il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 9 febbraio 2011

Social Media Week - giorno 03

Giornata in un'aula piena di ragazzi che ascoltavano un panel sull'importanza del personal branding e degli strumenti online per la ricerca del lavoro. Dicevo "posso farti una domanda per VanityFair.it" e si illuminavano "fico Vanity!". Per non bulleggiarmela ulteriormente, visto che non sanno che la mia esperienza potrebbe finire a occhio e croce... humm.. dopodomani, non ho detto "guarda che è partito tutto da un blog! lanciati online! fatti conoscere!" ma ero molto tentata.

Ecco il mio pezzo: 

E il secondo pezzo di ieri, che non avevo linkato, relativo a un panel col Luca Dini (e vi ricordo l'hashtag ufficiale della mia esperienza a Vanity: #lucadinichiamami):

Condividi

15 commenti:

SuSter ha detto...

Riesco a visualizzare solo le prime pagine dei tuoi articoli e non riesco a commentare. Boh!

the siren ha detto...

A volte i sogni si avverano!
Vado a leggerti, ciaoo!

missmartinab ha detto...

Interessante il tuo articolo su come trovare lavoro su internet. Magari metto in atto qualche consiglio!
ciao

Maria ha detto...

Articoli interessanti davvero :-) brava!

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Sto leggendo tutto ma non riesco a commentare niente...che rabbia!!! Comunque Wonder, complimenti veramente, sei la prova vivente che i sogni non vanno lasciati nel cassetto ma bisogna provare a tirarli fuori!!!
Brava!!!

Sayuko ha detto...

Ho avuto varie esperienze da super precaria, mi sono sempre trovata nel posto magari anche giusto ma al momento sbagliato e poi, all'improvviso, le cose hanno iniziato ad andare nel verso giusto, senza che io cambiassi nulla nel mio modo di pormi o di scrivere cv: per una volta ero nel posto giusto, al momento giusto, circondata da persone che mi capivano e apprezzavano.
Chiamale occasioni, possibilità, chance ma secondo me è sempre e solo questione di fortuna :)

rocciajubba ha detto...

Hai usato un "occhio" speciale in questo articolo.
Mi piace moltissimo.
Sai che amo come scrivi, ma qui c'è...un non so che di fresco, ma allos tesso tempo professionale, realistico fino alla durezza, ma insieme tenero, che mi ha colpita.
Assomiglia alle tue foto ecco!

Wonderland ha detto...

...adoro le tue storie.

Anonimo ha detto...

Ciao Wonder! Premesso che ti stimo, mi piaci ed ho preso il tuo libro pur non essendo neanche mamma, ti vorrei fare un'unica critica: sono interessanti gli articoli che stai facendo x VF però, x me, usi un po' troppi "inglesismi".
Qualcuno ok, ma troppi sembrano come quelli "scusa ho una conference call, poi possiamo vederci x un lunch , ma speedy perchè dopo ho un briefing, etc etc"... non so se ho reso l'idea!
:)
Silvia

Apprendista mamma ha detto...

Mi associo al commento di rocciajubba. Mi piace molto di quello che scrivi, ma questa volta ti sei veramente superata... Grazie per come ci stai raccontando la Social Media Week

cla&to ha detto...

Bello l'articolo!io sono su facebook e Linkedin, ma di occasioni trovate tramite questi mezzi ancora nulla...speriamo per il prossimo futuro!

NOI ha detto...

La prima volta che ti leggo e... un figlio non è mai una "sfiga" :-)

bebe ha detto...

Sei stata nominata per un premio sul mio blog! ciao ;)

Wonderland ha detto...

@Silvia è vero, ma purtroppo è un po' il gergo dell'universo digitale.. anzi DIGITAL :)
@clamp in bocca al lupo!
@roccajubba grazie, che cosa bella che mi hai detto.. ne sono felice!
@NOI una sfiga?? ma stiamo scherzando: non sarei mai qui senza la Porpi :)
@bebe grazie!

Grazie a tutti dei complimenti, sono felice che i pezzi vi piacciano!

OrsaLè ha detto...

Letto e commento: è stato strano leggerti così diversa, ma piacevole. E' stato come se ti fossi messa in punta di piedi nelle storie di queste donne fantastiche per mostrare agli altri la loro vita.

Brava!

Blog Widget by LinkWithin