il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 23 gennaio 2012

Downshifted a mia insaputa.

Sono nel Limbo.
Praticamente abbiamo abbandonato la casa qui a Roma e spedito tutti i nostri averi a Londra, dove abbiamo finalmente trovato un tetto. Io nel frattempo campeggio a casa di mia madre (“ooooh! La mmmuerte neraaa!” è stato il commento di un’amica) con un numero di tshirt, calzini e mutande contati. Avevo fatto una cosa geniale: pescato i più orridi, stinti e lisi che possiedo, in modo da scaricarli poi direttamente nella spazzatura e partire con la valigia semivuota. E’ perché contavo di stare cinque giorni, non – porcaladralacervicaledevimorì – quindici.
Faccio il bucato tutte le sere e vivo con un trolley, mi hanno downshiftato a mia insaputa.
Dormo nella mia ex stanzetta che, grazie a mia madre, conserva tutto: dai miei libretti delle assenze, ai manga porno comprati per sbaglio perché ‘i disegni erano così carini’, ai suoi vinili (voglio! bramo!). Con la differenza che dopo lo #svuotoarmadi (eh, mo’ avete capito perché) ante e cassetti sono stati epurati dai top di pailettes d’oro e dalle minigonne fuxia e riempiti di vestiti polpetti di taglia molto piccola.
Ci tengo a dire che i miei abiti sono stati donati alla parrocchia di zona, quindi se vedete un barbone vestito come Britney Spears ai tempi di oh-béibe-bbéibe - è colpa mia.

La cosa strana è che mi metto al computer con l’intenzione di scrivere un post che racconti come mi sento, e metta nero su bianco il caos mentale che ho in questo periodo, e poi finisco di parlare d’altro.
Credo di aver finalmente imparato a fare i coperchi.

p.s. da oggi MaCheDavvero? ha anche la sua paginetta su G+ Aggiungete numerosi! :)

Condividi

61 commenti:

Peggy Lyu ha detto...

ma quando parti? noi stiamo decidendo se partire domenica e farci una settimana esplorativa a Londra...Speriamo...
in bocca al lupo per la nuova vita londinese!

Gio ha detto...

Ho vissuto da mia madre 4 mesi, 4 mesiiiiii col nano e la mia vita in due cartoni marroni. La mia exstanza era diventata una stireria e mia madre non sa cucinare... non devi scrivere altro: ti capisco. Punto!
:D

pasita ha detto...

Ti immagino in fermento....per la partenza....per la permanenza da mammatua, per la possibilità di vedere per strada un Britneybarbon avendo la consapevolezza che quacosa di te rimmarrà in Italia. Il meglio però se ne va. Peccato.
Aspetto con altrettanto fermento notizie del vostro insediamento e ....foto, foto, foto!
Good luck!
Pat

Kitchenqb ha detto...

Coperchi a parte...volevo solo augurarti in bocca al lupo per tutto!

Cappuccio e Cornetto ha detto...

che poi già il numero contato di abbiglio è sfinente, ma se è anche il più orrido che hai... allora è durissima... insomma anche meno ecco!! Però poi passata la cervicale e riacquisito un armadio potrai scrivere un libro con tutto il pre-Londra! A proposito news per la Meatball School?!?

economistapercaso ha detto...

Quindici giorni? io non riesco ad andare a casa di mia madre neppure per una cena... Empatia!!!

La Porpi, invece, sarà contentissima!!!

Shaina ♥ ha detto...

In bocca al lupo per tutto!

Un abbraccio fortissimo!

Parola di Laura ha detto...

ti sono vicina. Io ti dico solo che ho vissuto quasi un mese da mia suocera con la prima figlia appena nata. Ho ancora gli incubi a distanza di quasi 6 anni.
Ti dico solo che una volta mentre ero solo con un accapaptoio e grondante di acqua entrò in bagno per leggermi "diario di una schizofrenica" di jung. Passo e chiudo...resisti!

Sandra ha detto...

In bocca alla Balena Moby Dick :)
E fai come me: ogni tanto chiudo gli occhi e pesco a caso nell'armadio :) (funziona!)
:*)

vallllina ha detto...

Partorirò ad inizio Luglio, scadrà il preavviso di casa ad inizio Agosto, mi trasferirò a fine Agosto, ergo almeno almeno 20 giorni accampata a casa di mia madre. Orrore e raccapriccio!

secondo binario ha detto...

Dopo essere tornata a casa dei tuoi cambiare paese sarà bellissimo!!

Elena ha detto...

dai dai!!! una cosa per volta e tutto magicamente andrà per il verso giusto... UN ABBRACCIONE

cherryplum ha detto...

nuooooooo, a casa di mamma per due settimane nuoooooo... un ritorno all'adolescenza... mi stressa solo l'idea, non potrei mai... massima comprensione!

MammaTogata ha detto...

In bocca al lupo...immagino la tua emozione, quella della Porpi e immagino (concedimelo, sono una mamma anch'io) anche la tristezza che assalirà tua mamma il giorno della tua partenza.
Vi abbraccio forte!

Brunhilde ha detto...

Noi invece viviamo tra i cartoni pieni di vecchi abiti di Siegmund (Siegfried sostiene, a ragione temo, che se poi li portassimo in cantina e metti che servissero ancora, poi puzzerebbero..), computers e libri ammassati sopra tutti i mobili più alti di un metro e tante altre cataste di roba. Ci prepariamo idealmente ad un trasloco che, prima o poi, non si potrà più rimandare..

Nai - Cucino da vicino ha detto...

Ciao,
consiglio fast, per la cervicale ti raccomando ginnastica posturale, mi ha rimessa a nuovo! Evita però le lezioni di gruppo, non servono a nulla, l'insegnante deve poter agire sul tuo scheletro tutto il tempo. Baci e i.b.a.l!

4quattropassi! ha detto...

Vedila positivamente, è un tuffo alle origini, è un modo per fare i conti e capire quanto si è cambiati rispetto alla ragazza spensierata (spero!) che abitava in quella casa e la Wonderland di oggi. Quanto sei diversa?

Wonderland ha detto...

Ciao.. una prova per vedere se i commenti funzionano....

Vita di mamma ha detto...

Forza e coraggio! Io 15 giorni da mammá me li farei volentieri :)

Rebecca ha detto...

Non ti ci vedo aa casa con la mamma... e con la testa piena di penseiri...io da mamma esro tornata quando la piccola aveva 2 mesi e ci son rimasta per 4 per sospette apnee e marito fuori per lavoro... è stata gran dura per quanto mi abbia cmq aiutata. Ti abbraccio!

marlenita ha detto...

bon voyage! embè e svuotare anche l'armadio di mamma tua? solo per calzini e t-shirt chiaramente...in cambio di altrettanti che prometterai di portarle da Londra? ;)

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Prima i commenti non funzionavano. Ah ma vedo che anche qui come nel mio blog l'orario dei commenti è sballato.
Comunque, immagino come possa essere ora la tua testa, incasinata da far paura ma anche in fibrillazione per l'evento. Sai che comunque qui troverai sempre qualcuno pronto ad ascoltarti, il che non è poco.
The Girl with the Suitcase

mafalda ha detto...

Tornerò con Purulla e gatto a casa dei miei per cinque giorni causa marito a Dubai ai primi di febbraio. Sono pazza? :)
Ti penso molto in questi giorni, se vuoi leggere una storia di expat ancor più estrema
onewaytosweden.blogspot.com
Buon inizio di settimana e auguri per la cervicale!
P.S. per sbaglio, va là, gli hentai sono stupendi e molto più erotici che pornografici. :)

lucia ha detto...

anche io, quarantenne, ho ancora a casa dei miei la mia stanzetta, il letto con la trapunta patchwork che viene dall'America, la lampada eclisse, la scrivania con i floppy della tesi (mio padre l'altro giorno mi ha chiesto se li volevo tenere o buttare...), la libreria con i libri, alla quale ogni tanto attingo. I manga porno mi mancano :) e i vestiti sono lì, perchè non si sa mai, magari potranno piacere a mia figlia... Tornare ogni tanto e come rifare un tuffo nel passato. Come te, quando ho trasolcato, mi sono rifugiata lì, con accanto un lettino. Buoni preparativi!

Ginger ha detto...

a Marzo dell'anno scorso dovevo lasciare la casa dov'ero, mi è stato detto dai miei "venite da noi" che tuo cugino entro massimo un paio di mesi ti libera casa di nonna (eh si, lui si comprò casa 6 anni or sono, ma sta ancora a casa di mia nonna..) Bene, sono passati 10 mesi e sono ancora a casa dei miei, con la mia bimba e il mio compagno! stiamo uscendo di testa!!!!
in bocca al lupo a Londra!! :D

Wonderland ha detto...

a questo punto non lo so :) appena mi riprendo!

Francesca ha detto...

Oh santa pace a casa della mamma noooooo!!!!! Ma tua mamma come ha preso il trasferimento?

Anonimo ha detto...

Oh povera..anche perché temo che nel frattempo tua madre ce l'abbia un pò con te perché le "porti via" la "sua" porpi...Scappa appena puoi!!!!

witch_d

knin ha detto...

Ciao Wonder
intanto fighissimo questo nuovo layout per i commenti, mi garba assai :)
Per la cervicale, vai da un bravo osteopata. Ti assicuro che ti sistema una volta per tutte ;)

Luisa ha detto...

Ammirazione estrema. Io avrei già la cagarella, che i cambiamenti radicali mi sembrano montagne insormontabili.

cinzia ha detto...

guarda oggi mi sento un po' come te, venerdi devo traslocare casa, dopo averla cercata 6 mesi e ieri mio marito che molto probabilmente nel giro di 3 mesi ci trasferiamo a bangkok.....quindi .... mi tocca pure doppio trasloco.......

Martina ha detto...

In bocca al lupo e vedrai che questi gg passeranno in frettissima! Un abbraccio. Martina

Mamma Che Paura! ha detto...

eh sì è un po' la legge di Murphy... che bella l'avventura che hai davanti! in bocca al lupo, once again!!!

Peggy Lyu ha detto...

Spero ti riprenda presto!
Io niente Londra...i casini arrivano sempre quando non servono... Buona guarigione!

Barbara "le Torte di Applepie" ha detto...

io rimasi con mia mamma per 1 settimana prima di entrare con mio marito nella casa nuova...una settimana moooolto lunga! e non c'erano neanche i nani....

Zia Atena ha detto...

Posso dire una cosa perfida...?
Ora rileggete tutti i vostri commenti pensando che li abbiano scritti i vostri figli tra un po' d'anni....

Fa' un po' impressione eh?

Mel. ha detto...

Resisti! Pensa a chi deve indossare i tuoi vestiti alla Britney Spears :)

vanessa ha detto...

cara wonder, pensavamo che sarebbero bastati un paio di mesi per ristrutturare casa, ho impacchettato tutto e lasciato fuori solo lo stretto necessario per finire la stagione estiva...ho vissuto a casa dei miei suoceri per un anno e mezzo e la mattina per vestirmi andavo a rovistare negli scatoloni in garage ostinandomi a non fare il cambio di stagione perché "tanto tra un pò ce ne andiamo".... direi che sei fortunata a stare da tua mamma, almeno hai il vaffanculo libero!!

smilemamysmile ha detto...

capsico che viverci e' un salto indietro nel tempo piuttosto impegantivo ma...Non so quando abiti lontano da tua madre, ma pensa a Londra e a quando piove, magari devi uscire, la porpi malata e nessuno che sul momento puo' correre a casa tua per tenerla un paio d'ore...
io con due, inconta del terzo e senza macchina al momento, talvolta,faccio salti mortali. Oggi devo accompagnarli a scuola e all'asilo entrambi, in due differenti posti a piedi, poi la spesa, poi altre piccole commissioni con il piccolo ch esce alle 12, e poi la piscina del grande alle 5 by bus o tube..e la giornata sara' wet and cold!!!
Ammetto che un aiuto familiare non dispiacerebbe...

Siboney2046 ha detto...

C'è un premio per te sul mio blog!!

Mammolitta ha detto...

Mettila così... apprezzerai ancora di più l'arrivo nella vostra casetta londinese dopo aver passato troppi giorni a casa di mamma! Che dire quest'estate abbiamo vissuto accampati tra casa di mia mamma e casa di mia suocera (aiutooooo!) per ben due mesi e senza neppure sapere quale sarebbe stata la destinazione finale (italiana o estera). Per cui comprendo!

...o forse chissà...ti mancheranno ancor di più le coccole e l'aiuto di mamma! ma questo, va beh, ti mancherà comunque credo.

:-)

Miele ha detto...

Ahaha Wonder, pensa quando tra 25 anni la Porpi scriverà sul social network del futuro: "Noooooo la casa sarà pronta tra 20 giorni e devo trasferirmi per un po' da mia madre!! Oh, è simpatica e cucina dei cupcakes da paura, ma sta sempre a parlarmi di quando ero piccola, ci ha pure scritto un libro (non lo sapevate eh?). Amore tanto ma tempo di sopportazione: 2 ore. Consigli di sopravvivenza?!"
:-) :-) :-)

Cecilia ha detto...

Ciao Wonderland, posso farti una domanda? Anch'io sto organizzando un trasloco (Roma-Tolosa in Francia), quindi vorrei chioederti: che ditta di spedizione hai usato?
Grazie mille!

Stellina ha detto...

Noi facciamo la spola tra "CasaCotti" e "CasaNonni" perchè il nostro Papotty in settimana è via per lavoro e io son fuori casa 9 ore al dì più il viaggio: Bimbotty si destreggia a meraviglia e si ricorda quali giochi son in una casa e nell'altra, a volte si prepara lei stessa la sua borsina dei giochi (il suo "Entourage"). Diciamo che ci son i lati positivi e negativi a stare dai genitori: inevitabile che cerchino di trattarci entrambe come 2 figlie (piccole) ma son più vicina al lavoro, mia madre non deve svegliarsi all'alba e "traslocare" tutto quanto a casa sua, e direi che con tutto l'aiuto che mi da, come minimo glielo devo!
vuoi mettere poi il trovare la cena pronta e i vestiti lavati? non ha prezzo! :-) ogni tanto quando sto per esplodere facciamo cambio qualche giorno: io respiro a casa mia e le si alza all'alba (è necessario anche sopravvivere!)
spero che tu guarisca presto e... goditi questo periodo di transizione, che passerà!

Why ha detto...

Mannaggiallacervicale!! Noi vi aspettiamo!

Anonimo ha detto...

ciao wonder! questo periodo un po' così di "stand by", prendilo come "workinprogress"!!! io faccio così e pare che funziona! 5 anni fa abbiamo costruito una casa. appoggiandoci negli anni un po dai miei e po dai suoi. dopo varie peripezie, ora è vivibile, non finita, ma abitabile per 2 trentenni e una quattromeseenne (la "gnokketta")
basta bagagli. scatoloni. macinare kilometri.

settimana prossima trasloco definitivo e iniziamo la nostra nuova vita!

ti auguro tutto il meglio per questa nuova avventura londinese! e chissenefrega delle critiche, tanto voi andate avanti lo stesso...come sempre alla grandeee!!! :DDD

sempre dalla tua parte. baci gnokkettosi!
ilaria (sabilar) + gnokketta

Robin ha detto...

E' solo rimozione, vedrai passerà ;)

P.S. Ma sono l'unica che quando sono ospite dai miei (come adesso) mi sento in vacanza??

Anonimo ha detto...

Ciao Wonder, ho letto solo ora tutto, mi unisco al coro dei complimenti perchè anche io penso che, se ne si ha l'occasione, fare un'esperienza all'estero sia una delle cose migliori che possano capitare! Ma una volta lì pensi di trovare lavoro a Londra o continuerai a lavorare a distanza come freelance? Una mia amica è partita da sola, totalmente alla cieca, e si è buttata una volta lì in cerca di lavoro, non è stato facile ma ora lavora a tempo indeterminato e guadagna il doppio di qui! non è andata altrettanto bene ad un altro mio amico... e devo dire che il costo della vita a Londra è altino, anche se gli stipendi sono adeguati! ti auguro di trovare qualcosa di stimolante e adatto a te, anche se spero comunque che continuerai a scrivere sul blog:D
In bocca al lupo!
Silvia

Juliet ha detto...

Vestiti polpetti *________________*

Wonderland ha detto...

Crepi! :)

Wonderland ha detto...

Buahahahhahaha in effetti :D

Wonderland ha detto...

grazie a tutti... soprattutto dell'empatia riguardo al bivaccare a casa dei genitori. ma il limbo durerà ancora poco :)))

Cappuccino e Baguette ha detto...

"vivo con un trolley"...Abituati all'idea. =S

Ormai io sono soprannominata la "donna dal trolley rosa" (quando uno è sobrio e discreto...=P). Vedrai che dopo un po' di trasferte capisci che tornare a casa a Roma, che per tanto tempo per te ha significato, tornare a casa tua, magicamente diventa: andare 2 giorni a casa dei suoi, poi dai tuoi, poi da un'amica, poi fuori e poi di nuovo tornare a casa, ovvero quella fuori dai confini nazionali. =)

Il trolley diventerà il tuo prossimo nemico...

Alessia A. ha detto...

Ma non sapevo del moving a Londra!
Che bello, Wonder!
Così la Porpi sarà perfettamente bilingue!
Mi piacciono i salti!^^

destinazioneestero ha detto...

Complimenti per la decisione presa! I bivacchi sono ormai diventati un'abitudine per me che quando vengo in Italia passo dalla casa di mia madre a quella di mia suocera. E anche a Istanbul non me la cavo male dal momento che finalmente dop 4 mesi di attesa è arrivato il mio container con le masserizie!
Hai poi visto il link che ti ho inviato sulla scuola bilingue italiano-inglese di Londra?

Eireen ha detto...

Buongiorno, mi sono imbattuta in questo blog e sono stata subito colpita dal fatto che c'é nell'aria un trasferimento all'estero con bambina piccola al seguito. Ho visto anche nel post precedente tanti commenti e giudizi sulla decisione presa da Wonder. Premetto che, secondo me, si tratta di scelte strettamente individuali sulle quali è difficile esprimere un giudizio dall'esterno. Si può solo raccontare la propria esperienza. Io ho abitato in Italia fino ai 36 anni e poi, insieme a marito e figlio di 4 anni, mi sono trasferita in Germania. Non a causa del lavoro di lui, bensì del mio. Nel mio caso le parti si sono ribaltate rispetto a quelle classiche di "lei segue lui". Mio marito è stato coraggioso e mi ha sempre sostenuta: è partito che non sapeva una parola di tedesco e adesso lo sta studiando con pazienza. Il bimbo, dopo un periodo iniziale tempestoso ed impegnativo, si è adattato splendidamente. Nel giro di pochi mesi ha lasciato tutti trasecolati col suo bilinguismo. Adesso si muove tra l'Italia, patria della nonna, e la Germania, sua nuova casa, come una trottola. Mi auguro che cresca, oltre che bilingue, aperto, flessibile, curioso, pronto ad adattarsi a qualunque circostanza e dunque, in qualche modo, con una marcia in più. Spero di avergli fatto un regalo per la vita, anche se non posso essere sicura in anticipo di avere fatto la scelta giusta per il suo futuro. So per certo però che in questo momento è qui in Germania che io e la mia famiglia dobbiamo stare e non ci sfiora l'idea di tornare in Italia. Tutto questo polpettone per dire che, comunque vada, anche se l'espatrio a Londra dovesse concludersi con un rientro veloce (ma non credo!), questa sarà stata un'avventura ed un esperienza pazzesca per tutti i coinvolti. Che comunque avrà insegnato qualcosa che, restando a casa propria, non si sarebbe potuto imparare. Dunque, semplicemente, in bocca al lupo!

Sara ha detto...

Ma scusate...dov'è scritto che genitori e/o suoceri siano obbligati ad ospitarci? Invece di ringraziare.......anch'io l'ho fatto, da giugno a ottobre in una stanzetta con la roba nelle buste di plastica, e ho ringraziato ogni giorno chi mi ospitava (zii di mio marito) per permetterci di sistemare casa in tranquillità!

Anonimo ha detto...

Ei wonder!in che zona di londra hai trovato un tetto? non voglio invadere la tua privacy eh? mica voglio sapere la via... giusto la zona, sai anch'io cerco disperatamente un bilocale a londra..

GaiaCincia ha detto...

mi spiace per il ritardo della partenza, spero che questo premio qui ti possa sollevare un po' ^^

Enrica Kruse ha detto...

CArissima,
Io ho vissuto a Londra per 15 anni e se c'e' una cosa che ho imparato e' questa: non cercare di fare piani in Italia. Li puoi fare solo quando sei a Londra. Non cercare di essere pushy. Gli inglesi non lo amano... Hanno sempre l'impressione che noi Italians (bloody foreigners) siamo disperati. Meglio se dai l'impressione che non sei coinvolta emotivamente in nulla. Infine... aspettati sempre l'opposto di cio' che la gente ti dice, il distacco emotivo, il contatto con gli altri tramite le bevande alcoliche e l'apprezzamento di tutti, proprio tutti, per il ridicolo (le cose silly) e per l'essere lasciati in pace anche dai propri cari. Ognuno sta bene perche' si fa i cxxxx propri. Ecco, questa e' Londra in una nutshell! I loved it and miss it dearly. Se vuoi sapere di piu', il mio nome Skype e' enrica170

yaya ha detto...

tu vai a londra. io lascio parigi. buffa la vita.
Buona avventura :) andrà tutto alla grande

Blog Widget by LinkWithin