il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 27 ottobre 2010

Olga: il ritorno

Olga è tornata.
No, non in pianta stabile, ma ad aiutarmi per tre giorni mentre Sheryl è in malattia proprio quando ho le scadenze (Murphy, sei un genio, ma se la tua legge la tenevi per te ti saresti risparmiato tanti di quegli accidenti che manco lo sai).
E' arrivata con la solita tutina da Lego a grandezza naturale, i capelli un po' più lunghi dell'ultima volta, le guancione rubiconde e la prima cosa che ha fatto, dopo i saluti di rito, è stata alzare il sopracciglio
Ha esordito così, squadrando la Porpi con attenzione per poi esclamare:

"Ma lei come rastaman!"
Aaaah. Haha. Ha.A.
"Scusa Olga, in che senso rastaman?"
"Come rasta i capelli."
"Eh, hai visto: mò ce li ha, è capellata! Sei contenta?"
"Ma tu mai taliato?"
"Hmmm. Ancora no."
"E vedi lei qua dietro che ha rastaman" diceva dando dei colpetti al ciuffo dietro la testa della Porpi che, effettivamente, è composto da riccioli stretti, conici e lanuginosi che ricordano vagamente i dreadlock.
"Sì Olga, in settimana li andiamo a tagliare..."
"Però tu sa che se talia, boccolo va via."
"Hmm. E tu che suggerisci?"
"Non so. Bel problema eh!"
-.-

In seguito, aveva un appunto riguardo all'alimentazione della Polpetta:
"Ma...posso dire una cosa?"
"Dimmi Olga."
"Ma tu dà pizza a bambina?"
"Sì, certo."
"Tu sta atenta perché io sentito un volta... bè, forse solo smancerie."
"Smancerie?"
"Sì come dire voi, sciochezze. Smancerie."
"Cosa hai sentito?"
"Che a volte in pizza fresca c'è verme."
"Questa mi mancava. E perché c'è il verme?"
"Perché a volte vermi stano in farina. E farina in pizza. E verme in pizza."
"Non fa una piega, però Olga... non credo ci sia un verme in questa pizza, davvero. L'ho mangiata anche io."
"Ma infatti magari no, io però dire a te così sta atenta."
"Al verme della pizza. Okkei. Grazie Olga."

Infine, anche gli orari non erano esenti da velatissime critiche.
"Ma perché lei oggi tornata prima da asilo?"
"Non è tornata prima: esce alle 12.30"
"Aah. Odio, me spiace."
"Cosa ti dispiace, Olga?"
"No niente, solo che... io pensa che lei deve uscire a sei come tuti altri bambini."
"Ma anche gli altri bambini escono a quell'ora. E' uno spazio baby del comune, funziona così."
"Ah. E tu perché no manda asilo vero?"
"Perché non ho bisogno di lasciarla tutto il giorno. E poi costa tre volte tanto..."
"Ma tu guadagna, come se dice, in salute!"
"E perché?"
"Tu era esaurita quando io venuta prima volta, tu ricorda?"
"E che non me lo ricordo..."
"Ecco. Tu un po' esaurita anche adesso."

Morale: non importa quanto ti sbatti per trovare un equilibrio, c'è sempre una Olga pronta a ricordarti che in fondo in fondo 'GNAA FAI.

Condividi

37 commenti:

Lady Elena ha detto...

Grande, mitica Olga! mi mancava! e tu sei fortissima!

Silvia ha detto...

Mi stavo giusto chiedendo dove fosse finita Olga e soprattutto se avessi mai tagliato i capelli a Viola, stupendi e boccolosi, ma io anche se a malincuore ho già dovuto tagliare 3 volte i capelli alla mia cucciola di 20 mesi, così si fortificano. Baci!

Micky ha detto...

Che dire...geniali tutti e tre..tu Olga e la Porpi!! Un figlio non ancora ce l'ho e non sai quanto mi spaventi l'idea per gli eventuali problemi con lavoro/marito/mestessa però leggendo te penso e spero che potrei sopravvivere magari ridendoci anche un po' su...
(spero..forse..)
:)
sei grande!

elavantin ha detto...

Olga è mitica, ma raccontata è meglio. Mi sa che minerebbe la mia pace interiore, a dover controbattere alle sue obiezioni. Nooooo i boccoli nooooo!!! Io non ho avuto ancora il coraggio di tagliarli al mio (che è maschio)...

Chiarachiarrù ha detto...

Cara Wonder,
le tue descrizioni delle imprese di Olga sono a dir poco esilaranti! Sono qua in ufficio che leggo il tuo post e me la rido da sola, la mia collega penserà che sono impazzita! Complimenti per il tuo blog e per il tuo libro, li trovo semplicemente fantastici e li sto consigliando a tutte le mie amiche. Ciao!

MammaMoglieDonna ha detto...

Fantastica! Lei che non è cambiata affatto e tutte le Olghe grilli parlanti che stanno lì ingenuamente a dimostrarti che anche se pensi di esserci quasi riuscita, sei in un tunnel dal quale non uscirai mai!!!
ESAURITA e MAMMA per me sono sinonimi, per voi, no?

galadriel74 ha detto...

Olga è troooppo forte...
però il maritino il verme nella pizza ce l'ha trovato davvero :P
solo che era nell'insalatina che c'era sopra non nell'impasto :)
i boccoli nooooo anche a mia sorella una volta tagliati non sono più ricresciuti...uffa
ele

UnNickname ha detto...

Ahahahah, oddio, mi pare di sentirla, ti giuro!
Thumb up per Olga!! :D

paola ha detto...

tutti hanno una olga! la mia olga(il nome è diverso ma è anche lei ucraina) sostiene con con fermezza che mia figlia non dovrà andare al nido, mi invita a non lasciarla troppo tra le braccia delle amiche, ed esprime volentieri le sue idee (molto precise) riguardo un nostro possibile cambio di casa...

LTfgg ha detto...

Ahahah voglio un'Olga anch'io! E' meravigliosa!!!

Diana (Apple pie, love for details) ha detto...

ahahahahahaha...voglio il suo numero!
Siete un trio perfetto!
...e...ma che davvero i boccoli se tagliati non crescono più?
La mia cucciola di 2 anni e mezzo ha certi capelli lunghi e boccolosi e pensavo di accorciarli, ma se è così...mmmmmmm.... ^_^'
L'ultima osservazione è meravigliosa..e tristemente vera! ^_-

Amira ha detto...

Che spasso Olga!!!!! Vetriolo!!!!

CosmicMummy ha detto...

sui vermi, possono essere dappertutto, non solo nella pizza. noi abbiamo avuto un'invasione di farfalline l'anno scorso e sono sicura che abbiamo mangiato larve nella pasta/cereali/legumi in quantità senza accorgercene. ovviamente se non ci fosse stata la mia 'olga' (ucraina anche lei) a pulire dentro tutti i mobili non ce ne saremmo mai liberati.

Giulia ha detto...

Haha, mi ha fatto morire dal ridere questo post!!!

Anonimo ha detto...

Alla mia nipotina Anita,due anni il mese prossimo e anche lei bionda e boccolosa come la tua, hanno tagliato i capelli (anche lei con lanugine sulla nuca!) ed è rimasta boccolosa. Invece mia figlia, da piccola bionda e boccolosa, al primo taglio....zac e via i ricci!!!
Bah!...dipenderà dal capello!
nonnaelena

Mary ha detto...

Nooooo, non tagliare i boccoli!! NOn fare la cazzata che io ho fatto per ben due volte (primo e secondo figlio) che poi non tornano i riccetti!!!

erounabravamamma ha detto...

sì ma 'sta olga, oh! non mi far dire cose volgari. il tuo post mi fa venire in mente che prima o poi devo raccontare le avventure della mia ragazza alla pari...

sybin ha detto...

Hail, Olga!

Quanto ce sei mancata!

^__^

R ha detto...

Ma questa Olga è un mito! Scherzi a parte, è proprio vero che i momenti di crisi passano passano.... ma poi a volte tornano... è che magari noi nel frattempo c'abbiamo guadagnato in equilibrio, conoscenza di noi, pazienza, pazienza, pazienza, pazienza.. e quindi le gestiamo meglio!

manuela ha detto...

ma tu Olga l'hai vista in forma??? lei non è mai esaurita???

sorelluce ha detto...

la amo, davvero! c'avessi io un'olga tutta per me!!

Ondaluna ha detto...

MAI, MAI, MAI TAGLIERO' I CAPELLI ALLA MIA BRIOSCINA, ci ha messo tanto a farli crescereeee!
Ok, ora dico così perché stanno appena allungando, forse un giorno...
Ma mi sento male al pensiero!!!!!

Parvula Scrivens ha detto...

Olga mi ricorda tanto la mia vicina e le sue teorie strampalate! :-) Però se non ci fosse bisognerebbe inventarla!
Tu sei fortissima, sai dipingere le persone con ironia e realismo! Brava!

Elena ha detto...

Ahaha grande Olga!!
Cmq anche io non glieli voglio taglaire i boccoli...ma mi sa che mi tocca!!
(Ah la tua nana da dietro assomiglia molto alla mia...la mia nana ha solo i boccolini un po' più scuri!!)

Chiara ha detto...

1. Olga è un mito, lasciala parlare...
2. Discorso capelli: no al taglio!! Io ho dovuto spuntarli un po' alla mia nana quest'estate e lo conservo ancora (fanatica feticista!!)
3. Ho fatto una buona azione oggi: ho regalato il tuo libro alla mia amica che ha appena partorito, ne sono molto fiera e so che l'aiuterà! Grazie WonderChiara

Strilly ha detto...

Ma Olga sa di essere uno dei personaggi top del tuo libro?

alice ha detto...

olga è mitica, ci mancava. davvero.
io ho tagliato i capelli a yui proprio l'altro giorno, prima li aveva lunghi e sapevo di doverlo fare ma... poi mi sono sentita malissimo, come se li avessero tagliati a me. i riccioli di viola, poi, sono adorabili (yui ha gli spaghetti di soia invece...)

Giulia1981 ha detto...

ahahahahahahah !!!! quando scrivi di Olga mi fai sempre morir dal ridere, a volte penso che mi piacerebbe incontrarla, non fosse per le distanze mi trasferirei a Roma solo per avere come aiuto lei in persona! è un mito! e tu sei molto brava a rendere l'idea del suo modo di agire e comportarsi!

Rebecca ha detto...

Come si fa a "riscaldersi" l'animo inuna mattina così gelida??? Leggendo questo post :-) Bellissimo e Olga vorrei proprio vederla dal vivo!!!

Alem ha detto...

Pensa che le mie amiche mi chiamano Olga perchè sono TETESCA con la nana :)
Ora dovrò far leggere questo post...
Dai.. non sono come la TUA Olga!!!
Sei un mito!!!

S ha detto...

ah olga, quanto mi mancava!

comunque... non vorrei essere rude ma... pare che dipendi più tu dalla presenza di tua figlia che il contrario.

portala all'asilo vero, tutto il giorno. entrambe ne guadagnerete in indipendenza. e Viola imparerà a socializzare un po' di più, ché i bambini a quell'età se non escono di casa è finita, si attaccano morbosamente alla madre
(e poi olga ha ragione: anche tu ne guadagneresti in salute e tempo libero)

mi permetto di darti questo consiglio solo perché ho esperienza diretta nell'insegnamento alla scuola dell'infanzia. credimi. è un male che genitori e figli siano dipendenti gli uni dagli altri.

MammaMaggie ha detto...

gesù, sembra mia mamma.

Anonimo ha detto...

Che forza sta olga!

Didi ha detto...

Ciao Chiara,
questa volta non scrivo per commentare i tuoi sempre carinissimi post o il tuo libro ma per chiederti di condividere la storia di paolo, un bambino di 12 anni, che a causa di un errore medico alla nascita, è diventato disabile.
Il suo nome è Paolo Turchi, lo trovi su facebook o sul mio Blog.
Ti ringrazio moltissimo.

Anonimo ha detto...

beata te che hai una Olga... Io corro tra vicine di casa, doposcuola e suocera che "oggi nun te lapozzo tené pechè c'ho dà lavà..."

SuSter ha detto...

Mh... ne so qualcosa! Credo che esista una variante di Olga per ogni neomamma in crisi... io ho Lia, l'incubo del piano terra, la mia solerte vicina eritrea che passa le giornate a controllare il traffico sotto la sua finestra, e poichè io ci devo passare davanti per uscire di casa e rientrare, non mi è possibile evitarla. è incredibile come ce la metta tutta per minare la mia fragilissima fiducia nelle mie capagità di madre...e per scassarmi la balle!

zauberei ha detto...

Cara tu sei un animo gentile.
Io alla Olga qui l'avrei trifolata in padella- e ti esorto a farlo al più presto, pe na questione de principio eh:)

Blog Widget by LinkWithin