il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 1 agosto 2011

Fotografare i bambini: i consigli di 6 giovani fotografe

Non so voi, ma se durante l'anno già scatto foto a qualsiasi cosa e faccio quelle scene pietose tipo 'aspetta a bere il cappuccino che gli voglio fare una foto, poi si rovina la schiuma', d'estate la sindrome del giapponese al Colosseo viene amplificata da paesaggi, occasioni, relax, semi di cocomero rimasti sulla guancia e piedi sporchi di sabbia. Finisco regolarmente per riempire la memoria del Mac di triliardi di foto. Confesso: finisco anche per fare ritratti ad amici e figli di amici con la promessa di inviarle 'subito, appena torno a Roma' e invece gli arriviano solitamente tra l'anno e l'anno e mezzo dopo. Ops.

Questa breve introduzione per arrivare al punto: che abbiate una reflex digitale coi controcojoni o una semplice point&shoot ipercompatta, sono dell'opinione che qualche piccola dritta a livello di composizione, luce, scene, faccia piacere a tutti (a me per prima). Ecco perché ho contattato alcune giovani fotografe, tutte non professioniste tranne una, per farmi/farci dare qualche consiglio per fotografare i nostri bambini. Piccoli e semplici accorgimenti che potete mettere in pratica con qualsiasi macchina fotografica, cose a cui solitamente non si pensa ma che possono fare la differenza tra 'questa è Martina in barca, sì ok è un pochino in controluce e le mancano i piedi ma vabbè' e 'guarda che bella questa foto di Martina in barca!'.

Dal momento che, pur non essendo né professionista né bravissima a fare foto, mi arrivano tante mail con domande e richieste di consigli semplicemente perché sono appassionata, mi sembrava un post carino da realizzare in vista dell'estate.
Ecco i loro consigli :)

Scattate all'aperto

Coi bambini sfruttare la luce naturale è d'obbligo, le foto vengono più mordibe, loro non sono accecati da assassini fasci di luce e potete sfruttare le migliori ore della giornata, sia in casa che fuori. In casa fatelo giocare nei pressi di porte finestre/finestre, non sempre la famosa regola che la luce deve stare alle spalle del fotografo è veritiera, girate attorno al bambino cercando il punto in cui la luce risulta migliore e il volto non sia scuro rispetto all'ambiente, spesso dei fasci di luce che arrivano davanti alla macchina fotografica creano dei bellissimi effetti.
Durante l'estate le migliori ore per scattare sono quando la luce è morbida e flebile, verso le 18.30 fino al tramonto. Portatelo in un parco giochi dove ci siano molti alberi verdi e l'effetto della luce attraverso le foglie sarà un bellissimo sfondo, mentre è in volo sull'altalena o raccoglie le margherite per regalarle alla nonna ^_^
Piccoli suggerimenti extra: abbassatevi alla loro altezza (bassessa? U_U haha) ma se volete un bel primo piano d'effetto sui quei bei grandi occhioni anche qui infrangete le regole e riprendetelo dall'alto, fate cucù-sette da dietro l'obiettivo per catturare sorrisoni, e se siete molto creativi portatevi dietro qualche pezzo d'effetto per creare una scenografia divertente in mezzo alla natura: una poltroncina o un cavallino a dondolo in mezzo ad un campo di fiori è molto scenografica - Cristina Cimino

Un posto al sole? Forse no.
Evitate il sole diretto in faccia perchè oltre a creare una luce dura e con ombre nette e spiacevoli, costringe il soggetto a fare smorfie e a chiudere gli occhi per la luce fastidiosa. L'ideale è fotografare in una giornata nuvolosa perchè le nuvole faranno da grande diffusore e la luce sarà morbida e diffusa. Ovvio che a volte è necessario o si ha l'occasione di fotografare col sole, quindi l'ideale è scegliere allora degli orari non centrali della giornata, quindi o al mattino presto o al tardo pomeriggio verso il tramonto (in estate, ovviamente in inverno le giornate son piu corte e quindi le 15:30-16:00 vanno bene per fotografare) In questi momenti della giornata la luce sarà calda e morbida. Al contrario di quanto si pensa anche col controluce si possono creare dei bellissimi effetti... Se invece dobbiamo fotografare proprio a mezzogiorno l'ideale è mettersi in una zona all'ombra, in modo tale da non avere la luce forte e la luminosita è omogenea. - Sara aka Just a Click

Occhio ai particolari
Non preoccupatevi di "tagliare" le teste ai vostri bimbi, perchè sono i particolari a renderli così unici ed espressivi. Concentrate la vostra foto su un dettaglio: la striscia degli occhi, i capelli fuori posto, una smorfia o un nasino raffreddato!! - Martina, aka LadyB

Un 'set'? Divertitevi insieme a loro
Quando si fotografano i bambini la cosa fondamentale e’ divertirsi insieme a loro. Il segreto è creare con fantasia situazioni divertenti: rendere improvvisamente disponibile il tubo dell’acqua in giardino (garantisce almeno un’ora esilarante di shooting), farli calare nel ruolo del personaggio preferito quando Carnevale è passato da un pezzo, trasformarli in supereroi con travestimenti “casalinghi” inventati insieme, stendere sul pavimento un foglio bianco gigante e buttarci alla rinfusa colori, pennelli e tempere, scatenarli in una battaglia di bolle di sapone…va bene tutto; inventate una situazione piacevole, create un clima giocoso, inquadrate abbassandovi alla loro altezza per vedere il mondo come lo vedono loro e gli scatti verranno da soli.
Oppure potete stimolare un racconto coinvolgente con varie domande sulle sue passioni o film preferiti, gli amici, la scuola, tutta la sua piccola vita: è molto divertente quando si raccontano ed alla fatidica domanda su “eventuali” amori, cominciate a scattare a raffica, perché le facce e le smorfie che fanno per svicolarsi o precisare con dovizia di dettagli i loro primi approcci sentimentali, sono fotograficamente irripetibili.
Anche creare dei piccoli “set”  tutti per loro, è molto divertente, ne parlo spesso nel mio blog e non è difficile; spesso i  genitori non immaginano neanche quanti miniset già pronti hanno in casa: una bella stoffa a righe appiccicata alla parete con nastri di carta, palloncini, giochi, scolapasta, piatti, libri, petali e fiori. Qualunque oggetto può diventare “scenografico” e dopo averlo creato scegliete i vestiti giusti e fateli entrare “dentro”: più folle sarà il set più si divertiranno.
Un ultimo sincero consiglio: godetevela pienamente la vostra sessione fotografica, perché l’unica cosa che non sarà divertente dopo…..sarà rimettere tutto a posto, ma ne sarà valsa la pena! -
Roberta Garofalo


Mai imporre una foto ai bambini
I bambini si innervosiscono facilmente, specie in situazioni di forte stress come cerimonie e feste di compleanno (come biasimarli?). Tutti i parenti sono impazziti e cercano di toccare, pizzicare e fotografare i pargoli come se non ci fosse un domani.
Il mio consiglio, per ottenere belle foto in situazioni come queste, è semplicemente quello di aspettare i momenti migliori, in genere quelli in cui le altre persone sono impegnate a fare altro.
Se il bambino è stato appena assediato da tutti i parenti con conseguenti crisi di pianto, si ottiene solo un effetto peggiore se si continua a dirgli “Stai fermo, mettiti in posa vicino a nonno!”.
Lasciatelo un po’ da solo con i suoi amici o i suoi giochi, e appena si sarà calmato cercate di catturare i momenti di tranquillità di nascosto. Risultato: foto spontanee, bimbi rilassati, parenti andati altrove. A volte basta davvero aspettare 5 minuti per ottenere un pupo sorridente.
La spontaneità paga sempre; meglio lasciarli giocare e fare foto dove non guardano direttamente voi piuttosto che ottenere dei primi piani dove il bambino è impegnato a farvi le sue smorfie peggiori.
Un esempio? Valeria messa in posa (notare le sopracciglia) e... Valeria messa a giocare nella sua casetta di Hello Kitty! - Gioia aka Jox


Non dimenticare gli oggetti
Adoro scattare foto agli oggetti che circondano i bambini, perché se magari per noi significano poco (alla fine é solo una coperta!) é molto probabile che per il bambino siano molto importanti. Spesso capita che certi oggetti non vengano conservati, magari perché con il tempo si sono usurati, o più facilmente perché se in questa casa dovessimo tenere tutto, poi dovremmo uscire noi.
Allora perché non trovare un modo meno ingombrante per conservare memoria di questi oggetti così importanti nella vita del vostro bambino o del vostro nipotino?
La fotografia é un ottimo mezzo per tenere memoria degli eventi, delle persone, ma anche delle cose.
Parlando dal punto di vista tecnico é anche più semplice scattare delle fotografie ad un soggetto statico come un peluche o un abitino, perché con tutta calma possiamo prenderci il tempo per fotografarlo con la giusta luce e in una giusta prospettiva.
Il segreto per fare delle belle foto a dei soggetti così particolari é ricordarsi perché li si sta fotografando. Li fotografiamo per ricordarcene e per lasciarne memoria anche per il bambino. Quindi la cosa più ovvia è fotografare questi oggetti nel loro habitat naturale. Non esiste set fotografico migliore dell'ambiente di casa, dove il bambino gioca e cresce, dove il bambino entra in contatto con questi oggetti e che inevitabilmente abbandona in giro. Può quasi diventare un gioco divertente dare la caccia alle scarpette dimenticate, al giochino lanciato sotto al divano o al ciuccino lasciato nella culla.
Paola aka Key Pao

Spero che questi piccoli consigli possano esservi utili a scattare foto ai vostri bambini e a riempire un sacco di pareti e cornici in giro per casa. Fatemi sapere quale vi è piaciuto di più e come l'avete 'applicato' :)

p.s. sempre parlando di fotografia, mi hanno segnalato questo concorso che si chiama Family Portraits credo valga la pena partecipare solo per rischiare di vincere uno shooting col mitico Steve McCurry :O Wow.
p.p.s. tutte le foto di bambini presenti in questo post sono già pubbliche sul web.

Condividi

30 commenti:

EricaML ha detto...

grazie Wonder.! da sempre amo le foto e fotografare ma una reflex ce l'ho solo da qualche mese... i tuoi consigli sono utilissimi.... e meno male che non sono mica solo io afotografare cose impensabili.... bacio

Elena e Manuele ha detto...

bellissimo e utilissimo questo post!!! grazie mille wonder ;)
a me sono piaciuti tutti gli interventi, ma in particolare quelli di martina gioia e paola..

Favolata ha detto...

Grazie Wonder utilissimo questo articolo! Secondo me le parole chiave sono divertimento e spontaneità.

Anonimo ha detto...

Bellissimo e interessantissimo post e soprattutto ottimi consigli, in effetti i bambini al naturale sono molto più fotogenici, mi hai dato una speranza di fare belle foto anche senza reflex..(io do' sempre la colpa alla macchina.. ;) ) Grazie e ancore complimenti al tuo blog ^_^
Rossana

Tilia ha detto...

Grazie per i consigli! Solo per la sezione super dummies ho trovato pure questi :) e qualche dubbio me lo hanno fatto venire...
http://gawno.com/2009/05/78-photography-rules/

SuSter ha detto...

Un articolo utile e interessante. Ne terrò conto per i miei futuri scatti. MI è piaciuta molto l'idea del set fotografico: può rivelarsi un piacevole e originale passatempo nelle giornate così così, che non sai più che fargli fare e per una ragione o per un'altra non si può uscire. Ah: anche il mio povero pc strabocca di foto in quantità centuplicata da un anno a questa parte!

Mammabradipo ha detto...

Io sono una "rompi" come te nella situazione del cappuccino, mio marito mi ODIA per questo!!! Anch'io ho il computer colmo di fotografie e da quando ho il bolg sai quali sono le mie preferite? Quelle dei miei bimbi di spalle!!! Prima mai e poi mai avrei sognato di tenere buona una foto in cui nn si vede il viso, ora mi sembrano più espressive quelle di altre!!!

Laura ha detto...

Grazie Wonder!! Questo post è utilissimo :)) io di nani da fotografare ne ho due! Pensa che la nana n°1 che ha quasi 4 anni, è talmente abituata alla mia mania di fotografarli che ora si mette perfino in posa ahaha!!! :) Il nano n°2 invece quando vede la macchina fotografica diventa di colpo serio serio... ma ha solo 6 mesi...si abituerà pure lui! :) Ps. a proposito di votantonio... mi è sembrato doveroso votarti al macchianera anche come blog fotografico, perchè sei bravissima! E di tutte le foto mi piace da morire quella dell'acqua lanciata dal secchiello sulla spiaggia!! :) A presto! Laura

Peggy Lyu ha detto...

post interessantissimo!
Al momento sono sfornita di macchina fotografica, e non sono nemmeno portata, ma vivo in una zona con paesaggi stupendi che meritano di essere immortalati..
Eh si, le tue foto sono sempre bellissime!

http://peggylyu.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

QUESTO-POST-E'-STUPENDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!Quanti consigli meravigliosi! Sicuramente tenterò di applicare il consiglio della foto nel parco con le foglie di sfondo e le foto agli oggetti di vita di Flavio.
P.S.ultimamente il mio nanetto mi chiede di usare la mia macchina e io glielo permetto: la vita vista dalla sua prospettiva è divertentissima!

Dany e il bovaro Flavio

mafalda1980 ha detto...

Post molto utile :)
Le foto più belle che ho sono quelle fatte per caso.
Ho un po' di nostalgia del tempo dei rullini e del "come saranno venute?", per il resto il digitale è una gran comodità!

Anonimo ha detto...

belllissimo post, grazie!!
adoro fotografare i miei nipotini, ma ho notato che non reagiscono allo stesso modo, il grande adora farsi fotografare già da picolissimo, mentre la piccola è più riservata... e bisogna prenderla di sorpresa quando si diverte!
adoro i tuoi post "fotografici", sei bravissima!

Rebecca ha detto...

Sababto dovremmo partire per il mare..ma... son tre gg che la pulce ha 38/39 di febbre e siamo chiuse in casa sotto antibiotico, quindi...una reflex l'abbiamo ora non ci resta che mettere in pratica questi tuoi divini consigli! E pre l'ennesima volta: GRAZIE WONDER

Mia ha detto...

Aaaaaahhhhhhhhhhhhh ma allora vedi che non sono pazza a fare le foto a pezzi come me le chiamano qui?!?!?!? Io adoro fotografare i piedini del nano, la sua manina che mi stringe la maglia mentre dorme, gli occhioni, un gioco lasciato da qualche parte che parla di lui......
Bel post!

psicomelina ha detto...

Bel post!!!!

Leggendo la prima parte del post mi sono sentita vittima di stalking pensando stessi parlando di me :D

Continuando ho pensato... no, non parla degli 'appostamenti' tattici della durata (breve!) di circa 40 minuti per ottenere "quello sguardo un po' così e quella luce un po' cosà". Ma mi ci sono decisamente ritrovata!

Grazie anche ai fotografi professional e non che hanno collaborato!!!

El_Gae ha detto...

Arghh! Dio esiste. Grazie

kikka ha detto...

proprio carino ed utile questo post! consigli semplici e facili da applicare: grazie!
mi piace l'idea di "divertirsi con loro" invece di imporre la foto: sicuramente il consiglio più azzeccato e quello che cercherò di mettere in pratica!...

Elle ha detto...

Ciao Wonder, ecco un bel post anche per chi figli suoi non ne ha, ma adooora fare foto. Di solito fotografo la natura o gli edifici, perché le persone che si mettono in posa non mi piacciono. Col risultato che i personaggi delle mie foto sono spesso sconosciuti beccati per caso per strada ;-) Ma una volta ad un matrimonio ho fatto delle bellissime foto alla figlia di mia cugina seguendo, senza saperlo, il consiglio di Gioia Jox: la bimba aveva ormai 5 anni e si metteva in posa con sguardo serio e penetrante, e sempre leggermente di profilo (ma dove l'ha imparato?) a nulla serviva dirle di rimanere spontanea, né di sorridere. Poi dopo il pranzo s'era ormai stancata e voleva giocare. Allora l'ho accompagnata al parco giochi (era praticamente l'unica nana di tutto il parentado, povera) e mentre correva sul prato dall'altalena al dondolo allo scivolo e ripartiva dal via le ho fatto tantissime foto SPONTANEE, in cui rideva felice e sudatissima (poi la sua mamma mi ha sgridata per questo, ed io per ripicca non le ho mai fatto avere le foto).
Grazie per i bei consigli che ci procuri sul web!
Elle

lacinzietta ha detto...

post molto interessante! e grazie per avermi fatto conoscere queste brave fotografe :) io di bambini ne fotografo poco quindi ben vengano i consigli.

Barbara Palmisano ha detto...

condivido tutto! ;)

Cris ha detto...

grazie per questa opportunità chiara ^_^

Wonderland ha detto...

grazie alle fotografe che hanno collaborato e grazie dei vostri commenti :) buone foto!

Luisa ha detto...

Vedo che i consigli su come fotografare i bambini riscuotono sempre molto successo fra le mamme. Ottimi i consigli dati in questo thread. Io praticamente vivo accucciata a terra per fotografare le mie pargole e i miei clienti. Aborro la luce diretta, molto meglio stare in ombra, ai margini della luce. Il riverbero che ne deriva offre una luce spettacolare. Per chi vuole cimentarsi in prove un po' più tecniche consiglio di lavorare in apertura di diaframma, aprire al massimo (valore f/ più piccolo possibile) e con l'esposizione a spot puntare la messa a fuoco sugli occhi del bambino.

pioggerellina ha detto...

sono andata a rileggere alcuni tuoi post vecchi... e ho trovato quello in cui il tuo fidanzato aveva scambiato urcaurcatirulero per DeAndrè... un'ora fa... e sto ancora ridendo!! Ma in effetti è molto simile al suo stile!

Così ti racconto di quando mia nonna tanti anni fa, mentre stavo ascoltando Nothing Else Matters dei Metallica, mi disse che l'inizio le sembrava una canzone dei pastori sardi...

crostata di visciole ha detto...

bel post e bel blog ...utili consigli,
anche io mi diletto ad immortalare la mia Morgana e i suoi total look sul mio blog per non parlare di quando ero incinta e ho fotografato la mia pancia in tutti i modi possibili e immaginabili,le foto sono venute talmente bene che ora le mie amiche in dolce attesa mi invitano a casa solo per essere fotografate !!! :)
complimenti continuerò a leggerti...

zauberei ha detto...

Wonder carissima le foto tutte sono molto carine, ecco dico questo perchè ho deciso di fare un commento del tipo scassac.zi, ecco, lo so che a voja a di' i commenti critici un scassac. sono.
Ma io sti consigli li trovo un pocherello tanto ovvi. Insomma - che per montare un set coi pupi ci dovevo giocare toh! Pensavo di prenderli a sassate!
Che la luce delle sei di sera è la più bella lo si impara con la prima macchinetta, e via mi sa con tutti gli altri. Ecco mo' per un po' speremo non faccio più commenti scassac.
Buone vacanze:)

zauberei ha detto...

Wonder carissima le foto tutte sono molto carine, ecco dico questo perchè ho deciso di fare un commento del tipo scassac.zi, ecco, lo so che a voja a di' i commenti critici un scassac. sono.
Ma io sti consigli li trovo un pocherello tanto ovvi. Insomma - che per montare un set coi pupi ci dovevo giocare toh! Pensavo di prenderli a sassate!
Che la luce delle sei di sera è la più bella lo si impara con la prima macchinetta, e via mi sa con tutti gli altri. Ecco mo' per un po' speremo non faccio più commenti scassac.
Buone vacanze:)

Wonderland ha detto...

Zaub, anche quando scassi la minchia lo fai con tale grazia che non te se pò di niente :) Ma questo post era concepito alla base come 'fotografia for dummies' quindi anche soluzioni lapalissiane che però, ti assicuro, a tanti sfuggono :) Tra l'altro i consigli applicabili sia con macchinette professionali che con point&shoot sono davvero pochi. Il giorno che farò un post tutto di flare, bokeh, f stop e otturatore, dove non si capisce una ceppa, sarai autorizzata a risentirti nuovamente :D

Saetta ha detto...

Wond che bello!! io ero una di quelle scassamaroni che ogni tre per due chiedeva "ma perchè non fai un post con consigli fotografici?"
Ora il più è riuscire ad applicare questi preziosi consigli riuscendo in scatti degni di nota.
Isabel ha centinaia di foto, i tre quarti con gli occhi chiusi, e il restante mosse o mentre dorme (paracula io! :-D )...
L'unica cosa che credo sia imprescindibile sapere per fare degli scatti degni di nota siano tutte quelle cose tecniche tipo ISO (ma che so?! si mangiano?! -_-' ) otturazione (conosco solo quella dentaria 0_o ) ecc ecc... ma lì ci vorrebbero anni di studi con tanto di lavagnetta e disegni elementari... :-D

Ps. comunque, grazieeee!! :-)

unamammaperdue ha detto...

grazie!
ottimi consigli :)

Blog Widget by LinkWithin