il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 21 ottobre 2010

Ceci n'est pas un foodblog

Tanto per essere chiari, io sono il genio dei fornelli. Potete dedurlo dai miei twit della settimana scorsa:

e anche i più celebri foodblogger hanno grande stima di me:
Ecco perché ho deciso di postare qui alcune delle ricette senza latte e derivati che uso per la Porpi. Il motivo è semplice: abbiamo tentato una reintroduzione e non sta andando benissimo (bollicine sospette), quindi marcia indietro e si torna al milkfree...
Non è facilissimo, anzi è complicato e abbastanza frustrante. Se iniziate a farci caso, scoprirete che almeno il 60% di quello che mangiate contiene le famigerate proteine del latte. Alimenti insospettabili come cracker, pizza, bistecca, caramelle... perfino i sorbetti al limone!
E poi adesso la Porpi è nell'età curiosa&ciarliera, per cui come metti in bocca un pezzo di qualsiasicosa inizia:
"E'bbogno?"
"Nooo amore, questo è...humm, è piccante, è da grandi!"
"Ma posho assaggiae?"
"No Porpi, è cattivo."
"Un pesshètto. Soyo un pesshètto.... pepiasele, peffavoe!"
Con quell'occhio languido alla gatto di Shrek, una roba che ti spezza il cuore.
Parola d'ordine, anche in questo caso: facciamocela prendere bene.
A noi ma pure a lei, perché al momento le linee di prodotti senza latte sono poche, costose e tristissime! Finchè si tratta di salato siamo abbastanza a posto, ma quando si parla di merende o dessert è un disastro.
Ecco perché vado di dolcetti, che poi sono anche l'unica cosa che so cucinare.
Premetto che nessuna delle ricette che posterò qui è mia: le prendo online e al massimo faccio qualche piccola modifica. Questo è un ciambellone all'acqua che ho trovato su Mysia, ma cercandolo su Google esce fuori il nome della baldanzosa Anna Moroni, per cui non ho idea della provenienza.
La cosa che mi è piaciuta di questo ciambellone è la sua velocità di preparazione: ingredienti alla mano, in dieci minuti è in forno. E poi ha un impasto abbastanza basic, quindi si presta a modifiche e personalizzazioni.
Allora, ecco qui la ricetta originale e le mie annotazioni:

L'esecuzione è semplicissima:
- sbattete le uova con lo zucchero, io lo faccio con la frusta del Minipimer (--> ho paura a scrivere cose che potrebbero far morire di crepacuore i foodies all'ascolto, ma vabbè)
- aggiungete prima l'olio, poi l'acqua a filo, continuando a mescolare piano
- a seguire, unite la farina e il lievito, setacciati (e come dice la mamma: mescola piano che sennò fa i grumi)
- forno preriscaldato a 180° dicono per 40 minuti ma dipende dal vostro forno (e come dice la mamma: fate la prova dello stecchino!) --> credo a questo punto di aver abbattuto qualsiasi foodlover all'ascolto

Dunque, volevo pubblicare questo post qualche giorno fa, ma cos'è successo? Che qualcuno si è inguattato la mia forma del ciambellone. L'ultima volta che l'ho usata è stata per il compleanno della Porpi (si vede che cucino un sacco, eh!) quindi presumibilmente un invitato se n'è andato col pupo sotto a un braccio e uno stampo da ciambellone nell'altra. Che vogliamo fa.
Avevo provato a farla in uno stampo grande da torta e niente, sembrava un frisbee.
Ci ho riprovato oggi - acquistando per l'occasione un nuovo stampo da ciambellone - e l'ho bruciato.
Eccolo qui. Ho tatticamente raschiato un po' di bruciato e coperto con zucchero a velo, inoltre la parte di sotto del dolce è rimasta nella teglia. E' anche un po' storto, perchè il mio forno cuoce in diagonale.
Sta arrivando la suocera, e praticamente il mio ciambellone oRendo è stato mascherato da torta riuscitissima.

Però buono è buono, e alla Porpi è piace moltissimo :)
Qualcuno chiamerebbe questo post un elogio all'approssimazione. Io lo chiamo "dare il massimo ai fornelli".
Se avete ricette milkfree e avete voglia di condividerle, mi farà molto piacere provarle!

Condividi

56 commenti:

bismama 2.0 ha detto...

Io sono una maga del gluten free. Nipotina celiaca il motivo.
Non so aiutarti.
A breve, però, una novità sul mio blog potrebbe aiutarti, spero!!!

Besitos

bismama 2.0 ha detto...

P.s. sai come ho risolto una mia intolleranza? Me l'ha guarita l'immunologo. Si perchè tutte le intolleranze sono immunomediate e l'immunologo sa come e cosa fare. anche io intollerante al latte, ma a latte latte. Cioè latticini e derivati, le proteine del latte nascoste insidiosamente dappertutto, finora non mi han fatto nulla.

Ciauz

Emy ha detto...

I miei ciambelloni vengono uguali ai tuoi, per mascherare meglio e sviare l'attenzione, io alterno zucchero a velo con il nesquik...ma non so se esso contiene latte

AnnadiMarco ha detto...

Misya è un mito....fidati di lei e cerca spesso nel suo blog...te lo dice una che un ciambellone così forse non riuscirà a farlo nemmeno quando la mia bimba sarà all'università!

Anonimo ha detto...

ciao ti seguo da quando ti ho trovata su pientamamma e mi hai fatto morire dal ridere oltre che riflettere...a volte mi sento inadeguata come mamma (la mia polpetta ha quasi 3 mesi) e leggere che nn sono l'unica che a volte si sente giù è consolante e tira su il morale....
passo alla ricetta milkfree anzi con latte di soia se la tua porpi lo prende..

100 gr. cacao amaro | 250 gr. farina 00 | 200 gr. zucchero | 300 gr. latte di soia | 1 bustina lievito per dolci

Amalgamare il cacao alla farina e allo zucchero. Aggiungere il lievito setacciato.
Amalgamare il latte a poco a poco fino ad ottenere un composto liscio e morbido. Lasciar riposare per dieci minuti.
Ungere ed infarinare uno stampo da plumcake e versarvi il composto. Cuocere in forno per 40 minuti a 180°.
Prova stecchino e via, rovesciare la torta su un vassoio da portata e spolverizzare di zucchero a velo
in bocca al lupo per il docle e se lo bruci fa niente...tanto è al cacao e quindi è già scuro!!!ciaooooooooooo

Selkis ha detto...

Immagino che tu lo conosca già, ma ci sono un sacco di ricette buonissime qui
http://milkfree.splinder.com/

Io ho eliminato latte e derivati quando provai a passare alla dieta macrobiotica... poi ho rinunciato, ma alcuni dolci, come la bavarese alle fragole, preferisco farli secondo le ricette di questo sito perchè sono più leggeri e digeribili.

sara ha detto...

io faccio una torta di mele milkfree (ed era già così la ricetta originale)
INGREDIENTI:
-3 mele (dipende dalle dimensioni e da quanto la vuoi carica)
-200g di farina + 1 bustina di lievito
-150 g di zucchero
-2 uova
-succo di limone
PROCEDURA:
pulire e tagliare le mele a piacere unire il succo di limone e 1 cucchiaio di zucchero.
preparare una pastella col le uova e lo zucchero (con la frusta)
aggiungere la farina e il lievito
aggiungere al composto le mele e mescolare bene.
versare in uno stampo(silicone, apribile o altro)
infornare a 180° per 60 minuti
la preparazione è ultrarapida non viene storta,e mentre cuoce puoi fare altro (la prova stecchino è d'obbligo)

con il ♥ e le mani ha detto...

evviva l'approssimazione, l'andare a occhio e il modificare sempre e comunque le ricette! ps anche il mio forno cuoce in diagonale le ciambelle, chissà poi perchè... ciao, linda

Carolina ha detto...

Conosco un bimbo che ha iniziato da un annetto a reintrodurre latti e derivati, perché anche lui ha (o aveva!) la stessa allergia della Porpi.
Non appena tornerò a casa, potrei provare a sentire come se la sono cavata in questi 3anni...
Però magari posso sempre inventarmi qualcosa!

E poi:
- bravissima la tecnica del gratta via il bruciato e 1) glassa o 2) copri con zucchero a velo è perfetta. E usatissima anche dalle foodblogger, perché capita anche a loro di dimenticare le cose in forno.

- anche il mio forno cuoce in diagonale. Prova a girare lo stampo a metà cottura. Così si cuoce anche l'altra parte. E come si dice dalle mie parti: poggio e buca fa piano! :D

- ora guardo se nell'indice delle mie ricette ci fosse qualche ricettina milk free. Poi te la mando.

Chiara ha detto...

Ciao Wonder!
Anche io seguo Misya e giusto la scorsa domenica ho preparato questo ciambellone, con qualche modifica... te le scrivo, se vuoi provare altre versioni.
Ho usato solo due uova e 150 gr di zucchero e niente vanillina, ma la torta è venuta dolcissima ugualmente; inoltre ho sostituito l'acqua con pari quantità di tè Lipton Yellow (mi pare sia questo il nome, comunque è quello nelle bustine gialle) senza zuccherarlo e al posto delle codette ho messo la scorza di mezza arancia grattugiata.

Se lo provi, fammi sapere come è venuto :)

saluti a te e Porpi, spero di vedervi sabato a Perugia

Chiara

Speedy Mamy ha detto...

scrivo al volissimo, che purtroppo ho un mare di scartoffie che mi sommerge.. ed ho in sospeso una cosuccia per bis.. che vorrei realizzare quanto prima ;-)
allora ho una cara amica intollerante al lattosio, non alle proteine del latte.. cmq lei per sicurezza ha eliminato il latte e devitati.. ti metto il suo link, ci sono un sacco di ricette dolci e salate
:-)
http://mariesmallworld.blogspot.com




ciao
speedym

Speedy Mamy ha detto...

chiedo venia per gli orrori ortografici da felocità indotta..
:-D

Carolina ha detto...

Ti lascio qualche ricetta buona e facile. In particolare io adoro la torta... :)

- torta al succo d'arancia, olio d'oliva e pinoli

- biscotti integrali al miele e olio d'oliva

- torta al cacao, lavanda e olio d'oliva

- composta di pere e spezie

E poi i sorbetti, ma magari non è tanto stagione adesso...

Sigrid ha detto...

L'incipit del post mi ha fatto molto sorridere, in compenso mi sembra un'ottima idea postare le tue ricette dairy-free, altroche! piesse: vedo che tu sottostimi allegremente, amme questo ciambellone mi sembra decisamente decoroso :-) ps2. prossima volta che ci vediamo ti porto l'estratto di vaniglia ps3: vedi perugia e poi scappa, sembra il reparto cioccolato del supermercato, ma in grande! :-))

Wonderland ha detto...

@Selkis @Speedymami non l conoscevo grazie!

@Carolina grazie dei link!!! che belle ricette :)

@Sara, Chiara e Anonimo della ricetta grazie! mi fate venir quasi voglia di cucinare...

@Sigrid altro che vanillina, tu mi devi imporre le mani, tipo santone!!! Visto mai che inizio a cucinare come si deve.. :DDD

Waiting ha detto...

io sono in fase fissa per la cucina. Arrivo la sera a casa e cucino l'impossibile...durerà poco. Purtroppo però posso postarti solo ricette per adulti.

Dimenticava Giada ha la stessa felpina della Porpi

UnNickname ha detto...

Ciao Wonder, m'è subito venuto in mente questo qua http://www.kucinare.it/ricetta/Torta_di_mele_facilissima-2702.aspx
basta che invece della tazzina ci metti l'acqua ed è fatta. Garatito che è spettacolare!

Cristina ha detto...

Grazie per l'allegria che ci porti tutti i giorni commentando la vita di famiglia in modo così scoppiettante e divertente e complimenti per le belle foto!

Ecco a te la ricetta della crostata per intolleranti.
Spero ti piaccia.

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 20 minuti
Difficoltà: facile


Ingredienti per 8 persone:


* 100 gr farina
* 100 gr fecola di patate
* 100 gr zucchero
* 100 gr burro vegetale o margarina
* buccia di limone grattugiata



Preparazione:


Amalgamare bene il burro, ammorbidito a temperatura ambiente,con lo zucchero e quindi con i due tipi di farina.

Unire la buccia del limone grattugiata.

Stendere la pasta frolla ottenuta con il mattarello e spalmare sulla superficie la marmellata preferita.

Creare la griglia tipica delle crostate con la pasta avanzata.

Stendere la torta su una teglia foderata con carta forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per una ventina di minuti.

Mary ha detto...

Prendi le normali ricette e sostituisci il latte con quello vegetale, ad esempio di soia,riso o avena.Oppure cerca tra le ricette vegan. Ciao :-)

Patricia ha detto...

È un po' che non passo di qui, mi fai sempre ridere e sorridere. La tua ciambella ha un bel aspetto! la tua porpi è sempre un incanto! do il mio contributo in quanto foodblogger (seeeeee!!!) http://aromadicasa.blogspot.com/2010/10/pan-di-spagna.html . Non ti spaventare è semplicissimo... ma senti, il tuo minipimer ha almeno le frustine??
besos alla porpi
pat

mammagiovane ha detto...

http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=73155

Vai su questo indirizzo, ci troverai ricette senza lattosio. Devi scorrere in basso, quasi a metà pagina.
Spero possano esserti utili queste ricette!

Un abbraccio a te e alla piccola

Soribel ha detto...

quindi la tua porpi è intollerante al lattosio??
anche una cugina del mio fidanzato lo è..quando preparo i dolci per lei uso:
la margarina,
o il latte di soia,
e quando voglio usare il cioccolato uso quello di marca cuore nero che non ha nessunissima traccia di latte, si trova facilmente al super mercato!!
prova!non te ne pentirai!!!^_^
a presto!!

Antonsesfemmina ha detto...

Allora, punto 1) Sono seduta in salotto, con mia madre e mio fratello. Quando sono arrivata a "sholo un pesshètto" mi hanno chiesto che ci facessi a mugolare "amoooooooooooore..." davanti all'iPhone.
Punto 2) Il crossover fra due delle mie blogger preferite forse è troppo per i miei poveri nervi: Santoddìo, vi conoscete pure! Ommadonnissima! :D

Punto 3) Purtroppo non ho sottomano ricette dairy-free, ma così al volo mi viene in mente qualche variazione per il ciambellone all'acqua... in alternativa all'essenza di vaniglia (Sigrid, fai quest'opera di bene, teprego, le si apre un mondo!), ci vedrei bene un po' d'acqua di fiori d'arancio o di acqua di rose (quest'ultima è una cosa me-ra-vi-glio-sa, delicatissima, ma dà un sapore delizioso ai dolci...), eventualmente da sostituire a parte dell'acqua che andrebbe nell'impasto. Oppure della semplicissima scorza d'arancia grattata, che metterei dappertutto :P
Un bacino alla Porpi curiosa!

M di MS ha detto...

Ciao Wonder!
Allora devi conoscere il blog di questa mia amica: http://mimangiolallergia.wordpress.com/

Anonimo ha detto...

cara Wonder prova questa crostata all'olio d'oliva. e' favolosa. se mi ricordo bene viene da qui http://ricettevagabonde.blogspot.com/

300 gr farina
100 gr zucchero
100 ml olio di oliva extra vergine
1 uovo + 1 tuorlo
2-3 cucchiai di acqua fredda
un pizzico di sale
scorza di limone grattuggiata
una puntina di bicarbonato

Lavorare velocemente gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo (io butto tutto nel mixer evvaiiii in tre minuti e pronta). Avvolgere la pallotta in pellicola e lasciar riposare in frigo per mezzora (dopo la mazzata al mixer serve una tregua...).
poi stendi la pasta (tenendone un po' da parte per la parte superiore) e ci stendi la marmellata che piu' piace alla porpi. poi ci fai sopra la griglia tipo crostata classica o ci fai delle figurine (quel che ti pare a te o alla porpi).

30-35 minuti a 175gradi

fammi sapere se vi e' piaciuta.
anna

la Simo ha detto...

sai cosa? io sono celiaca e intollerante al lattosio e utilizzo il latte senza lattosio, che si utilizza da latte, quindi prendo ricette e ci cambio i miei ingredienti proibiti ottenendoo degli ottimi risultati :)

Cris ha detto...

delizioso questo post, mi piacciono le novità!
e poi la torta non è niente male (e si ho visto anche l'altra metà su twitter) :D
Hai già provato a sostituire il latte con quello di riso o di soia??
da bere non sono il massimo, ma nelle preparazioni non si sente nulla.

Beta ha detto...

Ne so qualcosa.... la Torta Sprint che ho postato qualche mese fa, va alla grande in questi casi (l'ultima volta l'ho preparata per il compleanno del figlio di un'amica che è allergico al latte...) proprio perchè sono concesse grandi varianti...
ecco il link: http://bimbumbeta.blogspot.com/2010/05/torta-sprint-ovvero-velocissima-da-fare.html

Se la provi, sappiami dire... ciao...

Anonimo ha detto...

che dire...ho un bimbo di 15 mesi allergico a: latte, uova, grano. Any advice? (think twice)

luby ha detto...

è più semplice dirti così:
sulle ricette con il latte...sostituisci con latte di soia,di riso,di mandorle ed il gioco è fatto.
mia sorella è intollerante al lattosio il ciobar se lo fà con il latte di soia!
oppure puoi usare anche dei succhi di frutta al posto del latte!
ti serve la panna da cucina? usa quella vegetale o di riso.
ti serve la panna da montare?
esiste nei negozi bio(esempio:natura si)la "soiatoo".
poi fai un giretto su "veganblog",essendo vegani non utilizzano latte,sono dei maghi in cucina!
avrai l'imbarazzo della scelta.
un abbaraccio

ps.anche nel mio blog gl'ingredienti li scrivo su un "loc notes"! ^_^

MammaMoglieDonna ha detto...

Bravissima!
Sembra un fiorellino, lo è?
Anche io sono un mezzo distrastro in cucina, ma quando si tratta del piccoletto, mi impegno al massimo e qualcosa di decente lo porto a casa!
L'importante è che piaccia a lei, no? Poi se non è perfetto che importa!

Barba... ha detto...

Ciao! Povera Porpi :( ti capisco, io sono diventata allergica ad una proteina del latte a 23 anni e da 7 anni non posso più toccare latte e derivati (prima mangiavo quintali di formaggi e neanche ingrassavo...che pacchia) e da allora ho anche scoperto che le proteine del latte sono un pò ovunque e mangiare fuori è un'impresa (sarà il contrappasso :P ). Non sono sta maga dei fornelli ma ogni tanto pubblico sul mio blog ricette senza latte, sono quelle che chiamo "democratiche" perchè non mi escludono (cerco anche soluzioni vegetariane e senza glutine) e sono buone per tutti. Non sono molte ma ci sto lavorando ;) se ti va ogni tanto fatti un giro, magari trovi qualcosa che ti piace. sto cercando di trovare un'idea per la lasagna democratica ma è difficile...qualche idea?. Questo è uno dei post da tenere nel cassetto, con tutte queste ricette la mia tavola sarà davvero "democratica" :)
Non so la tua cucciola che livello di allergia ha ma io ho notato che i dolci cotti al forno non mi creano troppi problemi, anche se c'è il latte (credo che la proteina che mi da fastidio sia termolabile), ma le creme ecc mi ammazzano. sono andata all'IDI a roma a fare i test e sono stati eccezionali, pensa in un altro ospedale non capivano proprio da cosa dipendesse la mia allergia.

serenamanontroppo ha detto...

Io non ho ricette da darti, perchè nonostante non combini guai in cucina e nonostante compia notevoli sforzi, non ho grande feeling coi fornelli (probabilmente è anche una questione di pigrizia!).
Commento il post solo per dirti che alla fine non si può riuscire bene in tutto e quindi non è la fine del mondo se non sei una cuoca provetta.
Besitos!

Paola ha detto...

Il ciambellone più soffice del mondo non è della Moroni che l'ha scopiazzato senza rivelarne la fonte ma è suo: http://www.diariodiunapassione.it/.
Io lo faccio moooolto spesso e lo porto al lavoro, dura anche più giorni. Asp che ti suggerisco qualcosa milkfree per la Porpy:))Paola

Anonimo ha detto...

Fantastica! Sei anche tu nella "fase cucino torte per mia figlia e con mia figlia" Aveva quell'età la mia, quando mi perdevo volentieri negli impasti. Poi, per fortuna o sfortuna, passa!

Anonimo ha detto...

Ciao Wonder, aspettavo questo post da un sacco di tempo...Ho una bimba di 13 mesi allergica alle proteine del latte e avere nuove ricette milk free è diventato praticamente il mio secondo lavoro! Ti segnalo un libricino molto interessante scritto tra gli altri dal prof. NOVEMBRE, allergologo del Meyer bravissimo. Si intitola "Il nuovo menù del bambino allergico" Ed. Le Lettere. Baci alla Porpi.

Daniela ha detto...

Copio!!!

Anche la mia (18 mesi) ha una leggera intolleranza, ma molto lieve, se uso latticini dorme poco, si sveglia spesso, è agitata e digerisce male. Ma ho notato che mi basta eliminarli nel pomeriggio sera, le dò ancora latte (poco) al mattino (due dita con biscotti o uno yogurt) e a pranzo non faccio caso a cosa c'è. POi però a merenda e cena niente di niente, e a lei basta così e siamo tornati a dormire!

Ottimo il ciambellone per merenda, non ho lo stampo, ma se lo provo oggi in una teglia piccola?

Elenilla ha detto...

Ciao Wonder, mai pensato di comprare il famigerato BIMBY?? Io lo ho da un anno esatto e con un bimbo di poco più di un anno (e un altro in arrivo) l'ho trovato davvero comodo!! Fa tutto lui mentre tu ti occupi del pupo e i risultati sono...eccezionali!!!

Ricetta CIAMBELLA AL LIMONE
Ingr. 300g latte di riso, 150g. di farina00, 150g di farina di riso, 150g di zucchero integrale, 50g di olio d'oliva, buccia e succo di un limone, 1 bustina di lievito x dolci, vanillina, granella di zucchero

Polverizzare lo zucchero con la buccia del limone (con il mixer o un frullatore).
Aggiungere il latte di riso e l'olio: mescolare . Unire gli altri ingr. (tranne il lievito) e continuare a mescolare bene.
Per ultimo versare il lievito e lavorare per qualche secondo (10/20secondi, il lievito negli impasti va sempre messo per ultimo e non va mai lavorato troppo!!).
Versare in uno stampo x ciambella unto con olio, cospargere con la granella di zucchero e cuocere in forno a 180° per una mezz'ora circa (fai comunque la prova dello stuzzicadente).
Lasciare raffreddare completamente prima di servire.

sybin ha detto...

Oh, tu dici che fai inorridire i foodlovers all'ascolto...e io dico che una cosa cosi chic come le codine di cioccolata non l'avevo mai sentita!

Troppo bella la foto della Porpi con i ditini zuccherosi! Forse ho una ricetta per lei: le piacciono le banane? Et voila':

TORTA ALLE BANANE

3 Banane molto mature (quelle disgustosamente quasi nere. Non le toccheresti neanche con la canna da pesca, ma sono ancora buone e si schiacciano che e' una bellezza)

270 gr di farina autolievitante (una cosa super chimica che si trova in Inghilterra e che io aborro, ma per queste cose si e' sempre rivelata utile. Ovviamente, un cucchiaino di lievito in polvere e la nostra gloriosa farina tipo 00 vanno benissimo)

100 gr di burro (AH! Mi direte voi: il burro NOOO! E allora che si fa? Al posto del burro ci si mette la polpa di una mela, di equivalente misura! Mele e pere sono degli ottimi sostitutivi del burro in moltissime ricette dolci, l'ho imparato da un'Australiana fissata con la linea)

170 gr di zucchero

2 uova (oddio...sulle uova ho un dubbio...ho chiesto a Google, come fosse un oracolo, e non mi pare contengano le proteine del latte...ecco che arriva la figuraccia)

1 punta di cucchiaino di cannella in polvere, se piace.

Il procedimento e' semplice: schiaccia le banane da una parte, mescola tutti gli altri ingredienti insieme dall'altra (la polpa di mela con lo zucchero, poi le uova, e infine la farina setacciata col lievito) e infine unisci i due simpatici composti gialli insieme. E' concesso l'uso del minipimer, ma le gioie del cucchiaio di legno dove le mettiamo?

Inforna a 180 gradi in forno ventilato per 40 minuti.
Dentro rimane molto morbida, e il sapore di banana batte qualsiasi aroma artificiale! Va da se che ci si possono anche fare le cupcakes con la glassa sopra.

Tempo di permanenza della torta: una serata. Non nel senso che non si mantiene, ma nel senso che ti distrai venti secondi ed e' sparita.

sybin ha detto...

Oh, tu dici che fai inorridire i foodlovers all'ascolto...e io dico che una cosa cosi chic come le codine di cioccolata non l'avevo mai sentita!

Troppo bella la foto della Porpi con i ditini zuccherosi! Forse ho una ricetta per lei: le piacciono le banane? Et voila':

TORTA ALLE BANANE

3 Banane molto mature (quelle disgustosamente quasi nere. Non le toccheresti neanche con la canna da pesca, ma sono ancora buone e si schiacciano che e' una bellezza)

270 gr di farina autolievitante (una cosa super chimica che si trova in Inghilterra e che io aborro, ma per queste cose si e' sempre rivelata utile. Ovviamente, un cucchiaino di lievito in polvere e la nostra gloriosa farina tipo 00 vanno benissimo)

100 gr di burro (AH! Mi direte voi: il burro NOOO! E allora che si fa? Al posto del burro ci si mette la polpa di una mela, di equivalente misura! Mele e pere sono degli ottimi sostitutivi del burro in moltissime ricette dolci, l'ho imparato da un'Australiana fissata con la linea)

170 gr di zucchero

2 uova (oddio...sulle uova ho un dubbio...ho chiesto a Google, come fosse un oracolo, e non mi pare contengano le proteine del latte...ecco che arriva la figuraccia)

1 punta di cucchiaino di cannella in polvere, se piace.

Il procedimento e' semplice: schiaccia le banane da una parte, mescola tutti gli altri ingredienti insieme dall'altra (la polpa di mela con lo zucchero, poi le uova, e infine la farina setacciata col lievito) e infine unisci i due simpatici composti gialli insieme. E' concesso l'uso del minipimer, ma le gioie del cucchiaio di legno dove le mettiamo?

Inforna a 180 gradi in forno ventilato per 40 minuti.
Dentro rimane molto morbida, e il sapore di banana batte qualsiasi aroma artificiale! Va da se che ci si possono anche fare le cupcakes con la glassa sopra.

Tempo di permanenza della torta: una serata. Non nel senso che non si mantiene, ma nel senso che ti distrai venti secondi ed e' sparita.

sybin ha detto...

Ahem...mi sa che ti ritrovi il mio commento+ricetta due volte perche' il form sta facendo le bizze...se non dovessi averlo ricevuto fammi sapere e te lo mando via mail!

Anonimo ha detto...

Non ho avuto tempo di leggere i commenti .. guindi forse te lo hanno gia` segnalato. Qui c'e` una raccolta che fa al caso tuo.

http://www.buonieveloci.com/p/le-raccolte.html

Ciao,
Nadia

Anonimo ha detto...

Il mio compagno ha passato tutte le allergie possibili: latte, uova, lieviti, muffe(?????), crostacei, legumi, frutta secca...quando torna a casa dalla visita allergologica, scopriamo le novità dell'anno, e cosa mi devo inventare in cucina per non far di un piatto una tristezza cosmica. Quando era periodo "proteine del latte", andavo spesso qui: http://dairyfreecooking.about.com/od/cakes/Cakes.htm
ma poi ho imparato che basta sostituire gli ingredienti proibiti con quelli concessi (ad es, latte di mandorla, di soia...ho scoperto che anche le uova si possono sostituire, pensa te...). Io odiavo cucinare, alla fine me lo son fatto piacere! Lili

francy ha detto...

Ciao!Vi consiglio (sia per la piccola Porpi che per i bimbi intolleranti delle mamme che hanno scritto) la TORTA DI CAROTE di Cotto e Mangiato: è facilissima da fare, resta morbida morbida e dovrebbe piacere ai bambini!!

ecco la ricetta:
440 g carote, 300 g di farina, 330 g zucchero, 3 uova, 1 bicchiere di olio di semi, 1 bustina di lievito, sale, marmellata (facoltativa)
Preparazione: Sbucciate le carote, grattugiatele e frullatele nel mixer. Lavorate le uova con lo zucchero, aggiungete un bicchiere scarso di olio, sale, la farina e il lievito. Amalgamate bene il tutto poi incorporate le carote. Versate il composto in una teglia foderata di carta forno e cuocete la torta in forno già caldo a 180° per circa 25' o comunque fino a cottura. Spennellatela poi con della marmellata, decoratela con della codette colorata, oppure potete spolverizzarla con zucchero a velo.

Ciao, buona serata!

Anonimo ha detto...

Complimenti alla scrittrice. Un elogio apostrofato ed "esce fuori"...

Maddalena ha detto...

io dico solo che ho provato la torta di Sybin in versione live action - ovvero appena sfornata dalla sopracitata che ha davvero le manine d'oro per la cucina, invidia! - ed è stato un momento catartico :D

E ha ragione, se lei si fosse distratta un attimo, dopo dieci minuti avrebbe trovato solo le briciole...troppo troppo buona :)

Wonderland ha detto...

Anonimo ooooocacchiooo grazie di avermelo fatto notare! è che non ho mai il tempo di rileggere i post che scrivo e ogni tanto mi scappa qualche strafalcione :)

Grazie davvero a TUTTE di questi suggerimenti e ricette ve ne sono davvero grata! Tanti li ho segnati o bookmarkati e appena posso voglio provarli tutti!!! Anche Porpi ringrazia :)

Anonimo ha detto...

Io una volta ho fatto u na crostata di frutta senza lattosio.
ho usato questa ricetta (http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=77027&highlight=lattosio) per la crema e per il pan di spagna margarina 100% vegetale invece del burro.
vento

Mamma in pentola ha detto...

Probabilmente sarai super informata sull'argomento, ma nel dubbio te lo dico ugualmente, tra i derivati del latte ci sono degli alimenti che puoi dare alla tua Porpi (senti comunque la tua pediatra), tra cui lo yogurt, dove le proteine del latte, sono praticamente già "digerite". Nel web ci sono molte info al riguardo, io ho trovato questo testo in http://www.tantasalute.it/articolo/intolleranza-al-lattosio-no-allesclusione-di-tutti-i-formaggi-e-dello-yogurt/1754/
"Atteso che il latte è un alimento importante della dieta, sarebbe inutile ed in un certo modo persino controproducente eliminare in maniera indiscriminata tutti i derivati del latte, ad esempio, anche gli intolleranti al lattosio, indipendentemente dalla loro soglia in grado di scatenare una crisi, potranno continuare ad assumere lo yogurt senza problema alcuno, così come, esiste un lungo elenco di formaggi, per lo più stagionati, dove la presenza del lattosio in se e per sé e quasi del tutto se non addirittura completamente assente; nessun segreto, dunque se, pecorino, parmigiano, provolone, grana e altri formaggi stagionati hanno già subito, per opera della stagionatura quanto in natura farebbe nell’organismo l’enzima lattasi."
Oltretutto lo yogurt è un buon sostituto del latte anche per fare i dolci.
Saluti e in bocca al lupo anche per il libro!
Caludia

Anonimo ha detto...

Non so, magari ce l'hai di già, ma una torta facilissima da fare perfetta per celiaci è la torta cioccolatina.

200gr cioccolato fondente
100gr burro
4uova
100gr zucchero

Metti nel pentolino il cioccolato fondente con il burro fino a quando si scioglie poi aggiungi lo zucchero e le uova. Amalgama tutto e inforni per 40 minuti a 180°.
Da leccarsi le dita :D

Mina

Discorrendo ha detto...

Oddio. Non ho figli. Non ho ancora pensato di averne, causa mancanza materia prima e sono capitata qui per caso. Ah, dimenticavo, sono una psicologa, ed ho trovato il blog entusiasmante. Non so se questo sia un bene o un male, per te intendo, ma complimentissimi. E anche, che paura! Un abbraccio a tutte le mamme!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Chiara!
Innanzitutto ti rinnovo i complimenti!
Non so se ti ricordi di me, sono Daniela di Roma, avevo fatto le corse per comprare il tuo libro ed avevo anche sbagliato giorno...sono andata in libreria un giorno prima che uscisse! Volevo dirti che il mese scorso mi è pure arrivata una bella multa di 49 euro perchè mi sono fermata 2 minuti dico 2 in seconda fila per andare in libreria...sto libro mi è costato circa 65 euro in pratica ahahahah però ne è valsa la pena! ahahha
Volevo dirti che il ciambellone all'acqua che hai preparato è una ricetta molto famosa su internet, e per la precisione è di Adelaide Melles.
Se trovo altre ricette che possano fare al caso tuo ti scrivo!
Daniela

Cristina ha detto...

Ciao,
potresti provare questa ricetta http://panperfocaccia-grianne.blogspot.com/2010/03/lo-strudel-di-mele-per-la-festa-del.html
Il pane puoi tostarlo in padella senza usare il burro, mentre la quota di burro che serve per far aderire il pane alla pasta puoi sostituirla con dell'olio di semi.
Infine spennelli lo strudel con un tuorlo sbattuto. Che dici, può funzionare?
Buona serata
Cristina

Cristina ha detto...

Dimenticavo, il liquore puoi farlo bollire per far evaporare l'alcol, se no avrai una bimba un po' barcollante!

Anonimo ha detto...

Oggi pomeriggio ho provato il tuo ciambellone. Ci ho aggiunto delle gocce di cioccolato e anche un paio di cucchiai di cacao amaro...peccato che ho sbagliato a mettere la griglia in forno ed è venuto un po' obliquo, pero' al primo assaggio è davvero morbidissimo!!

La Robi

Rebecca ha detto...

ciao! una mia amica mi ha parlato del tuo blog ed è tutta la sera che leggo e sorrido dei tuoi post!:)
adesso scopro anche che la tua bimba soffre di intolleranza al latte! capisco cosa significa in prima persona! ho un blog di ricette senza latte! se ti va facci un salto!
nontolleroillattosio.blogspot.com
baci!

Blog Widget by LinkWithin