il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 5 gennaio 2012

#svuotoarmadi e trovo tessori.

In questo frangente, in cui i vestitini piccoli di Viola sono diventati un blob che straborda dall'armadio tentando di ucciderci nel sonno con braccine di ciniglia e caldocotone, sono giunta alla necessaria conclusione di traslocare parte del suo abbigliamento nei miei vecchi armadi, a casa di mia madre.
E' che ho dovuto anche, per questo motivo ma anche per altri, svuotare cotali armadi.
Vorrei condividere con voi la gioia di realizzare improvvisamente che sì, nel 2001 ci si vestiva tutti di merda, un po' come usciti da qualche videoclip di Britney Spears quando ancora era tanto una cara ragazza col polpaccio nano.

Che sì, gli anni 80 erano davvero meravigliosi e lo vedi dalla fitta di nostalgia con la quale stringi a te un walkman per cassette, quando per portare in giro un po' di musica dovevi avere uno zaino apposta e per sentire la tua canzone preferita dovevi sperare che sul lato B ce ne fosse una bella uguale, così ascoltavi solo quei 2 minuti e 38 secondi prima da un lato, poi dall'altro, ignorando tutto il resto della cassetta. In una sorta di beatitudine.
Che cielo, quei manga per i quali a sedici anni ti consideravano strana e anche un po' pervertita, oggi ti rendono una persona interessante e se possibile ancor più pervertita, solo che stavolta lo racconti in giro con un certo orgoglio.
Che si scrivevano ancora lettere e bigliettini, e pensi che i ragazzini di oggi, che sono amici tramite parole buttate da una tastiera a una bacheca virtuale, non proveranno mai la gioia di ritrovare un pezzo di carta ingiallito con la calligrafia dell'amica del cuore, che ti dice parole bellissime che nessuno ti ha più detto, che odora ancora di astuccio Eastpack pieno di scritte.
Che c'è stata un'epoca in cui andavano di moda dei top sopra l'ombelico e ti compravi appositamente le tshirt taglia 6 anni per averle della giusta lunghezza.
Che hai orecchie da coniglietta in pizzo nero e completini che farebbero impallidire Dita Von Teese, ma una volta si usava così: anche Intimissimi si lanciava in prodezze.
Che i milioni di parole e scritte che hai affidato alle pagine di un diario, mica le capivi tutte e invece adesso sì.
Che hai dei cimeli Hello Kitty in cui il copyright è 1978, che è ancora prima che nascessi.
Che i libri, ah i libri per bambini di un sacco di anni fa, strani: quelli che non appartengono a qualche brand famoso hanno illustrazioni meravigliose ed accurate, spesso straniere. Quelli relativi a un film Disney o a un cartone hanno illustrazioni ricopiate, orrende, colori piatti, espressioni distorte.
Che ti compravi le borsette della Guess: ma perché?
Che i libri migliori che hai sono quelli di arte del liceo e quello di cinema dell'università.
Che le tshirt perse, a volte, si ritrovano:

Che è molto bello che tua mamma non abbia buttato via niente e lasci a te l'arduo compito, a te che terresti tutto fino all'ultima tshirt glitterata delle dimensioni di un francobollo, a te che da bambina conservavi i rotoli di scotch vuoti convinta che prima o poi ci avresti costruito un robot.
Sono tornata a casa senza scattare altre foto che quelle che vedete qui, ma ho la ferma intenzione di immortalare i miei tessssori. E magari perché no, mostrarveli.
Quali sono i vostri?

p.s. se volete seguire il resto del trasloco su Twitter e Instagram, il mio hashtag è #svuotoarmadi :D

Condividi

55 commenti:

giada ha detto...

i maglioncini formato barbie col collo davvero troppo stretto che mi faceva la nonna, le espadrillas a righe (sostutuite oggi dai calzini gallo a righe...emh...malata per le righe, confesso), i pantacollant(che non si chiamavano leggins, E CHE AVEVANO LA STAFFA!!!)...forse dovrei traslocare su twitter con te ma con l'hashtag #inscopabile...Ah!come capisco i rotoli di scotch...io conservavo i noccioli delle ciliege (ciucciati fino a sbiancarli)per decorare una cornice. Emh...

VegaTheStar ha detto...

Io tuttora ho una collezione di manga piuttosto ingombrante...Masakazu Katsura mi piaceva un sacco e Video Girl Ai è uno dei miei preferiti di sempre! :)

lalaiza ha detto...

Oddio... tra i manga intravedo Video Girl Ai di Neverland... il mio preferito di quando ero ragazzina... solo che non l'ho mai messo negli armadi... è ancora lì in bella vista. Me nerd.

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Meno male che ci sei. Mi piace troppo leggerti. I miei tessori li ho in fondo ai cassetti, sulle mensole, e sono sicura che tra qualche anno, quando dovrò per forza di cose rovistare tra tutta quella roba, sarà bellissimo ricordare ogni singola storia di ogni singolo oggetto, libro, gioco, vestito. :)
The Girl with the Suitcase

lalaiza ha detto...

Oddio... tra i manga intravedo Video Girl Ai di Neverland... il mio preferito di quando ero ragazzina... solo che non l'ho mai messo negli armadi... è ancora lì in bella vista. Me nerd.

LaLara ha detto...

Il walkman. Quello mi ha colpita. Insieme al ricordo di innumerevoli minuti persi a riavvolgere i nastri con la matita, a rotazione, per non sprecare le batterie in un'operazione tanto inutile. Nostalgia canaglia. :D

Batuffolo77 ha detto...

Che bello W....mi è venuto un tuffo al cuore...ma di rabbia! Pensare che io ci tenevo tanto e invece i miei genitori hanno fatto falo' di tutto cio' che facevo a scuola, libri e lavoretti x le festività, compresi i cartoncini di auguri delle elementari....che infanzia di merda, che vita vuota!! Se un giorno avro' un figlio, conservero' tutto....GIURO!!!!

psicomelina ha detto...

Quindi non sono l'unica che ha rotoli di scotch usati e rotoli di cartaigienica e scottex vuoti...

Anche io fumetti fumetti e fumetti (in autogestione gestii anche un corso su manga e cultura giapponese).
Prima del matrimonio, all'inscatolamento selvaggio ho conservato il primo e l'ultimo numero di ogni serie che ho collezionato. Eccetto Georgie, regalata ad un'amica interessata (che spero non abbia rivenduto a due lire una cosa che varrà almeno 100€).

Ma a casa mia si trovano ancora cose nascoste. La casa in fondo nasconde, ma non ruba!

Anonimo ha detto...

C'è anche II's vero? *-*

altra nerd a rapporto haha =P

DonnaDelirio ha detto...

giorni fa ho trovato in un cassetto di un vecchio como della nonna i miei diari con la copertina rigida di holliehobbie e in una pagina c'era un pezzo di lama di taglierino attacato con lo scotch! ah la felicita dell'adolescenza...

Mayamelia ha detto...

Ecco... io mi sento un po' sfigata in realtà perchè purtroppo non ho più nulla.. nessun sopravvissuto della mia fanciullezza :)
Causa vari traslochi, e padre che non sopporta le cianfrusaglie non mi sono rimasti altri che i miei ricordi..
Fotografa tutto e facci vedere!!!

Ps: io non ho ancora ben chiaro cosa sia l'hashtag ma ho tutte le intenzioni di scoprirlo!! :D

Robin ha detto...

Non mi ritrovo molto nei tuoi ricordi di adolescenza, ma senza dubbio posso dire di avere altrettanti tesori dimenticati, essendo anch'io una di quelle che non butterebbe niente ;) Soprattutto tante, tante, tante fotografie, spesso sfuocate, regolarmente storte, all'occasione spiegazzate o ritagliate, rigorosamente NON digitali.
E' bello riuscire fatto piazza pulita così serenamente e senza troppi rimpianti. Io non ci riesco sempre ^^'

Stellina ha detto...

...già il walkman nelle orecchie mentre sciavo... chissà poi perchè!!! avevo sta fissa e contando che ero tutto l'inverno sugli sci... era tutto un gran daffare a registrare The river a nastro più di una volta di seguito per non dovermi fermare e baglioni a squarciagola... e quando hanno "inventato" i walkman dove non era necessario girare la cassetta per ascoltarne i 2 lati?
eh... che emozione ricordare quegli anni dove non sapevi cosa avresti fatto un attimo dopo ma eri piena di aspettative sul tuo futuro!
...e i cassetti della scrivania pieni di "cianfrusaglie" che è così difficile considerare tali,e si che ci sarebbe tanto bisogno di posto nella mia vecchia stanza per le cose della nana quando sta dai nonni...

grazie Wonder per avermi fatta riflettere anche su questo :-)

Anonimo ha detto...

@giada... oddio i pantaloni con le staffe... ahahahah anch'io li avevo. Che ricordo :)
la mia adolescenza era molto "grunge" quindi grandi camicie a quadri, magliette XL in corpo XS, o magliette sopraombelico in dicembre!! Scatoloni di bigliettini e lettere, diari con la cicca che avevi in bocca quando...ehm... baciavi alla francese... è tutto a casa di mia mamma, ancora adesso. Peccato non avere tante foto di quegli anni ma il rullino costava troppo per svilupparlo :)

miki ha detto...

anche a casa dei miei ci sono ancora gli scatoloni con i quaderni delle elementari, i diari, i corrierini, i giornalini di candycandy e di dolly...c'è ancora il chiodo di pelle nera, il camicione di jeans con le borchie e le mega spalline (ohibò). Ho il terrore di quando dovremo fare pulizia, per ora resta tutto lì. All'occorrenza...affitteremo un garage.

mafalda ha detto...

Giusto l'altro giorno mia mamma mi ha esortato a recarmi nella loro soffitta a dare un'occhiata a ciò che vorrei portare via, visto che loro tra qualche mese cambieranno casa.
So già che terrò i Dylan Dog, i diari, la ciocca di capelli del mio primo amore.
P.S. io avevo proprio lo "zaino delle cassette", quadrato al punto giusto da contenerne il più possibile :)

ugainthesky ha detto...

Ho il braccialetto di qnd sono nata (33anni fa) e il test di gravidanza della mia mamma, una spilletta a forma di coniglietto, la catenella del ciuccio,diari chiusi con il lucchetto con la copertina di stoffa e pieni di scritte colorate, uno scatolone di cartoline, i disegni dell'asilo, una cassetta con su "buonanotte fiorellino" regalatami dal mio ragazzo, un mozzicone di sigaretta steccato con boosta dei subsonica e una cornice a giorno enorme piena di biglietti di concerti e foto degli amici.la mia cameretta ha ancora l'armadio pieno di scritte come l'ho lasciato qnd sono andata via di casa...potrei andare avanti x ore...nn butto niente..a mia figlia (2mesi) sto mettendo via l'impossibile...
Mmmm sono un caso disperato????

Anonimo ha detto...

io ho ritrovato un paio di jeans neri taglia 38 (ora ho la 44). ma li tengo in ricordo di chi, dove e quando mi sono stati regalati...e, lo ammetto, anche nella vana speranza di rientrarci un giorno, magari dopo questa seconda gravidanza.. ahahahahahah (risata isterica!)
Wally

Francesca ha detto...

A me non basterebbero il garage e la mansarda insieme per conservare tutto, ma alcune cose non riesco proprio a gettarle via... ho tenuto alcuni diari del liceo, i giochi preferiti di quando ero bambina, tutte le foto ricordo dei vari anni a scuola e molte altre cose. Di abiti la cosa più orrida che ricordo erano i pantaloni con le ghette...terribili mamma mia, purtroppo in alcune foto ricordo delle elementari ce li ho addosso, ma come veniva a mia mamma di comprarmeli??!!

Anonimo ha detto...

Ma la domanda è...come mai conservi i vestiti piccoli della Porpi??Non rimarrà figlia unica,quindi....o li tieni per le amiche?:)
i miei genitori sono 2 terminetor butta tutto...che fastidio!Non ti dico la rabbia quando ho scoperto che mio padre aveva buttato via tutte le mie smemo...mi vien da piangere ancora adesso!:(
Baci.Marina

Raffaella ha detto...

Il walkman... la cassetta più ascoltata era "True Blue" di Madonna.
Io avevo una valanga di Puffi, finiti chissà dove e se li avessi ora sarebbero la gioia di Emma...

Vestiti credo di non aver più nulla ma ho un cassetto nella mia ex cameretta zeppo di ricordi...

Alessia A. ha detto...

Oh che bel post Wonder!!!
Io sono una di quelle che se una cosa non la mette per almeno un anno la butta o la dà in beneficienza...molto basic, insomma!
Però alcuni cimeli anche io li ho portati da mammà: centinaia di VHS (promettendo di farli diventari DVD con la sola forza del pensiero!), 5 Smemo zeppe di ritagli, dediche e paciiughi vari (una per ongi anno di Liceo), le t-shirt striminzite (pure io compravo quelle da bambina, oppure le tagliavo e facevo dei top che ora non metterei nemmeno sotto tortura...arghhhh!), l'intimo 'inchiavabile' come lo chiama mio marito (pacchi da sei di mutande semi-ascellari rigorosamente bianche, roba che nemmeno mi nonna...), gli zainetti invicta, i rimmel colorati per capelli, il Crystal Soleil che mi rovinò i capelli nell'estate del ,97...
Grazie per avermi farmi tornare un pò adolescente!

Cristina ha detto...

Una felpa degli Articolo 31, una piccola collezione di poster di Cioè (su uno ci sono I Ragazzi Italiani, my god), anche io pantaloni taglia 38, sob, la speranza di rientrarci non ho nemmeno il coraggio di averla, e un lucidalabbra Bob Bob di Malizia alla Coca Cola, giuro che quando facevo la terza media era davvero imprescindibile!

Girandola Precaria ha detto...

Diari, diari, diari. Smemo che non si chiudevano più, ma soprattutto diari segreti, in cui ho lasciato imperitura memoria soprattutto di cotte mai corrisposte per personaggi improbabili e dello scarsissimo entusiasmo scolastico (ogni annotazione iniziava con: "oggi non ho voglia di studiare").
In occasione del trasloco dei miei ho tirato fuori da scatole impolverate, riletto e buttato via tutto. Mi sento un'altra persona rispetto ad allora e mi basta il ricordo senza dover anche leggere le mie parole...

Siboney2046 ha detto...

la mia casa pullula di cimeli simili!!

Wonderland ha detto...

Oh vedi, come sono contenta di non essere l'unica. Per me sono veri e propri tesori, davvero...

Perché conservo i vestitini della Porpi? Beh, anche se non ne facessi altri io di figli, con tutti gli zii/zie che abbiamo.... a qualcuno serviranno sicuro!

Raffaella ANCHE LA MIA ERA TRUE BLUE! AAaaaah, che ricordi :D

VaLe ha detto...

La mia camera a casa dei miei ormai é il regno della mia nipotina di 3 anni e adesso anche di mio figlio di uno. Prprio perché cnservo tutto (o quasi, xché mia mamma mi ha sempre obbligatoa fare un pó di ripulist) i bambini si divertono a giocare con la mia collezione di gomme da cancellare, il mio portacori ancora pieno di matite (tutte da temperare), le sorprese degli ovetti kinder, i cofanetti delle Polly Pocket, ecc ecc. Vestiti?? Ne ho un armadio pieno! E le maglittine 6 anni che mettevo a 14 ci sono ancora: petit prine, fiorucci. L'altro giorno ho sfogliato il diario del 3 anno del liceo, c'era scritto: "il giorno piu bello," avevo risposto, "tutti quelli passati con lui". Oggi quel LUI è mio marito ed il padre di mio figlio. Sono passati 14 anni!

Anonimo ha detto...

"cara ragazza dal polpaccio nano"ecco perchè ti leggo sempre...! Dany

Marika ha detto...

Io sono rimasta adolescente.....leggo ancora i manga ^^ li Amo....non li leggo più come prima, ma ne ho un gozzilione in casa e spero che un giorno mia figlia (che ancora non è nata ^^) possa attingere da quelle belle favole giapponesi!!!!!!

leucosia ha detto...

questo post capita a fagiolo perchè ho dovuto fare una scelta molto sofferta causa trasloco...praticamente al posto delle orecchie da coniglietta ci sono quelle di minnie, per il resto è quasi tutto in sintonia!

elisalischen ha detto...

no, ti prego, quella maglietta la voglio anche io, anche se ho due pupi piccoli e 33 - dicasi trentatrè - anni

Lady Nutelliel ha detto...

I miei vestiti sono sempre stati da mercatino dell'usato - per facilitare la mia emarginazione adolescenziale, LOL - quindi non ne resta nulla.
Ma conservo gelosamente un topino della Lego che, da quand'ero piccola, giudico essere mio nonno. L'ho portato con me in ogni trasloco. Nonno mii mancava tanto... era "salito in cielo" e avevo due anni e mezzo, ero ofrustrata perch anche arrampicandomi non lo vedevo sul tetto dei vicini, dove reputavo fosse il "cielo".
Ho il grillo Flip dell'Ape Maia, di gomma.
Ho il diario del 1993, I liceo classico, con le vignette e le caricature e le dediche delle amiche.
Il fazzolettone scout con i ciuccini di plastica colorata appesi al "nodo".
Un vecchissimo libro di papà, per costruirsi i giocattoli in casa, con foto terribilmente primi anni settanta. Chissà se mi pensava già, anche se il mio arrivo era ancora distante.
Tre fogli del diario di seconda elementare, da cui traspariva una bambina ansiosa, perfezionista, affamata di accettazione, cocciuta e orgogliosa.
Una scatola di scarpe con i biglietti di auguri, i messaggi delle amiche scritti sui fazzoletti, e tappi di bottiglia, conchiglie, francobolli, ritagli.
Questi ricordi sono sopravvissuti ai miei drastici e ciclici repulisti

destinazioneestero ha detto...

Anche mia mamma ne conserva molti di miei tesori. Be', io sono un po' più "grande" di te e la moda allora era ancora più orribile: certe spalle imbottite! E pantaloni a tre quarti!
Non mi ci far pensare! Però fa tenerezza rivederli!

Anonimo ha detto...

i ragazzini che «non proveranno mai la gioia di ritrovare un pezzo di carta ingiallito con la calligrafia dell'amica del cuore, che ti dice parole bellissime che nessuno ti ha più detto, che odora ancora di astuccio Eastpack pieno di scritte»... proprio vero. Tra i miei tesori ho tutte le SMEMO delle superiori (con tutte le dediche dei compagni, ovvio) e il diario che io e l'amica del cuore ci scambiavamo sotto banco, pieno di disegnini e scemenze... ma ancora adesso rido a rileggerlo! che bei periodi! ^_^
francesca

Cecilia ha detto...

=) Che bello fare un salto nel passato, ogni tanto mi capita trovando oggetti "obsoleti" (Avevo lo stesso lettore di musicassette Aiwa!!! Rosa! E anche fumetti, ma sono sugli scaffali..gh..)
Ad ogni modo, personalmente sono un po' più piccola di te, ma so perfettamente di cosa parli (ed è vero, nel 2001 ci si vestiva da schifo XD )
Comunque, perché più che buttare o traslocare le cose non fai una cernita di cosa tenere e cosa dar via? =)
A casa mia capita spesso...i "ricordi" si tengono e i vestiti che non entrano più e non piacciono più già da tanto si regalano (ecco, cioè, ehm..magari non le mutandine di pizzo nero vagamente fetish, ma sì, magari non bisogna tenere tutte le gonne dritte o le giacche e le felpine oscene di quando si avevano 13 anni e una retromarcia -ahimé, poi passata solo alla seconda, ma va bene...- o i pantaloni corti o i maglioni lavati e talmente ristretti da stare al cuginetto di 10 anni)

The life after ha detto...

Io sono una che ha sempre buttato via tutto, probabilmente a causa dei milli traslochi che ha la mia famiglia. Quando traslochi impari a buttar via. Comunque qualche accessorio strano mi è rimasto e soprattutto un sacco di cd di quando imparai a masterizzare! Ero una super figa per la capacità di masterizzare... Bei tempi!

The Life After

Lady ha detto...

LI HO ANCHE IO quei manga e li rileggo pure ogni tanto.. stanno in fondo all'armadio in ingresso, nell'unico "vano" a prova di bomba che mantengo, insieme a scatole di cassette di musica che non sento da una vita..
che bei ricordi.. da conservare e da rispolverare ogni tanto, fanno proprio bene al cuore!!!
chissà, magari questi cimeli faranno pensare a Viola (nel tuo caso) e a Tessa (nel mio) che hanno mamme folli.. MA CHISSENE..
^_^
un abbraccio
p.s. le cose iniziano ad andare un po' meglio con la bimba.. sempre faticoso, ma meglio!
Paola

CherryBlossom ha detto...

Mi aggiungo anch'io alla schiera delle lettrici di Video Girl Ai. Da qualche parte a casa dei miei c'è uno scatolone in cui sono riposti gelosamente tutti i numeri di questa serie insieme alle più famose di Adachi e Ikeda. Tra l'altro se ti davano della pervertita per VGA immagino che non avrai mai letto Caro Fratello della Ikeda, vero?

cristiana2011 ha detto...

Simpatico il tuo blog. Mantieniti cosi' frizzolosa e tua figlia ti adorerà.

Cristiana

pianoB ha detto...

Video Girl Ai! :) Io i manga non li ho ancora chiusi nell'armadio, anzi, sono in vista sugli scaffali di casa (e su quelli di casa dei miei, visto che anche qui lo spazio è poco), perché quell'hobby "pervertito" per me è diventato prima un corso di studi e poi un lavoro, visto che adesso li traduco. Ma lo sai che è uscita Mimì Ayuhara in italiano, vero? ;)

Anonimo ha detto...

Io credo che un bel giveaway con in premio qualcuno dei tuoi "tesori" anni '80 nascosti nell'armadio della mamma ci sta tutto!!! Io vorrei vincere il libro di cinema dell'università!

Valentina VK ha detto...

pantaloni larghi larghi e magliette o toppini con l ombelico di fuori, stile gwen stefani prima e all saints poi (con relative meches)e poi sopra le felpe con il cappuccio o meglio ancora d'inverno la muta..mi ricordo anche il periodo dei top con la schiena nuda, attraversata dai fili che tenevano su queste specie di tovagliolini..la rivincita delle semipiatte smagrite tipo me (ai tempi), perche' se avevi un kg in piu'i fili tirati sulla schiena facevano subito l'effetto arrosto!

mammaatorino ha detto...

1978, eccomi, presente. Non posseggo cerchietti sexy come il tuo, ma magliette taglia 6 anni ne ho ancora parecchie. Vanno bene alla mia bimba grande, quasi 4 anni...che roba! Sì, gli '80 erano parecchio strani. Anche io sono della scuola "non si butta via niente" e così la mia roba è ancora sparpagliata fra casa mia e quella dei miei. Interi scatoloni di ricordi da cui non riesco proprio a separarmi, lettere, bigliettini scritti a scuola, smemo piene di scritte che farebbero impallidire tutti i miei cari...chi più, chi meno... L'ultimo walkman superstite è ancora nel mio attuale comodino. Così...chissà perchè! :)

mellyb ha detto...

Wonder che post dolcissimo,quanta tenerezza e quanta nostalgia... premetto che non amo conservare tutto, quando ho i miei momenti di repulisti mio marito nasconde le sue cose per paura che finiscano nel cestino... conservo però le smemo del liceo alte 20 cm, i diari segreti, il vestito del primo appuntamento con mio marito, le foto, i bigliettini delle amiche e di lui, le mie bambole e peluche preferiti (oggi ci giocano le mie bimbe), cassette e vhs, il pacchetto vuoto di marlboro di un'amore adolescenziale,... Ma soprattutto tanti tanti ricori di quegli anni meravigliosi!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Ciao,non centra con il post ma...
sono una ragazza di 23 anni e da un paio d'anni seguo il tuo blog, ma non avevo mai commentato prima.
Ho avuto una bambina lo scorso agosto e da allora rileggo i tuoi post con altri occhi, mi rivedo in quello che hai scritto e cerco di capire se le mie esperienze, quando mia figlia crescerà, saranno simili alle vostre.
Mi ha colpito particolarmente il tuo vecchio post sui cesarei e sentirsi mamme a metà...mi rispecchio in tutto e il fatto che nessuno dica com'è sfiancante è desolante. Mia figlia mi impegna 24 ore al giorno e non è facile...essere mamma è meraviglioso, ma anche no. Leggere i vostri cambiamenti mi da la speranza che quest'odissea di notti insonni, pannolini, allattamento, tiralatte e pianti un giorno finirà. Bè, insomma, grazie.

Sascha - Coffee and Heels ha detto...

Ahahahah adoro la t-shirt!

Anonimo ha detto...

no, invece io volevo chiedere ma perchè conservi l'abbigliamento della nanetta? mica vorrai fare il secondo nevveroooooooooooooo???

widepeak ha detto...

ovviamente, negli anni, mia madre mi ha imposto di buttare tutto, tanto, troppo. di buono c'è che mi sento spesso libera, senza pesi e zavorre. ma è bello lo stesso ritrovarmi in alcune tue parole .specie quelle sui diari, che no, fanculo, quelli non li ho buttati ;)
ps. buon anno cara

trilly ha detto...

invece i miei tesori li ho quasi tutti qui, compreso i peluche che ho regalato alle mie bambine.
ma non è vero del tutto che gli adolescenti di oggi non si scrivono più bigliettini e non hanno le agende con le dediche e gli astucci al profumo di matita e temperino. mia figlia conserva ancora i biglietti della prima festa dell'elementari, tutte le loro firme incerte, e giuro non butterò via mai nulla, nemmeno i suoi diari!

Anonimo ha detto...

Le case dei genitori sono proprio così: delle grotte piene di tesori del nostro passato. Anch'io ci ho ritrovato di tutto, ed è stata una vera goduria

Francesca ha detto...

PS: e se il tuo prossimo nano, se ci sarà, fosse UN porpi?! avrai tenuto i vestitini e scoprirai di non poterli usare, con gioia di tua madre e i suoi armadi! eh eh eh...

Anonimo ha detto...

Chiara scusa ma si può leggere la tua rubrica su Cosmopolitan sul sito cosmopolitan.it? volevo leggere l'ultima su uomini e shopping ma sono andata sul sito e non riesco a trovarla? mica hai il link?

Gin

Brioscina ha detto...

Video Girl AI!!! l'ho riconosciuto e' lui vero , uno dei fumetti? Che bello un tuffo nei ricordi!

Siboney2046 ha detto...

I vestitini della Porpi sono sicuramente recuperabili!!
Posso chiederti una cosa di carattere 'tecnico'? Sto cercando di cambiare grafica la mio blog e volevo sapere che template usi tu!

Stefy ha detto...

In soffitta ho ancora tutte le mie smemo di medie e superiori alte tipo 1 metro per tutto quello che ci attaccavo.... proprio tutto!!!!!
Le ultime cassette le buttate poco tempo fa... io per ascoltare la mia canzone preferita la registravo tipo 10 volte di seguito.
Ho scatole piene di lettere delle mie amiche, foto e negativi delle foto, anche un lettore cd portatile!
Cavoli ho ancora il my macic diary!!!! tutte le collezioni kinder invece regalati ai cuginetti.
Di vestiti non ne ho più, ma mi ricordo i fuseaux in vellutino con le staffe, che schifo, e una maglietta blu della carica dei 101 taglia 10 anni alle superiori!!!
Dei miei bimbi tengo tuttttttoooooooo.
Un bacione Stefy

Blog Widget by LinkWithin