il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 15 marzo 2011

Sabotaggio

Dopo infinite prese a male e blande depressioni, ho trovato una scrivania dove andare a lamentarmi della vita, del lavoro e del tempo senza farlo ad un muro bianco con Peppa Pig di sottofondo.
"Aehm, e quindi posso venire qui? Non sporco, ho il mio computer e il telefono lo uso pochissimo: sto sempre su Skype."
"Ok."
"...non stampo quasi niente."
"Ok."
"E posso pagarvi in freelensate."
"Certo, in natura."
"Aehmmm'nchessenso?"
"Beh, sai scrivere."
"Ho anche una bella calligrafia."
"Perfetto. Cominci quando vuoi."

Sono tornata a casa come... avete presente quella scena di 500 days of summer?
Questa:

Con le Panteganasan dietro che ondeggiavano le braccine, l'autista del 52 che strizzava l'occhiolino e il barbone di largo Argentina che faceva il tip tap.
Oh, uccidetemi, ho visto troppi film.

E insomma, torno a casa e la cosa che devo davvero organizzare è la Porpi.
Perché lei avendo avuto quel mix letale e senza soluzione di continuità febbre+influenze+varicella+stomatite+febbredavaccino praticamente non è andata all'asilo per due mesi. Qualcuna di voi ha telefonato per avvertire? Perché io NO. O meglio, non direttamente. Intercettavo qualche mamma al supermercato 'uh, lei va all'asilino di Polpetta? può dire alla maestra che noi torniamo! torniamo, eh? grazie!".
Mi viene il dubbio di aver sbagliato mamme e di essere etichettata come la pazza del Despar.
(Pantegane che ondeggiano)
Non fatevi troppe domande sul perché io non abbia alzato il telefono: non ne ho idea. Prima o poi dovrò consentire al mio emisfero razionale di intervenire nelle decisioni della mia vita. Porello, sta sempre lì con la manina alzata e io non lo cago mai.

Stamattina chiamo.
"Salve, sono la mamma di Polpetta."
"Di chi?"
"Polpetta."
"Non c'è nessuna Polpetta qui."
"Sono due mesi che non veniamo... volevo sapere: il posto c'è ancora?"
"Mi faccia controllare... ah sì: Polpetta. Pensavamo vi foste trasferiti."
"Ma chi ve l'ha detto?"
"Una mamma."
"Ma dove l'ha sentito? Perché al supermercato no."
"..."
"Beh insomma, siamo qui."
"E noi abbiamo dato via il posto."
"Mi sembra ragionevole. Cosa volete per riaverlo indietro?"
"Non so, ci devo pensare."
"Un attimo: mi ha preso sul serio?"
"Glie lo faccio sapere ad aprile se abbiamo ancora il posto."

E insomma, ho trovato la scrivania e ho perso l'asilo.
Devo ragionare sul concetto di autosabotaggio.
O monetizzarlo.
Potrei tenere dei master al riguardo, sul target masochisti andrebbe fortissimo.

Condividi

37 commenti:

Anonimo ha detto...

ecchecavolo... ok una soluzione sono certa che la troverai...

domandina: ma all'asilo in pratia onn è mai andata? con la retta come facevi?

bismama 2.0 ha detto...

"Quando la tua vita professionale comincia a decollare, la tua vita privata diventa un casino!!"
Bridget Jones docet.

Uff che casino e come ti capisco... coi nani è sempre un macello.
E la tata? Estendergli gli orari e pagando in natura pure lei?? Con le torte eh... che avevi capito :-))))

Wonderland ha detto...

Ho pagato solo i primi tre mesi... ora la domanda è: se la riprendono, mi faranno pagare anche i mesi arretrati in cui non è andata? ARGH!

Wonderland ha detto...

HAHA @Bis io che pago in natura con le torte è esilarante. Tipo che me le tira dietro con la mazzafionda.

bismama 2.0 ha detto...

Mah penso che dipenda dal fatto di essere pvt o statale.
Il nano andava a uno pvt (che costava meno del comunale Arrrgh), però, quando non andava mi toccava pagare comunque la retta.
Mmmm magari fai un attimo finta di niente, tanto se devi loro dei soldi sta sicura che te lo ricorderanno :D

Chiara ha detto...

Ammesso che tu riesca a risolvere la questione asilo, quando ti trovi in zona Argentina posso guidarti in una pausa pranzo decisamente poco trendy presso il baretto detto "degli energumeni".

Seavessi ha detto...

la Bis mi ha fregato la citazione, sgrunt.

ma la retta hai continuato a pagarla? vai a rileggerti bene il contratto che hai firmato, magari trovi il codicillo che ti viene utile!

Silvia ha detto...

beh, se non paghi è dura che ti tengano il posto....
siamo a marzo, mi sa che ti conviene prendere una baby sitter ormai.
non so a roma, ma se per l'anno prossimo la vuoi mandare alla materna comunale ti dirò che a torino sono già chiuse le iscrizioni (io aspetto le graduatorie). ti avviso perchè ho l'impressione che le scadenze e l'organizzazione non siano i tuoi punti di forza (ma ne ahi tanti altri, quindi non ti preoccupare... ^_^)
Silvia

Wonderland ha detto...

@Silvia la cosa ridicola è che sul lavoro sono super-precisa e invece nella vita privata... il caos! Forse ho una dose di organizzazione che uso tutta lì -.-

Sì, è un asilino-ludoteca semiprivato quindi flessibile, e poi cmq sono molto gentili, secondo me ad aprile un posticino me lo ritrovano ma intanto devo cmq attrezzarmi con un piano B!

@Chiara sììììì!

Pimpa ha detto...

Cara Wonder, qui hai una professionista dell'autosabotaggio. E su tutti i fronti, eh!
Il top del top e' che condisco il tutto pure di abbondanti pippe mentali... che e' peggio!

Wonderland ha detto...

Ah quello pure io...

p.s. per chi lo chiedeva su Twitter: le malattie a raffica sono state causate anche da un abbassamento delle difese immunitarie, quindi il pediatra ci aveva consigliato di tenerla a casa per un po'.

Francesca ha detto...

Cavoli, ma danno via il posto all'asilo così?? Senza avvisare?? Ok che nemmeno tu l'avevi fatto (avvisare, intendo)..ma anche loro però..potevano essere un attimo più delicati e professionali.
Comunque super questo post, anche perchè il film citato l'ho visto giusto giusto due domeniche fa..e la scena di cui parli, ce l'ho presente benissimo! Ahahah!
Che mamma pazza che sei!Polpetta avrà il suo bel da fare! ;P

Fra ha detto...

la pazza del despar :D
mi fai morire dal ridere!
in bocca al lupo per l'asilino! :)

Wonderland ha detto...

Crepi!
Povera Porpi, speriamo non cresca idiota come me.
Mi prendo tutte le colpe del caso, dovevo avvertire. D'altra parte loro sono molto easy quindi spero che si trovi una soluzione...

Barbara ha detto...

no panic! ad aprile mancano pochi giorni ormai, quindi Porpi potrà stare dalla nonna, o dalle nonne...sicuro ed efficace. ricatta i tuoi cari: "ma come, io ho trovato una soluzione a lungo termine, a voii tocca solo una soluzione temporanea!" Good luck and let us know!

Cleare ha detto...

beh cosi la bilancia si mantiene sempre in equilibrio tra sfiga e fortuna..dai tra le tante cose he uno ha da fare poteva capitare. E'un casino con l'asilo nelle grandi città! Cmq se ti serve una baby sitter io son disponibile (ora starai pensando: piuttosto la lascio al barbone all'angolo di Largo Argentina ihihihi)!

Silvietta ha detto...

se vuoi un po' di lato razionale, ti presto il mio. a me manca tutto il resto :-D
quando c'è un allarme mio marito dice che addirittura si vede il "neurone d'emergenza" correre dietro al vetro trasparente che ho al posto della fronte a schiacciare il pulsante rosso (modello guerra nucleare).

comunque tanta tanta solidarietà, qui le difese immunitarie abbassate le abbiamo in 4, soprattutto il nano di 4 mesi, che adesso prende di tutto dalla sorellona di 2 anni. ho sonnoooooooooooooooooooooo.

in bocca al lupo per l'asilo, ok?!

thesparklingdorothy ha detto...

se ti consola non sei l'unica a vincere il premio per
"autosabotaggio"...
stesso tuo problema qualche mese fa: lavoro perfetto ma nessuno che poteva tenere mia figlia!
Lei va al nido che pur essendo privato ha degli orari per niente flessibili e alle 15:45 torna a casa, da non sottovalutare poi il problema malattie, essendo il primo anno sta spesso a casa (novembre tutto il mese a casa, febbraio idem!) e quindi non avendo nonni che ci potessero aiutare ho dovuto per l'ennesima volta soccombere!
troverò un'altra occasione??
chissà...

Wonderland ha detto...

@Silvietta loool, l'immagine del neurone di emergenza è bellissima!

serendipity ha detto...

capisco tantissimo la tua seTe di una seDe di lavoro! L'ho condivisa ed ora che ho anche io un luogo in cui recarmi (anche se 9 volte su 10 è quasi disabitato) mi sento rinata ... incasinata ma rinata ... ti faccio tanti complimenti x la conquista ...
comunque a volte siamo i peggiori nemici di noi stessi e le dimenticanze sono davvero il modo migliore di autosabotarci ... ma perchè ci fa tanta paura realizzare i nostri sogni?

LAMAMMAèSEMPRELAMAMMA ha detto...

Ma scusa, nell'asilo di Polpetta se non va danno via il posto???...va bè che tu non hai chiamato ma a maggior ragione...nessuna nuova buona nuova! si dice no. E poi la retta? Se le paghi mica possono toglierti il posto??? Vabbè, ti auguro di risolvere al più presto, magari dalla tua scrivania nuova ti verrà qualche idea geniale...anche perchè non ho capito: ora devi cercarti un altro asilo???
Bacio

El_Gae ha detto...

Bel post. Ma soprattutto, porcamiserialadra! Mi son dimenticato di chiamare l'asilo per dire che la Marychan è assente.

Cla ha detto...

ma sai che quasi quasi ti vedo anche in un balletto come quello di "come d'incanto" nel parco? ;oD

http://www.youtube.com/watch?v=YQ1V0wm4_Wg

mammachetesta ha detto...

Vedi il bello di vivere in un posto dove se starnutisci lo sanno tutti in due minuti?!!?
Io mi scordo al massimo per un giorno, ma DUE MESI?!!?
Chiaretta non si faaaaaaaaaaa!
Ovvio che ti danno via il posto. Funziona così anche nel pubblico. Certo che potevano fare una telefonata di controllo...
Però no, non possono farti pagare, almeno non il periodo in cui hanno fatto pagare anche quello a cui hanno dato il posto della Porpi.

mammachetesta ha detto...

Ah, se parliamo di citazioni allora ti dico "Avvisami quando la tua vita va completamente a rotoli. Vuol dire che è il momento per una promozione".
"Il diavolo veste Prada".

Mr.Tambourine ha detto...

Sei forte forte.

tappolina ha detto...

Ciao Wonder ti seguo da un bel pò e il tuo stile mi piace moltissimo,sia nel senso di stile letterario sia nel senso di stile di vita,nel modo di affrontarla con le sue gioie o difficoltà.Devo dire che a volte un pò ti invidio perchè invece a me non-mamma un post come questo toglie ancora di piu la già bassissima voglia di figliare! Troppe rinunce,troppo peso pensare a qualcun'altro che non sia me stessa,in più manco sono freelance...attraverso una fase fortemente egoistica me sà...!!Cmq bravissima continua così..;-)
N.

Pentapata ha detto...

oh merda. capisci il francese vero?!

Ilaria ha detto...

Intanto ti invidio tantissimo l'ufficio fuori casa! Io sto pensando di invitare altri freelance qui da me, per avere compagnia!
Per l'asilo ti auguro di trovare una soluzione veloce. In bocca al lupo!

Lisa ha detto...

Ma noooo!! Sabotage!
Mi auguro (anzi, ti auguro) che il posto in qualche modo salti fuori, altrimenti puoi provare a vedere se c'è posto sotto la scrivania in ufficio...
Esistono le tagesmutter da voi?

Anonimo ha detto...

ma loro una chiamatina per verificare no eh?

Mammamsterdam ha detto...

Dopo 5 anni dalla nascita di figlio 1 mi sono improvvisamente risvegliata e ho detto: ma come è stato possibile andare avanti così con il pilota automatico e non sono mai successe disgrazie? Perchè come dici tu la dose di organizzazione una se la tiene per il lavoro e il resto dio provvede.

Insomma, sei normalmente nella norma direi, mano a mano che i figli crescono passa, poi dopo una certa sogli si ricominica, ma quella è la direzione demenza senile e a quel punto non sono più realmente affari nostri, tanto non capiamo.

tittyfrizzy ha detto...

passa sul mio blog, ho qualcosa per te ;)

Federicasole ha detto...

"se è vero che ad ogni rinuncia corrisponde una contropartita considerevole....." qualcuna cantava così!:-) kiss!

Giuseppe Lanzi ha detto...

Dato che ormai dire "non potevano chiamarti dall'asilo?" non è originale, dirò soltanto un bolognesissimo "che pacco!".

mammacianci ha detto...

E brava Wonder! Finalmente dopo tanta fatica sei riuscita a guadagnarti la tua scrivania! Pensa che io invece sto cercando di trovare il coraggio di liberarmene! Ho bisogno di aria e di rinnovamento...Ma forse mi basterebbe solo fare il lavoro che mi piace da sempre, ovvero la giornalista...Mi accontenterei anche di scrivere un pezzo al mese sulla crisi mistica del piccione viaggiatore dopo l'avvento delle nuove tecnologie! E va bè, che devo fà! Aspetterò che arrivi anche il mio momento!

tuchesaitutto ha detto...

Prima di tutto Brava Chiara, finalmente hai ottenuto ciò che volevi, Finalmente!!!
Ma la storia dell'Asilo/Ludoteca ha dell'incredibile ahahah sopratutto la diceria che vi eravate trasferiti @_@ ed io che pensavo che solo nei paesi piccoli come il mio ci fossero queste dicerie campate in aria... (ma da quando vivo a Roma ho scoperto che tutto il mondo è paese!!!)
per il posto all'asilo potresti sempre dire che citerai l'Asilo/Ludoteca in un tuo prossimo articolo ahahahah!
In bocca a Lupo per tutto e tienici aggiornate. smack

Blog Widget by LinkWithin