il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

sabato 12 febbraio 2011

La ragazza col cappottino rosso - una settimana di Social Media Week

La quantità di gente interessante che ho incontrato.
Gli amici che ho rivisto.
Le persone che ho riconosciuto dalla foto del profilo Twitter e importunato senza ritegno.
Presentarmi prima col mio nome (...silenzio) e poi come "machedavvero" (Aaaah! Ma certoooo!). LOL.
Partecipare ad eventi incredibilmente interessanti...
..ma anche ad altri incredibilmente privi di contenuti, nonostante le premesse.
Accreditarmi come "...di VanityFair.it" con un certo brivido di emozione.
Non ricordarmi i nomi dei giornalisti e chiamarli con quelli delle testate "ciao Wired. ciao Blogosfere."
Intervistare l'inventore del formato mp3.
Fare errori.
Tentare di imparare dagli errori.
Fare foto.
Vederle pubblicate sul sito, insieme agli articoli (questo NON fa di me una fotografa, ma è comunque una soddisfazione).

Cercare angolazioni. Per i pezzi. Per gli scatti.
Lavorare ovunque: sui divanetti di Palazzo Giannelli, nella sala rosso laccata del Macro, nel bar con la connessione wi-fi, seduta sul muretto di largo Argentina, dentro l'Ara Pacis.
Trovare un posto carino ma senza wi-fi e convincere l'albergo a fianco a darmi la password del suo, che all'ultimo tavolino prima della porta prendeva a tutto campo.
Intimidirsi.
Fare la sfacciata per vincere la timidezza.
Finire i biglietti da visita e risolvere con un "mi trovi su LinkedIn".
Girare con la borsona del Macbook Pro (è ora di farsi un netbook), la borsa mia, la borsa della digitale.
Correre da un evento all'altro e arrivare col fiatone.
Essere pubblicamente cazziata da uno speaker per questo.
Fare la speaker anche io.
Saltare quattro pranzi su cinque e rifarsi con la spremuta delle 18 e i succhi di frutta nascosti in borsa.
Ascoltare il fondatore di The Piratebay parlare di Wikileaks.
Parlare con i neolaureati pieni di capacità e disillusione.
Parlare con i nonnini digitali pieni di curiosità e stupore.
Improvvisare lezioni chiedendo spudoratamente al fotografo ufficiale.
Sentirmi incapace.
Sentirmi capace.
Smettere di sentire me stessa e concentrarmi sulle storie degli altri.
Usare sempre il cappottino da domatore di leoni ed essere riconosciuta ieri sera, alla festa di chiusura, con un "ma allora sei tu la ragazza col cappottino rosso"! LOL.
Io, in questa Social Media Week, ci ho sguazzato.
E già mi manca un po'.

 Qui tutti i miei racconti (più uno che verrà pubblicato a breve).

Condividi

31 commenti:

pasticciona ha detto...

complimenti, speroc he quelli di vanity capiscano quanto vali e ti assumano subito che io quella rivista la amo e mi piacerebbe un sacco leggerci i tuoi pezzi magari corredati dalle tue foto!

Mr. Tambourine ha detto...

Gli hai menato da parte mia, al creatore dell'mp3?

MammaMoglieDonna ha detto...

Ma quanto ti ci vedo a sguazzare in quella situazione!
Hai fatto benissimo a godertela!
Speriamo che arrivi presto un'altra occasione!

Zia Atena ha detto...

Che ci hai sguazzato si capiva dai tuoi articoli, ricchi, pieni, sottili e piacevoli..come tutti i tuoi racconti del resto.
Ovviamente quello che mi ha colpita di più è stato quello sui neolaureati, che ho commentato, salvo poi non riuscire a visualizzare il commento e sentirmi dire dal sito che non potevo più commentare...bah! So' un po' impedita...
Comunque complimenti ancora...e..secondo me per te l'esperienza con Vanity non finisce qui!

pinkmommy ha detto...

Complimentissimi!!! Ti auguro di cuore che la collaborazione con vanity continui...perchè sei davvero brava, e sei molto vanity style!!!!

Anonimo ha detto...

Non ricordarmi i nomi dei giornalisti e chiamarli con quelli delle testate "ciao Wired. ciao Blogosfere."

ma LOL :D
queste fullimmersion da reporter lasciano una bella sensazione... sia a chi scrive sia a chi legge. è stato interessante!

Layla

bebe ha detto...

complimenti :) e il cappottino è stupendo :D

Mamma Full Time ha detto...

Ma, una domanda... in tutto ciò, la Porpi dov'era? A noi manca Lei, la vera protagonista di questo Blog!!!

Wonderland ha detto...

Grazie a tutte :)
La Porpi è stata a casa tra nonna e tata, e devo dire che mi è mancata molto. Spesso uscivo che ancora dormiva, tornavo che già dormiva!! Oggi infatti stiamo recuperando...

Anonimo ha detto...

ahahah... ok, ho fatto la mia figura...
non sapevo servisse per i leoni
e sul muretto di largo argentina col wifi della provincia ci ho fatto anch'io "pausa pranzo" l'altro giorno!
il LOL è tutto mio!

Wonderland ha detto...

@Anonimo ah, sei tu del cappottino rosso??? :D benvenuto qui allora!

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Complimenti ancora...ti immagino chiccosissima nel tuo cappottino rosso e sono sicura che quelli di Vanity non si lasceranno scappare una tipa come te...o almeno te lo auguro!!!
Un bacio

Wonderland ha detto...

@lamamma grazie :*

TRA L'ALTRO, casi della vita: in copertina appare un cappottino rosso... ma quando è uscito il libro ancora non avevo cappottini rossi :)

Cristina ha detto...

Che bello!!! In primis il cappottino rosso :) Poi le tue sensazioni di quest'esperienza.. Mi hai fatto ricordare com'ero io, quando lavoravo, quando ero "dentro" a qualcosa..Mi dico che forse mi ricapiterà domani, sto cercando..Ma oggi al super ho incontrato una conoscente che mi ha guardato con un'aria così pietosa, dicendo "ho saputo che non lavori più", che mi sono sentita..pietosa.. Comunque, pace e bene, questo è un buon momento per te e io ne sono tanto felice ed è bello che tu lo condivida. Grazie e in bocca al lupo.. E un bacino alla Porpi :) Buon fine settimana a te e a tutti da http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.com/ cioè Cris :)

Mia ha detto...

spero proprio che tu venga assunta da vanity!!!!
sarebbe anche un motivo in più per comprarlo!!!!

the siren ha detto...

Bello, mi sono emozionata. Ogni tua parola mi ha ricordato qualcosa che ho vissuto anch'io... Speriamo che questo sia solo l'inizio ;)

Paris ha detto...

ciao wonder t ho scoperta x caso e mi sn letta tutto il tuo blog,adorabili i tuoi punti di vista conditi di ironia,continuero' a seguirti

Wonderland ha detto...

@Mia "assunta" è una parola grossa, anche perchè la redazione è a MIlano, ma spero in altre collaborazioni... sto incrociando le dita :)

Grazie a tutte, questo era solo un breve flash della settimana ma sono contenta di essere riuscita ad esprimere parte della mia esperienza...

Rebecca ha detto...

Leggerti è sempre iun gan piacere...dimostri spesso che basta crederci e i sogni si avverano, e si è donne "in carriera" oltre che mamme...anche se lasciare la casa con la porpi che dorme e rientrare che la porpi dorme nuovamnte, penso che sia stata la cosa più difficile! Grazie di farmi sempre più pensare che più i piccino diventano grandi,più noi torniamo ad essere donne!!! PS questo tuo cappottino rosso mi fa venir voglia di rinnovare il mio guardaroba :-D. Con grande ammirazione Rebecca

SuSter ha detto...

Come lo racconti bene! Sembra di essere lì con te. E questo entusiasmo che metti in quello che fa, che ti fa rievocare con divertita nostalgia quei momenti, è senza dubbio la tua arma vincente. perchè traspare, in ciò che facciamo. Quindi continua così. ci piaci!

PaolaFrancy ha detto...

Secondo me tu sei fatta per questo mondo, queste cose.
Sei fatta per girare con le tre borse, per partecipare agli eventi e poi scriverne.
Si vede, si percepisce che ci metti passione e che ti diverti.
E quando ci si diverte lavorando, si ottengono solo buoni risultati.
Il cappottino rosso e' un bellissimo segno di riconoscimento.

Paola

Wonderland ha detto...

@Paola grazie, sì in effetti "il cappottino rosso" piace tanto anche a me, come mi piace fare cose simili. Peccato che la smw sia finita e tornerò a lavorare da casa, lontano da tutto e tutti. Sono già depressa...
@Rebecca sì, penso anche io che perseverare e 'crederci' sia la strada giusta. in bocca al lupo per tutto!
@Suster grazie, che belle parole! ne sono felice.

Moony ha detto...

Chiara si vede che tu ci hai sempre creduto e hai messo (e metti) passione in quello che fai. Dal lavoro al fare la mamma...questo non significa non fare errori ma farli e rifarli...per poi imparare a non farli più (come scrivi anche tu). Continua così...noi ti seguiremo e ti supporteremo sempre!

Anonimo ha detto...

hey ma ti ho trovato anche su cosmopolitan! di questo non ci dici niente? aggiornaci!

serenamanontroppo ha detto...

Ho letto alcuni dei tuoi pezzi per Vanity e li ho apprezzati molto, come in generale adoro il tuo stile.
Spero davvero che Vanity ti offrà altre opportunità, perchè saresti davvero un valore aggiunto.
Complimenti!

DolcePrinciFessa ha detto...

Oddio!!! hai un'idea di quanto ti invidio???
Assidua lettrice di wired e di vanity, lavoro nella comunicazione e ho un'insana passione per i social media, che non riesco a far diventare quello che vorrei fosse... uff... ti invidio... e ti stimo!

Anonimo ha detto...

complimenti!!! bè, ora bisogna solo attendere la notiziona da parte di Vanity!!!
Nicoletta S.

Klaudia ha detto...

Chia' ma sto cappottino rosso ma dove l'hai comprato???

E troooopppo belloooooooo!
Puoi dirmelo vero??

Brava per TUTTO

Mara ha detto...

La ragazza con la sciarpa verde....la ragazza con il cappottino rosso....era il tuo destino...l'ho sempre saputo...dal primo post che ho letto nell'aprile 2008....ancora tanto da cercare...ma concediti ogni tanto di realizzare davvero quello che hai trovato scoperto e forse hai sempre saputo...
bacio alla porpi

ugainthesky ha detto...

sono andata di corsa a comprare cosmo..che secondo me è da rivalutare e riabilitare..
La tua rubrica è strepitosa!
è piaciuta anche a lui che ha boffonchiato un "dai su io nn sono play dipendente...".. peccato che la sua "consolle" abbia due ruote e sia più coccolata e riverita della sottoscritta...magari facendomi montare manubrio e pedali potrei riuscire anch'io a distrarlo...

Anonimo ha detto...

che entusiasmo ! fa piacere sapere " che effetto fa" partecipare ad una manifestazione complessa come questa......resisterai fino a settembre o.....dobbiamo organizzartene una al più presto e su misura x te ? MAM

Blog Widget by LinkWithin