il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 26 ottobre 2011

Mamma in topless*

La maietta ha fatto la sua comparsa una sera che Porpi era particolarmente rognosa, una di quelle sere che per addormentarla avrei noleggiato pure l'ipnotista, The Mentalist o Piero Angela.
E insomma pur di uscirmene da quella stanzetta a un certo punto le propongo dei surrogati: "Amore vuoi questo bellissimo orso? Questo era di mamma..."
"No."
"Questa pecorella, te l'ho regalata io. E' un po' come avere mamma con te, no?"
"No."
"Facciamo un cartonato di mamma e lo mettiamo qui, resident vicino al lettino? Huh?"
"No. Hmm... Vojo... quella maietta."
"Quale maglietta?"
"La tua." ha fatto, indicando in modo perentorio la mia tshirt rossa cotone misto lattine (è una tshirt della CocaCola ottenuta dalle lattine riciclate).
Da quel giorno maietta è diventata la coperta di Linus di Porpi. Oggetto venerato, più che transizionale. Feticcio lurido e consunto al quale nessun lavaggio potrà mai resituire un aspetto meno somigliante ad uno strofinaccio in attività dal 1972.

Maietta ha un suo uso specifico: si tiene una manica tra il pollice e le prime due dita, al che si strofina furiosamente fino allo stato di calma.
Frase celebre è: "scusa, mi dai maietta che mi devo consolare un po'."
Maietta ha vari utilizzi: può essere usata come oggetto affettivo ma anche per il bubù-settete, come coperta da bambole, come presina, per pulire i fari della macchina, per eliminare le ditate dai vetri, per vestire una bambina che nella tratta Roma-Fregene ha sudato come un cinghiale sardo o si è lanciata nella fontanella del Maxxi di Roma.
Abbiamo una diapositiva:

(Maietta è quella sotto, rossa, poco visibile. Le fa da mutande e pantaloni in questo caso. Com'è versatile...)

Maietta è distruttibile: più buchi ha, più anfratti possono essere afferrati dalle manine della Porpi. Maietta non ha occhi che possano scucirsi o imbottitura che fuoriesca. Maietta repelle gli acari. Maietta si butta in lavatrice e asciuga velocemente, a volte pure col phon. Maietta era pure bruttina, quindi non mi dispiace troppo di averla immolata alla causa. Maietta è ripiegabile, appallottolabile, sventolabile.
Soprattutto, maietta non è mutande.

E vi giuro che quella sera, se me le avesse chiese, io glie le avrei pure date.

* no, scusate, è che dicono che ho un problema di SEO. Per questo motivo i titoli dei miei post d'ora in poi conterranno parole sensibili come sesso, MILF, mamme vogliose, donne nude, orgia con tacchino e Capibara perde la verginità.

Condividi

51 commenti:

El_Gae ha detto...

Mari-chan (che ha un paio d'anni meno della Porpi) alle volte si porta a letto tutto il nostro vestiario... Però il "tigiama" della mamma va perla maggiore.
Se cambi lo stile dei titoli io sarò più assiduo nella lettura dei tuoi post ;)

Ciboulette ha detto...

a maietta manca solo il numero di serie per essere ritrovata, nel caso infausto che si perdesse, come sembra che facciano i francesi con i doudou dei loro bimbi.
Mi hai ricordato il fetidissimo fazzoletto-doudou del mio nipotino, che però non fungeva neanche da ricambio di vestiti :)

Nai ha detto...

ah ah ah! stupendo!
il mio "oggetto transizionale" era un peluche di monciccì con mani e piedi di plastica dura, rosicchiate fino allo sfinimento e per questo diventate appuntite e graffianti che usavo come amico, confidente, tavolino, sedia, cuscino, palla....cibo
p.s. piaciuto post? vista mail? ^_^

Anonimo ha detto...

Carissima, magari il mio nano si accontentasse di "Maietta". Vi prego aiutatemi, lui vuole il mio naso, si si avete capito bene, il mio naso o il naso di chiunque provi ad addormentarlo!!!
Allora la richiesta di aiuto è questa? Che cavolo gli dò al posto del naso? nulla sembra interessarlo...ha 3 anni e il mio naso, che una volta era un nasino, comincia a risentirne veramente! Pensa ho vinto anche una copia di "fai sta cazzo di nanna" per aver chiesto aiuto a mamme nella rete! :) passerà...E' VEROOOOO
Raffaella

ilaria ha detto...

ahhahahhaha:D sei arrivata tardi, io è da mo' che metto "donne burrose nude" come tag ai miei post:D Durante una lezione di disegno ho anche detto ai pargoli(tutti pluriventenni eh!) che inserire le parole sensibili sui post li indicizza di più. Il giorno dopo sul web è stato un puttanaio unico:D
Ps: io da piccola avevo "lenzolo"trattasi di lenzuolone singolo azzurro con stampa a margherite e interessanti angoli per lo strofinio:)

Anonimo ha detto...

Ciao ... mmmm no i miei figli non ne hanno .... ma se ad avere di queste fisse è la mamma è da ricovero ?? hahhahah io mi porto dientro non so più da quanti anni un cuscino che non è più un cuscino ma un sacco che uso per dormire .... e loro i miei figli mi prendono pure in giro !!!! un abbraccio è sempre un piacere leggerti !!!

MammainblueJeans ha detto...

solo per il ps mi hai fatto scompisciare dalle risate!
i miei nani non hanno oggetti transizionali.Non so se è un bene o no, ma lui (età di polpetta) repelle qualunquecosa che non sia io, lei (quasiunanno) idem.
CHE CULO!
Il problema è dividersi per metterli a letto...

ilaria ha detto...

Raffaella ti sono veramente vicina.
Magari la mia nana avesse una maietta, un tigiama, un orso, un lenzolo... La mia nana ha i miei capelli. I miei capelli. Non so se vince Raffaella col naso, ma sicuramente è una bella gara. I miei capelli, strofinati, tirati, arricciolati, sono la maietta di mia figlia. Lei arricciola, io divento isterica. Non sapete quante volte mi tocca di lavarli perché mi ha creato delle pettinature non riconducibili a normalità se non dopo un lavaggio....

Anonimo ha detto...

il mio nano grande aveva un gilet di lana, fatto da mia nonna apposta per lui e mai utilizzato come un gilet. era la sua copertina di Linus, che lui chiamava "gange"... questo perchè prima del gilet si portava in giro una coperta di lana,con le "frange" appunto, che non mollava manco in agosto con 40 gradi.. fortunatamente è poi subentrato il gilet, molto più piccolo e pratico che ha usato fino a 4 anni e ad un certo punto, di colpo non ha più voluto ;)
la nana piccola invece ha un più classico Bambi di peluche... soprannominato Bambi Macrocefalo, per le dimensioni della sua testa...

Aspirantemamma ha detto...

Il mio, di nani, è più di bocca buona: va bene qualsiasi oggetto di stoffa che si possa mettere sulla faccia e ciucciare un po'. Cuscini, cappelli, fazzoletti (in un momento di emergenza sul traghetto anche un pannolino - pulito eh!) fece alla bisogna....

Alessandra1966 ha detto...

I miei hanno avuto la fase "maglietta di mammà" quando erano mooolto piccoli, è terminata intorno all'anno, credo.
Il grande ha dormito, fino ai cinque anni, con "morbidino", un orsetto di peluche parecchio spelacchiato, poi ha deciso che era troppo grande per queste pinzillacchere.
Il piccolo ha la tribù transizionale. Ogni sera passa in rassegna la decina di peluche schierati sulla mensola e decide:
Oggi dormo con Mucchina, o con Conigliettotippi, o con Aragostinalorenzo - sì, abbiamo anche un'aragosta di pezza -
Il suo preferito però rimane Canino, che non è un dente caduto al fratello ma un bulldog di peluche.

Marta ha detto...

quindi con Maietta lei si addormenta da sola??!!
...fa questo miracolo?

se è così, mi devo attivare.

MammaTogata ha detto...

l'oggetto transizionale è indispensabile...la mia tata l'ha trovato nel pacchetto di fazzoletti di carta O_o

Lucy van Pelt ha detto...

Ma che dolcezza!! Adoro i bambini che hanno questa consapevolezza di sé! "Mi dai majetta che mi devo consolare", Porpi è avantissima!!

Alice nella Milano delle meraviglie ha detto...

Da noi poppy-toddy va ancora alla grande e il barattolo si ferma un attimo solo quando gli faccio la voce. Il problema è che poppy è un vero fico con la voce grossa, rappa e balla. Alla fine lui si è riposato e io sono a pezzi e senza voce! Meglio la maietta!!

Cappuccio&Cornetto ha detto...

@ Ilaria.... anche io i capelli!!!! quando la Gnoma era piccola avevo tentato una sostituzione con una bambola, sul mio blog puoi vedere il risultato... meno male che ho i capelli lisci!!!

Serena ha detto...

Due anni fa scrivevo questo sull'oggetto transizionale di mio figlio: le etichette http://genitoricrescono.com/buon-compleanno-vikingo/

dopo due anni confermo che siamo ancora in alto mare....

Gio ha detto...

Bella la majetta! e poi è ecocombatibile!
:)

Mamma_pasticciona ha detto...

L'oggetto transizionale della mia grande erano le mie tette. Sì, proprio così, e non era per niente piacevole!! Lei infilana la sua manina santa nella mia scollatura che diventava un collo V vertiginoso e spesso il bendidio veniva mostrato a tutti i presenti.
Con le Tettedimamma lei si rilassava e si addormentava, fino a 3 anni abbondanti.... non potete immaginare il fastidio!
Il piccinaccolo invece per adesso sembra propendere verso i capelli... di orsi, mutande, macchinine, creme e fazzoletti manco a parlarne!

Wonderland ha detto...

@El Gae: prima vittima della nuova strategia di SEO (che sta forse anche per Sesso E Orge? boh).

Ma per voi che avete IL doudou, tipo ne avete comprati 15? Perchè io ho visto una donna disperata che è dovuta tornare in FRANCIA a ritrovare un c*zz di elefante doudou introvabile in qualsiasi altro posto...

Wonderland ha detto...

(e nel caso delle tette, del naso e dei capelli? no, vorrei sapere...)

Anonimo ha detto...

Noi che abbiamo il doudou, anzi, che abbiamo il "doudou" e il "doudou l'altro" (cioè due doudou uguali per non farci mancare niente), ne abbiamo solo in casa 5 copie (indispensabili per consentire un giro in lavatrice ogni tanto), al nido un'altra, dai nonni altre due, comprati prima che spariscano di produzione e con loro se ne vada anche la mia serenità...
Ana

mafalda1980 ha detto...

Post delizioso :)
P.S. il mio soprannome quando ero incinta era "nana panzona", ed è la ricerca più cliccata per arrivare sul mio blog. I parametri di bellezza evidentemente sono tutti sbagliati.

Anonimo ha detto...

si abbiamo l'ogetto nanna-consolazione-relax !! che ha accuratamente scelto all'età di un anno cominciando a strofinare il viso mentre la addormentavo su un mio maglione sottilissimo e morbidissimo di cachemere (che mi è scocciato non poco cederle, ma in quel momento visti i suoi problemi di sonno anche se fossero stati i miei capelli mi sarei tranciata la coda di netto e gliel'avrei messa nel lettino!!!!!). ora dopo 2 anni è a pezzi-ma davvero in 3 pezzi di cui uno sta resident nel lettino, l'altro si porta fuori in borsa di mamma o alll'asilo il 3 è la scorta preziosa. è insostituibile.

mia nipote comunque ha la 'ninnaò' che sono un paio di mutande...però sue! e si addormenta adagiandosele in faccia, belle stese!!!

cannella

Cla ha detto...

io da piccola avevo il mio Babbuo un cane tutto spelacchiato con cui dormivo e me lo sono perso in Spagna durante una vacanza quando avevo 4 anni, mia mamma ha chiamato dicendo che avevamo dimenticato "il perro" suscitanto stupore di tutti per poi capire che era un perro si ma di pelouche...che poi gentilmente ci è stato rispedito sennò erano tragedie. Babbuo a tutt'oggi è nella mia camera matrimoniale sul suo ripiano. ;o)

mamma19 ha detto...

Hahahahaha che cara!!La mia invece non vuole niente..e quando non ne vuol sapere di dormire vado in panico.Non vuole NIENTE!!!

Anonimo ha detto...

invidia! magari Maggie avesse un oggetto transizionale!!!
grazieaddio tette capelli e naso sono salvi, io devo sacrificare "solo" la mano e il braccio fino al gomito ...ma che tortura!:-(
la Porpi è soooo cute!♥

Elena&Maggie

Anonimo ha detto...

E ringrazia la magnaminità di Porpi che ti permette di lavarlo...
Qui ogni lavaggio della venerata "LaLa" corrisponde ad una notte insonne o_O

*Io ho ancora il mio cane spelacchiato di peluche e, lo giuro, ci dormo, lo annuso per calmarmi e lo porto in vacanza.

Babs

Anonimo ha detto...

Beh, noi come oggetto transizionale abbiamo il camion-della-spazzatura-della-Lego!!! Viene portato ovunque: a letto per dormire, nella vasca da bagno per lavarsi, alla materna per superare l'inserimento, dagli amichetti (ovviamente se lo tiene ben stretto, guai a prestarlo!) per giocare... E, fino a poco tempo fa... Le orecchie! Soprattutto quelle del papà per fortuna!
Tania

ELENA ha detto...

Mia sorella ancora oggi, 27 anni, nei momenti duri della vita si coccola la sua PIA, è una copertina di lana che aveva nella corrozzina, quindi delle dimensioni di un fazzoletto, peccato che ad agosto la PIA la facesse sudare come un cammello, una volta mentre andavamo al mare e lei stava x vomitare mia mamma ha usato la PIA tipo sacchetto, lei si è così scioccata che non smetteva più di piangere e vominare.....

Anonimo ha detto...

La mia nipotina Anita ha una serie di doudou "dudùgiallo, dudùbbiola, dudùpiccolo, dudùglande e ottacchiotto". Comperati in serie, per tenersi al riparo da eventuali perdite.... Però quando (devo dire, da poco!) dorme da noi (cata de'nonni!) le presto l'orsacchiotto di quand'era piccolo il papà e...sembra funzionare!!!
nonnaelena

Anonimo ha detto...

Sono sempre quella del commento sopra (di PIPPO) e mi chiedevo cos'è un problema di SEO, e cos'è MILF.... mi spiegate?! grazie
Titti

Wonderland ha detto...

Ahaha si in effetti è un po' criptica come espressione per chi non è del settore.
Un po' di tempo fa parlavo con un amico che lavora nel digital e mi fa: ma a te arrivano visitatori digitando chiavi di ricerca assurde su Google? E io: no, da Google mi arriva poco traffico e sempre cercando il nome del blog. E lui: aaaaah allora sei negata col SEO! E mi prendeva per il culo.
Il SEO ti posiziona sui motori di ricerca, tipo se scrivo un post sulla ricetta dei cupcakes e qualcuno cerca la ricetta dei cupcakes, se il mio SEO è buono allora trova il mio blog, altrimenti no.
DIciamo che me ne frega molto poco del mio SEO, anche perché nel mio caso i contenuti sono talmente personali che non sono indicizzabili comunque, però lui mi ha detto che ovviamente se parli di sesso, donne nude e roba simile (MILF è Mother I'd Like To FUck, un delizioso acronimo americano) dai una bella botta di vita al SEO... chissà perch?é ehehehee

padreanomalo ha detto...

Te la cavi con relativamente poco. Io ho dovuto bestemmiare in turcocinese per riuscire a togliere alla Nana(TM), ma soprattutto alla di lei madre, il ciuccio.

Ci sono riuscito, alla veneranda età di cinque anni, dopo che ho gentilmente fatto notare che quella figliola ha il palato *scavato dal ciuccio*.

Ovviamente suo padre gliel'ha ridato tipo la settimana dopo.


Ben venga la maietta!!

Anonimo ha detto...

Il mio nanetto di quasi 3 anni ha scelto all'età di 6 mesi come oggetto transizionale la BOCCA!!!?? Sì quella che si usa per parlare e mangiare...ama esplorare con la sua manina [come un provetto odontoiatra] la mia bocca e quella di tutta la famiglia [padre...fratellone maggiore...nonni]. Usa questa esplorazione sia per il relax da divano, che naturalmente per oddormentarsi...Siamo chiaramente tutti allo stremo della sopportazione, anche perché il di lui vizzietto...porta a noi afte e gengiviti ed un notevole uso di burro cacao causa labbra di cartavetra!!! Abbiamo tentato di proporgli qualsiasi tipo di pupazzo in alternativa, ma come ben sapete sono sprovvisti di una vera bocca!!?? ........Laura

Robin ha detto...

Anch'io facevo come la Porpi da piccola e, invece della maglietta di mia mamma, avevo scelto una camicia da notte azzurra :)) Nessun indumento poteva sostituirla: ricordo ancora il piacere tattile che mi dava lo strofinare quel particolare tessuto! :D

regina87 ha detto...

Per il Nano la "copertina di Linus" è stata una serie di panni pulisci occhiali, tutti quelli che avevo visto che li perdevamo in ogni dove, che venivano sfregati ritmicamente nella mano sinistra mentre si ciucciava due dita della destra. Ora sono stati sostituiti dai guanti in lattice, quelli usa e getta, e se prima non avevo nulla per pulirmi le lenti ora non ho guanti per pulire il water!

Anonimo ha detto...

ciao wonder. ti leggo sempre,ci siam gia' scritte in passato su alf,ma forse questa è la prima volta che commento sul blog. bohhhhhhh :D
l'oggetto transizionale della mia Panzotta seienne è il suo mignolino -__- la faccina spero renda il concetto...mentre per il mio Trottola quasi treenne è la mia bocca!!! pian pianino pero' si sta ridimensionando. sperem!!!

BETTINA

Anonimo ha detto...

Il mio maschietto, da quando aveva un anno, è sempre stato fissato prima con le palle/palline/palloni, e poi treni, macchine, aerei ecc, e ha sempre voluto averne uno in mano, qualunque cosa facesse (compreso salire sulle scale dello scivolo, mangiare, andare all'asilo). La sera, prima di andare a dormire, si deve scegliere "qualcosa", (=uno dei suddetti mezzi di locomozione/una palletta) per poter andare a letto. Non potete capire che gioia portarselo nel lettone con "qualcosa"! Almeno maietta non ti si infila nel costato o nei reni mentre dormi! qualcosa. Almeno adesso dorme, e dorme nel suo letto: io di conseguenza gli posso togliere il gioco dalle mani quando s'è addormentato e metterglielo sotto il cuscino. E dormire senza giochi bozzuti e spigolosi nel letto!
A.

Apprendista mamma ha detto...

Lascia stare il SEO che vai benissimo così. Maietta è stupenda.

CappuccioeCornetto ha detto...

@wonder per la sostituzione del doudou-capellimamma, quando la Gnoma era piccola non c'era sostituzione (calcolando anche il papàGnoma pelato..), poi si è arresa al capello di maestre e nonni, quindi ovviamente le sue maestre preferite hanno i capelli lunghi!! Ho provato con bambole di ogni tipo, ma mi sgama subito...
Ma la Porpi ti ha chiesto la majetta da grandicella, giusto? Ho ancora qualche speranza di passare dai capelli a un qualunque oggetto???

lababo ha detto...

è bello aprire il tuo blog e farsi una risata.. mi è anche venuta una luminosa idea per migliorare il Seo: che ne dici di un post, tutto scritto senza mettere la h, intitolato "voglia di te caldo" ? uno spettacolo o no?
è così bella questa idea che te la dono :)
ciao Lababo

margie-o ha detto...

partiamo dal mio: nei primi mesi mia madre narra che io e mio fratello (gemelli) ci addormentavamo solo con una mano sul sedere che è stata a nostra insaputa sostituita cone dei libri (?!!?!?)poi fino a non so che età per addormentarmi io dovevo mettermi una pezzetta sugli occhi mentre mio fratello aveva una scimmia "Mia" (accompagnata dal sostituto "Paolo") di cui prendeva un orecchio tra pollice e indice e la schiccherava come per lanciare una biglia (entrambe sono gelosamente custodite nell'armadio dei miei :>)
Le mia bimba grande (ormai ottenne) aveva prima una mucca-libro di stoffa e poi un cagnolino dei quali prendeva un orecchio lo appoggiava ad una narice e la strofinava con l'indice mentre succhiava il pollice. A tre anni abbiamo fatto sparire tutto di colpo.
La piccolina deve avere il ciuccio e sceglie ogni tot mesi un peluche, anche se ultimamente la copertina di pile (della sorella ovviamente) va per la maggiore.
Stiamo per toglierle il ciuccio...vi saprò dire.

Stellina ha detto...

oggetti transazionali e non:
miei capelli & doudou (in duplice copia identica) battezzato Nello (che sta per Limo-Nello per evidenti motivi)

da qualche giorno ho accorciato le mie chiome di una bella spanna per motivi di usura, ma "chieve" (capelli) continua a dare 1:0 a Nello!

bacetto alla Porpy

Anonimo ha detto...

il SEO !!!!

benedettadr ha detto...

Ciao sei adorabile!!!
io sono di Roma!sono diventata mamma da poco più di un anno ed ho 23 anni....il mio nano ancora niente feticci,SOLO MAMMAAA!help,cmq continuo a sperare di potermi far sostituire da un orsetto o perchè no, da maietta, quanto prima!
Sai è un po che sento parlare di te e cerdo disperatamente il tuo libro senza mai trovarlo da un anno!
credo che lo ordinerò oramai!
Cmq sei pazzescamente simpatica e reale!
Ho un blog di moda,passa se ti va!
baci ti seguirò!
Benedetta

http://thecoffeedress.blogspot.com/

Livia ha detto...

Il mio ormai ha 10 anni, ma guai a togliergli il delfino di peluche comprato a Zoomarine 3 estati fa. E vuole pure che gli sto vicino finché si addormenta, per fortuna senza sfruculiarmi!

Giusy (aka Pinedda)@casalingheimprovvisate ha detto...

A propositoo di Maiette, la mia erasmus-roomate ne aveva una rosa, che usava la notte arrotolata in testa, altrimenti non riusciva a dormire.
Un giorno, rientro allo studentato e la trovo dentro il nostro bagno (da lei mai stato lavato in 4 e dico 4 mesi) che contemplava il nostro microlavandino pieno di acqua nera, ma dico N E R A, dalla cui superficie spuntavano dei lembi rosa;

mi guarda tronfia, e mi fa, con malcelato orgoglio:
" lo sai che da quanto la possiedo, la maietta, non l'avevo mai lavata?"

(ora potete vomitare)

wonder, ho seguito il link al post del Capybara...mi sto ancora rotolando per terra dal ridere..!)

alias_parolina ha detto...

Ho riso fino alle lacrime, con tutti questi doudou... e io che pensavo che la passione per le etichette fosse una cosa insolita... la mia pupetta di 16 mesi si addormenta pizzicando l'etichetta del paracolpi che ha nel lettino, e inoltre ha Lalla, bambola di pezza suo primo amore, una serie di Hello Kitty (rossa, rosa, piccolina, media...) che sbaciucchia dicendo "moore" (amore)... Con il mio naso ci ha provato, ma l'ho stroncata subito: memore di mia madre che per tre anni ha avuto mio fratello che come oggetto transazionale aveva scelto un neo di quelli sporgenti che aveva sul collo... :-)

stefania ha detto...

Noi abbiamo il "MUM", per il quale abbiamo perfino bloccato il controllo di sicurezza a Fiumicino. Senza di lui non si va da nessuna parte! Una copertina di cottone bianco, stile Linus!L'idea era usarla per i famosi rigurgiti... poi penso che prendeva il mio profumo... Ma come la Cocacola viene dagli States, in realtà era un pannolino anni 60, trovato in una scatola da aprire tra le mille cose che nasconde mia nonna ahahah!!!

sybin ha detto...

Anche mia sorella era una tipa da Maietta.
Ci passiamo 8 anni di differenza e francamente non mi ricordo chi la metteva a letto (di certo non io, non ho memorie di nottate!), ma ricordo perfettamente il Pigiamino. Un pigiama di mio padre, a fantasia marrone con strani rombi arancioni (brutto che aiutateme a dì brutto), che lei si appoggiava alle labbrucce emettendo un suono alla Maggie Simpson, e così si addormentava. E noi lì a guardarla emettendo sileziosi 'aaaaaw...'

Il Pigiamino, tuttavia, non espletava alle funzioni di ciuccio perchè non lo ritrovavamo zuppo di bava, pertanto l'interrogativo più grosso che ha accompagnato i primi anni di vita di mia sorella è sempre stato 'Come cavolo fa a succhicchiare il Pigiamino senza sbavare??'
Ma guai se non si trovava, tanto è vero che è stato anche tagliato in più parti per non rimanere mai senza!

Come direbbe Alberto Angela: "In-teressan-te nnon tro-va-te?"

Blog Widget by LinkWithin