e passato.. una storia romanticamente tragica .. personaggi avvelenati dai sentimenti più estremi"

ambientato a Barcellona, la mia città d'adozione. io l'ho letto tutto d'un fiato_l'ultimo libro che ho letto..17mesi fa ora che non dormo da 17 mesi..non riesco più a leggere. ci provo la sera..ma dopo una riga inesorabilmente la palpebra non ce la fa e si accascia.e non sai quanto mi possa dispiacere.

leggilo, se non l'hai già fatto...per me, è uno di QUEI libri.

Sara ha detto...

La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo mi incuriosiva già, ora dopo questa recensione di Riki anche di più, lo leggerò :)
E aggiungo il mio consiglio, il libro che più amo (ma che non so quanto sia difficile da trovare) Il buio oltre la siepe di Harper Lee

Bia ha detto...

Anche io (come l'anonima che mi ha preceduto) adoro i libri della Nothomb.
Su tutti quelli autobiografici:
Metafisica dei tubi (in cui racconta della sua nascita e della sua vita fino ai tre anni, in Giappone)
Sabotaggio d'amore (l'infanzia in Cina)
Biografia della fame (l'adolescenza in giro per il mondo)

Sono libretti piccini che ti leggi in un paio d'ore, mentre la Porpi fa il pisolino, ma lei ha uno stile davvero incredibile. Io li ho riletti tutti mille volte!
Qui se vuoi trovi qualche passaggio, per farti un'idea: http://digilander.libero.it/confratchianti/libri_nothomb-metafisica.htm

Un altro libro che ho adorato è Middlesex di Eugenides. (http://www.ibs.it/code/9788804511793/eugenides-jeffrey/middlesex.html) Uno di quei libri con cui tiri tranquillamente le 4 del mattino. :)

Marty ha detto...

You know you're a bookaholic when...you take your book everywhere you go...when... all the local librarians know you by name.....when...you can't leave a bookstore without buying something, even when you have a "to-be-read" pile a mile high... ;)

Oh come ti capisco! Ma io ti consiglio absolutely 'Orgoglio e pregiudizio' sia per il mix di sarcasmo e romanticismo!

PS: solidarietà assoluta per il mancato volo. Qui posticipato volo per Nott'm di quasi 10 gg. Disdetta. Mo' speriamo che 'sto vulcano la smetta. Incrociamo le dita e andiamo a raccogliere quadrifogli!

Anonimo ha detto...

A tree grows in Brooklin di Betty Smith
Fall On Your Knees di Ann-Marie Macdonald (storia molto forte)
Qualunque cosa uscita dalla penna geniale di Philip Roth (Miei preferiti: Portnoy's complaint, American Pastoral, Shabbath's Theatre)
Leggo in lingua originale, non so i titoli tradotti, scusa.

Per ridere: Dovlatov, storie brevi e ironia graffiante (La straniera, La valigia) - anche qui non sono sicura dei titoli
Parenti Lontani di Gaetano Cappelli, veramente divertente soprattutto nella prima parte

Dilja

emanuelas ha detto...

ciao wonder, mi spiace tu sia qui..cmq
La vita di Pi. di Yann Martel
e.

Morgana ha detto...

eeeeeh domandona, fosse per me mi porterei a casa pure i libri che non mi piacciono! :P
Così su due piedi mi viene in mente "Il dio delle piccole cose", comprato per caso mi ha emozionato come nessun altro libro oppure "L'urlo e il furore", più unico che raro.

astroposta ha detto...

l'ultimo che ho divorato è Eat, Pray, Love di Elizabeth Gilbert, storia autobiografica di una donna che lascia il marito, il lavoro e va alla ricerca di se stessa in italia (vivendo proprio a roma), india e bali. bellissimo e pieno di entusiasmo, autoironia e momenti di poesia non stucchevole.
wow! sì, credo sia stato tradotto anche in italiano. leggilo prima che esca il film con julia roberts, così da poter immaginare in libertà personaggi e situazioni.

sybin ha detto...

"La Storia Infinita docet" Ooooh, yes!
Un libro piu' Libro di quello non esiste!

Il mio suggerimento non e' allo stesso livello delle altre (complimenti, ragazze, vedo titoloni!) ma io dopo la botta di Twilight sono passata a Stieg Larsson e alla trilogia di Lisbeth Salander: The Girl With the Dragon Tattoo, in Italia uscito come Gli Uomini che Odiano Le Donne.

E' una storia di giornalismo, intrighi internazionali e violenza sulle donne, tanto e' vero che ti stupisci che a scriverla sia stato un uomo...il primo femminista? La scrittura e' incredibile, quasi clinica.

Altrimenti, c'e' sempre Ken Follett e I Pilastri della Terra...con Mondo Senza Fine annesso!

Grossi abbracci da Londra assolata! B-)

sybin
chevaingiroinmanichecortecercandodignorareidodicigradi

Daniela ha detto...

te lo hanno già consigliato, ma ripeto "L'ombra del vento" di Zafon...non riuscivo a staccarmene.
anche "Io sono Dio" di Faletti mi è piaciuto, ma è tutto un altro genere...

Anonimo ha detto...

Dopo aver finito di leggere "L'uccello che girava le viti del mondo", il prossimo libro che comprerò sarà "Kafka sulla spiaggia" sempre di Haruki Murakami.
Ciao!
mpax (splinder)

Anonimo ha detto...

assolutamente "chiedi perdono" di Anne Marie McDonald
Nughi

Wonderland ha detto...

Esco due ore, torno e trovo tutto questo... O_O
Io l'ho sempre sostenuto che ho delle lettrici fantastiche, ora ne ho le prove!
Grazie a tutte, davvero, ora mi prendo due belle paginette d'agenda e mi segno uno per uno i vostri consigli... anche se qualcuna ha azzeccato anche i miei (già letti) libri preferiti, come quelli della Mazzantini e Cime Tempestose.
Anche la Nothomb e Safran Foer mi piacciono molto, anche se non ho letto ne' Metafisica dei tubi ne' il primo di S.Foer...dovrò rimendiare!
Gli altri, alcuni sono nomi che mi giravano in testa da un po', altri assolute novità che mi andrò a cercare sul web...
Grazie grazie grazie!

ilona ha detto...

Qualche anno fa ho letto un libro divertentissimo che poi ho riletto altre due volte.
Si inttolava MA COME FA A FAR TUTTO?
Te lo consiglio...riderai di gusto da sola sembrando matta!!!

Anonimo ha detto...

Ti volevo scrivere tanti di quei titoli....ma chi ti ha scritto prima di me mi ha "rubato" le idee........comunque ti lascio alcuni suggerimenti: " A bocca aperta" di Matt Rothschild storia autobiografica di un bambino ebreo a NY nei giorni nostri ( si sorride ma ti fa anche pensare ); ma se hai voglia di un bon bon ( quei libri piccoli ma grandi nel loro essere ) :" La bambina, il pugile, il canguro" di Stella......a me ha toccato il cuore

dheborar ha detto...

oceano mare, baricco.
ti è già stato consigliato, magari un doppio voto ti fa decidere per questo, buona lettura!
Dhe

Anonimo ha detto...

Sceglierne uno è difficilissimo!!
Il paradiso degli orchi di Pennac e Il tulipano nero di Dumas che ho letto ultimamente, molto carino anche se meno avvincente di altri suoi romanzi (che però sono lunghiiiiissimi).

Le librerie hanno un potere speciale su di me, riescono a farmi sentire bene anche dopo una giornata di m!


Francesca

Lalaura ha detto...

"la collina dei conigli" di richard adams (infatti è il premio del mio blog candy :-) )
"la casa degli spiriti" della allende

emozioni, riflessioni e commozione, per tutti e due.

Chiara ha detto...

"La scarpe rosse" della Harris.

Giulia ha detto...

L'ultimo libro letto di recente è "la somma dei giorni" di Isabel Allende, in più ti consiglio "ore giapponesi" di Fosco Maraini (così, tanto per rimanere in tema), "la fine è il mio inizio" e "un altro giro di giostra" di Tiziano Terzani.

sara ha detto...

Ciao Wonder, io sono una di quelle che un libro lo deve annusare e deve instaurare con lui un legame chimico. Non leggo di tutto. Seleziono accuratamente e difficilmente mi fido di ciò che gli altri mi consigliano in quanto spesso rimango delusa. Io adoro le librerie. Adoro il silenzio che ti accoglie dopo i ruomorio della strada, adoro la carta e sono un cane da tartufo che non smette di annusare pagine.
Ultimamente sto leggendo "vecchi" autori. Trovo che l'Inghilterra dell'ottocento ci abbia regalato scrittori e opere memorabili. Solo per dirne un paio: le sorelle Bronte e il mio amato Cronin :)

La Robi ha detto...

Ciao Wonder..

io consiglio "L'ultima lezione - la vita spiegata da un uomo che muore" di R. Pausch. E - se te la cavi con l'inglese - consiglio anche la visione di questa ultima lezione (in lingua originale) su you tube...

La Robi

Airin ha detto...

Un libro solo è troppo difficile...Ma proviamoci!

"In uno specchio, in un enigma", di Jostein Gaarder
"L'ombra del vento", di Zafon(ultimo in ordine di tempo)

E se ti piacciono le fiabe e gli animali e riesci a reperirlo, Il Cane che salvava i gatti", di Philip Gonzales.

Jewel ha detto...

consigliare un libro è difficilissimo. Dipende in che periodo sei...(almeno per me è così) Ti dirò il prossimo che leggerò, appena avrò terminato La biblioteca dei morti, L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello di Oliver Sacks

elisalischen ha detto...

(non ho mai scritto un post ma ti leggo sempre, da quando ti ho scoperto, e mi fa stare bene, quindi mi permetto anche io di dire la mia)
Allora: L'ombra del vento e la Mazzantini per me sono come la corazzata Potemkin (una boiata pazzesca); condivido in toto il giudizio su "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo" e su tutto Roth. E poi ho appena finito "Amy e Isabelle" di Elizabeth Strout, che se significa qualcosa è un premio Pulitzer, e l'ho trovato molto bello e coinvolgente.

Questa cosa di chiedere alle persone di consigliarmi un libro lo faccio sempre anche io, mi piace avere un nuovo input, conquistare magari un bel libro davvero, e riuscire a conoscerle meglio; che ne dici se facciamo il gioco anche al contrario? e cioè: mi consigli tu un libro che ti ha conquistato? grazie

cippetta ha detto...

io vado sul thriller, perchè non c'è niente di più emozionante di un classico serial killer..."Il Suggeritore" opera prima di Carrisi...suggerito dalla commessa della mia libreria di fiducia, comprato titubante perchè non amo gli scrittori italiani..invece mi sono ricreduta alla grande e l'ho suggerito a tutti i miei amici

rikaformica ha detto...

"La donna abitata" di Gioconda Belli senza dubbio è il libro che a distanza di anni è il primo che mi viene in mente, quello che più di tutti mi è rimasto nel cuore!
ciao Federica

Mary ha detto...

"il bufalo della notte"
di guillermo arriaga
o "l'isola" di victoria hislop
o ancora "l'armata perduta" del grande Manfredi
Ciao cara!

Giulia ha detto...

"Giro di vento" di Andrea De Carlo
un libro non troppo impegnativo che parla un po' degli imprevisti della vita!!

Mi sa che dopo questo post (e relativi commenti) la prossima volta che andrai in libreria dovrai fare un mutuo!!! :D

Giulia

M di MS ha detto...

"Niente e così sia" di Oriana Fallaci.

Barbara ha detto...

wow!!! ma è uno spettacolo! anche io prenderò nota di tutti questi suggerimenti! mi pare che il più quotato qui sul blog, sia "l'ombra del vento" ed anche "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo"...domani corro in libreria!
Wonder, io ho suggerito due titoli su FB, qui ti lascio con "come Dio comanda" di Ammaniti...
un abbraccio!

S ha detto...

La Ragazza dello Sputnik
(Murakami Haruki)

mnm ha detto...

" Domani nella battaglia pensa a me" di Javier Marias.
Spero tu lo possa leggere, innamorandotene.
Giulia

Anonimo ha detto...

"Il cavaliere d'inverno" di paullina Simons.
Travolgente, ti cattura, non ti lascia più fino a che non hai finito il seguito ("Tatiana e Alexander", stesso autore, ovvio), una storia d'amore che non conosce confini, guerre, morte.
Sarà che io adoro i libri ambientati durante la 2 guerra, ma questo proprio non lo dimenticherò mai...

E poi, vabè, tutti gli Harry Potter ma mi sa che li hai letti o se non l'hai ancora fatto magari non ti piacciono.

...E TU HAI PURE TEMPO PER LEGGERE?? :) beata

Michela

Paleomichi ha detto...

La Diva Julia, di William Somerset Maugham

mammanonlosa ha detto...

shantaram ... magico e affascinate.non ti far spaventare dalle dimensioni arrivi alla fine che dici nooooo già finito ????

Ali ha detto...

Queli di Stefania Bertola! Proprio ieri pensavo che ti ci vedrei benissimo come una delle protagoniste!!!

Comunque primo su tutti "A neve ferma" (ma forse solo perchè adoro cucinare). Sono però tutti stupendi! Storie divertenti, con protagonisti di tutti i tipi che diventano praticamente reali (sto leggendo l'unico che mi manca e prima mi chiedevo cosa stessero facendo in quel momento le protagoniste -sono tutte torinesi come me- mi ci è voluto un attimo per ricordami che sono quasi del tutto inventate!). Sono scritti in maniera che sembrino storie reali e non ci impiegheresti tanto a immaginarti perfettamente ognuna delle protagoniste (quasi sempre giovani donne attorno ai trent'anni con situazioni di vita completamente diverse) e le loro vite.

Se ti interessassero ecco i titoli:
- A neve ferma
- Biscotti e sospetti
- Ne parliamo a cena
- Aspirapolvere di stelle

Te li consiglio vivamente. E se vuoi è pieno di recensioni on-line!

zauberei ha detto...

Lo spazio bianco - valeria parrella.
Ma io e te potremmo avere gusti diversi:)

si. ha detto...

Niente piano. Niente dolci. Niente atletica. Niente. Sono innamorata dello smettere.
A suo modo è un'arte, se ci pensate. Smettere bene richiede un innato senso di bellezza; bisogna saper sentire il momento della svolta, proprio quando il desiderio fa la sua comparsa, quello è il momento di darci un taglio, giù deciso, l'istante in cui lo smettere è maturo come una pesca che si fa dolce sull'albero: crack, si stacca il picciolo, la pesca cade per terra, nera e argento di mosche.

Tratto da "Un segno invisibile e mio" di Aimee Bender

mnm ha detto...

A proposito della bender, che vedo qui citata. Geniale e magrittiano il suo" creature ostinate", con la bella traduzione di martina testa. =)
Non trovi, "si"?

makdaralo ha detto...

L'idiota di Dostojewski (o come cavolo si scrive, chiedo venia).

In realta' ne comprerei altri venti (si fa per dire), ma questo e' il primo che mi e' venuto in mente.

Matthew The Cat ha detto...

Se
vuoi alleggerire i pensieri, abbandonandoti alla fantasia, ma lasciare che la furbizia, il senso dell'umorismo, la capacità di essere sottili e un divino sarcasmo inglese( a volte anche crudele) illuminino il tuo viso con sorrisi beffardi e la facciano da sovrani
ti consiglio THE COLOUR OF MAGIC, DI T. PRATCHETT
unitamente ad una sconfinata e dettagliata immaginazione questo autore ha un saporito ed elegante modo di scrivere, è brillante e davvero intrigante. (Tutta la saga di mondo disco, come gli altri libri da lui scritti, mi son davvero piaciuti )

Credevo fosse una cagata fantasy pazzesca, invece mi ha stupita, e non poco.

Mal che vada se non ti fidi ti prego di vedere almeno il film attori molto bravi e lo spirito di Pratchett che conquista al volo.

lokar ha detto...

Il vagabondo delle stelle. Jack London.

Barbara ha detto...

mmm... sto cercando di fare un po' di ordine tra i libri letti... non so quale sia il tuo genere preferito comunque ci provo.
Sul genere giallo potresti provare Fred Vargas, una scrittrice francese che lascia il segno, ti coinvolge, ti fa palpare la storia. I suoi personaggi hanno una sottile vena d'ironia, cosa che non guasta.
Qualcuno più su ti ha già consigliato L'eleganza del riccio di Mauriel Barbery, un libro che ho trovato fantastico.
Marc Levy (quello di Se solo fosse vero) se hai bisogno di una buona dose di romanticismo (e anche tante lacrime, così catartiche): anche lui è francese... mi piacciono i francesi.
Ma passiamo ad un giapponese, hanno già detto Norwegian Wood di Haruki Murakami, confermo. E' un romanzo che merita, non fosse altro per la delicatezza che hanno i giappi nel comunicare una qualunque cosa.
Terry Pratchett (suggerito dalla persona sopra di me) te lo consiglio solo se hai mai letto del fantasy perchè scrive un tipo di fantasy comico che prende in giro gli stereotipi del genere. Se non hai letto nulla di fantasy secondo me non lo puoi capire a fondo e non riesci a farti uan risata. Poi non so, magari mi sbaglio.
Ah e poi Daniel Pennac... qualunque cosa... l'ho detto che mi piacciono i francesi :P

Elle ha detto...

ho letto di recente due autobiografie - sort of - entrambe focalizzate su come gli scrittori fossero cresciuti come lettori (suona male, ma ha senso!)

molto belle, stt nell'ottica di chi ha tra le mani una piccola da indirizzare (il passo tra addormentarsi in libreria e tirare giu tutti i libri possibili in due minuti è brevissimo: tanto vale insegnarle a pescare qualcosa di buono!)
comunque
eccole qua:

Francis Spufford "The child that books built"

e

Sartre "Les mots"

ciao!

Elle

CloseTheDoor ha detto...

Come ti capisco, dove sto io la carrozzina non ci entra nemmeno in libreria e ogni volta che provo ad entrare con la Cucciolina o in braccio o con la fascia mi guardano come fossi una marziana. Cioè le mamme di bimbi piccoli si presume che abbiano spento il cervello ??? (Zauberei docet)

Comunque io ti direi

"Domani nella battaglia pensa a me" e anche "Un cuore così bianco" di Javier Marìas.

Lui ha un modo di scrivere che ogni volta mi lascia senza fiato.

CloseTheDoor ha detto...

Ah, p.s. sul mancato volo che non vedo il mio commento di là:

una delle ragioni per cui non so se tornerò mai in Giappone è che dispiace davvero notare la differenza ABISSALE del modo di considerare il proprio lavoro.
Un vulcano che esplode in Islanda è una fatalità di cui non ha colpa nessuno, mentre il disservizio sfacciato che hai descritto tu è semplicemente una vergogna, impensabile in Giappone.
In questo periodo non mi sto muovendo molto, ma è sicuro che se incontrerò dei Giapponesi in vacanza, gli correrò incontro (compatibilmente con Cucciolina) per domandare loro se gli serve qualcosa e compensare in qualche modo l'impressione assolutamente negativa che sicuramente avranno avuto degli Europei. Se ti domandi se sono un'esaltata, aspetta di andare in Giappone e mi dirai :-)

elena & fabiana ha detto...

io mi sono appena ordinata il libro di paolo sorrentino...e ...ebbene si ...il romanzo da cui e' tratto "flash forward"....(fantascienza)
ho letto anch'io la gettonatissima gioconda belli...ma la donna abitata e' stata una delusione totale....baricco non lo reggo...adoro somerset maugham...
consiglio la mia ultima lettura: il sogno di mia madre di alice munro (racconti)...poi mi chiedo...abbiamo calvino perche' perdiamo tempo a leggere altro?
il piu' bel libro di avventura ...per sognare? il conte di montecristo....
ma degustibusnondisputandumeccecc......
nottenotte
elena
www,nucciefabo.blogspot.com

alice ha detto...

per me IL libro è sempre "cent'anni di solitudine". mi ha aperto un mondo. ma probabilmente l'hai già letti, tutti dovrebbero!

Lisa ha detto...

"Zia Mame" Dennis Patrick

NEF ha detto...

Hai posto il quesito più difficile. Nel mio scaffale mentale oggi è apparso: Vado verso il Capo, di Sergio Ramazzotti. E' stato importante, per me, e mi rimane dentro da lungo tempo.

bussola ha detto...

molto forte, incredibilmente vicino di Foer....un libro che quando hai finito vorresti chiudere per ricominciarlo nuovamente

Silviag ha detto...

Secondo me "Vita sessuale segreta di un fervente musulmano a Parigi", "Signori bambini" di Pennac, "Leggere Lolita a Teheran".

Anonimo ha detto...

cara wonder,
primo commento qui (me leggo nell'ombra da qualche mese) mentre sto andando a comprare un paio di libri da portarmi in ospedale per la nascita del pupo.
Terra sonnambula, di Mia Couto, scrittore mozambicano, e la mia ultimissima lettura, divorata, geniale, esilarante e amara, Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino.

ciao!
r.

Lizzina ha detto...

Io ti consiglierei qualsiasi scritto di Oscar Wilde e qualsiasi opera di Paulo Coelho.

Francesca ha detto...

"Che animale sei?"di Paola Mastrocola...una favola bellissima,semplice e piena di seignificato..che potrai leggere anche a Viola..

Anonimo ha detto...

"Underworld" di De Lillo, e tralascia tranquillamente tutto lo Zafon che ti hanno consigliato che non ti perdi nulla!

vale

p.s. potresti riuscire a leggerlo nella tratta Roma-Tokio e ritorno.

La Lolu ha detto...

"Il vecchio che leggeva romanzi d'amore" di Sepulveda

Se ti dico di cosa parla, non lo leggerai...ma è davvero bellissimo, fidati.
Fa emozionare, stare sulle spine e piangere, come nessun'altro libro al mondo.

Anonimo ha detto...

per due sane risat tutti i libri di David Lodge, fantastico!
Nughi

Anonimo ha detto...

Ciao Wonder,
Ti segnalo Vita di Melania Mazzucco oppure se vuoi ridere un po' e anche in inglese tutta la serie di Shopaholic della Kinsella è molto divertente, l'ultimo della serie è Shopaholic and baby (per rimanere in tema con il blog!)e ne sta arrivando un altro prossimamente! Chissà mai che trovi ispirazione per arricchire la sezione weekly style con mise nuove di pacca per Viola!
Marina

Rosella ha detto...

Se non l'hai ancora letto: CECITA' di Jose Saramago.
Complimenti per il blog.
ciao

Anonimo ha detto...

la trilogia della fondazione di asimov; i sotterranei della libertà di j. amado (tempi difficili; agonia della notte; la luce in fondo al tunnel) e la trilogia della città di K della Kristoff. (l'ultimo a dispetto del nome è un libro solo...)
sono solo alcuni, ma mi hanno accompagnato in momenti importanti, rendendoli migliori con la loro presenza (o forse rendendo migliore me)
pim_lico

PAOLA ha detto...

Dipende dal genere: io amo molto i thriller, legali o storico-religiosi, o psicologici.
Ti consiglio Il Simbolo perduto di Dan Brown: banale, dirai tu. Anch'io lo credevo, ma è stupendo, ti intrappola nella lettura con teorie ingegnose ed istruttive.
Oppure, se cambi genere: La ragazza con l'orecchino di perla di Tracy Chevalier, molto sofisticato e profondo.
Oppure, se vuoi farti due risate, i libri di Sophie Kinsella, molto brava secondo me: Sai tenere un segreto? O l'irresistibile I love shopping, da cui hanno tratto anche il film (non all'altezza del libro però!).
Ma ce ne sarebbero mille...
ciao!!
Paola

pollywantsacracker ha detto...

te ne potrei segnalare 10.000, ma credo che certi libri si possano leggere solo in certi momenti.

j. steinbeck, e. zola, d. lessing, j. amado mi fanno voglia sempre.

i due libri più belli che ho letto sono invece più cerebrali, non vanno bene sempre. ti consiglio
viaggio al termine della notte di céline
il vangelo secondo gesù di saramago
ah! imperdibile: i non conformisti di yates

spippoli ha detto...

ti leggo sempre ma non commento mai (sei fantastica!!)

Consigliare un libro è difficile (anche perchè io ne adoro tantissimi) ma se vuoi ridere un libro che ho adorato (fa morir dal ridere ma anche commuovere) è:
"L'orribile Karma della formica"
l'ho imprestato a 10 persone e tutte queste persone se lo sono poi comprato per rileggerselo quando volevano!

Complimenti per il blog lo adoro!!!!

Brin ha detto...

è l'ultimo libro che ho letto,è per ragazzi (dai 9 anni), ne hanno fatto un cartone al cinema,ancora sorrido nel pensare alle battute del protagonista regalando un po' di buon umore in pochi minuti..
"Come addestrare un drago. Le eroiche disavventure di Topicco Terribilis Totanus III", per passare un pomeriggio spensierato.

barbara ha detto...

non posso che consigliarti IL LIBRO che tutti dovrebbero leggere almeno una volta nella vita (ma penso tu l'abbia già fatto): FIESTA di Hernest Hemingway

Anonimo ha detto...

Adoro queste cose e ogni volta non posso fare a meno di rispondere e ovviamente prendere nota di tutti i consigli! Grazie Wonder!

Il libro che voglio consigliarti è "la moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo", che ovviamente ti hanno già consigliato perchè non se ne può fare a meno: bello, coinvolgente, romantico e tiene con il fiato sospeso! E poi se ti interessa ne hanno tratto anche un film dal titolo "un amore all'improvviso", che rende abbastanza bene secondo me. ;)

Mapi

Anonimo ha detto...

PS: non è lo stesso di un mancato viaggio in Giappone, ma sappi che anche io mi sento molto sfigata in questo momento. Stasera avrei dovuto raggiungere il mio amore che non vedo da un mese e, ormai convinta che il volo sarebbe partito, stamattina ho ricevuto la mail di cancellazione del volo. :((

Mapi

Mich ha detto...

Quoto chi ti ha suggerito le perfezioni provvisorie di Carofiglio. Ma anche la trilogia Millenium di Stieg Larsson, se ami il genere. Oppure La Storia, di Elsa Morante. Un libro che ho riletto almeno 4 volte negli ultimi dieci anni...

p.s. avrei voluto commentare già dal post che hai scritto sul tuo capodanno da mamma. Ma ero troppo impegnata a festeggiare gridando "non succede solo a me....SONO NORMALE ALLORA!" a presto!

Anonimo ha detto...

"l'arte della gioia" di sapienza goliarda (con un titolo e nome così!). ambientato in sicilia, la storia di Modesta, nata il primo gennaio 1900, che diventa una donna straordinaria, fuori dal comune, trasgressiva e ribelle. vive per rompere gli schemi appioppati alle donne.
lo sto leggendo in questi giorni, bellissimo, di un'attualità pazzesca, lo consiglio a tutte noi :)

ciao!

laceci

p.s. hanno riaperto gli aeroporti. spero tu sia da qualche parte sopra l'europa (o più in là!) a fare un collettivo gesto dell'ombrello ;)

Paola ha detto...

"Cent'anni di solitudine" imperdibile, ma lo avrai già letto...

Narcysa ha detto...

La ragazza delle arance

Anonimo ha detto...

a me è piaciuto tanto il romanzo di mariolina venezia: "come piante tra i sassi", un giallo ambientato a matera in cui spicca la protagonista, una giudice donna di mezz'età. Lo consiglio a tutte le donne, perché davvero descrive un personaggio femminile realistico e fuori dagli schemi, come dire, non le solite donne che siamo abituate a vedere in TV, e inoltre descrive la basilicata, regione di cui non sapevo niente.
grande wonder!

Alem ha detto...

io direi
oceano mare di BARICCO

ogni cosa è illuminata di FOER

Anna Karenina (se ti vuoi malinconicamente attaccare alle tende guardando fuori dalla finestra)

ciao wonder!

Carciofo e Cavolfiore ha detto...

Mordecai Richler - La versione di Barney

Bubittilove ha detto...

Complimenti davvero a tutte, mi si solleva il cuore quando si discute di quel meraviglioso, profumato, colorato, immaginifico oggetto che è il libro. Complimenti a tutti per le letture che consigliate.
Per aggiungere..
CLASSICI: il giovane holden (salinger), tutti i libri di Jane Austen; Il Grande Gatsby (in assoluto il mio libro preferito

E inoltre:
La casa del sonno e La famiglia Winshav di Jonathan Coe
Scerbanenco in genere (il romanzo all'italiana)
La donna della domenica (Fruttero & Lucentini)
e ancora e ancora e ancora..

Elisabetta ha detto...

Confermo anch'io "La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo"
e ti consiglio anche "Shantaram" di Gregory David Roberts

mellyb ha detto...

tutti quelli di zafon e ken follet!!

francesca ha detto...

sai è successo pure a me l'altro giorno, entro in libreria con l'intenzione di comprare un buon libro ed esco a mani vuote...troppo confusa, troppi libri interessanti. io cmq ho divorato in un pomeriggio (è meno di 200pg) "Un bel giorno per rimanere da sola", di Nanae Aoyama. è la storia di una ragazza che si trasferisce a Tokyo... :-) La scrittrice, giovanissima, con questo libro ha vinto il nobel giapponese per la letteratura. Mi è rimasto nel cuore, e credo lo rileggerò, come ho fatto solo per un altro libro fin'ora: Il giovane Holden.

Francesca mamma di Alice

Ps: brava, non dirci quando partirai, io vorrei solo un twitter con una tua foto all'aeroporto di Tokyo!!!

Hoshi ha detto...

Non potevi scegliere posto migliore, per ripararti dalla pioggia :)

Anonimo ha detto...

Avventure della ragazza cattiva - Mario Vargas Llosa.
Potrei passare ore a scrivere di questo libro, ma evito di farlo. Spero solo che basti il titolo per affascinarti e convincerti a leggerlo (se non l'hai già fatto!).

Saluti!

M.

alessandra ha detto...

eh wonder,quando scrivi di libri pieni di bellissime pagine fruscianti non posso che commentare!lo hanno già fatto in tanti,così tanti che nella tua testa ci saranno troppi titoli consigliati ed l'imbarazzo ti creerà ancora più confusione!però il mio libro preferito lo devo citare,tratta della passione per i libri che una bambina marocchina riesce a far crescere durante la sua emigrazione in francia,a tal punto da diventare scrittrice..si chiama 'a occhi bassi' di tahar ben jelloun,chissà che non sia quello che cerchi!Ale

Saetta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stella ha detto...

"La tredicesima storia".
Non ricordo l'autrice, ma è uscito pochi anni fa, quindi lo trovi, anche in versione economica!
Davvero magico!

Anonimo ha detto...

Tutti i libri di eric-emmanuel schmitt, ma soprattutto due: "monsieur ibrahim e i fiori del corano" e "il lottatore di sumo che non riusciva a diventare grasso". Sono libri che fanno bene all'anima.

Anonimo ha detto...

non ti muovere di Margaret Mazzantini per tutta la vita, è stato già citato, ma tutte le volte che vedo il suo dorso nella mia libreria mi viene un colpo al cuore...
Elisabetta, mamma di una polpetta 19mesenne detta anche cipolla o cimpenna. Ciao

Anonimo ha detto...

Ciao non so bene quale sia la tua idea di bilioteca e di bibliotecarie,
noi lavoriamo in biblioteca e abbiamo scritto un blog sulle avventure tragi-comiche che viviamo durante il nostro lavoro se vuoi darci un'occhiata...(http://utentidivertenti.blogspot.com)
Io ieri avrei comprato un giallo scritto da più autori,tipo "Crimini".
P.S.=tieni duro!!!
Adelina

anaichan ha detto...

non commento mai, ma siccome mi sembra che nessuno l'abbia sugerito mi permetto di consigliarti il fantastico 'il meastro e margherita' di bulgakov, ma forse l'hai già letto.
quoto haruki murakami e jonathan coe!
complimenti x il blog

MammaDiGnoma ha detto...

ne avrei migliaia da consigliare, per leggere e rileggere, quindi mi limito a quello che sto leggendo ora, bellissimo: Le cose che non ho detto di Azar Nafisi...
poi facci sapere la readlist definitiva! :)

roberta 24esima settimana ha detto...

Io ho una passione sfrenata per "Le lettere di Berlicche" di C.S. Lewis.
addirittura me lo porto dietro per aprirlo a casaccio e rileggere dei pezzi.
impagabile, per me

lilith ha detto...

Scrivi divinamente: immagino te lo abbiano detto in tanti, ma dovevo farlo anche io.
metto il tuo blog tra i miei preferiti: spero non ti scocci...

lilith

Frafra ha detto...

beh, di consigli ne hai ricevuti tantissimi; aggiungo anche il mio, caso mai ripassi di qui a leggere i commenti: a me è rimasto nel cuore "Le bibliotecarie di Alessandria", di A. LAvagnino. Davvero coinvolgente; ambientato nella Roma-Prati dagli anni della guerra in poi. Buona lettura!

cowdog ha detto...

non so se sia un uso illecito del mezzo, ma io nel frattempo mi sono annotata tutti i bei libri consigliati fin qui (a parte zafon, follett e dan brown. ma vabbe': de gustibus non est disputandum)

Anonimo ha detto...

Cowdog, a Zafon dovresti dare una possibilità.

Besos.

Alessandra & Rospy

giada ha detto...

Fedele alla consegna indico non tanto i preferiti in assoluto ma i più coinvolgenti degli ultimi anni, quelli che non ti dimentichi facilmente anche se magari non li rileggerai più... sicuramente il già citato Chiedi perdono di ann-marie mcdonald, fa male! Un uomo di oriana fallaci... accidenti fa male anche quello... in una notte avevo letto non ti muovere della mazzantini, non è la mia autrice preferita ma non l'ho dimenticato...il bambino con il pigiama a righe, lettura all'apparenza leggera, di sicuro veloce... ma alla fine mi ha sconvolto..se devo stare sui grandi classici dei miei preferiti: garcia marquez, Allende fino a Paula incluso (non oltre...), Pennac, tutt la serie di malaussene è geniale!Ciau!

Bia ha detto...

Io al posto del Giovane Holden (che magari hai già letto) ti consiglio "La campana di vetro" di Sylvia Plath.
E' un po' sullo stesso stile, ma è scritto da una donna e parla di una giovane donna...e secondo me Sylvia Plath ha un gran fascino.

manuela ha detto...

allora, io sono una lettrice innamorata di patricia cornwell ( autopsia) isabelle allende( grandi saghe famigliari) e stefania bertola( risate di pancia)
buona lettura
manuela

Love ha detto...

ciao wonder,
chi ti paga i viaggi? Se non lavori paga LUI?

Wonderland ha detto...

Grazie a tutte, praticamente mi sto facendo un enorme lista della spesa per i prossimi libri (praticamente con tutti i vostri suggerimenti avrei da leggere per un annetto o più).

Ringrazio soprattutto quelle che non avevano mai commentato prima e che hanno scelto questo post per dire la loro, trovo che in tutti i vostri suggerimenti ci fosse qualcosa di più che un consiglio, ci ho trovato sensazioni e ricordi, ho apprezzato davvero molto.

cowdog ha detto...

(@alessandra: gliel'ho data. ecco perche' lo evito)

Katefox ha detto...

Io adoro Gianrico Carofiglio, per deformazione professionale, per la scrittura e perchè mi affascina il fatto che non sia scrittore di professione.

poi rileggo sempre Via col Vento, Un Uomo della Fallaci e un libro piccolo piccolo di Carlo Cassola: Tempi memorabili.

Lu ha detto...

NEssun post poteva capitare più a fagiuolo... Prima ti metto un titolo (che forse avranno scritto anche sopra, ma non ce la faccio a leggere tutte le risposte) LA MOGLIE DELL'UOMO CHE VIAGGIAVA NEL TEMPO.
E poi ti comunico che hai vinto un'intervista con zebuk: hai visto mai?!!!!!
Complimenti davvero, questo blog è bellissimo!
Lucia
www.zebuk.it

Anonimo ha detto...

Vado con i miei consigli:
1) Venuto al mondo di M. Mazzantini
2) Senza lasciare traccia di Jodi Picoult ha scritto anche la custode di mia sorella, ma non l'ho ancora letto
3) ritorno dall'India di Abraham Jehoshua
e poi i libri di Stefania Bertola,
Marc Levy e Cecilia Ahern.
buona lettura.
Antonella

Maddalena ha detto...

avrei millemila libri che ho amato da consigliarti, leggere è - sic! - l'attività che mi riesce sempre meglio. ma vedo che la lista è già interminabile, quindi mi limito a tre, con sommo sforzo!

primo su tutti, "Marcovaldo" di Calvino. quando te lo fanno leggere da bambino ti affascina, se lo rileggi da adulto lo capisci: per quanto mi riguarda, sotto l'apparenza lieve porta con sè un livello di poesia, dolore, vita e tenacia altissimo.

poi "L'età dell'innocenza" di Edith Warton, mio libro preferito in assoluto, forse, e una storia d'amore favolosa. Il manifesto di chi vive di rimpianti - un po' in antitesi con la società moderna, senza dubbio.

e poi ci metto "Lasciami entrare" di John Lindqvist: adolescenza, tenerezza e struggimento all'ennesima potenza, impossibile non adorarlo. e poi, secondo me, a te il thriller nordico piace!

infine, qualche autore sparso da considerare: Nothomb, Andrea Vitali (lo adoro!), King per le botte di adrenalina, Buzzati, Calvino, Roald Dahl, Gianni Rodari.

Airin ha detto...

Per la verità ho già commentato sopra, suggerendo tre titoli, ma volevo dirti grazie di aver lanciato l'iniziativa, perché tutti i commenti di consigli lasciati qui per te servono anche a noialtre divoratrici di libri come ispirazione! :) Grazie!

Saetta ha detto...

Rilascio il commento, con il titolo giusto del libro di Foer... -_-'
La gravidanza mi sta rincojonendo! :-D

Uh che cosa difficile...!
Io sono una di quelle che si fionda in libreria con ogni minimo pretesto: vado quando sono triste, ma anche quando sono al settimo cielo. Vado in libreria se sono incazzata, se sono di ottimo umore, se sto bene, se sto male... praticamente ci vivrei.
Interessante vedere i commenti... gente pronta a consigliarti un libro che magari io ho odiato a morte, o a proclamare come "migliore" un libro a cui io non darei neanche un centesimo... E' bello che ci sia una varietà tale di gusti.
Tornando alla tua domanda, io ti avrei obbligata a comprare "Cime Tempestose" o "Molto Forte, Incredibilmente Vicino"... ma magari ti avrebbero fatto schifo, chissà! ;-)
Bacio e Buona Lettura!

Gabriella ha detto...

Ciao Wonder! Eccoli qua: "Il dio delle piccole cose" di Roy Arundaty, "Vita" di Melania Mazzucco. Un bacio
Gabry
Ps= è come avere la Feltrinelli on line!

Anonimo ha detto...

Paula di Isabel Allende - è un libro che mi ha colpito, commosso e aperto una finestra nel cuore...e mi ha fatto pensare al destino, alla famiglia, all'amore ...alle mamme e alle figlie...e alle figlie che non ci sono più, come è poi successo a me...NON ESISTE SEPARAZIONE DEFINITIVA FINO A QUANDO C'E' IL RICORDO... la mia seconda bimba si chiama proprio come la mamma autrice del libro...Isabel...e non è un caso...ed è splendente e forte come lei...
un bacio
C.

Elisa Stocco ha detto...

Aiutooo, quanti consigli!
Io, sarà perché vivo in Spagna, ma sono innamorata di Almudena Grandes. Ho letto molti suoi libri, il più bello: "Atlante di geografia umana".
Una storia tutta al femminile, bei personaggi, storie che coinvolgono...ho pianto quando l'ho finito, perché volevo durasse ancora, ancora e ancora.
Se non l'hai letto anche "L' eleganza del riccio" (Barbery Muriel) è molto bello.

Anonimo ha detto...

Tralasciando i classici che sicuramente avrai letto, direi

- L'ombra del vento, di Zafon
- Chocolat, di Harris
- Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, di Flagg
- Memorie di una geisha, di Golden
- Queste oscure materie, di Pullmann
- Mille splendidi soli, di Hosseini
- Ricordi di un vicolo cieco, di Yoshimoto

poi non me ne vengono in mentre per ora. Enjoy!

Inachis

bismama 2.0 ha detto...

Viste le tante lettrici, avviso che sul sito de LaFeltrinelli on line c'è lo sconto del 20% e spese di spedizione gratuite in occasione della giornata mondiale del libro...io adoro comprare on line i libri, in biblioteca non esco mai con pochi libri...on line scelgo meglio!!
Ho fatto razzia sul sito ghghgh

typingmummy ha detto...

Un po' in ritardo, ma volevo consigliarteli lo stesso: "Memorie di Adriano" di Marguerite Yourcenar e "Q" di Luther Blisset (Wu Ming). Bacio, brava!

Anonimo ha detto...

Bismama, grazie grazie :)

Cowdog, hai letto proprio "L'ombra del vento"? Io credo che valga la pena leggerlo almeno per il personaggio di Fèrmin, uno dei più fighi nella storia dei personaggi letterari, ti prego, dammi ragione, ti prego, non accetto che non ti sia piaciuto... ;-)

Ale & Rospy

cowdog ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cowdog ha detto...

@alessandra: ho letto *proprio* l'ombra del vento. girava per casa dei miei come regalo-doppione e quindi me lo sono portata a casa. si legge in una giornata, ma secondo me e' un libro per ragazzi e decisamente non il mio genere (io aborro anche - e soprattutto - il tanto celebrato harry potter, per intenderci)

cowdog ha detto...

(e mi scuso con wonder per avere monopolizzato il post)

angy ha detto...

Forse l'avrai già letto perchè è un classico, ma se così non fosse te lo consiglio: "Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen, il libro che ha sconfitto i miei pregiudizi sui romanzi d'amore che credevo essere troppo sdolcinati e melensi per me, invece questo è intelligente e ironico.
Poi, "Il gabbiano Jonathan Livingston" di Bach, che a me è piaciuto tanto.

E infine, butto il seme: "La guerra civile fredda" di Daniele Luttazzi.

Buona lettura!
angy

Anonimo ha detto...

"L'ombra del vento" un libro per ragazzi? Non sono d'accordo. Ovvio che puo' non piacere (sebbene resto ferma nell'opinione che Fèrmin sia un personaggio fantastico, la ricchezza di quel romanzo la fa lui), ma metterlo nella categoria "libri per ragzzzi" uhmmm... non mi pare proprio. Poi non so esattamente cosa intendi. Nel senso di semplice? che si fa leggere come niente? Che sembra una favola?

Comunque neanche io lo annovero proprio tra i preferiti in assoluto. La saga di Harry Potter poi, per carità, mancoalicani (mi scuseranno le amanti del genere).

Alessandra

Anonimo ha detto...

Quando leggo ho bisogno di sognare, di staccare, di volare. La saga di Twilight, li sto leggendo tutti d'un fiato, nonostante io riesca a leggere nei ritagli di tempo!
Kiki.

cowdog ha detto...

@Ale: ecco, si': troppo semplice e troppo favola. io sono un po' cervellotica, che ci vuoi fare?

engi ha detto...

"Sotto cieli non curanti" di Benedetta Cibrario, è l'ultimo che ho letto,a me è piaciuto..e poi "Durante " di Andrea Decarlo...bellissimo!

engi ha detto...

"Sotto cieli non curanti" di Benedetta Cibrario, è l'ultimo che ho letto,a me è piaciuto..e poi "Durante " di Andrea Decarlo...bellissimo!

Laura ha detto...

Ciao :) io ti consiglio "Un albero cresce a Brooklyn" di Betty Smith e il libri di O'Carrol su Agnes Browne. Ti seguo da un pò di tempo, mi fai sempre molto ridere. Ho 31 anni, adoro i libri e sto cercando di rimanere incinta...da un anno...uff...mi sa che fra un pò pure io dirò "ma che davvero?" ma nel senso che al momento mi sembra così difficile!

Clay Bass ha detto...

bellissima la descrizione della pioggia! Sembrava di essere lì.

Ti consiglio il libro che sto leggendo:"Senza tregua" di Koontz.
E' una specie di thriller, ma ben scritto. Se ho tempo oggi ne faccio una piccola recensione...

Anonimo ha detto...

Il prossimo Epix - Mondadori di Giugno.
(C'è un mio racconto).
E poi, "Una mamma lo sa" di Concita De Gregorio, grandissimo libro che ho consigliato a un sacco di papà come me.

Eleonora ha detto...

Grazie Wonder-Cecilia! Per aver richiesto letture e avere senza volerlo proposto tutte queste recensioni. Ho passato ieri e oggi a leggermi tutte le risposte e acercare i titoli su Bol. Risultato: tanto entusiasmo e un ordine di 160 €! Non vedo l'ora arrivino! Siano benedetti i libri, ti indicano la via e fanno compagnia quando serve. Tu poi quali avevi scelto?
Un baciotto.
(Ah, il mio autore preferito, oltre agli inglesi dell'ottocento, è Alain de Botton, perché mescola arte, filosofia - ma in modo molto leggero e conmprensibile - e viaggi!).

Anonimo ha detto...

Venuto al Mondo di M.Mazzantini, pura poesia

Cecilia ha detto...

So di essere "un tantino" in ritardo...vedo che "Espiazione" è già stato consigliato e che di Pennac e Yoshimoto ce li buttiamo proprio addosso =D (ottimi gusti di tutte le lettrici...forse per questo leggiamo anche te? ;D )
Il mio consiglio è "La polvere dei sogni", di André Brink; un realismo magico un po' inedito (non è sudamericano, prima di tutto, e non ha lo stile asciutto e minimale della Yoshimoto). Ti avverto solo che dopo io non ho mangiato pane per una settimana però!

vitto e libri ha detto...

la casa degli spiriti o Eva luna dell'Allende

Quando teresa si arrabbiò con Dio di jodorowski

il cuore cucito di Carole Martinez

:-)

silvia ha detto...

lo so che sono fuori tempo massimo, ma ho scoperto il tuo blog solo ieri e ti trovo fortissima e poi ami i libri e l'odore delle librerie e quindi anche se sono fuori tempo massimo ti rispondo lo stesso..io ti avrei consigliato "la luce nella casa degli altri" di Chiara Gamberale...buon tutto

Blog Widget by LinkWithin