il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 8 novembre 2010

C'era una volta


"Mi yacconti una favola?"
"Ok, una favola. Sì, vediamo. Allora: c'era una volta un leone..."
"'eone piccolo."
"Sì, un leone piccolo: un leoncino. Questo leoncino viveva nella giungla e si chiamava Simba."
"No."
"No?"

"No'sshi kiamaba Simba. Si kiamaba Abbètto."
"Si chiamava Alberto. Questo leoncino viveva nella giungla con la mamma e il papà e molti amici, tra cui anche una serie di pennuti e facoceri che avevano senz'altro un pessimo sapore dato che non se li magnavano mai..."
"E come si kiamaba la mamma?"
"La mamma... aehm, al momento non ricordo. La chiameremo Sara."
"E y'ppapà?"
"Mufasa."
"Ah."
"Un bel giorno andarono a fare un giro e incontrarono delle iene molto cattive."
"No, non shono cappìve. Shono bone bone."
"Ok. Incontrarono delle iene buone, e iniziarono a giocare con loro. A un certo punto arrivò un elefante..."
"No."
"No, cosa?"
"No ayiba unelefante. Ayiba Vinnipù."
"Amore, ma Winnie Pooh è un'altra storia, non ci sono orsi gialli nella giungla."
"Sì, si sono."
"Allora, Porpi: famo a capisse. La favola te la racconto io e decido io cosa succede e come va a finire, ok?"
"Sì."
"E quindi arriva questo elefante che voleva bere nel lago."
"No, y'atta votta no è y'llago."
"L'altra volta era il fiume?"
"No."
"La pozza? Il bacino idrico? Lo specchio d'acqua."
"No. No. No."
"Vabbè: beveva al fiume."
"Noooo! Lo vojo come l'atta votta!"
"Ma non me lo ricordo!"
"No è y'llagoooooo....buaaaah-ah-ah."
"La pozzanghera? Il pozzo? Lo stagno?"
"NoooooooooOOOOOOOuuuuuuuuuuAAAAAAAAaaaaaaAAAARGH..." (ad libitum)
"Il mare? Un bicchiere? La tazza?"

Due anni e due mesi.
Iniziano a commentare la favola, fare domande, chiedere dettagli, cambiare nomi, inserire personaggi abusivi ma, sopra ogni cosa, iniziano a ricordare il modo esatto in cui l'hai raccontata la sera prima.

(e sono cazzi)

Condividi

53 commenti:

vanessa ha detto...

ahahahahaha!! io sono 2 anni e mezzo che racconto la storia di Nemo TUTTE le sere, vado in automatico....ormai riesco anche a pensare ad altro mentre la racconto!

lasciamisognare ha detto...

eh eh.. abituati. il mio se dimentico una parola o anche solo una virgola mi puntualizza che non è così la favola... e va in tilt. o meglio ci vado io...
ma la cosa che più ci mette in crisi è:
a me "raccontami la tal favola, però come me la racconta il babbo" o viceversa al babbo "ma io la volevo come la racconta la mamma..."
-.-

Federica Tomietto ha detto...

motivo per cui esistono fantastiche audio cassette he sto convertendo il cd-rom... se vuoi ti posso passare gli mp3... sai dove trovarmi! dederyca

Anonimo ha detto...

sei fantastica e la Porpi è adorabile...

Chiara

luby ha detto...

quando hai scritto "famo a capisse" mi sono piegata in due!!!!!
io lo dico proprio quando mi esaurisco!!!!!
ah ah ah!!!!

ele ha detto...

il bacino idrico è troppo forte!!!
la laguna? la palude?
ma la porpi ha ragione: è come se tu stessi vedendo un film con Johnny Depp e improvvisamente te lo sostituiscono con Alvaro Vitali!

Anonimo ha detto...

ihihih anche il mio, 2 anni e mezzo, vuole sempre le stesse cose, gli stessi dettagli e le stesse canzoooooooni e io devo essere come un jubox che le sa tutte... così ha imparato che quando mi chiede qualcosa che non so, io mi riservo di trovare "IL FOGLIO" (=la stampata da internet del testo) e mi concede, magnanimo, 1 giorno di tempo. Alla nuova richiesta, io devo prontamente estrarre IL FOGLIO, altrimenti son cazzi! XD
Titti1

Antonella ha detto...

Ma un bel libro no? Così hai suggeritore automatico ;)
Mitica Porpi ^_^

Babuska ha detto...

Preparati, perchè a quattro invece si passa alla drammatizzazione. Ti fanno tutta la sceneggiatura e tu devi interpretarla, senza modifiche di sorta. E generalmente devi interpretare tutti i personaggi, mentre il regista in questione ha solo un cameo, tipo "il gatto perso nel bosco", o "la bambina che dorme", mentre intorno succede il delirio...
ps ho riso un sacco!!!

bismama 2.0 ha detto...

Io ho fatto un abbonamento alle fiabe Disney. E' una fase che abbiamo attraversato pure noi....se gli leggi le storie con le immagini risolvi. Fidati

Francesca ha detto...

Oh nooo!!sembri il papà della canzone "8 il passerotto"!!!

MammaMoglieDonna ha detto...

Sono cavoli amari, hai ragione! Non si può più sgarrare una virgola!
Una sera, fuori da un ristorante aspettavamo il papi e lui voleva suonare il clacson, così gli ho spiegato che c'erano bimbi che dormivano e lui suonando correva il rischio di svegliarli.
Bene. ora ogni volta che siamo in macchina e capita che suono il clacson, lui "no, mamma, svegli i bimbi!!!"

annek (lasciamisognare) ha detto...

I libri sì, ma per poter addormentarlo prima noi facciamo il buio e lì senza libri bisogna inventare...
Questa poi è da raccontare:
a natale scorso (aveva l'età di Viola di adesso) gli è stato regalato un libro del suo cartone preferito: il trenino thomas.
Super felice col suo libro in mano (ormai liso) chiedeva a tutti di leggerglielo. Erano le feste natalizie, ha avuto modo di averne una ventina di versioni differenti e ad ognuna stava lì con gli occhi sbarrati... Chissà cosa pensava...
Ah. il libro è in inglese.

koamimi ha detto...

Ahahaha, concordo con Francesca, mentre ti leggevo mi è venuto subito in mente "8 il passerotto" .

PS: visto che è la prima volta che commento, bel bel blog.

G. ha detto...

Ennò ragazze però così non sono d'accordo. Così sì che cresciamo nani viziati e soprattutto che spadroneggiano sui genitori. Questi per me sono capricci. La mia, 2 anni e 4 mesi , qualche volta ci ha provato,ma ho cercato di rimetterla in riga. A me piace che sia interattiva, che intervenga nelle favole (sia lette che raccontate), ma quandol a cosa di trasforma palesemente in capriccio, o la pianta lì lei o rimane senza favola. Vi assicuro che la differenza la capisce pure lei!

searching ha detto...

non sono madre, non ho a che fare giornalmente con dei bambini, intuisco di cosa parli.
però mi fai divertire, ti leggo sorridendo, da un poco.
così, oggi mi andava di dirtelo.

Wonderland ha detto...

@G. dici che è l'anticamera dell'anarchia? mmm...può essere.

@searching @koamimi grazie mille :)

@annek ahahha anche io ne ho uno in inglese di cui ognuno dà diverse versioni creative :D

Anonimo ha detto...

Ma wonder, mi caschi su sarabi...ahahaha, si chiama sarabi!!!!!!! non ti ricordi mufasa che dice a scar: "io e sarabi non ti abbiamo visto oggi alla cerimonia di presentazione di simba"!!
ok, abbi pazienza... si vede che mio fratello era malato del re leone e che ora mia figlia è sulla buona strada?!?!?!
porpi è mitica!!!!Sufi per ora non commenta le fiabe, però a volte me le racconta lei, non so bene se in arabo in tedesco in italiano o semplicemente in sufese...
Sere

Claudia ha detto...

ih..ih.. e quando inizierà a chiederti "perchè" per ogni cosa che dici allora si che sono dolori!!! Giorgia, 2 anni e mezzo il prossimo 26, ha iniziato di punto in bianco 2 sabati fa e non la smette piu...vuole sapere, giustamente, il perchè di ogni cosa...ed io giù di spiegazioni allo sfinimento!!!!

Laura ha detto...

Ahahahahah!!! :))

Forse sarà anche lei scrittrice, un giorno :)

Nel frattempo, meglio se ti registri la prima volta che le racconti una favola ;)))

finalmentemamma ha detto...

hihihihi evviva pooooorpiiiiii...e si a quest'età sono puntigliosi e rompiscatole...io lavoro in un asilo nido e di 2enni che vogliono la stessa favola me ne ritrovo una decina tt insieme...panico...e quindi me le scrivo la prima volta e poi ripeto in automatico..in più gli faccio colorare i disegni relativi alle favole e così loro si distraggono guardando i disegni e se sbaglio una virgola nn succede nulla.

Finalmentemamma

Brunhilde ha detto...

Oh ma che bello! Almeno questo significa che la bambina segue con attenzione e che non s'accontenta del banalissimo dvd per addormentarsi.
Bravissime tutt'e due :-)

Wonderland ha detto...

Perché, esistono bambini che si addormentano davanti al dvd??? E che hanno, la tv in camera a 2 anni? O si addormentano sul divano? O_O

Claudia-cipi ha detto...

ihihih
ecco, ora adoro ancora di più o libricini con le favole:
ho poca fantasia ma ancora meno memoria, non ce la farei a raccontare la stessa favole due volte senza leggerla :D

Melia ha detto...

Brava Porpi che già riscrive le sceneggiature!
E brava Wonder che racconta le fiabe invece di leggerle!
Non sono capricci, a questa età i bambini devono comportarsi così ed è giusto assecondarli.... non è anarchia, sono le prove generali dell'indipendenza.
E con una mamma così in gamba è ovvio che la Polpetta verrà su bella tosta!

MaestraLaura ha detto...

mi hai fatto troppo ridere!!! ti rassicuro dicendoti che poi le cose..."peggiorano"!!!!! dai tre anni non puoi permetterti di dimenticare nemmeno le virgole!!! ti rinfacciano tutto!!! ...auguri per le prossime storie con personaggi infiltrati

Mammabradipo ha detto...

...e verso i tre anni cominciano a chiederti che fine fanno i personaggi dopo la storia (oppure i personaggi secondari), perchè lo fanno etc etc etc...io non so più cosa inventarmi...

My ha detto...

e fu così che inventarono i libri

supermamma ha detto...

mi sà che invece di inventartela ti conviene leggerla pedissequamente da libro :-)

lastaccata ha detto...

Sono stracazzi, Wo' :-D

kikka ha detto...

eh già... cazzi amari...
e te lo dice una che legge i nomi dei bimbi delle foto sui giornali di mamme e se ne sbaglio uno son dolori!!!...

Lilja ha detto...

Buaaaah aha haha. Te l'ho già scritto una volta: hai la capacità di far vivere la scena che racconti a chi ti legge!
Tu la conosci, vero, questa canzone? http://www.youtube.com/watch?v=pYKZD4LN138&feature=related
Me l'hai troppo ricordata!

G. ha detto...

Oh, mi fate sentire una merdaccia...
Ma veramente voi riuscite a dar retta ai nani quando si impuntano perchè ieri nella favola hai parlato di lago e oggi di stagno? A me piace tanto, davvero, che partecipi con creatività e attenzione alle favole, ma ho l'impressione che spesso questi siano tentativi di tirarla per le lunghe, o per testare la pazienza.
Io proprio non ce la fo, se insiste a capricciare se ne sta senza fiaba.
Sono una merdaccia?

Hoshi ha detto...

Ahahahahahah, sto morendooooooooo!

E mo' so uccelli senza zucchero! :D

Rebecca ha detto...

Che coppia che siete :D

robinia76 ha detto...

uahhaha, mi hai fatto scompisciare!
Te l'ho già detto, ma leggendo di te e Viola, leggo di me e Ale, stesse uscite, stesse scenette..a qualche centinaio di km di distanza.
Io le storie le invento sul momento, quindi è impossibile che sia due volte uguale.. e anche lui quando si impunta che ne vuole una son cazzi. Ma di solito riesco a distrarlo.. sperém!

rocciajubba ha detto...

AMARI!
E non ha iniziato ancora coi PERCHE'. Da quel momento ti viene voglia di affittarla fino a alla maggiore età.

closethedoor ha detto...

:))) Mi hai fatto spanciare!!!!! Conosci questo racconto di Gianni Rodari ? (Se non hai il libro "Favole al telefono" te lo raccomando, Rodari è meraviglioso)

A sbagliare le storie

- C’era una volta una bambina che si chiamava Cappuccetto Giallo.

- No, Rosso!

- Ah, sì, Cappuccetto Rosso. La sua mamma la chiamò e le disse: Senti, Cappuccetto Verde…

- Ma no, Rosso!

- Ah, sì, Rosso. Vai dalla zia Diomira a portarle questa buccia di patata.

- No: vai dalla nonna a portarle questa focaccia.

- Va bene. La bambina andò nel bosco e incontrò una giraffa.

- Che confusione! Incontrò un lupo, non una giraffa.

- E il lupo le domandò: “Quanto fa sei per otto?”

- Niente affatto. Il lupo le chiese: “Dove vai?”

- Hai ragione. E Cappuccetto Nero rispose…

- Era Cappuccetto Rosso, rosso, rosso!

- Sì, e rispose: “Vado al mercato a comperare la salsa di pomodoro”.

- Neanche per sogno: “Vado dalla nonna che è malata, ma non so più la strada”.

- Giusto. E il cavallo disse…

- Quale cavallo? Era un lupo.

- Sicuro. E disse così: “Prendi il tram numero settantacinque, scendi in piazza del Duomo, gira a destra, troverai tre scalini e un soldo per terra, lascia stare i tre scalini, raccatta il soldo e comprati una gomma da masticare”.

- Nonno, tu non sai proprio raccontare le storie, le sbagli tutte. Però la gomma da masticare me la comperi lo stesso.

- Va bene: eccoti il soldo.

E il nonno tornò a leggere il suo giornale.

Anonimo ha detto...

...e fu così che i bambini che volevano le storie impararono a leggere autonomamente con gran celerità...

mamiATheart ha detto...

il mio, 6 anni, mi chiede di leggergli la Bibbia prima di dormire. Il secondo, 3 anni, non se li fila proprio i libri..

Alem ha detto...

Io odio il re leone, mi mette una tristezza!!!
La nana però dopo il bioparco vive solo di leoni.
Ma tu te lo ricordi come si chiama l'amica di Simba??? Io maiii.. :)

Jasmine ha detto...

Che ridere, lo facevo sempre anche io, volevo sempre la stessa storia, su Pollicino, con le stesse parole esatte, alla fine la sapevo a memoria!
In realtà credo abbia a che fare con l'esigenza dei bambini di costruirsi certezze e punti fermi, è rassicurante, no?
Grazie del bel post, mi ha fatto sorridere!

Claudia ha detto...

ciao, mi hai fatto troppo ridere... dopo peggiorano pure! La mia ne ha 5 e ora vuole essere Hermione di Harry Potter, mi costringe a fare tutti gli altri personaggi e guai se sbaglio una parola... per fortuna ho memoria!

I problemi ce li ha suo padre! :D

Fede ha detto...

L'amica di Simba è Nala!!
Mi piace tanto il re Leone...è il primo cartone che ho visto al cinema da piccola!
Io lavoro con i bimbi...vedrai fra poco arriverà la fase dei perchè e lì davvero saranno cavolini amari!!!
dura all'infinito...per ogni risposta c'è un nuovo perchè...
Cmq la porpi è fantastica!! E il blog è bellissimo!!

Mapi ha detto...

Hahahaha, fantastica!!!
E' vero, i bambini vogliono che gli racconti tutte le storie pari pari, con gli stessi identici vocaboli che avevi usato la volta precedente.

Segue la fase della drammatizzazione, dove tu interpreti tutti i personaggi con grande dispendio di energie ed agiti le braccia come un mulino a vento impazzito; infine imparano a giocare e a divertirsi autonomamente... sempre che tu non li abbia abituati troppo bene: in questo caso preferiranno sempre le tue folli invenzioni alle loro e tu ti ritrovi con un bambino di 10 anni che vuole assolutamente ascoltare le tue interpretazioni delle storie...

lucy ha detto...

ahahah! immaginati questa scena animata, le iene che diventano buone e l'arrivo di Winnie Pooh che non c'azzecca nulla! per non parlare del lago che diventa fiume, bacino d'acqua, bicchiere...mitiche tu e la Porpi!

Anonimo ha detto...

ahah!! anni fa facevo la supplente baby sitter :) ci andava sempre un'altra ragazza ma quando mancava la mamma mi chiamava...
Ovviamente mi sono subito scontrata con "noooo! non è così: lei me la racconta diversa" e ho pensato bene di inventarne una tutta mia per evitare battaglie...

il protagonista era un extra terrestre tale e quale a ET (che fantasia, eh? :) ) e quando ho descritto le dita lunghe ho scatenato il panico.
Una buona mezz'ora per placarlo.
(E passare al cow boy ;) )

Ciao mitiche :)

La

Laura ha detto...

Chiara, bellissimi sempre questi racconti! ;))

Volevo chiederti: ti sei fermata con la presentazione del libro o c'è qualcosa a breve? Bologna per caso? :)

coldcupsoftea ha detto...

Ciao Chiara, complimenti per questo post e per il blog e il libro!!! cerco la tua mail ma non riesco, ho un invito da spedirti per un evento organizzato da Tommee Tippee per i mummy bloggers in particolare purtroppo clickando contacts il mio computer va in tilt e non riesco a scriverti...
Media Consultant (and mummy blogger just recently) Harriet Moll

Wonderland ha detto...

Ciao Harriet, la mia mail è machedavveroATgmail.com

strano che non funzioni il link, ora controllo :D

esperimento ha detto...

Eheh simpaticissima te e tua figlia.
Sono arrivata qui grazie alla segnalazione de ilblogdibarbara (che, sono quasi sicura, commenterà presto) e devo ammettere che questo post mi ha fatto tornare in mente tanti aneddoti di qualche anno fa.
Uno fra tanti: mia nipote (ma poi ho scoperto che lo fanno praticamente tutti i bimbi) voleva che leggessi la favola a sprazzi, era lei che decideva la pagina che girava spesso e a casaccio chiedendo "lezzi qui, lezzi qui"
Bellissimi i bimbi a quell'età :)

ivana ha detto...

il mio nano di 3 adora i tre porcellini. arriva il lupo e il porcellino non apre la porta dicendo -la porta non aprirò mai e in casa mia entrare non potrai, e il lupo..--- dice pecchè no?
aggiunge lui. Ieri sera nella favola ha fatto intervenire una ruspa che a favore del lupo fracassava il tetto e lo faceva entrare... mi fa quasi paura... ivana

gloria ha detto...

hahaha i miei mi dicevano che da piccola per non farmi annoiare mi modificavano le favole ma io li correggevo XD

Blog Widget by LinkWithin