il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

sabato 10 luglio 2010

So' ragazzi (e presentano libri, anche)

La cosa più bella di questi due intensi giorni di festival: essere rimborsata per farmi due giorni in cittadine splendide come Viterbo e Arezzo. Onestamente, se questa è la vita dello scrittore, ci metto la firma (ha-ha).
Ho capito perché ci si senta così appagati nel fare un lavoro tutto sommato altamente solitario: arriva l'estate e il mondo ti apre le porte. Non so come la vivano i vari Baricco della situazione, ma per un'esordiente come me è davvero emozionate. Soprattutto, ha quel gusto dell'irripetibile: sta succedendo adesso, era il mio sogno, magari la mia carriera di pseudo-scrittrice finirà qui, però adesso c'è gente che aspetta di sentirmi raccontare, e una persona a presentarmi, e un'altra che leggerà i miei brani, e allora godiamocela.

Ok, considerazioni ego-edonistiche a parte mi sono stupita del livello artistico generale di questo tipo di rassegne, della capacità organizzativa e del clima di fermento e interesse che si respira.

Prendiamo Viterbo, la mia prima tappa. La stessa sera, al mio stesso orario, c'erano interventi di Beppino Englaro e Andrea DeCarlo. Il secondo, per dire, è stato il mio scrittore-mito dei 18-19 anni, non so quante volte ho riletto Due di Due. Sapere che eravamo invitati alla stessa rassegna, e parlavamo a due cortili di distanza, è stato davvero lusinghiero. Sapere poi che tutti noi "scrittori" (le virgolette ovviamente sono per me) alloggiavamo allo stesso b&b, un colpo. Confesso: ho cercato di fare le poste a De Carlo, ma senza successo. In compenso sul libro degli ospiti la mia firma è di seguito alla sua. So' soddisfazioni.
Aggiungo che tra qualche giorno allo stesso festival (Caffeina Cultura) c'è anche la Mazzantini. Credo andrò in pellegrinaggio.
A Viterbo l'atmosfera era splendida. Questo incontro perfettamente riuscito tra architettura medievale, cielo stellato, localini e ristoranti mi ha letteralmente estasiata. E' piena di angoli suggestivi come i cortili (solitamente privati) dove hanno organizzato le presentazioni/letture. Ecco, letture: parliamone. Non avevo mai sentito i miei brani letti da un'attrice e devo dire che ne sono rimasta colpita. Mi sentivo anche un po' scema, perché ho riso (e mi sono anche commossa) da sola delle mie parole.



Ad Arezzo era tutto molto diverso. Intanto la temperatura percepita credo abbia raggiunto i 45 gradi, poi il mio intervento era inizialmente previsto alle 17. Per capirci, alle 16.30 la strada aveva la sfocatura a pelo d'asfalto e qualcuno dopo prolungata esposizione ai raggi solari vedeva la gente morta, sicchè hanno deciso di posticipare di un'ora per evitarmi quello che noi romani chiamiamo er coccolone. Li ringrazio sentitamente.
Ho avuto modo di vedere il bellissimo anfiteatro romano, sede dei concerti serali (Suzanne Vega aveva aperto la rassegna qualche giorno fa) e la città in generale, che non conoscevo affatto.
Terminato il mio intervento intorno alle 19, andarci a fare un giro, prendere un bicchiere di vino a Piazza San Francesco e ammazzarci di chianina all'Agania è venuto piuttosto naturale, nonostante la temperatura percepita si sia abbassata soltanto intorno alle dieci.

Stamattina ci siamo fermati a pranzo a Pienza con alcuni amici, poi a casa dalla Porpi che la nonna si è gentilmente offerta di tenere per risparmiarle diverse centinaia di km in due giorni.
E' incredibile quanto cresca in fretta da qualche mese a questa parte.
E' entrata col suo vestitino blu e bianco e una codina piccola. Ha sorriso, ci ha baciato, poi ci ha guardato e ha esclamato:
"eyy, lagazzi!" (ehi, ragazzi!)

Ehi, ragazzi?
Un momento: dov'è che ho sbagliato e nella gerarchia polpetta mi sono posizionata al livello compagna di merende?

Condividi

25 commenti:

Mammabradipo ha detto...

Che descrizioni stupende!!!
Anch'io adoro De Carlo e "er coccolone" sarebbe venuto a me a saperlo nel mio stesso b&b ed a sentirmi un po' una sua collega!!!

e poi...grandissima Porpi che ha già capito tutto della vita (cioè che i genitori non devono essere per forza due vecchi incartapecoriti...)

ti aspetto sabato a comano terme, sperando di non essere costretta a portarmi dietro i nani e fare una mega figura di M... :) a presto!

UnNickname ha detto...

A De Carlo vengo pure io a fargli la posta... Ma ci hai fatto caso che mette in terza di copertina la stessa foto da diec'anni? La posta potrebbe condurre a delusione...

Anonimo ha detto...

De Carlo??? Che mito.... Pensa che il nome Misia l'ho preso proprio dal suo libro "Di noi tre"...
Brava Wonder, che belle esprerienze stai facendo.... Altro che azienda.

E' proprio vero: i bambini sono magici !!!!
Didi
www.speriamochesiafemmina.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Nella prima carrellata di foto sembri piccolissima! :))
La polpetta fa schiantare anche con una sola battuta... :DD

Layla

cowdog ha detto...

a quanti bei ricordi di un'italia meravigliosa (che cosi' mi piace ricordare) mi hai riportata.
arezzo mi aveva incantata, purtroppo viterbo non l'ho mai vista (e comunque il lazio in generale, roma inclusa - sic).
e' una splendida opportunita', quella che stai esperendo. io ti auguro che non sia unica, che di questi festival (con il de carlo che ha fatto sognare noi ventenni dell'epoca) ce ne siano ancora, come tante siano ancora le tue parole scritte.
a volte mi sento orgogliosa come una sorella maggiore: brava.

rocciajubba ha detto...

Non sai come sono contenta di leggere questi racconti! Sono davvero felice per te, per quello che stai costruendo e per i ritorni che ti sta dando.
Per la Porpi...sono tremende 'ste nanette!! Da mesi Belvetta chiama DaddyBear per nome e non papà. Posso sgolarmi a sangue per dirle che non si fa ma per lei è così. Diciamo che sono una generazione molto "easy" ;-)

muccachicca ha detto...

mi piace leggere le emozioni che ci racconti, così come mi è piaciuto leggere il tuo libro... non sono molto brava nelle recensioni (purtroppo non lo sono mai stata neanche a scuola... ) ti dico solo che le ultime pagine le ho lette piano piano perchè non volevo che finisse...volevo la tua compagnia.
ne hai già pronto un altro che io mi prenoto!!!!!????

MammaGiovane ha detto...

Hei ma quella nella foto seduta accanto a te sono io!!
HIHIH, che vergogna!

Serena ha detto...

Complimenti Chiara, per tutto quello che stai "costruendo"!!! Sarei tanto voluta venire ad Arezzo (il posto più vicino da raggiungere per me) ma l'orario di lavoro non mi ha consentito di poterci essere. Avrei tanto voluto conoscerti di persona!

fiocco72 ha detto...

Ma che bello che è il tuo libro, l'ho divorato in un paio di giorni...mi sono immedesimata tantissimo in quello che scrivi e pensa che io sono diventata mamma a 23 anni e come ti ho capito in tutto e per tutto...Goditi questi momenti di celebrità!

nuvola ha detto...

Sarei venuta anch'io a fare le poste a De Carlo...che è ancora un gran bel vedere oltre a un bel leggere!

la zucky ha detto...

Tra i mille premi che ricevi uno te lo mando io: http://dallazucky.blogspot.com/2010/07/che-emozione.html
Ti ho scoperto da poco, ma essendo anche io una mamma "anticonvenzionale" trovo tanto di quello che penso in tutto ciò che scrivi!
Grazie perchè sei proprio troppo forte!!

Mamit ha detto...

Ciao, Wonder; ti ho seguita giorno per giorno fino al 24 gennaio di quest'anno, giorno in cui ho perso il mio Compagno. Tu, inaspettatamente, avevi lasciato un commento nel mio blog; da allora tutto è cambiato, in peggio; ma da qualche settimana ho ripreso a leggerti, e sabato mi sono comperata il tuo libro.
Ti volevo fare una tonnellata di complimenti; l'ho divorato, mi hai fatto piangere (ripensando alle notti insonni con la mia nana di allora) e mi hai fatto ridere come non mi succedeva da mesi.
Grazie anche per questo.
Ti auguro tutto il meglio, per te, per la Polpetta e per Lui.
Hai saputo tradurre i terrori e le follie di ogni neo-mamma; ma anche lo stupore e l'orgoglio per quel che siamo riuscite a combinare.
Un vermetto che diventa persona.
Ti pare poco?
Mamit

Mamit ha detto...

P.S. mi è particolarmente piaciuto scoprire anche che ti chiami come me. Gran bel nome! :-)))

Soribel ha detto...

ciao wonder, non so se accetti premi, però nel mio blog ce n'è uno per te!

rocciajubba ha detto...

Fra un evento mondano e l'altro perchè non passi sul mio blog a ritirare una cosa? ;-)

francesca ha detto...

Brava Wonder, dev'essere fantastico fare ciò che piace davvero come "lavoro", che soddisfazione! In attesa del prossimo libro....io ti vorrei in Emilia Romagnaaa!!!!
Tua figlia è una vera macchietta!

Francesca mamma di Alice

francesca ha detto...

Dimenticavo: pure io ho amato Due di due...che libro meraviglioso.

Francesca mamma di Alice

Cocchina ha detto...

Ti ho scoperta da poco, ma mi piace molto il tuo approccio...molto fresco, e ci vuole con questo caldo! se ti va, ho un pensiero per te!

Sara ha detto...

Ho divorato il tuo libro in 2 giorni e ora mi sento "in crisi di astinenza" !!! Attendo con impazienza il seguito , perchè ci sarà un seguito VERO ??!!

Twins(bi)mamma ha detto...

vedi che la "notorietà" aiuta pure nella mini-vacanze..poi se ti piacciono i posti ci ritorni con tutta la famiglia....

APPROFITTO DI QUESTO SPAZIO PER DIRTI CHE HO CREATO UN NUOVO BLOG
http://scuolebambinitaly.blogspot.com/

PER PARLARE DI SCUOLA MA SOPRATTUTTO PER INSERIRE INFO SCUOLE COSI’ CHE LE MAMME ABBIANO A DISPOSIZIONE UN SITO DI RICERCA DI OPINIONI CHE MAGARI POTREBBERO ORIENTARE MEGLIO LE SCELTE. SE HAI QUALCHE ESPERIENZA DA RIPORTARE SEI LA BENVENUTA, SE TI VA NATURALMENTE,

e qualunque altra mamma interessata.
GRAZIE E SALUTI

TWINS(BI)MAMMA

lorelay ha detto...

Ciao!
Volevo farti i miei complimenti!!
Ho divorato il tuo blog in un giorno e ho letto il tuo libro in meno di una settimana!
Ti dico solo che avevo le lacrime agli occhi appena l'ho finito..davvero complimenti! son felice di aver letto la tua esperienza e spero che quando capiterà a me sarò brava come Te!!
Aspetto con ansia il seguito.... vero che lo scrivi?
Un bacio alla polpetta!
Lory

Miss S. ha detto...

Ciao Chiara!

Ho appena finito di leggere il tuo libro e ho scritto una mini-recensione sul mio blog:

http://gorgeousbabyblog.blogspot.com/2010/07/perche-una-brava-mamma-in-fondo-e-prima.html

Complimenti per il libro!

Ciao, Silvia

Babywish ha detto...

Ciao :) Nonostante, al contrario di te quando ti è successo, io sogni di diventare mamma (In questo mondo difficile, come racconto nel mio neonato blog) ho riso come una matta nel divorare il tuo libro. Spero per te e per noi lettori, che tu possa continuare :)

Babywish
http://voglioesseremamma.blogspot.com/

Mamit ha detto...

Grazie, Chiara, per il tuo commento ad-personam. Tutto mi tocca esageratamente in questo periodo, nel male ma anche nel bene.
Le tue parole d'incoraggiamento mi hanno toccato il cuore.
Sei una giovane donna piena di ironia, umorismo, vitalità e consapevolezza. Le tue battaglie di oggi, per essere mamma ma anche donna e compagna, sono state le mie di tanti anni fa. Forse per questo mi sei stata subito simpatica e "familiare".
Spero di incontrarti e farmi autografare il libro. Un giretto a Como è previsto???
Un abbraccio appiccicoso.
Chiara

Blog Widget by LinkWithin