il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 23 febbraio 2011

Capibara: come ti monetizzo la pantegana

Mia sorella ha dei gusti strani.
A tre anni le piacevano i dinosauri. A sette aveva un'insana mania per le orche assassine. A dodici, picco ormonale per Viggo Mortensen - che in famiglia chiamiamo amichevolmente 'il Viggone'.
Tra la roba strana per cui ha sviluppato affezioni di vario tipo, anche lamantini e capibara.
Questi ultimi soprattutto per il nome che, inizialmente, aveva capito male.
"Non hai capito, esiste un animale che si chiama Copribara. Lo amo."
Dopo lunga ed estenuante ricerca ci siamo fatte una cultura sul soggetto. Come ve lo spiego? E' un incrocio tra un castorone, una pantegana, un maiale e Ciuchino.
Sembra il risultato di ere di perversioni sessuali animali, forse per questo ha un certo non-so-che.
Noi gioiamo nel profondo nel dedicare attenzioni ad animali di cui la gente non conosce l'esistenza, perle da intenditori dell'etologia contemporanea. "Conosci il Capibara?" è un po' come chiedere, in gergo musicale "conosci la versione acustica di Tori Amos di Smells Like Teen Spirit?". E nemmeno ci droghiamo, ci viene naturale così.
Il Capibara è rimasto un mito nella coscienza familiare collettiva, sospeso tra le immagini dei documentari e qualche sporadica apparizione sui magazine.
Fino a quando non sono andata in Giappone.

Entro in questo megastore di giocattoli ripieno fino all'orlo di Hello Kitty e My Melody e Totoro e Stitch e trovo questo:
 Un intero stand dedicato al Capibara formato peluche.
La Bandai, nota marca di giocattoli jappo, ha creato un brand attorno al topone: KAPIBARASAN ('San' è un suffisso vezzeggiativo che si usa per le persone care ma anche NO, non è vero, mi confondo con 'chan'.. mi dicono che significhi 'signor' o 'signorina' ...grazie dell'info :). Insomma: il nostro caro Capibara.
 I giapponesi, che quando intuiscono delle potenzialità di *cutieness* e *puccyness* - in gergo kawaii cioè 'carine' - non se le lasciano sfuggire, hanno pensato bene di trasformare il roditore-mucca in un brand a 360 gradi. Ho trovato i peluche ma anche gli strap per cellulare nelle bustine, le calamite, i quadernini, gli zainetti.

Risultato: il Capibara è diventata una mania collettiva.
Certo: nonostante NON SIA un animale giapponese.
E... sì, nonostante una mia conoscente brasiliana si ostini a dire che sono "enormi toponi lerci e unti, che mangiano la spazzatura e si rotolano nel fango delle discariche" (poetica, eh?).
Ora.
Se fossimo bravi come i giapponesi, anche noi monetizzeremmo animali improbabili.
Caro Sindaco, invece di piangere miseria, va benissimo promuovere la cultura coi musei gratuiti (anche se all'estero ti fanno pagare pure l'aria), ottima cosa dare alla città un logo (anche se orèndo) e tentare di portare Roma ai livelli internazionali con festival, carnevali e quant'altro.
Ma hai mai pensato alla PANTEGANA teverina.Hai mai pensato a monetizzarla?
Altro che Capibara, altro che Ratatouille.
Brandizziamo la pantegana e facciamoci su un bel set di gadget.
"I went to Rome and I saw a pantegana!"
"A Pantegana ate my sandwich!"
E poi vuoi mettere come starebbero bene alla nostra amica fluviale quegli occhioni pucci pucci??

...non ci posso credere che ho scritto un post su questo.
Adieu.

p.s. mi informano che su Flickr oggi c'è uno speciale-Capibara: dev'essere una congiuntura astrale coi controcosi...

Condividi

85 commenti:

Anonimo ha detto...

fai recapitare subito il post al Sindaco!!!!

Marta

Anonimo ha detto...

fantastico :)

vale

Cey ha detto...

Allora:
1 Sei un genio
2 Troverò ovunque quest'estate in Giappone i Capibara? Nel caso sono una persona ancora più felice del solito
3 Se fai dei gadget con la pantegana occhiuta ne prenoto uno =)

S ha detto...

-san è un suffisso che vuol dire "signore", "signora" e "signorina" ;)

non è un vezzeggiativo ma un suffisso standard usato ad un livello ordinario di cortesia.

il vezzeggiativo è -chan

evidentemente i giapponesi volevano portare più rispetto all'orrido animale dandogli del -san

vorrei dire "si vede che non l'hanno mai visto dal vivo", manco io se per quello (e grazie al cielo), ma ho visto delle pantegane degnissime e assicuro che anche in giappone ci sono alla grande.

ma si sa, nella terra del sol levante tutto è kawaii, anche i rattazzi.

Pentapata ha detto...

sembra un topone incidentato e senza coda. o una nutria, sempre senza coda.
i giapponesi riescono a rendere inquietante qualunque bestiola, hai presente Hello Kitty senza bocca? roba che dario argento manco con la peperonata se la inventava

FebruarySong ha detto...

Non conoscevo il capibara, ma conoscevo la versione acustica di Tori Amos di Smells Like Teen Spirit. Vale lo stesso?

Veru ha detto...

Io anche sono rimasta affascinata da questo affare quando sono andata in Giappone: viva il KAPIBARASAN:D

JuleZ ha detto...

Beh io ti posso dire che ho un apprezzamento vario nei confronti dei topacei, quindi sicuramente non disprezzo il Capibara.
Per quanto riguarda le pantegane, qui nella pianura padana c'è una variante simile: La Nutria.
Ogni giorno ne vedo varie spiaccicate in autostrada. Oggi 4. Mi spiace sempre.
Prenoto uno dei gadget panteganasan.

Veru ha detto...

Aggiungo per chi andrà in Giappone presto che in Shibuya si trovano i lecca lecca a forma di topastro e che se passate da qualsiasi store manga centrico in Akihabara sappiate che lo troverete in tante forme e fattezze da poter impazzire :D Sì,esiste davvero :)

Anonimo ha detto...

sei-un-genio.
Quì nel Lodigiano potremmo monetizzare le nutrie.
"nutriasan"
MITICA!
Dany e il bovaro Flavio

mamuska ha detto...

fantastico!!
hai comprato un peluche a tua sorella?

alessandra ha detto...

wonder tu scherzi ma lo sai che la famosa pelliccia di castorino che una volta andava tanto veniva dal bel manto della pantegana?!?!?!?almeno, da me era così...questa notizia me l'ha riferita un ex allevatore...da allora noi abbiamo la super ferrara-mare invasa da pantegane perchè non è più un animale 'richiesto',porello!
save the panteganasan!

monica ha detto...

e poi ti stupisci che la Polpetta ti dice che sei bella come una foca! con quel dna che si ritrova!

Mammabradipo ha detto...

Mitica!!!! Wonder ha lanciato la palla, Alemanno datte da fà!!!!!

ps: anche se a monetizzare la pantegana c'ha già pensato ikea ;)

Simona ha detto...

Hahahahahaha :D

Brunhilde ha detto...

Più Panteganasan per tutti!
Dalle mie parti in Italia, sempre lungo il Tevere ma più su, al confine tra Umbria e Toscana, veramente ci sarebbero pure le Nutriasan..

Wonderland ha detto...

Vero, le Nutriasan! Ci sono anche qui eh... ma la Pantegana è ancora la più rappresentativa.

Chiara ha detto...

Anche io volevo suggerire "sora Nutria" come gadget aggiuntivo (tipo Barbie e Ken). Sempre di topone trattasi.

Wonderland ha detto...

Beh ma Panteganasan e Nutriasan possono andare in coppia, come Hello Kitty e My Melody.

Melia ha detto...

Wonder... ma xkè non ti fai assumere direttamente da Alemanno?
Voglio dire... sei un genio!

Giada e Chiara ha detto...

Non conoscevo questa razza molto particolare ma va bene lo stesso se io conosco la versione di Tori Amos di Smell like teen spirit???? :D

mickey ha detto...

Grazie a te ho scoperto un nuovo animale:-)))) inoltre volevo farti i miei complimenti per come scrivi:-))))

trilly ha detto...

i primi capibara sono bellissimi, la versione giapponese decisamente meno, anzi per niente carini, la tua descrizione o traduzione, me li ha stesi al tappeto come birilli.

come riescano i giapponesi dal nulla a tirar matte le persone è indubbiamente un mistero. Hello Kitty docet.

E comunque anche io mi ero mezza innamorata di Viggo Mortensen.... ahimè.

elavantin ha detto...

Massimo rispetto per tua sorella, sono altresì onorata di sapere che anche voi fate parte del club "più son brutti più son belli". Ti segnalo una perla: L'eterocefalo glabro. Un must della mia infanzia. E ho detto tutto.

Cla ha detto...

grandioso sto post!!! dimmi almeno che a tua sorella hai portato almeno un capibarasan formato gigante!!!!!!!! ;o)))))

Anonimo ha detto...

IO adoro il capibara! anche noto come "maiale d'acqua". è tenerissimo. se addomesticato ti sale in braccio e si fa coccolare tantissimo. giuro!

Cristina ha detto...

Semplicemente splendida la "pantegana dagli occhioni"! A me da piccola affascinava la lotta tra piovra e.. campidoglio.. altrimenti detto capodoglio :) Elena invece ha creato un altro must: la "cicime" altrimenti detta cimice verde..

Zia Atena ha detto...

Stamattina mi erano capitati sotto tiro i tuoi tweet in cui parlavi di questi Capibara.
E non mi sono neanche peoccupata di googlare questo strano nome che già la mia mente si era convinta fossero delle specie di Capitribù, indigeni del brasile con strane predilezioni per i rituali funebri. Un po' l'equivalente esotico di quelli che da noi chiamavano "CHIANCIMORTI", cioè gente che di Professione si recava ai funerali per piangere sulla bara.
Già mi preparavo a tirarvi le orecchie perchè, per quanto la gente possa avere delle tradizioni strane, non è bello dargli del "topone unto e lercio", e invece ti scopro che 'sti capibara qui sono LETTERALMENTE dei "toponi unti e lerci". Ohsignur!!!
La cosa che mi sconvolge è che sia più facile rintracciare un peluche di Capibara che di Unicorno, animale che cerco disperatamente dopo aver visto "Cattivissimo me". A volte avere dei gusti "eccentrici", premia! EEbravi i jappo!

Silvia gc ha detto...

Visto che la questione del -san e -chan è già chiarita (è l'unica cosa che so in giapponese, oltre a arigatò e conichiwa o come cavolo si scriverà), direi che la versione corretta del nome commerciale dovrebbe essere "sòra Pantegana". Guarda, io già me lo vedo lo stand con i peluche nello shop dei Musei Capitolini...

Wonderland ha detto...

zia Atena BUAHAHAHAHAHA no vabbè, ancora rido....

@Silvia ma infatti sì, invece di quella lupa che ormai ha rotto le scatole a tutti E non è MAI stata resa *cutie*

phoebe ha detto...

Te lo devo dire proprio: TI ADORO! M'hai reso la giornata lavorativa meno grama, mi sto rotolando dal ridere!!
Senza contare poi chela tua favolosa idea potrebbe salvare il lago Trasiemno (sulle cui sponde vivo) e rinvigorire il turismo. NUTRIA -SAN!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

luby ha detto...

io non posso credere di aver letto un post come questo!!!!
ah ah ah ah ah
ancora rotolo dal ridere!

Debby ha detto...

Io a 14 anni desideravo ardentemente un boa constrictor da tenere in cameretta, così la mia sorellina e mia madre (entrambe temono i serpenti e tutto ciò che striscia) non sarebbe venute a rompermi le balls! :-)
Ora sono cresciuta ma gli animaletti bizzarri mi affascinano sempre e ho scoperto il blog di una ragazza che parla proprio di creature strane, brutte, raccapriccianti, puzzolenti... facci un giretto (a stomaco vuoto, ok?), si chiama: lorologiaiomiope.com
Ciao ciao

Maya ha detto...

Io di giapponese conosco un'altra cosa. Che "cin cin" significa pene.
Occhio quando fate un brindisi...

Anonimo ha detto...

Ciao!
Ho letto il tuo articolo su cosmo e ieri son venuta a leggere un pò il tuo blog.
Solo che vorrei partire dall'inizio, c'è un modo per andare al tuo primo post e leggerlo?
Grazie!!
Valentina

Wonderland ha detto...

Ciao Valentina, nella colonna di destra c'è la voce Archivio e trovi un menu a discesa con tutti i mesi :) A partire da aprile 2008 :D

Barbara ha detto...

no vabbè....sto ridendo troppo. sei geniale....

Anonimo ha detto...

poi va esportato anche a Venezia, una partnership come per il carnevale! Sarà un caso che quando l'ikea ha prodotto i topi di peluche metà bambini veneziani ne sono entrati in possesso?
A proposito, quest'anno verrai al carnevale?
AmandaBlack

Veronica ha detto...

sei un genio.
sono la terza che lo scrive, un motivo ci sarà no?
solo tu puoi arrivare a pensare certe cose :D
da twitter con furore, ti mando un bacione...

rocciajubba ha detto...

Io ho dovuto imparare cos'e un suricato e che la saiga e' un cisi che sembra una capra ma e' parente della mucca. Dovremmo presentare tua sorella a Belvetta :-)
Pero' non si critica lo stupendo Aragorn !!

BUSSOLA ha detto...

e vuoi mettere la nutria toscana??!!!??

Valy ha detto...

voglio un peluche del capibara e pure della pantegana teverina! xD

Oliviero Giannini ha detto...

teso' gli ultimi post erano n po' n'affettata, ma questo e' talmente geniale!!! che ti si perdona tutto pure il vezzosetto love detective di cosmopolitan.
Bonzy

Zazee ha detto...

Sei un genio sì, la foto promozionale di pantegana-san è meravigliosa (io voglio una Nutry da tenere stretta stretta quando dormo... vivo vicino a un torrente grigiastro della pianura padana, fai te!), e questi sì che sono i post che ci piace tanto leggere :)

GlamorousGirl ha detto...

come and check out my blog :)
follow me on:
http://www.bloglovin.com/en/blog/2187105/glamourgirl
http://glamourgirl-bg.blogspot.com/

Fra ha detto...

che bello questo post sulla capibara!!! (che non conoscevo, tra l'altro) :))

Biancaneve ha detto...

Conoscerai anche il capibara ma scommetto che ti sfugge l'esistenza delle scimmiette di mare ( e non googlare, che non vale);-)
Da animalista quale sono approvo la tua proposta: tutto purché la gente impari ad amare anche le pantegane ;-)
Ti seguo sempre, pur non essendo una mamma, perché trovo la tua scrittura davvero brillante.

bebe ha detto...

è proprio vero, i giappi riescono a rendere kawaii qualsiasi cosa!! vi ricordate le cacchette di Arale? :D troppo cute... ma sempre cacchette sono XD

El_Gae ha detto...

A Padova c'è il parco del Piovego dove si possono ammirare, in pieno centro, le Nutrie... non siamo lontani....
vedrai che l'idea passa, up up up

feelgood ha detto...

vado subito a riguardarmi tutte le 3000 foto del mio viaggio in Giappone ... da qualche parte, sullo sfondo, in un angolo... ci sarà un capibara, o no??

Anonimo ha detto...

sei fantastica e il sindaco dovrebbe conferirti un premio per questa genialata. qui a Milano premiano con l'ambrogino d'oro, li magari potrebbero pensare a una bella pantegana d'oro!
Stefania mamma di Vittoria

Strilly ha detto...

E che post è questo? ;-)

alice ha detto...

non ho letto tutti i commenti, quindi magari te l'hanno già scritto, comunque la mania qui in giappone per il capibara deriva dall'arrivo dei capibara qualche anno fa allo zoo di ueno, a tokyo. se ne parlò tanto proprio perché sono animali strani ecc ecc. successe anche con altri animali, tipo la lontra di mare (rakko) o l'orsetto lavatore. quest'anno arriverà il panda quindi mi sa che i gadget capibarini avranno vita dura, essendo quel ciccione bianconero il più amato, secondo i sondaggi, da grandi e piccini.

mrsmacabrette ha detto...

No, il capibara non lo conoscevo. La versione di Tori Amos di Smells Like Teen Spirit sì! E al primo, pur essendo un animaletto adorabile, preferisco la seconda :)

Castagna ha detto...

Scena che c'entra marginalmente:
collega di musica che riporta a casa in macchina collega di sostegno da scuolina dispersa nelle campagne più arretrate dell'Astigiano. Bla, bla, bla..... skreeeak! il collega di musica inchioda. Strada deserta davanti, dietro e di fianco.
Collega di sostegno: "Che c'è?!?"
Collega di musica: "No... scusa... Daniele... ti spiace se faccio qualche metro di retromarcia ma io..." (sudando) "credo di avere avuto un'allucinazione... ho visto UN TOPO ENORME in mezzo al campo... scusa... aspetta un attimo..."
Era una nutria seduta sulle zampe di dietro che rosicchiava qualcosa.

Castagna

Anonimo ha detto...

all'esame di seconda elementare mi chiesero di nominare qualche roditore, e io: coniglio, scoiattolo, capibara,...

a mia mamma che chiedeva informazioni le maestre dissero che ero molto bravo e disciplinato, anche se qualche volta mi inventavo le cose, tipo il roditore immaginario.

Anonimo ha detto...

lo so non c'entra nulla col post...
ma navigando per il web guarda cosa ho trovato...
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=134100123281984&set=a.126285764063420.17508.126285200730143&theater
ho pensato subito a te!!! ciaooooo
Annalisa

Anonimo ha detto...

Buongiorno Wonder! Ho scoperto il tuo blog, per caso, un mesetto fa, l'ho letto tutto ridendo come una matta a suon di Olga, Polpetta che cresceva e i tuoi delirii pre e post parto. Fatalità ha voluto che una mia carissima amica restasse incinta... bè... non potevo che non regalarle il tuo libro!!! Ovviamente prima l'ho letto io (ma tanto lei non lo saprà mai)(ed essendo anche anobii addicted l'ho anche commentato con tanto di 4 stelle a seguito!). Il mio primo pensiero appena l'ho finito è stato: Non potrei fare regalo più bello ad una mia amica :)
Grazie a te!
Cristina

Wonderland ha detto...

@alice grazie per averci illuminato!!! io mica la sapevo questa cosa... vedi, quante cose si imparano! :D

@Cristina grazie a te.. spero che alla tua amica piaccia^^

@Anonima ahahaha il capibara immaginario

@Annalisa ma LOOOOOOL!!! :D

Mammolitta ha detto...

mi piace assai il capibara!!! e anche questo post!!!
Ma mi piacerebbe ancor di più trovare Totoro qua in Italia che è il personaggio preferito di Matilde... ma non ci sono mai riuscita! Ah versione Peluches intendo eh :-)
Tu sai di qualche sito on line?
Andare in Giappone al momento mi è impossibile!!!!

Antonsesfemmina ha detto...

Ma LOL! C'è un culto del Capibara anche a casa mia, perchè esattamente come voi anche io e mio fratello andiamo a cercare col lanternino strane bestie ignorate dall'umanità.
L'altro grande cavallo di battaglia, desiderato dal fratellaccio anche ora che è maggiorenne e alto dumetri, è il Fennnec. Di cui linko una serie di diapositive.
http://www.google.it/images?q=fennec&um=1&ie=UTF-8&source=univ&sa=X&ei=Oy9mTa7kKsLAtAb09PDtDA&ved=0CEQQsAQ&biw=1280&bih=685

Francesca I. ha detto...

anche mio marito è un fissato dei capibara, noi lo conosciamo soprattutto per le sue performance sessuali (il capibara, non mio marito :P )
d'altronde è anche lui vittima di troppi documentari da piccolo... altro suo animale culto era lo yak

Mr. Tambourine ha detto...

Di pantegane con gli occhioni ne vedo una cifra vicino al Tevere.

EffeEmme ha detto...

avete anticipato una tendenza, fatevi pagà dai jappo per i diritti d'autore!

io ho la fissa per il tasso del miele!

Rebecca ha detto...

come sempre...mi sorprendi!!! Certo che anche qui nelle basse veronesi c'è zeppo di pantegane :-D

Laura ha detto...

No ma tu sei il mio idolo!
Io voglio una maglietta con quella pantegana lì, la sdogano a Rimini (che al porto ce ne abbiamo parecchiotte)!!!
Sai quante ne vendi in estate qua in riviera?!? Pensiamoci, nel caso Alemanno dicesse di no ;)

ps. (ho letto la tua rubrica su Cosmo: grande!)

loredana ha detto...

Ciao cara saono una delle tue ultime fans ma credo di diventare molto velocemente la tua prima fans!!! Allora ho iniziato a leggere il tuo blog 2 giorni fa e me lo sono già letto tutto!! Con mio marito che continuava a chiedermi "ma che leggi?" e io "un blog" e lui "e che sarebbe sto blog? e che si fa su sto blog"e via dicendo con una raffica di domande continue... ho appena acquistato 2 copie del tuo libro (uno da regalare alla mia amica che per prima mi ha parlato di te) e non vedo l'ora di iniziare la lettura.Ah dimenticavo la nostra è una storia molto simile sono dell'80 sono rimasta incinta nel 2007 (istinto materno pari a zero) e ad agosto 2008 ho partorito Corinne e beh ora a differenza tua ci sono ricascata e ad agosto partorirò la mia seconda bimba. spero che mi farai compagnia nei mesi di maternità perchè ne avrò bisogno.... sarà un'incubo! un bacio

Maddalena ha detto...

Sì, credo di essermi innamorata. Del resto, più sono weird e più mi piacciono. Basta dire che da piccola, invece dei principi aitanti e valorosi dei film Disney, mi innamoravo della Bestia e del Genio. E sì, invece del pupazzo del tenero leoncino Simba ho voluto quello di Pumba il facocero...

Due presenze fisse nella mia top ten degli animali bizzarri sono:
A) il colobo di Zanzibar - il nome è bellissimo, nevvero? - un simpatico primate, che per lungo tempo è stato anche il nomignolo affettuoso con cui apostrofavo il fidanzato di allora (ora ex...sarà un caso?)
B) il vombato...vabbè, questo è carino sul serio!

Infine, ti dico che la versione di Smells Like Ten Spirit cantata da Tori Amos non solo la conosco, ma è anche la prima canzone che ho fatto con il mio istruttore di canto...il quale, dopo tre volte, mi ha velatamente detto che le doti vocali non erano proprio le stesse ;)
ciao Wo'!

LETIZIA ha detto...

Mio marito è argentino quindi conosco molto bene questo animale (ahimè l'ho visto dal vivo)che là viene chiamato CARPINCHO....e pensa che col povero animale ci fanno di tutto, dalle cinture alle borse fino a "succulenti" piatti....ebbene si, alcuni in Argentina hanno anche il coraggio di mangiarselo, uno fra tutti mio suocero che ha confessato di averlo mangiato e dice che è pure buono.......vabè, de gustibus....
Un saluto
Lety

Freedom72 ha detto...

beh...a me sembra una pantegana obrobriosa, ma per far dormire il mio Lò sarei disposta anche a riti vudù...chissà, magari al posto del carillon della chicco che si illumina di verde e suona mozart ( giuro, si agita da morire invece che far la nanna, alla faccia dei migliori puericultori), questo potrebbe avere effetto oppiaceo...così io riuscirei a sembrare una persona umana invece che un catorcio dal sonno che ho dopo solamente un mese dalla sua nascita!!!
Michela, genova

tulipani al cioccolato ha detto...

forse esiste anche un cartone animato con questo animale... la versione pupazzo giappo mi ricorda un qualche cartone...ma vai a capire quale... mmmhhh... però no, forse nel cartone era slo un "banale" criceto...

mi sono riletta tutti i tuoi post dell'attesa della porpi... sei uno spasso !
non so se riuscirò mai a rileggere l'intero blog (credo che sia una mission impossibile)

Anonimo ha detto...

Posso dire che questo post mi pare...come dire...un attimino "subgeniale"? E io Wonder la ammiro tanto, eh...
Antonella

aerie ha detto...

Ciao, sono una quasi-mamma e ho scoperto prima il tuo libro e poi il blog.
Nell'attesa che arrivasse il primo (comprato on-line) ho letto il secondo. Spassosissimo ^_^

Davvero complimenti.

Anonimo ha detto...

Ma dove sta l'accento? sulla i o sulla a? :)
Ciao Maria

Anonimo ha detto...

ahaha mi fate schiantare !!
ma sai che a firenze ci sono frotte di turisti che si spenzolano dalle spallette dei ponti e schifati pensano che siano ratti giganti e io tutte le volte mi metto a spiegare che le nutrie sono della famiglia dei castori e io le ADORO!!

Alice

Anonimo ha detto...

Dopo un po' di tempo, finalmente un gran bel post.

widepeak ha detto...

"a pantegana ate my sandwich" è il top.
per il resto, tutti conoscono la versione di smells like teen spirits di tori amos ;) ma a me piacerebbe conoscere tua sorella

Nonaddetta ha detto...

oddio, ho ancora le lacrime! I saw a pantegana! mi hai allungato la vita di sette mesi e mezzo in sette secondi e mezzo!!
nonaddetta

sybin ha detto...

Musei gratuiti???

Ma come, l'ultima cosa che ho sentito e' che e' cambiato l'assessore alla cultura (di nuovo) e, visto che i musei a Roma "non e' che proprio servono a qualcosa", hanno in mente di fare altri tagli ai fondi...

Deprescion.

Oh, comunque non sapevo dell'esistenza della capibara, mi si e' aperto un mondo!

Sara ha detto...

Ehm, io le pantegane le ho in casa, dentro alla loro gabbietta (cioè, gabbiona, che a momenti ci posso stare dentro pure io)...sono come gatti, alla fine: fanno i bisognini nella lettiera, stanno sempre a lisciarsi il pelo e la coda, e addirittura rispondono alla chiamata. Le tengo dentro alla gabbia perchè ho paura di pestarle o sedermici sopra, ma molti le hanno abituate a stare in giro per casa... :)

D'ora in poi però le chiamerò PanteganeSan!

pret-à-maman ha detto...

vale vere il cane pantegana?
http://oilnanoolamoda.blogspot.com/

Nellnell ha detto...

Si, conosco la versione acustica di Tori Amos di Smells Like Teen Spirit. lol

Anonimo ha detto...

fantastico! se a qualcuno intressa vedere dal vivo i capibara ci sono inu sperdutissimo zoo vicino a Cecina (LI) che si chiama Gallorose. E lì credo che tua sorella, cara Wonderland, sarebbe entusista. e' il raduno di tutti gli animali più strani che ci siano....

psicomelina ha detto...

Leggendo di tua sorella (che ha un tag tutto suo!!!!), mi è venuto in mente il libro di Gerald Durrel "La mia famiglia e altri animali", ovviamente perché quando parli di lei c'è generalmente dietro qualche essere fuori dal comune dalle caratteristiche bizzarre (spero che per gli uomini possa non dover utilizzare la stessa dicitura). :D
Ha tutta la mia stima!!!!!!

Certo che col solleone al bioparco... mi sa che facevate tanto Verdone&Marisoo'... indovina chi era Verdone?

Vanessa ha detto...

Arrivo tardi, comunque se nessuno te l'ha detto te lo racconto io... qualcosa sul capibara... io sono figlia di italiani nata e cresciuta fino al 2002 in venezuela dove il capibara è chiamato "CHIGUIRE", si pronuncia ciguire... e SI MANGIA!!! per pasqua, è l'unica carne permessa dalla chiesa cattolica che si può mangiare al posto del pesce nel venerdì... per colpa dei conquistadores spagnoli che hanno riferito che era un animale aquatico = pesce... quindi si mangia... e io l'ho mangiato... È BUONISSIMO... sembra in effetti del baccalà... ciao, bel blog!! tieni duro, la tua nana sembra un soggetto simpaticissimo

Blog Widget by LinkWithin