il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 27 febbraio 2012

Going going


Non è stato infilare bottiglie in valigia, avvolgendole come neonati in fasce (a proposito, i neonati NON sono bagagli a mano. so che vi era venuto il dubbio).
Non è stato nemmeno regalare le fidelity card dei supermercati a mia madre e vederla con lo sguardo da cane della LAV anche se le ho detto che una è piena di punti.

Non è stato sapere che non scriverò più il vecchio indirizzo (e poi il nuovo mi piace moltissimo).
Non è stato camminare per le strade di Roma con 20 gradi e un sole che ti accarezzava le guance e i pensieri, mettendoci dentro un po' di nostalgia ancor prima di partire.
Non sono stati i miei parenti, che mi salutano come se andassimo chissà dove solo perché, per i più anziani che non prendono l'aereo, qualsiasi posto fuori dalla provincia di Roma è chissà dove.
Non è stato fare la valigia, anche se mi fa sempre un certo effetto impacchettare cose che spacchetterò nella mia nuova casa. Cose che, inevitabilmente, avranno le pieghe e l'odore del luogo da dove vengono.

Non è stato il lasciare qui un paio di vestiti 'per quando torno'.
Non è stato niente di tutto questo.
E' stata la maestra di Porpi, che oggi mi ha consegnato una cartellina piena dei suoi lavori. E' la prima bambina a riceverla, gli altri l'avranno a fine anno. Dentro c'erano anche dei disegni, fatti apposta dai suoi compagni d'asilo per salutare la sua partenza: 'Viola parte per Londra, fate un disegno per salutarla'.
Ecco, sono state le 'palline che scendono dalla montagna'.


O le diverse varianti di mostro.
('Mostro going going' vince)
Dai disegni si deduceva che i bambini della partenza per Londra ne avevano capito quanto Porpi: niente. E questo mi ha fatto un po' commuovere, perché mi ricordano che lei è così piccola, e sta affrontando questo enorme cambiamento senza saperlo. Saluta pensando di tornare, fa le valigie e parla di Roma. Per lei 'Londra' potrebbe essere ovunque.
Ma io sono sicura che starà bene, per una semplice ragione: sarò io a fare di tutto per farla stare bene.
E adesso mi manca solo tenerla per mano mentre attraversiamo un enorme aeroporto, riprendiamo le nostre valigie, e andiamo incontro a una vita nuova di zecca.
Spero riusciremo a renderla bellissima.
Come il mostro, anche noi stiamo 'going going'.

----

P.s. A proposito, devo ringraziare Mandarina Duck. Non capita tutti i giorni di dover affrontare un trasloco e vedersi recapitare a casa una valigia (vedi sopra) O_O Grazie, geni del marketing.

Condividi

139 commenti:

lollamamma ha detto...

Buona nuova vita.

Laura ha detto...

oooooohh mi viene da piangere, come se ci conoscessimo.
Buona vita, vedrai, sara' fantastico. :)

Mamma Cì ha detto...

ogni tuo post è un emozione...e anche un pò di invidia... sono sempre belle le partenze!!! Io adoro viaggiare..sono sicura che farai del tuo meglio con Porpi..e che lei presto imparerà l'inglese (il mio di 20 mesi ha imparato a cantare happy birthday in inglese in un pomeriggio grazie alla cuginetta bilingue!)

Sascha ha detto...

INVIDIA PURA.

In bocca al lupo!!

Peggy Lyu ha detto...

Buon viaggio e tanti TANTI auguri per la vostra nuova vita!

....Quanto vi invidio....

Sono sicura che la Porpi starà benissimo!

P.s. che coccoli i bimbi dell'asilo!

Alex V ha detto...

W il mostro going going!
Starete benissimo, soprattutto perché come hai detto tu avete VOGLIA di stare bene!
E allora buona partenza e buon inizio nuova vita a te e a Porpi (dolcissima con quei boccoli biondi *.*)
Aspettando altre e questa volta londinesissime notizie
Alex V

Chicca ha detto...

da quasi un anno siamo a trento, anche noi abbiamo lasciato roma in un aprile assolato e caldo, e questa nuova città ci ha accolti a braccia aperte... non rimpiangiamo assolutamente il passo fatto... il mio nano è poco + grandi di Viola, farà 4 anni tra 2 mesi, e i primi tempi faceva confusione tra la casa piccola di roma, la casa di nonna a roma, la casa grande di trento... insomma, un po' ci mettono, ma poi si abituano e apprezzano le novità! ora lui sa che abita qui... e quando lo sgrido mi dice che prende il treno e va alla casa di roma! in bocca al lupo e goditi tutte queste novità!

andrà tutto bene ha detto...

un grandissimo in bocca al lupo per tutto. Sono sicura che tu e quella meraviglia di viola ve la caverete benissimo. w la nuova avventura.
un sorriso enorme.
andrà tutto bene (nome e augurio!)

Anonimo ha detto...

post ricco di emozione..buon VIAGGIO cara Chiara, prendi per mano Viola in questa meravigliosa avventura.
un abbraccio grande,
Dadà

Annaelle ha detto...

di tutti i post che hai scritto questo mi ha davvero stracciato il cuore.
Io che sono espatriata da sempre conosco perfettamente quella sensazione dolce amara di attraversare areoporti italiani con bimba addosso...sapere che lei non capisce, la sensazione di lasciarsi alle spalle una parte di se e il grande carico di renderla felice, no matter what.

buona fortuna.

Francesca ha detto...

Ti capisco!! ricordo benissimo la volta quando sono partita con due valigie con tutta la mia vita dentro e' stato qualcosa di diverso...prima di uscire dalla vecchia casa ho salutato tutto, inclusi i mobili, le porte e quello che lasciavo dietro e adesso non ricordo piu' nemmeno i dettagli di quella casa! quello che rende casa un appartamento sono le persone con cui lo condividi e tu sei fortunata perche' avrai la tua famiglia con te! Buona fortuna!

Murzillo Saporito ha detto...

In bocca al lupo per tutto....
Valeria

Marta ha detto...

ecco...lo sapevo che sarebbe arrivato...il post che mi avrebbe spinto le lacrime fino all'orlo.
la tenerezza di tua figlia mentre tiene in equilibrio quella valigia è qualcosa di inspiegabile.

buon viaggio.

Anonimo ha detto...

e niente, è solo che io sto piangendo e sono in ufficio. E son scema a piangere, neanche ci conosciamo. Però..però la mia pulce treenne oggi ha portato a casa la cartelletta dei suoi disegni di questo trimestre e io mi immedesimo. Uff...Good luck Chiara. Son sicura anche io che Porpi sarà felice, e non (tanto) perchè Londra è bellissima, ma perchè avrà la sua mamma e il suo papà con sé. AnnaL.

Nily ha detto...

che emozione questo post... In bocca al lupo per la vostra nuova vita ♥

Ramy51 ha detto...

Ciao sono una nonna, e ti faccio un grande "in bocca al lupo" per questa tua nuova avventura.
Però come nonna, penso anche alla tua mamma che non vedrà per lunghi periodi la nipotina. E quindi un grande "Coraggio" anche a lei.

ZiaLa ha detto...

Ho dovuto metabolizzare un po' la cose...e ancora faccio fatica, come se a partire non fosse una persona che leggo, anche adesso, da Km di distanza, ma un'amica di una vita... Questo post mi ha fatto piangere. Di base c'è la paura di perdersi un po'. Porpi mi ricorda così tanto la mia nipotina Patella, mi sembra quasi come se fosse lei a partire, e mi si stringe il cuore.
Ti auguro tutto il bene del mondo, per te, per Viola e per Lui.
Magari la prossima volta che vengo a Londra ti scrivo e ti porto un abbraccio da parte di tutte/i noi rimasti in Italia.

ZiaLa

cherryplum ha detto...

buon "going going", allora. Mi sembra quasi che sia io, a dover partire. Come sempre, sai rendere bene e emozioni. Happy new life.

Anonimo ha detto...

cavolo, gia' mi manki...menomale ke c'e' internet! ;)
Imboccallupo Wonder! Cri

mafalda ha detto...

Il mostro going going però cade a fagiolo!
Buona partenza per la vostra nuova vita. Che emozione!

quandofuoripiove ha detto...

Wow! Sento da qui il frappè di emozioni!Tieni da parte solo il friccicorino di emozione per la nuova vita, perchè il mostrino Going Going starà benissimo, ci siete voi...that's all folks!

leucosia ha detto...

"Ma io sono sicura che starà bene, per una semplice ragione: sarò io a fare di tutto per farla stare bene."
mi hai fatto piangere con la tua ultima frase...scriverai sul blog anche da londra vero?

Wonderland ha detto...

Oddio, però così fate commuovere meeeeeeeeeeeeeeehhhhhh ;___;

forsemisbaglio ha detto...

vi dedico questa canzone fuori moda.
a entrambe, ma soprattutto a lei.
http://www.youtube.com/watch?v=VeH_ZTuba1E

Brunhilde ha detto...

Abbiamo la stessa valigia!!
Certo che Viola starà bene, anche perché starà sempre col suo papà - e non è un dettaglio da niente. Io vedo la faccia di Siegmund, quando verso le 17:30, due/tre volte la settimana, andiamo ad aspettare Siegfried all'uscita del suo ufficio: ha 19 mesi, ma appena lo vede passare ai tornelli, prima ancora di uscire dalla porta girevole, s'illumina completamente. E poi sono sicurissima che, come noi qui, anche voi troverete un gruppo giochi di bambini italiani o italo-inglesi, così Viola continuerà a parlare italiano. Forza, che ha l'età giusta per affrontare un passaggio importante con un disagio pari pressoché a zero - più son grandi e peggio diventa.
Buona vita, a Londra!
Quando saremo là, a fine marzo, vi penseremo..

ziazitella ha detto...

mannaggia...e giù lacrime...perchè io sto dall altra parte..quella di "quella" che resta quando gli altri partono... buona vita belle bione!

Mia ha detto...

Andrà tutto bene. Per te, per Porpi andrà tutto bene!!!
Un abbraccio!

Francesca ha detto...

Ma guarda che il regolamento Ryanair (che conosco molto bene visto il mio peregrinare in giro) intende che non si calcola il bagaglio a mano per i neonati, mica che i neonati sono bagagli a mano!
Comunque, buona partenza!! Andrà tutto bene!

NotreAnne ha detto...

posso dirlo? io in questo momento ti invidio anche e soprattutto la mandarina duck recapitata a casa :P

Lowhighfashion ha detto...

Bei, le mie lacrime going going stanno scendendo dagli occhi...
Buona avventura!

MammaTogata ha detto...

Va beh, io piango.
Mi hai commossa tantissimo.
Abbraccia forte la Porpi anche da parte mia.

Owl ha detto...

Buona nuova vita!

Chiara ha detto...

Io continuo a ripetermi, parafrasando una nota pubblicità: dove c'è la mamma c'è casa...io e la mia bambina potremmo andare ovunque, ma insieme! E proprio x questo staremo bene

Silvia & Olivia ha detto...

Buon viaggio a tutte e due e buon inizio strepitoso! Il post mi fa venire i brividi oltre alle lacrime...attendo il primo post da Londra!

alice ha detto...

sarà meraviglioso.Ci saranno nuove avventure, fate e scoiattoli che vi aspettanto.
E tu renderai questa nuova vita una fiaba per la tua bambina.
Bonne chance, come si dice a paris.
Otta

ps. io, oltre ad avere un mio blog- www.ottalovemuffin.com -, sono anche la pr di stella mccartney x sud europa.Se mi mandi tuo indirizzo la borsa te la mandiamo pure noi!
:)

VaLe ha detto...

Sarà che sono partita troppe volte lasciando tutto ció che avevo di più caro ma io odio le partenze, gli addii e gli arrivederci. Ma tu mi sembri molto piu coraggiosa di me! All the best!!

serenamanontroppo ha detto...

piccola lacrimuccia ricacciata indietro a fatica...sono sicura che starete benissimo, perchè sarete tutti e tre insieme. "Tante buone cose" come si dice qui dalle mie parti!

Elena ha detto...

in bocca al lupo bionde!! Buon viaggio

mara ha detto...

Il mostro going going...vincerà da ora e per sempre...
"Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada. E tu la tua. E non sono la stessa strada. Così... Io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo... salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri. Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l'onestà, essere buoni, essere giusti. No. Sono i desideri che salvano. Sono l'unica cosa vera. Tu stai con loro, e ti salverai. Però troppo tardi l'ho capito. Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male. E' lì che salta tutto, non c'è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce." A.Baricco.
Ecco tu sogna...desidera... tu puoi...e ricordati tutto...perchè le racconterai la storia della vostra partenza più volte di quanti dettagli potranno restarti in testa...è una cosa bella e sono felice per te!!!
Tanto
Buon viaggio mostri...
Mara

Martina ha detto...

Mi sono tanto commossa!!!! E quello che scrivi... Ooohhh!!!!! Ti abbraccio forte forte.

CoseCheNonEsistono ha detto...

Davanti alle palline che scendono dalla montagna ero già un pochino commossa.

Che bello.
E' rassicurante vedere qualcuno (Tu) che, nonostante si trovi davanti a qualcosa che non conosce, cerca di non fare le cose a caso.

:)

The Queen Father ha detto...

Non so cosa scriverti, ma so cosa provi. Avrai il cuore un po' diviso in due, e tra le due metà ci saranno due ore e tre quarti di aereo. Ma questo ti farà 'sentire' di più.
Londra vi aspetta a braccia aperte...

TQF xx

Karola ha detto...

Noi partiamo tra qualche mese (io+duenne)...il papà è già là che ci aspetta (in Portogallo). Che groppone che mi hai fatto venire :( buona vita! dai fammi vedere come ce la si fa!

Anonimo ha detto...

sto piangendo come una povera idiota...ma quando hai menzionato la cartellina dei disegni ed il saluto degli altri bambini...beh non ce l'ho fatta...in questo momento servirebbero sorrisi ed incoraggiamenti...per cui..Good Luck! =,D

sybin ha detto...

Si. Quando ho visto i disegni dei compagni di Viola, pure a me è caduto in testa il pesetto da 100 Kg che ha fatto uscire i lacrimoni.

Chevve & Possino regazzì! ;-)

Francesca ha detto...

Hai fatto sciogliere anche il duro cuore di un ing. :')

Lorena ha detto...

Ti seguo da tanto da quando disperata per le notti in bianco cercavo conforto in internet tra le testimonianze di chi in quella situazione si trovava o ci era passata...E tra quelle persone ho trovato te e Porpi e da allora leggerti è diventato spesso indispensabile mi faceva sentire meno sola in quel periodo disastroso...Tutto ciò per dirti che mi sono commossa per l'ennesima volta leggendoti, guardando i disegni dei compagni di Viola e forse perchè le partenze fanno sempre un pò piangere..No? Comunque sia ti auguro di trovare tanta felicità e per Viola non preoccuparti, i bimbi spesso si adattano meglio dei grandi ai cambiamenti,l'importante è che mamma e papà siano vicini e per questo penso non ci siano problemi.
Ciao Lorena

Biankaneve ha detto...

cavolo mi sono commossa anche io e non so nemmeno chi diavolo sei!
Buon viaggio!

mammaatorino ha detto...

Buon viaggio Wonder e Porpi! Happy new beginning! ;)

ildiariodellamamma ha detto...

Come si fa a non commuoversi??? come si fa a non affezionarsi alla piccola Viola! ho scoperto questo blog qualche giorno fa e già ne sono dipendente... Complimenti per tutto quello che sei! e in bocca al lupo in questa nuova avventura!

Valentina ha detto...

Piango come un vitello.
Vi auguro una valanga di cose belle, che siate letteralmente travolti dalla felicità!

Sara ha detto...

Buon Viaggio Wonder ... in bocca al lupo per tutto ... e come sempre grazie ... ecco ricomincia il magone!

il Sorriso della Titta ha detto...

in bocca al lupo...io alla vista dwi disegni...lacrimuccia...saprete farvi volere bene ovunque...

Anonimo ha detto...

BUON VIAGGIO. Di cuore. Vorrei star lì con una banda di paese a darvi il benvenuto ma mi trovo tra Roma e Londra, e non è molto comodo.

Un bacio.

vale_joey

Cappuccino e Baguette ha detto...

crossfingers (o forse dovrei dire "doigts croisés"? =P) per voi.

Sì, lasciare in Italia un (grande) pezzo di vita è difficile, ma ci sono tante cose nuove che aspettano te e Viola! Quindi...Keep calm and go to London! ;-*

Maggie ha detto...

io ormai sono esperta di traslochi. quando l'anno scorso ci siamo trasferiti negli USA la mia piccoletta aveva 2 anni e mezzo. e anche a me la cosa xhe ha fatto più male è stato il colloquio con le sue maestre. mi sembrava di portarla via dal suo mondo. poi ho imparato che chi più soffre siamo noi. Perchè lei adesso sta benissimo, va in una fantastica scuola montessoriana, parla tre lingue ed è...semplicemente radiante di felicità.
Quindi non ti preoccupare! Buona vita!

pasita ha detto...

il mostro GOING GOING ha fatto commuovere anche me.
Buona Wonderpartenza!
ma più di tutto
Buon Wonderarrivo!!!!
Un abbraccio virtuale.
Pat

betta ha detto...

Going... going... GONE!

Anonimo ha detto...

è stato lo stesso quando abbiamo lasciato la Germania per la Svizzera. Niente mi ha colpito come la famosa cartellina dei lavori (che siccome negli asili tedeschi hanno nido e materna nello stesso posto, comprendeva foto da quando aveva 8 mesi a quando è partita) insieme ai regali delle maestre e dei compagni. Nulla mi ha fatto piangere così. In bocca al lupo, a tutti e tre!
Sere e Sufi, che ha già cambiato 3 nazioni e ha la stessa età di Viola! :)

Nadietta ha detto...

In bocca al lupo per tutto Wonder!!! Mi hai lasciato con questa espressione: *_____* un bacio alla piccola :*

colore ha detto...

In bocca al lupo per il viaggio della vita!!!
Lara

Mamma Che Paura! ha detto...

In bocca al lupo per questa esperienza meravigliosa!! Viola ne sarà entusiasta!!!

smilemamysmile ha detto...

Quando siamo partiti per Londra, lo scorso giugno, anche Federico, il mio bimbo piu' grande, ha ricevuto la stessa cartellina, in anticipo, della tua Viola, e tutti i disegni dei suoi amici. Confermo che ho pianto davanti alle maestre. Anche io ho pensato le tue stesse cose. Federico, Nicola sono cosi' piccoli e inconsapevoli, chissa' se davvero si renderanno conto...la cosa bella dei bambini e' che non sanno che la terra e' tonda, non conoscono la geografia, le distanze, e Londra e' distante da Arezzo, in aereo come Bologna, come Roma. Cambia solo la lingua.
Con il passare del tempo anche questo ostacolo si supera, lo superano. Pero'...pero' non sono mai troppo piccoli per avere dei ricordi. E non credevo, ma il ricordo della loro piccola citta' italiana, del loro piccolo parco, dei nonni soprattutto, sono indelebili e ricorrono ogni giorno. E se chiedo loro dove vorrebbero essere in questo momento, la risposta e' sempre la stessa. E, nonostante tutto faccio di tutto per farli stare bene anche qui. E sono convinta siano felici e sereni. Forse serve ancora un po' piu' di tempo.

StellePorcelle ha detto...

Disgraziata, al "ma io sono sicura che starà bene..." mi hai fatta piangere come una mentecatta! Wonder, la vita ti sorride (come è giusto che faccia con le persone coraggiose!)quindi non posso che augurarti che Giove e Mercurio ti siano sempre amici (Giove rappresenta l'estero e Mercurio governa su Londra che è storicamente posizionata intorno al 15° dei gemelli. ESATTAMENTE dove tu hai in Fondo Cielo, la casa delle radici familiari (quelle del passato di qualche familiare e quelle del tuo futuro). Insomma, Londra era nel destino!
Un abbraccio
Elisabetta

Martina ha detto...

Tu sei una pioniera: in quest' ultimo anno e mezzo ( da quando ho cominciato a seguirti ) , hai completamente rivoltato quello che per me era il concetto di diventare mamma : non piu' una donna tutta casa-marito-famiglia, ma una donna che ha una SUA vita , una SUA identita', e ANCHE una famiglia. E credimi che per le ultratrentenni perenni adolescenti, e perenni figlie (come me) spaventate dall'idea di quello che avere un figlio possa significare per la propria identita', il lavoro etc, e' un sollievo sapere che maternita' non e' la fine della vita come singolo individuo. E che si puo' continuare a volere il meglio per se stesse e per gli altri senza cadere nella mediocrita', anzi: tu dai un'immagine cosi' vincente, innovativa e creativa , che ti sprona a non cadere nei comodi cliche'. Per cui grazie per l'esempio che , personalmente, mi hai dato e mi stai dando. Un abbraccio. Martina

Anonimo ha detto...

Tua figlia, in futuro, ti sarà soltanto grata dell'opportunità che le stai offrendo. Non pensare mai alla frase "sai quel che lasci, ma non sai quel che trovi"... stai andando incontro ad una nuova vita che offrirà a te e alla tua famiglia una grande, nuova e migliore opportunità di quelle che il nostro paese ci presenta al momento, purtroppo.
Sarai capace di far stare bene la tua bambina, ne sono certa: lo capisco ogni volta che leggo le tue parole.
In bocca al lupo cara, non smettere di raccontarci le tue avventure... ora che sarai "chissà dove".
Martina
unanonmamma

BettyBryce ha detto...

In bocca al lupo, quindi.
Banale, ma sempre efficace.

Anonimo ha detto...

sei una grande. ti sei creata le tue possibilità e le stai sfruttando la massimo. grande.
ale

saretta m. ha detto...

Ho il groppo in gola...Buona vita nuova! La Porpi starà bene! Un abbraccio

Anonimo ha detto...

..in un momento di enorme difficoltà ti ho chiesto aiuto e tu mi hai risposto..rassicurandomi..ed io non saprò mai come ringraziarti perchè con la tua mail mi sei stata vicina come nessuno è riuscito, nemmeno chi vive quotidianamente al mio fianco..tutto ciò che scrivi mi rispecchia in pieno, ed io che faccio così fatica ad accettarmi quando leggo i tuoi post mi sento importante e non così fuori luogo..non una mamma di serie b...in momenti di inadeguatezza spietata leggo i tuoi vecchi post per far nascere un sorriso...grazie..perchè sei una persona meravigliosa e Londra sarà la nuova vita con un nuovo profumo...con le note della tua vita di sempre che ti caratterizzano e ti rendono unica...in bocca al lupo :)
alessandra ps

MANU ha detto...

Buona fortuna. Arrivi al cuore Chiara, Manu.

Rebecca ha detto...

Ho i lavìcrimoni agli occhi... mi manchi/ate di già, perchè per quanto esista internet, ora scriverai da Londra! Dai coraggio, avete voglia di stare bene e così sarà, per quanto a volte sarà dura, ci sarà sampre qualcosa di buono anche nelle giornate no... un abbraccio, aspetto con ansia vostre notizie

manu ha detto...

GOOD LUCK!!!!!!!!
un grosso abbraccio , fate buon viaggio e scrivici come va l'ambientazione perchè tu sei partit con Viola ma noi siamo qui e i tuoi post sono vitali !!!
buon viaggio

Cento per cento Mamma ha detto...

Ho pianto come una scema guardando le foto dei disegni... e vedere Porpi accanto a quella valigia grande quasi quanto lei mi ha commossa. Buon viaggio, vi vedo già, mano nella mano, salire su quell'aereo che vi condurrà alla vostra nuova vita.
In bocca al lupo!

bebe ha detto...

beh che dire? in bocca al lupo, e che il mostro going going sia il vostro spirito guida in questa nuova avventura :)

Anonimo ha detto...

Piango ;_; bellissimo post, splendida persona tu. In bocca al lupo,
Francesca

Anonimo ha detto...

Piango ;_; bellissimo post, splendida persona tu. In bocca al lupo,
Francesca

La Pasticcioneria - the party planners ha detto...

Seguo il tuo blog solo da qualche settimana (dopo averlo letto tutto d'un fiato!)...hai emozionato anche me con le tue parole e la tua semplicità...un grosso in bocca al lupo per la vostra nuova vita londinese!

http://mammamiacosafaccio.blogspot.com/ ha detto...

oh santa pazienza e' solo da una settimana che ti leggo e non so nemmeno perche'te ne vai ma come quase tutte pensando alla bimba mi sono venute le lacrime e non perche' lei non stara' bene ma per i sentimenti che credo si agitano dentro di te come in qualsiasi mamma farebbero.Good new life!

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

:) Noi che restiamo, continuiamo a leggerti. In italiano, mi raccomando! ;) Ma prima o poi so che ci regalerai un post in english!

Starsdancer ha detto...

Un abbraccio forte forte, come dice mio figlio quando parto :)... eh... aspetta anche un bacino....coshì non ti senti sola mamma!
buon viaggio e buon nuovo inizio

alice555 ha detto...

Buona nuova vita! In due sarà tutto più facile.. e poi Londra è Londra!
Mi sono permessa di premiare il tuo blog con "The Versatile Blogger Award", non so se lo conosci già (forse ne avrai vinti già mille) tant'è..
Trovi tutte le informazioni sul mio ultimo post.
http://alice555.blogspot.com/
ciao ciao!

Ska ha detto...

Mi viene la malinconia... l'ansia al posto tuo!
Ma andrà tutto benissimo!
buona NUOVA vita!

Chiara ha detto...

Al going going mi son scese le lacrime..posso dirlo?!!?!?

IN BOCCA AL LUPO
IN C**O ALLA BALENA
IN GROPPA AL RICCIO!!!!

Anonimo ha detto...

ci vuole coraggio a partire.
Ancora di piu' a restare.
Che sembra un commento triste, ma non lo e'. E' un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura :).

valeriascrive (che vive a L.A. da otto anni e mezzo e pensava di rimanerci al massimo due anni. SI', come no)

(Ti seguo da tempo in silenzio)

Lory ha detto...

oh wonder... come tutte le altre, sono anch'io in ufficio con le lacrime!!!

ti seguo dai tempi di alf e continuerò anche ora ad aspettare le tue news, su questa nuova vita che hai tanto lottato per avere e che ora finalmente sta iniziando.

ti auguro un mare di felicità, a te e a viola, che starà benissimo perchè sarà con la sua mamma ed il suo papà!

in bocca al lupo di cuore
lory

Cristina ha detto...

Niente lacrime, un bel respiro profondo e un grande grande sorriso con cui affrontare questa nuova esperienza. L'importante è che siete voi tre, assieme. Buon inizio, Wonder! :)

Silvia ha detto...

mi sono commossa, per una persona che mai ho incontrato e con cui non ho mai parlato neanche al telefono.
patetico, lo so.
scherzi a parte, un abbraccio virtuale e un grosso in bocca al lupo. ammiro come riesci a stemperare l'ansia con l'ironia

Marielisa ha detto...

Buon viaggio !!
la tua bimba diventerà cittadina del mondo....meraviglioso
In bocca al lupo .....vedrai Londra è una città meravigliosa dove vivere
Mari
http://bricieemicie.blogspot.com/

Witch_D ha detto...

Ammetto che io al tuo posto sarei terrorizzata, proprio per il fatto che la Porpi è piccola e non può essere consapevole di cosa le sta per succedere..Però condivido appieno (oltre che per la nuova lingua, le nuove opportunità ecc) la scelta di riunionire alla famiglia: ok, sarà un pò più distante dai nonni, però le stai regalando la presenza del suo papà, ed è meraviglioso secondo me :D

Maurizio Bonetti ha detto...

A quelli di Mandarina: a luglio devo andare in vacanza, non è che.. che... che... no, eh? Vabbé, lo sapevo :-)

Sii la mamma più affettuosa possibile, pensa anche solo al fatto che da domani Porpi sentirà parlare solo in un'altra lingua. Durerà poco, lo so, perché in tre settimane parlerà inglese meglio di me, però...

Good luck wonder!

Maurizio Bonetti ha detto...

A quelli di Mandarina: a luglio devo andare in vacanza, non è che.. che... che... no, eh? Vabbé, lo sapevo :-)

Sii la mamma più affettuosa possibile, pensa anche solo al fatto che da domani Porpi sentirà parlare solo in un'altra lingua. Durerà poco, lo so, perché in tre settimane parlerà inglese meglio di me, però...

Good luck wonder!

CosmicMummy ha detto...

non le hai mai fatto vedere Mary Poppins? mio figlio muore dalla curiosità di vedere Londra... anche se è convinto che davvero sulle nuvole ci sia seduta lei, e che ci si può tuffare in quadri disegnati con il gesso sul pavimento, che ci sia un signore che ha una casa che sembra una nave e alle 8 in punto spara il cannone, che gli spazzacamini ballino sui tetti con la faccia sporca di cenere e che si possa prendere il the sul soffitto... ma in fondo Londra è davvero questo, e molto altro. è una delle città più fighe del mondo, è la patria della letteratura per bambini (la carica dei 101, lilli e il vagabondo, peter pan, whinnie the pooh...), sono sicura che vi divertirete un mondo. buon viaggio e in bocca al lupo! ;-)

Quasimamma ha detto...

Sei una grande, anzi, siete grandi insieme tu e la Porpi. E pure quelli della Mandarina Duck :D Andrà tutto bene perchè sei in gamba, perchè sai rischiare, perchè ti butti a capofitto nelle cose ed è una dote che ammiro, perchè io non ce l'ho. E poi non siete sole, noi siamo qui a fare il tifo per voi!

ElinorD ha detto...

Che emozione, e che commozione...
Sarete entrambe molto felici... il segreto sta tutto il quel tenersi per mano.
In bocca al lupo e un abbraccio!

Francesca ha detto...

Pure io ho gli occhi lucidi, mannaggia a te.
Vi abbraccio, mentre attraversate quell'enorme aeroporto e andate incontro alla vostra nuova vita.

Gio ha detto...

Questo post è davvero tenero e commuovente. Ma al di là dell'ovvio sballottamento che ne deriverà per un periodo, non perdere mai di vista c che stai facendo a tua figlia un enorme regalo: esperienze, apertura mentale, strumenti per affrontare la vita. Complimenti, continua così.

Mamma_pasticciona ha detto...

Buona fortuna per tutto! sarai perfetta a Londra, e la Porpi è davvero fortunata! ed io intanto piango e mi emoziono leggendoti... e piango per una vita che in parte vorrei cambiare ma non posso... e che ci v'oi fà?! :)

4quattropassi! ha detto...

Se sei felice tu, lo sarà anche la tua Piccola! La cosa più importante è che abbia il papà e la mamma vicina! Buona Fortuna e in Bocca al Lupo per tutto! Te lo meriti!

Valentina ha detto...

Non ho mai commentato ma ti seguo con simpatia. Secondo me, per quanto possa contare il commento di una perfetta sconosciuta, hai fatto la scelta giusta, Viola ha davanti a sè un futuro che qui da noi non è pensabile, purtroppo all'estero si vive meglio e le opportunità che si ritroverà davanti le permetteranno di costruirsi una vita migliore di quella che possiamo avere noi qui. Ho due cognate che vivono in paese del nord Europa, non tornerebbero mai indietro e lo ribadiscono ogni volta che vengono in Italia.
Ciao e BRAVA!

SILVY71 ha detto...

Solo i bimbi sanno emozionarti con cose così semplici e piene di tenerezza.
In bocca al lupo!
la vostra nuova vita vi aspetta

Gina Barilla ha detto...

In bocca al lupo per questa tua, anzi vostra, nuova avventura!
Per la Porpi forse sarà più facile che per voi adattarsi al nuovo, ma la bellezza di accogliere un cambiamento con la forza, la gioia, la volontà che appartiene a chi è adulto, beh, questo è solo un vostro dono!
Continua a farci sorridere e riflettere anche dalla nebbiosa City!
Francesca

lorilat ha detto...

ti leggo da più di un anno quando per caso mi sono imbattuta nel titolo del tuo libro mentre cercavo un'idea regalo per mia sorella che stava per diventare mamma.....l'ho coprato e non l'ho più regalato....
penso che tu abbia la capacità di dare voce alle emozioni.....non ti ho mai scritto ma oggi mi hai fatto commuovere...
p.s.non è la prima volta comunque!!!!
in bocca al lupo.....

Argaar ha detto...

beh, auguri allora, già li avevo fatti ma ora che "è andata" speriamo solo per il meglio.
buona nuova vita allora....

Anna ha detto...

In bocca al lupo, anzi BREAK A LEG!!!!!
sei una mamma in gambissima e Viola non potrà altro che ringraziarti per questa meravigliosa esperienza...

Mi raccomando però : non ci abbandonare!

la librivendola ha detto...

e questa volta è scesa una lacrimuccia. forse anche perchè penso ai miei di bimbi a cui potrei regalare questa opportunità, ma non ne ho il coraggio e mi nascondo dietro di loro dicendo che sarebbe sradicarli dal loro mondo. ci penseremo, tanto gli States stanno sempre lì,o no?

Waiting ha detto...

se ti accompagnassi all'aeroporto piangere perchè io sono un'addiopatica del caxxo...però dai questa sensazione di nuovo è stupenda e credo che qualcuno piangerà molto di più quando saprà che tua zia viene a trovarti a Londra e resta da te un mese intero ;-)
Good Luck

mammacomeposso ha detto...

divertitevi!! sono sicura che vi riuscirà benissimo!
e fantastici i geni del marketing che ti, anzi vi, regalano la valigia.
un abbraccio lungo tutto il viaggio.

MARIANGELA ha detto...

Anche io ho la cartellina cn i lavori dell'asilo presa prima degli altri che rimanevano mentre io andavo via..non ti preoccupare per porpi, i bambini si abiutuano meglio e prima degli adulti, ti parlo per esperienza (trasloco subito a 4 anni e mezzo dal profondo nord est al molise...e vent'anni fa era come cambiare stato!)
in bocca al lupo per tutto!!!

Vaty ha detto...

.. mi hai fatto commuovere...
Vedrai che sarà una bellisssima esperienza, anche per la bimba.
Io ho cambiato continente per la prima volta a 6 anni (thailandia-Italia). E poi a 10 sono tornata nel mio primo continente (italia-singapore). E poi, sono ri-ritornata in Europa (singapore - germania). E poi ancora sulla via della Seta (Germania-istanbul-Cina).
Ti dico che oggi, a 30 anni, ringrazio i miei per avermi fatto fare questa vita.
E quanto vorrei che la mia piccola, anche lei di 3 anni, possa viaggiare come la tua (forse abbiamo Bruxelles in vista, chissà:)))

Wonderland ha detto...

Solo... grazie :*

Anonimo ha detto...

ohoi ..... ! sono in ufficio e ho gli occhi gonfi di commozione per te!
Porpi con la mano dentro la tua potrà andare ovunque...
AUGURI E STRA IN BOCCA AL LUPO!
BeataMai

Anonimo ha detto...

ritorno solo per dire...che depression... ma ancora le persone italiane sono convinte che l'estero e' la mecca dei desideri?
scusami, non voglio far polemica, ma tutti questi commenti su come Viola andra' in un posto migliore perche' l'Italia e' insopportabile sono davvero deprimenti.
Tu, Wonder, sei esattamente la prova del contrario. Anche in Italia si puo' essere di successo e reinventarsi da zero, lavorando duro e sfruttando i propri talenti...

annaelle

La Chiara ha detto...

Piango come avrà pianto tua mamma dopo che hai chiuso la porta di casa. Son troppo una sentimentalona!!
Son felice per voi, buona nuova vita!!

Wonderland ha detto...

@annaelle non penso sia questo il senso dei commenti di incoraggiamento, quanto rassicurarmi sul fatto di aver preso una decisione giusta, che sicuramente (e questo è innegabile, anche solo per la conoscenza dell'inglese fin da piccola) potrà portare dei benefici alla Porpi. non la metterei troppo sul piano 'il nostro Paese non offre niente, l'estero sì', anche se è indubbio che in Italia il momento... come dire... non è propizio, e basta viaggiare un po' per rendersene conto.

Vittoria ha detto...

Aw, tenerezza, mi hai fatto commuovere!! In bocca al lupo a te e la piccola Porpi, chissà come saranno eccitanti per lei i giorni a venire, sara tutto così "sbiutiful"! Starà sicuramente benissimo, un abbraccio virtuale a tutte e due!

Michela ha detto...

Mentre ti scrivo leggo che sarò il tuo 116° commento, sono stata indecisa su farlo o no, scrivo o non scrivo, ma anche una goccia nell'oceano fa la sua parte no?
E' da un pò che ti seguo, leggo i tuoi racconti come se fossero quelli di una vecchia amica, anche se questo può sembrare un pò strano! E leggere questo post, mi ha fatto pensare che forse era giunta l'ora anche me di scriverti! La nuova avventura che state vivendo porterà con se tutto ciò che siete penso proprio che tanto Londra vi donerà quanto quello che voi donerete a questa splendida città. Mi piace pensare che ogni italiano che parte porti con se un po' della sua terra rendendo il posto in cui arriva ancora più speciale! E come direbbero gli scout "Buona strada" :)

Noemi ha detto...

Sicuramente la Porpi si troverà benissimo, comunque vi faccio un grosso in bocca al lupo per la vostra nuova avventura!! :)

Annaelle ha detto...

Wonder, siamo d'accordo. Sono incoraggiamenti, di cui hai bisogno (e lo so che aiutano l'anima) e che sono dettati da speranza.
Pero' ho visto questo atteggiamento tantissimo da quando hai detto di voler partire... a me sto atteggiamento "scappa a gambe levate che qui non se resiste" fa tristezza, tutto qui.

Io le vere opportunita' per la porpi le vedo nella possibilita' di vivere con il suo papa', insieme alla sua mamma. Per ora, per lei, conta quello, non quanta fortuna puo' fare o quanto bene imparera' l'Inglese. Io l'inglese l'ho imparato veramente a 25 anni, quando sono partita da Milano. Non c'e' bisogno -secondo il mio infimo parere- di impararlo a 3 anni, a meno che come nel tuo caso, non si presenti l'occasione (e la necessita' se no ai bimbi come fa a parlare? )

Just my two cents.
Annaelle

Destinazioneestero ha detto...

Mi sono commossa! Ho ripensato anche al mio di trasferimento (beh, il Paese in cui andavamo era sicuramente più difficile, l'Eritrea) e alle mie due bimbe che ho tolto dalla famiglia, dalle loro amicizie, dalla loro terra. Ma ti posso tranquillizzare dicendoti che tutto è andato per il meglio, sono due bimbe felici e i due trasferimenti che hanno fatto le hanno sicuramente arricchite. Insomma,lo rifarei. Buona fortuna per tutto!

Sabrina ha detto...

Per l'ennesima volta hai saputo esprimere le emozioni più grandi descrivendo le cose più piccole, e hai fatto sentire a tutti noi che ti seguiamo un pezzetto del tuo cuore pulsare dentro al nostro. Sono convinta che diventerai una grande scrittrice proprio per questa tua dote. Anch'io con le lacrime agli occhi, perchè da madre mi immedesimo, vorrei dare al mio piccolo tutti i benefici del vivere in un altro paese, risparmiandogli tutti i disagi dei primi tempi, vorrei proteggerlo da tutto e vedere lui sempre sereno, ma non si può.

cily75 ha detto...

...andate e conquistate londra!!!!! sei coraggiosa...e quindi sarà dura, ma andrà bene!

Samy ha detto...

Che sia una decisione giusta o meno non te lo devono certo dire i lettori del blog, devi saperlo tu!
E poi la bambina imparerà pure l'inglese, ma la lontananza dal resto della famiglia come la colmi? è una cosa che, quando si diventa grandi, per me pesa di più dell'imparare una lingua nuova (che tra l'altro milioni di persone imparano anche senza andare a vivere all'estero).
Comunque in bocca al lupo, spero che sia una bella esperienza!

Anonimo ha detto...

Ieri sera ho letto questo bellissimo post ed ero troppo emozionata per poter scrivere qualcosa... questa mattina l'ho ricercato. La cosa più difficile dell'essere madre è proprio fare quelle scelte che sai ricadranno inevitabilmente sui tuoi figli, che sono ignari, così piccoli, di quanto di grande sta accadendo nella loro vita. Quindi dovrai sopportare tu il peso di questa scelta, ma è una scelta fatta con entusiasmo, con un briciolo di malinconia e sicuramente con le migliori intenzioni, quindi non puoi sbagliare e vi auguro tutto il bene del mondo.
Antonella
www.food-and-the-city.tk

mara ha detto...

In bocca al lupo.... io nonostate siamo passati 8 e 6 anni conservo come reliquie preziose le cartellette dell'asilo delle bambine... uno smack alla piccola
mara

Francesca ha detto...

@ Samy Ma scusa, per la bambina sarà meglio la lontananza dal "resto della famiglia" piuttosto che la lontananza dal padre no?! Da quello che ho letto qui negli ultimi mesi, a me pare che il motivo che ha pesato di più nella decisione di Chiara sia stato di stare loro tre insieme, non certo di "imparare l'inglese" per Viola!! Quello sarà un effetto collaterale. E poi, che "milioni di persone imparano anche senza andare a vivere all'estero"?! Ma dove scusa?! Forse negli altri paesi, ma non certo in Italia! Io sono l'UNICA, insieme ad un'altra mia amica, anche lei vissuta anni all'estero, tra le mie amiche a parlare l'inglese come l'italiano! Le altre lo parlano alla meno peggio, pur avendolo studiato in Italia.

Anonimo ha detto...

Che lacrimoni, mi commuovi! Buona Londra!

Stefania mamma di Vittoria ha detto...

Vuoi sapere una cosa buffa? Non so perchè ma da quando hai detto che ti saresti trasferita a Londra, anche io ho iniziato a sentire "fisicamente" la tua mancanza. Ho come una paura che tu ci abbandoni. Strano vero? perchè in realtà la rete unisce persone in tutto mondo, e poi non ci siamo mai viste (tranne quando sei venuta a Milano a presentare il libro) ma con i tuoi post riesci davvero a trasmettere emozioni, come se fossimo amiche di vecchia data, proprio non me lo so spiegare.
Un abbraccio
Stefania mamma di Vittoria

Anonimo ha detto...

@Francesca
ognuno credo possa esprimere il proprio pensiero!
Certo che se ha scelto così ne è più che sicura ed è bellissimo stare INSIEME al papà e alla mamma. nulla toglie che i nonni gli mancheranno credo...
E poi le lingue...fidati che si imparano anche quì...basta studiare e avere voglia di farlo, quì mi sembra che ci sia il mito di LONDRA, ma io credo che Chiara si sia trasferita per altri motivi...
Rosa

marlène ha detto...

sarà che riesci a trasmettere tante emozioni, sarà che da quando sono mamma ho la lacrima facile, sarà che anche io sono lontana dalla mia famiglia, sarà che la mia polpetta ancora a scuola non ci va...fatto sta che mi hai commosso! ecco!!! Buon viaggio ed in bocca al lupo per questa avventura

Miss muffin@ ha detto...

Londra vi accoglierà a braccia aperte....buona fortuna per tutto e buona nuova vita!! un baciotto alla piccola Viola!

Destinazioneestero ha detto...

@ Sami: vivere all'estero non significa soltanto imparare una nuova lingua, ma rapportarsi con una cultura diversa, con una mentalità diversa, avere una visione più ampia del mondo, imparare a convivere con le diversità, sapersi adattare, conoscere posti nuovi, imparare a non temere i cambiamenti e potrei andare avanti all'infinito...

miss suisse ha detto...

il mostro going going è impagabile!!:-) Buona avventura, sarà meravigliosa, per tutti voi!

Francesca ha detto...

@ Rosa. No scusa ma forse non mi sono spiegata, o non si capisce cosa volevo dire.
Mica contesto che ognuno possa esprimere il proprio pensiero, ci mancherebbe!!
Ma resto perplessa di fronte al "la bambina imparerà pure l'inglese ma a lontananza dal resto della famiglia come la colmi?", come se Chiara avesse scelto di trasferirsi per far imparare l'inglese a Viola a discapito della vicinanza ai nonni! Lo ha scritto più volte nel blog che la decisione è motivata principalmente dal riunire loro 3!
E comunque, sull'inglese mi permetto di insistere, perchè lo so in prima persona, perchè l'ho provato e perchè continuo a vederlo intorno a me, che non si imparara allo stesso modo studiandolo (seppur bene) in Italia piuttosto che vivendo all'estero.
Inoltre concordo con Destinazioneestero, il trasferimento (in generale, non di Chiara, e quindi non solo al -mito di Londra- mica è limitato a imparare una lingua)

Sami ha detto...

Forse non mi sono espressa bene. Lo so che non si trasferiscono per far imparare l'inglese alla bimba, è solo che sembra che venga messo sul piatto della bilancia come un "pro" schiacciante rispetto ai "contro". Probabilmente è la mia storia famigliare che mi fa parlare così, ma la vicinanza della mia famiglia - TUTTA, non solo i genitori - non la baratterei con nessuna esperienza al mondo.
E non ho detto che si impara l'inglese con le cassette, esistono anche le esperienze di tot mesi via per imparare una lingua, non si deve per forza trasferirsi a vita, altrimenti saremmo tutti fregati :)

Alessandra ha detto...

Questo post mi era sfuggito....mi ha fatto un pò strano trovare delle lacrime anzichè delle risate (saranno gli ormoni di fine gravidanza!!!)...ma sono sicura che nonostante tutto andrà bene, la piccola si ambienterà velocemente (agganciandomi anche al post successivo e dei pennarelli infilati dolorosamente dentro Rody!!!) perchè starà con una mamma e un papà che la adorano...poi la lingua, il cambiare stato, tutto quanto non ha troppo spessore...rimanere sempre nella stessa casa, traslocare di 10 o 1000 km non fa differenza...non si tratta di migliori opportunità all'estero piuttosto che in Italia (anche se qui effettivamente non sono proprio rose e fiori) ma si tratta di seguire il cuore (o il lavoro!) e buttarsi.
Tu/voi lo avete fatto e meritate tutto il nostro affetto!!!
In bocca al lupo!
Alessandra

Annaluisa ha detto...

ti (vi) faccio un grandissimo in bocca al lupo per questa esperienza nella quale ci sono sia i pro che i contro, come in quasi tutte le situazioni; bisognerebbe trovare una sorta di bilanciamento e vivere questa esperienza al 100%.
Continuerò a leggerti con vero piacere :)

Anonimo ha detto...

oggi sto leggendo i tuoi post all'indietro (vedi anche i miei commenti) e anche se ho già letto quello di oggi e quello del 2 e so che state bene e che tutto va ...questo mi ha fatto commuovere. Comunque.
forse perchè carico di domande sul futuro, carico di voglia di protezione e di voler dare il meglio a Viola. e' una scommessa, certo, ma le premesse non sono sbagliate.
NicolettaS

Margherita ha detto...

Te lo devo proprio dire, questa volta mi hai fatto piangere come una bambina. Stessa situazione, ma da Lecce a Firenze, con una pulce di tre anni appena compiuti al seguito e un marito che lavora dalle 8 alle 20 (se va bene). Molto sole, in una cittá non molto friendly e con l'assenza piú totale di aiuti. Non é sempre facile come tutti pensano, ma abbiamo grinta, coraggio e ce la faremo. Un abbraccio sincero,
Margherita

Blog Widget by LinkWithin