il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 24 gennaio 2012

Nella mia libreria - pt.2

In attesa che il limbo lasci posto al nuovo, un post sugli ultimi libri che ho letto. In realtà lo tengo fra le bozze da mesi e solo oggi trovo il tempo di pubblicarlo, me tapina...
Come sempre, qualsiasi consiglio letterario vogliate darmi è molto ben accetto, così come la vostra opinione su questi titoli, se sono anche nella vostra libreria.
Enjoy :)


La notte ha cambiato rumore - M. Duenas
Ci sono due tipi di libro, quello che ti porta da qualche parte dentro di te e quello che ti porta altrove, e io li amo entrambi. A volte, semplicemente, leggo perché tutto sia diverso. Voglio fare un viaggio, voglio entrarci dentro una storia e dimenticarmi del resto. Il libro dev'essere una porta, la mia tana del bianconiglio. E con questo è successo. La storia è molto bella, gli eventi hanno un intreccio perfetto, i personaggi sono credibili e l'ambientazione è del tutto suggestiva: la Spagna e il Marocco degli anni trenta, così caldi e ben descritti che ti sembra di sentirne l'odore. O il rumore. Voci di sottofondo. Colori sgargianti. E' tra quei libri che 'mi piacerebbe ne facessero un film' ma poi, come quasi sempre accade, ne rimarrei delusa.


Settanta acrilico trenta lana - V. Di Grado
E' stata tra i finalisti del premio strega. E ha 23 anni. Capite, c'era più di un ottimo motivo per comprare questo libro. Brava è brava, sa scrivere e condire le sue pagine di un'atmosfera (compiaciutamente) dark, non per niente l'hanno paragonata a miss Nothomb. Il libro racconta di tre solitudini concatenate ed è denso di un'atmosfera fredda, ferma, rassegnata, come un pomeriggio d'inverno quando è già buio. Bella l'idea di associare mutismo e ideogrammi, buchi e vuoti, parole come 'porte' di ingresso, ma mi aspettavo di più da questo libro. Un coinvolgimento che fosse più profondo del semplice stare a guardare i protagonisti, senza mai provare niente per loro.


Hunger Games e La ragazza di fuoco -S. Collins
Se ancora non lo conoscete, ricordate questo titolo perché ne sentirete molto parlare. Me l'ha passato mia sorella. Dicono sia il nuovo Twilight, e infatti stanno già girando il film che uscirà nei prossimi mesi, con una buona dose di bellocci, azione, morti ammazzati e amori impossibili. La trama è un mix quasi banale di competizione, reality, fantascienza e ambientazioni postcatastrofiste, devo ammettere che non mi attirava particolarmente. L'ho iniziato a leggere per cultura pop generale e per via dell'accorata raccomandazione dell'aggiornatissima consanguinea, che raramente mi ha rifilato sòle. Lo ammetto: mi sono appassionata. Siamo tutti d'accordo sul fatto che non si tratta di alta letteratura, ma è sicuramente entertainment su carta, di quei libri che non vedi l'ora di riaprire per leggere come va a finire. Azione pura, con quella furba ma opportuna spruzzata di romanticismo che non fa mai male e, vivaddio, stavolta la protagonista è una con le palle quadrate. Dimenticate la lamentosa e stomachevole Bella Swan, Katniss Everdeen è una che spacca culi con grande nonchalance e una certa esperienza. Spero vivamente che il cinema, complice la bellezza di Jennifer Lawrence scelta per la parte, non la declini nella solita bambola con la pistola tutta tette, hot pants e inquadrature dal basso, perché di Lara Croft e Megan Fox ne abbiamo già parecchie, e per il voyeurismo sfrenato nessuno batte Sucker Punch*.
* vorrei avere 18 anni solo per poter andare a una festa mascherata vestita da Babydoll, n.d.r.



Nessuno si salva da solo - M. Mazzantini
Ecco, io adesso come lo dico, che il libro di una delle mie autrici preferite mi ha profondamente deluso? Scrive benissimo. Tocca delle corde che ti si strizzano lo stomaco e i momenti descritti sono veri, plausibili, potresti sentirti in quel modo domani. Eppure mi è mancata la storia. Le vicende di Delia e Gaetano macerano sotto gli occhi del lettore pagina dopo pagina, ci sono ricordi, ci sono sentimenti, colpe, drammi. Però non succede quasi niente a livello narrativo, e tu invece sei lì in attesa che la storia vada avanti. Che gli eventi spazzino via quell'immobilità.

Olive Kitteridge - E. Strout
All'inizio volevo abbandonarlo. Dopo una ventina di pagine e un primo capitolo senza slanci, ero tentata di dichiararmi culturalmente e intellettivamente sconfitta dal premio Pulitzer. Poi, rimasta con quest'unico libro una sera, in trasferta, l'ho ripreso e ho iniziato a cogliere il perfetto incastro delle parole, la forza tagliente dei sentimenti quotidiani nascosti per bene sotto parole semplici. In questo libro di singoli racconti tenuti insieme dalla figura brusca, terrena, imperfetta di Olive, a tratti odiosa come solo noi stessi sappiamo essere, la Strout fotografa con nitidezza quotidianità e tumulti delle persone normali. Perché scoperchia con delicata attenzione sentimenti e dinamiche, pensieri, bugie. Un libro perfetto, anche se mai travolgente. Un libro che implode dentro, in silenzio, e un po' ti perdona, un po' ti mette paura.


Vita di Pi - Y. Martel
Oh, questo è un libro strano e un po' magico, e sentirete parlare molto anche di 'lui' visto che a fine 2012 ne uscirà l'adattamento cinematografico di Ang Lee. Mi è stato regalato da un'amica - con dedica: evviva gli amici che ancora regalano libri con dedica! - che ha detto 'ti piacerà'. Aveva ragione. Prendete un bambino fissato con le religioni e ossessionato dal suo buffo nome, poi abbandonatelo su una zattera in compagnia di una tigre del bengala. Ha, che storia del cavolo - penserete. E se vi dicessi che è vera? E se vi dicessi che non finisce a pagina 12 con spruzzi di sangue e baffi leccati? Non è, come recita la quarta di copertina, 'un viaggio che è una ricerca di sé stessi'. Proprio per niente. E' ricerca di acquaciboprotezionesalvezza. Vita. Qualcosa di così primordiale e forte che anche l'incredibile diventa possibile.

Bianca come il latte, rossa come il sangue - A. D'Avenia
Un libro 'carino'. E' l'aggettivo più consono che mi viene in mente. Quindi niente che ti faccia gridare al genio, ma godibile. Uno sforzo di immedesimarsi in un adolescente sufficientemente credibile, forse anche perché dalla foto D'Avenia dimostra 17 anni e coi ragazzini ci lavora. Si legge in un paio di giorni, come acqua fresca. Più profondo di Moccia, meno pretenzioso di Giordano.

Condividi

60 commenti:

Barbara ha detto...

Non ne ho letto nemmeno uno ma se ti piace leggere ti consiglio questo sito, vi ho scovato libri davvero interessanti come ad esempio Esche vive di Fabio Genovesi

http://bookblister.com/

RobertaP ha detto...

Pulce non c'è di Gaia Rayneri da leggere assolutamente; è il suo primo romanzo, l'ho trovato geniale, ti cattura subito dalle prime pagine!

Klaudja Auhermann ha detto...

Consiglio vivamente "La meraviglia delle piccole cose" di Dawn French
Carino, leggero, spigliato, intelligente e divertente. Lascia anche interessanti spunti di riflessione :)

BLM ha detto...

Hai mai letto SOFFOCARE di Chuck Palahniuk? Curiosa di sapere cosa ne pensi. Hai presente un pugno? Sullo stomaco.
ciao
BLM

Robiciattola ha detto...

ah ah, eccomi, l'amica consigliatrice di Vita di P!
pronta ad elargire altri nuovi, buoni e freschi (? nooo... i libri si leggono sempre) consigli sui libri letti nel 2011 miei e di altri amici:
http://finalmentedomenica.blogspot.com/2012/01/classifiche-libri-2011.html

Anonimo ha detto...

Ciao wonder, dei libri che hai citato ho letto hunger games, perchè lo hai nominato tu in un'altra occasione, ed è esattamente come dici te...ti appassiona anche se nn è altissima letteratura!Ora sto leggendo "la notte ha cambiato rumore" e fino ad ora lo trovo bellissimo, me lo ha regalato una mia amica per il compleanno...evviva le amiche!!!!
Maura.
P.S. Enjoy London and your new life!!!

Elena ha detto...

Ciao, sto leggendo anche io "la notte ha cambiato rumore"... Carino, ma non lo conserverei nella mia libreria del cuore!!!! e nel frattempo ogni occasione è buona per regalare alla mia unenne un libretto nuovo.. speriamo di instradarla bene!!!! baci

Alem ha detto...

Adoro questo tipo di post, perchè poi corro in libreria muniti di titoli non a caso :)

jox ha detto...

La saga di The Hunger Games l'ho letta in inglese, e consiglio a tutti quelli che hanno una conoscenza media della lingua di leggerli in lingua orginale :)
Sono piuttosto semplici, senza contare che il terzo libro ancora non è stato tradotto e non avrei saputo aspettare per sapere come va a finire!

Zia Atena ha detto...

Visto che sei prossima all'espatrio, ti consiglio vivamente "Cosa tiene accese le stelle" di Mario Calabresi.

Una riflessione e un'iniezione di fiducia....


A me ha commosso..

p.s.Una delle mie frasi del #leaveamessage era l'ultima frase di questo libro

Anonimo ha detto...

Ciao!
Ora sto leggendo ... il tuo! :)
Di quelli che hai citato pero' ho letto "VIta di Pi" che ho trovato deliziosoteneroincredibile, e "Nessuno si salva da solo", cattivonudoveloce, sicuramente non il piu' bello che ha scritto. L'ultimo suo invece,"Mare al mattino", e' bello e struggente, lo leggi in pochissimo tempo.
Prendo nota dei titoli, grazie!
Giorgia

Anonimo ha detto...

Vita di Pi è bellissimo, l'ho letto anni fa e ogni tot me lo leggo ancora. libro che ho letteralmente consumato...
Consiglio Eugenides, "le vergini suicide" o "Middlesex". mi piace un sacco come scrive.
e poi "un uomo" della fallaci.
e poi "l'opera struggente di un formidabile genio".
e poi mi fermo che potrei andare avanti all'infinito...

Serena [verdepomodoro] ha detto...

Olive Kitteridge - E. Strout.... sta arrivando proprio oggi a casa mia....

Francesca ha detto...

ti consiglio assolutamente l'ultimo libro di Alicia Gimenez Bartlett, Dove nessuno ti troverà. Veramente bello...

Chiara ha detto...

"La vita di Pi" è stupendo, ma il finale è un po' shock. Se non l'hai letto consiglio "L'aiuto" di Kathryn Stockett, sta uscendo anche il film, non male, ma il libro è meglio. Oppure "La società letteraria Guernsey" di Mary Ann Shaffer.

Anonimo ha detto...

Ciao ti consiglio vivamente il "Silenzio del colore nero" di Serena Frediano. Ciao Barbara

mela ha detto...

Grande Wonder! Questo post mi casca a fagiolo, stavo giusto ristagnando in un periodo di non letture e "libri più venduti" visti in vetrina (all'unica cartolibreria che abbiamo,più carto che libreria) illeggibili (tipo biografia del calciatore o ultimo Bruno Vespa....). Vado a fare l'ordine ;)
in bocca al lupo per Londra e per la cervicale

Cappuccino e Baguette ha detto...

Ecco, su Olive Kitteridge ho avuto la tua stessa identica sensazione, infatti dopo essermi costretta a proseguire per un po', l'ho abbandonato. Non ce l'ho fatta.

Quindi tu sostieni che dopo migliori? Perchè l'ho comprato sull'entusiasmo delle recensioni, ma son rimasta a dir poco delusa...=(

elisir73 ha detto...

mmmhhhh..grazie per i consigli. prendo nota e metto in lista. Così al prossimo giro in libreria (lettura ad alta voce per bimbi) me li cerco e me li spulcio.!!!
NicolettaS

mafalda ha detto...

È grazie a Venuto al mondo della Mazzantini che mia figlia è nata. Ha risvegliato il desiderio di maternità che fino ad allora non avevo mai provato. Nessuno si salva da solo non mi è dispiaciuto, di sicuro mi ha scosso.
Buona giornata :)

Anonimo ha detto...

"venuto al mondo" è uno dei libri più belli che abbia mai letto..ti fa piangere di tristezza, rabbia, felicità, commozione..insomma è unico..
e poi un altro dei miei libri preferiti è "trilogia della città di K" di Agota Kristof (morta da poco tra l'altro): è un libro maledettamente geniale!

leparoleverranno ha detto...

Nel mio blog scrivo solo di libri, se hai voglia di farti un giro...
del tuo elenco ho letto Olive Kitteridge, che mi ha messo tanta malinconia, e Vita di Pi, tanto tempo fa, non sapevo stessero per fare il film. Da rileggere prima di vederlo, allora.
Grazie per aver condiviso le tue letture. Io adoro leggere, adoro parlare di libri e mi piace molto conoscere le impressioni degli altri lettori.
Questo è il commento più lungo che io abbia mai scritto, infatti! :-)

Cimpipessa ha detto...

Ciao Wonder...Olive Kitteridge l'ho letto in viaggio di nozze e ho un bellissimo ricordo...e anche se non era una storia d'amore l'ho lasciato nella biblioteca del villaggio con una bellissima dedica per tutti gli innamorati.
Buona nuova vita a Londra!
Cimpipessa

Peggy Lyu ha detto...

Io non ne ho letto nemmeno uno di quelli che hai elencato...ma presto spiegato: non leggo romanzi..solo in rarissimi casi..Adoro i saggi..

Totora ha detto...

Ho letto Vita di Pi per caso, passato anche a me da un amico. E' un libro molto particolare, bellissimo e che tutti dovrebbero leggere!
Seguo il tuo blog da tanto, ma non ho mai commentato, oggi però non potevo non farlo...se ancora non lo hai fatto, leggi Lolita...è un classico ed è il mio libro preferito. In bocca al lupo per il tuo nuovo inizio

eleonora ha detto...

Già che si parla di libri e siamo in un mummy blog, vi segnalo la mia scoperta di oggi, di cui sono già entusiasta anche prima di aver preso in mano un loro libro:
http://www.lostampatello.com/index.html
e auguri alle mie amiche francesca e debora, in attesa del loro primo figlio!

Ladybug ha detto...

Ho letto solo "La notte ha cambiato rumore" e mi è piaciuto veramente molto! Avevo iniziato Olive Kitteridge, ma a differenza tua, l'ho abbandonato dopo poche pagine...non era il suo momento!
Io sto leggendo "La bambina nata due volte", bello, molto Isabel Allende, la mia preferita!
Questo mese ho letto anche "Amber", non male, ne ho parlato nel mio blog, se ti va di passare!
Uno dei miei libri preferiti è "Le confessiondi Max Tivoli", ma qui siamo su altri livelli...

Sara ha detto...

Ciao, il mio consiglio è "L'inconfondibile tristezza della torta al limone" di Bender, te lo consiglio..ho provato a spiegarne un pezzetto nel mio blog, quindi se ti va passa a leggere! http://adietadadomani.blogspot.com/2012/01/linconfondibile-tristezza-della-torta.html

Ti leggo sempre con piacere, Sara.

Peggy Lyu ha detto...

p.s. C'è un premio per te sul mio blog!

http://peggylyu.blogspot.com/

Robin ha detto...

Niente da fare, anche in questo sono un po' fuori moda! Non ho letto nessuno di questi libri perchè di solito non leggo i contemporanei (non per snobismo, semplicemente non sono i miei preferiti). Però per restare in tema posso suggerire a tutte "La storia" di Elsa Morante (da non leggere se siete depresse però!) o "Dona Flor e i suoi due mariti" di Jorge Amado: a me sono piaciuti moltissimo e sono quasi contemporanei ;)

Vale ha detto...

Ciao, dei libri che suggerisci ne ho letti solo due e questa è un'ottima cosa, così posso aggiungere gli altri alla mia lista di lettura. Perciò grazie (a te e alle tue lettrici molto preparate in materia).
Io consiglio "Come mi batte forte il tuo cuore" per l'incredibile panoramica sugli anni 70 e seguenti, "La bambina di neve" per l'atmosfera incantata (anche se sul finale un po' perde) e "Il velo dipinto" che ho riscoperto solo da poco. E poi.. hai mai letto "Il libro di tutte le cose"? Ecco, il titolo dice già tutto. Ciao ciao e grazie degli ottimi spunti!

Anonimo ha detto...

FERMI TUTTI!!TU ORA MI DICI QUANDO CAVOLI RIESCI A LEGGERE COSI TANTI LIBRI??NO IO VOglIO SAPERE IL SEGRETO, ecco..
good luck!!!
Tissi

francesca rossi ha detto...

Ho letto "Vita di Pi" e mi è piaciuto tantissimo. Mi ha tenuto col fiato sospeso, e ci ho ripensato per settimane (che è quello che mi fa capire che un libro mi è piaciuto davvero).
Consigli? Dato che "Vita di Pi" me lo ha consigliato una mia carissima amica, scrivo qui un altro libro che mi ha consigliato lei e che ancora non ho letto (ma che è in bella attesa nel mio carrello alla feltrinelli): "Nessun dove" di Neil Gaiman. Sono sicura che ne varrà la pena.
E poi consiglio, nel modo più assoluto e spassionato, "Vango" di Timothée de Fombelle... pieno di avventura e poesia, non ho fatto follie per finirlo anzi... mi sono trattenuta dall'andare a leggerlo ogni 5 minuti per paura che finisse troppo presto... l'unica pecca è che il seguito non è ancora uscito... attendo ansiosa...

greenirish ha detto...

Bellissimo post..avevo proprio bisogno di qualche consiglio letterario,il mio comodino piange ultimamente :)

Eleonora ha detto...

"Olive Kitteridge" è un capolavoro, ti consiglio anche "Amy e Isabelle" della medesima autrice. E se non l'hai ancora letto, ti suggerisco "L'aiuto" di Kathryn Stockett. In questi giorni stanno proiettando il suo adattamento cinematografico, che però è un po' una delusione... almeno per me. Io l'ho letto la scorsa primavera, prima che si parlasse del film in uscita e mi ha emozionato moltissimo, un po' come "il buio oltre la siepe" quand'ero ragazzina.
Ciao

Zelig ha detto...

Ti consiglierei "Un certo tipo di intimità" di Jenn Ashworth. Trovi il mio breve commento sul libro tra le mie recensioni anobii http://www.anobii.com/zeligplace/comments

Mhannodettodifareunblog ha detto...

Le tue indicazioni sono molto utili, grazie! E visto che anche io sono una lettrice accanita e scrivo spesso di libri, ti lascio qui il link del mio blog: http://mhannodettodifareunblog.blogspot.com/

A presto! :)

Barbara ha detto...

fantastico questo post, adoro il genere e soprattutto le tue recensioni! utile ancge perche, a parte "nessuno si aalva da solo" per il quale condivido l'amara delusione dato che è stato scritto da una delle mie autrici preferite, gli altri non li ho letti e alcuni nemmeno li conoscevo ... quindi grazie! mitica as usual

Diario magica avventura di Federicasole ha detto...

Ho letto anch'io "Nessuno si salva da solo" ma l'ho trovato un po' volgare e monotono, in effetti, è piuttosto immobile, si tratta di una chiacchierata fra due ex che ricordano tutte le tappe della loro storia......

ImperfectWife ha detto...

Secondo me "Bianca come il latte, rossa come il sangue" è molto più di un libro carino e di facile lettura. E' un libro capace di toccare corde molto profonde senza essere pesante, di affrontare argomenti cruciali come la morte senza per questo cancellare la speranza. Se ti va, ho scritto la mia recensione su La libreria immaginaria :-) :

http://www.lalibreriaimmaginaria.it/2011/11/bianca-come-il-latte-rossa-come-il-sangue-alessandro-davenia-2/

Maddalena ha detto...

Tra le ultime uscite (mi limito a queste, se dovessi far partire il lato amarcord starei qui fino a domattina) mi è piaciuto molto La bambina di neve di Eowyn Ivey, nonostante la diffidenza iniziale

Se vuoi, trovi la mia recensione qui: http://www.lalibreriaimmaginaria.it/2012/01/la-bambina-di-neve-eowyn-ivey/

e in generale ti consiglio di sbirciare La Libreria Immaginaria, io scrivo praticamente di tutto quello che leggo e anche gli altri collaboratori sono bravissimi, ci sono sempre mille spunti di lettura

eddai, in cinque anni che ti leggo è la prima volta che linko qualcosa ;)

Maddalena ha detto...

...no, non riesco a resistere. Ti consiglio il mio libro preferito che è e sarà sempre "L'età dell'innocenza" di Edith Warton. Del tipo che quando l'ho letto per la prima volta mi è venuta la febbre - del tipo che anche se l'ho amato incredibilmente non lo rileggerò mai, perchè è come una bomba pronta a esplodere e poi perchè "sometimes beauty brings me tears".

Anonimo ha detto...

io sto cercando disperatamente Storie d amore storie di allegria di Brunella Gasperini...qualcuno sa dirmi dove potrei trovarlo? ho cercato su ebay, amazon e vari siti ma e' introvabile :(
Sami

Vu' ha detto...

Non c'entra nulla ma ti ho pensata...
http://www.greenme.it/vivere/salute-e-benessere/6740-cervicale-rimedi-naturali

:)

Se posso poi consigliarmi un libro/un viaggio direi SHANTARAM!
Non fatevi spaventare dalla mole ma immergetevi nei profumi dell'India..quella VERA!

Vu'

Anonimo ha detto...

ottimi gusti... ;-)
e sopratutto bel post, ottimo per prendere spunto per qualche nuova lettura.
ne approfitto per farti i miei piu sentiti complimenti. è sempre un piacere leggerti.

in bocca al lupo per tutto.

Page

Anonimo ha detto...

complimenti per il post, è davvero un buono spunto per una serie di nuove letture.
ne approfitto per farti i miei piu sentiti complimenti. è un vero piacere leggerti.

in bocca al lupo per tutto.

Page

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Cara Chiara,
spero ti faccia piacere sapere che ti ho citato nel mio ultimo post, in cui parlo di Gente Creativa.
:)
The Girl with the Suitcase

vitto e libri ha detto...

Ciao, da come lo descrivi m'ispira molto La notte ha cambiato rumore...
grazie ;-)

Anonimo ha detto...

La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo. L'hai già letto? E' la storia d'amore più favolosa che abbia mai letto, ho riso e pianto (ma pianto!) come un'adolescente. Incantevole.
Mymmee.

Wonderland ha detto...

Grazie a tutti dei commenti e dei consigli!!!

@Mymmee si l'ho letto e anche recensito! Clicca la tag 'libri' :)

@Thegirl... grazie mille!!!!

Anonimo ha detto...

nooooooooooo guardavo il tuo instagram... dove hai trovato il gingerbread peluche?????

Anonimo ha detto...

nooooooooooo guardavo il tuo instagram... dove hai trovato il gingerbread peluche?????

irene ha detto...

Di quelli che hai citato non ne ho letto nemmeno uno, ma mi hai fatto venire voglia di provarne un paio!! Io ti consiglio "L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafòn http://it.wikipedia.org/wiki/L'ombra_del_vento non so se l'hai già citato in qualche altro post, è da poco che ti leggo :) Mi è piaciuto veramente tanto!!
Altrimenti un altro autore che apprezzo molto è Niccolò Ammaniti, ho letto tutti i suoi libri e adoro il suo stile!!

Ire

ρнéиoмèиe ha detto...

Mr. Gwyn di Baricco? Sarà che lo amo e lo metterei ovunque.

Costanza ha detto...

Io adoro Vita di Pi!!!! E' uno dei miei libri preferiti!
E poi ancora evviva le dediche sulla prima pagina, così come chi ancora regala libri in generale!
Nell'era dell'e-book e dell'ipad siamo una netta minoranza che ancora parte per le vacanza con le valigie cariche di libri....!

Anonimo ha detto...

@Wonder: mi era sfuggito! Nel 2011 non ho più trovato un libro così bello (e il secondo della Niffenegger é una delusione TOTALE!). Ora però sto leggendo "Il Mio Amico Gesù", di Lars Husum, non l'ho ancora finito ma finora mi ha colpito molto.
Mymmee

Anonimo ha detto...

ciao mi piace scambiare consigli sui libri, oltre a leggere il tuo blog che è veramente molto spiritoso

ti consiglio Chiara Gamberale
Le luci nelle case degli altri


Dunque conoscere una persona significa permetterle di darci o toglierci qualcosa. Significa farla entrare nella nostra esistenza: fargliela sporcare, il giorno che quella persona avrà le scarpe piene di fango. Fargliela illuminare, se a quella persona verrà in mente di portare con sè una lampadina. Fargliela modificare insomma. Mentre noi modifichiamo la sua. Senza che magari nessuno-nè noi nè quella persona- , mentre succede, se ne renda conto.

Chiara Gamberale
Le luci nelle case degli altri

Pablo! ha detto...

Uuuuh,ma allora non sono l'unica che è rimasta delusa dalla sua autrice preferita con nessuno si salva da solo???!!!Sarà che dopo aver letto un capolavoro come venuto al mondo ci si aspetta sempre quel qualcosa in più...comunque ho appena iniziato mare al mattino (sempre della superlativa mazzantini)...e mo' vediamo le sensazioni!

widepeak ha detto...

quanto "me piaciono" i post libreschi. ho segnato tutto, escluso qualcosa e sto scaricando una selezione ;)

ha detto...

io ho letto "la notte ha cambiato rumore", mi è piaciuto molto. è il giusto mix tra una storia leggera e una storia pesante. e probabilmente, come dici tu, l'atmosfera spagnola-marocchina in versione vintage contribuisce parecchio a rendere affascinante il racconto. degli altri libri non ne ho letto nemmeno uno, ma volevo comprare "settanta acrilico trenta lana" e mi sa che non lo compro più! invece mi affascina, nonostante quello che hai scritto, "nessuno si salva da solo".

Blog Widget by LinkWithin