il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

giovedì 15 marzo 2012

Verde. Ma così verde.

Succede che, quando sei in un paese straniero dove il cupcake è un culto nazionale, le bimbe indossano vestiti da principessa tutti i giorni (anche a scuola), il Guardian si promuove con uno spot sui tre porcellini e le porte color giallo canarino fanno le esibizioniste contro muri di mattoncini, poco importa se all'inizio non hai un asilo, né una tata, né tantomeno qualsivoglia forma di aiuto - domestico, logistico, psicoterapeutico. Ora che ci penso, visto che qualcuno mi ha lanciato la splendida idea 'affitta qualche ore di conversation per migliorare la tua lingua' - potrei andare in seduta da qualche strizza inglese e fare un 2 in 1. La trovo un'idea geniale, e inoltre per descrivere con dovizia di particolari come mi sento davvero avrei bisogno di moltissimi vocaboli. Il fatto è che dopo parlerei inglese come un Emo. Boh.

Va bene, siamo in una fase in cui tutto è una scoperta a due. Quella alta e quella bassetta, armate di passeggino per correre lungo la discesa verso il parco e da issarsi su e giù per le odiose scale della metro. Perché la metro di Londra ha le scale, nove volte su dieci. Quelle senza barriere architettoniche sono pochissime e segnalate sulla mappa, ma spesso lontano da dove devi scendere, quindi: scale. E' un ottimo allenamento: sgancia - chiudi - solleva - comprimi - aggancia - trasporta. E quando scendi tutto da capo, al contrario. Ogni tanto, pur di non fare quella rogna del chiudi/apri il passeggino, se l'affollamento lo consente lo tengo direttamente aperto e lo sollevo abbracciandolo, poggiato sul fianco. Ho il livido da sollevatrice di passeggini, sono cose di cui andare fiera.



Stiamo esplorando la zona Nord, vicino a dove abitiamo. Ci sono dei quartieri bellissimi e dei parchi altrettanto splendidi. Questo nella foto è quello di Primrose Hill.
Il tempo cambia così rapidamente che star dietro alla luce è praticamente impossibile: il cielo è prima azzurro, poi biancolatte, poi grigio. Ma questa è Londra, e forse è anche per questo che il verde è così verde.

I parchi di Londra sono qualcosa di incredibile. Ognuno ha la sua personalità, spiccata. La sua bellezza, apparentemente inarrivabile per quelli italiani (quelli di Roma, almeno). Mi fa un po' rabbia: mi rendo conto di quanto qui riescano a valorizzare quello che hanno, e quanto nel mio Paese tutto sia così incredibilmente approssimativo da farci perdere di vista la ricchezza che abbiamo, naturalisticamente e non. Basterebbe attenzione, cura, amore e senso civico. Cose scontate solo in apparenza. Ricordo ancora quel mancato picnic a Villa Ada, quando siamo fuggiti a gambe levate perché tra cocci di bottiglie rotti, buche e merde di cane trovare 2mq per stendere un telo era impossibile.
Comunque, dicevo.
Spesso prendiamo l'autobus ma ancora più spesso andiamo a piedi. Perché a Londra le distanze sono relative, e tutti camminano. Quella che a Roma avrei tradotto come 'dieci minuti in macchina' diventa un 'massì, un quarto d'ora di camminata veloce e ci siamo'. Comprimo il lavoro quando posso, spesso la sera, e il resto del tempo copro a falcate e ruote di passeggino questa città che già mi dice qualcosa, che formicola sotto i miei piedi.
Qui sotto, alcune strade di Hampstead:



Dicevo, può non importarti molto di non avere aiuti, così esaltata dal démone del 'tutto-nuovo', finché non cadi stesa dall'influenza. Perché nessuna buona intenzione può contro l'influenza.
Io a rantolare a letto e Londra fuori, stronza, si dava arie da primavera.
Queste le foto di un weekend che poteva essere lungo e soleggiato, e invece si è interrotto nel pomeriggio di sabato. E dei giorni successivi in cui siamo uscite meno di quanto avremmo voluto. Però qualche foto sono riuscita a farla :)
Io e la Porpi ci adattiamo al London look. Questa città mi fa venire voglia di osare e di interpretarmi. Che oggi sono pantaloni verdi, domani capelli rosa. No, dài, scherzo. Ma chissà.

Vista di un pub londinese, di quelli belli, caldi, e dove si mangia bene. Consigliato da una mia lettrice/vicina di casa (grazie!):
Per la serie 'magnatela 'na cosetta a Londra', sopra il tavolo dei vicini, sotto il nostro Pie. Insieme a Fish'n Chips e Porridge probabilmente unico piatto nazionali inglese, per quanto ne so io. Voi ne conoscete altri?
Londra è piena di guanti spaiati appesi in giro. Chissà chi avrà ritrovato il mio.
p.s. per tornarvi utile nel caso passaste per Londra e abbiate bisogno di qualche idea, d'ora in poi alla fine di ogni fotopost troverete delle informazioni pratiche.

In questo post ho fotografato: il parco Primrose Hill, Hampstead (in particolare Flask Walk, una stradina pedonale deliziosa dove c'è anche il negozio delle fatine), il pub The Holly Bush (dove, 4square sostiene, siano stati avvistati più volte i fratelli Gallagher. For your sticazzi.)

Condividi

103 commenti:

Chicca ha detto...

sembra tutto bellissimo dalle tue parole, e mi sa che in autunno vengo a fare un salto dalle tue parti!!

cmq, un trucchetto per la sfida passeggino vs scale metro... comincia a lasciarlo a casa, e abituala a camminare, vedrai, ti si apre un altro mondo!!

Camilla - Zelda was a writer ha detto...

meravigliosissimo post!! mi fai venire una tale voglia di mollare tutto...

mela ha detto...

Il negozio di fatine????? Corro a prenotare due biglietti, uno per l'alta e uno per la bassetta di casa e arriviamo :)

Vaty ha detto...

Ti stavamo aspettando con ansia... :-)
Nonostante l'influenza ve la siete cavate lo stesso, dai!
nonostante quel pizzico di grigio (causa cielo di londra), tutto il resto splende su di voi: belle voi, bello il vostro osare, catchin' up with the london look, belle le foto he rendono londra più luminosa delle Canarie!!!
Vi bacio e vi penso.

michela ha detto...

mi vien da dire solo...wow *_*

CosmicMummy ha detto...

foto belissime, ma quant'è alta la porpi! forse faresti prima a lasciare a casa il passeggino?

elena zauli ha detto...

brava!!

Anonimo ha detto...

ero a londra proprio nel weekend, e credo di aver fatto un giro molto simile con un'amica che abita proprio nella zona di hampstead... stupendo!! Ale

cowdog ha detto...

come dicevo altrove: esiste una tradizione culinaria in questo paese. esiste eccome. solo che con l'arrivo dei piatti pronti nei primi anni '70 (e tu hai visto bene che razza di scelta c'e' al supermercato), la gente ha per lo piu' smesso di cucinare. e io ho di questi esempi sotto gli occhi (la famiglia del mio futuro marito). le "pie" esistono da secoli, ma esistono stufati di ogni genere, sformati e poi carne (manzo, selvaggina, pollame...) e poi i dolci, non solo i cupcake (nati come dolce monodose, cotto in tazzine di porcellana in disuso), ma anche i crumble (con il rabarbaro e le mele, ad esempio), i fruit cake, gli "sponge", e poi lo scozzese shortbread,... ti ho convinta?
certo non e' una cucina come la nostra, semplice e ricca di verdura e frutta fresca, ma bisogna pensare che qui abbondavano soprattutto radici (patate, rape di diverso tipo), mele, rabarbaro, fragole e poche altre cose. e poi sicuramente il clima influisce sul tipo di cucina, per cui - come anche nel nostro nord italia - i piatti sono sicuramente piu' nutrienti, grassi (e pesanti).

Mamma Cì ha detto...

voi col piumino e qui fra un pò a maniche corte!! :)
é vero le bimbe inglesi si vestono sempre da principesse...io ne ho la prova: la mia nipotina che ha il papà inglese si vuole sempre vestire da principessa!! :)
comunque sono stata a Londra prima di Natale..era bellissima tutta addobbata!! Ho fatto un post su trippando e nel mio blog..per chi avesse voglia...
p.s. hai pienamente ragione sulle scale della metro!dillo a mio marito che si è fatto tutte le scale con passeggino in braccio e bimbo sopra..ah se vai a covent garden prendila l'ascensore anche se ci dovesse essere una lunga fila ;)

Ari85 ha detto...

Ma io muoio... d'individia!! Londra è troppo bella eh sì!!

carlotta ha detto...

Londra è stupenda! Quando ci ho vissuto io, e facevo la tata a due bimbe inglesi, avevo il tuo stesso livido...e la mano "sanguinante" x tenere la sorella più grande! Ma molto più spesso ci muovevamo in taxi,cosa che ha reso tutto più semplice!! Comunque i colori che descrivi sono quelli che mi hanno rapito appena atterrata a stanstead... Verde verdissimo, azzurro del cielo ce diventa blu,grigio e quasi bianco...e le nuvole! Le più belle che ho mai visto erano proprio lì!!! Ciao...e good luck!!
Carlotta

chiarat ha detto...

Vorrei.Essere.A.Londra.
Con le mie due bassezze reali a 'sto giro però...Mi manca tanto...Bellissime foto as usual!!

MammaTogata ha detto...

che bello Wonder...fai davvero venir voglia di mollar tutto ed iniziare una nuova vita.
Ma quanto è grande la Porpi? Pare più grande di te!!!
un baci a tutte e due

Anonimo ha detto...

Ma tutti quelli che come noi si trasferiscono a Londra notano e scrivono le stesse cose? deformazione italiana...
Ieri ero a Primrose hill, bellissimo!Passa da ELIAS&GRACES, negozio per bambini su Regents Road, e' una chicca!dice che ci si aggiri Kate Moss...sti....i!
Quindi sei ad Hampstead? quartiere ebreo, se non sbaglio?non ci sono mai passata.
anche io ho dei pantaloni verdi come i tuoi, mi hai fatto venire voglia di tirarli fuori...sempre che ci stia dentro con la mia pancina crescente!!

buona guarigione, se ti consola,
noi ne siamo usciti da poco, una settimana di febbre!!

Anonimo ha detto...

ma comeee!!!! il piatto nazionale più british che ci sia è il roast beef con lo yorkshire pudding! il migliore di londra è quello di simpson's on the strand, dietro covent garden (accanto all'hotel savoy), con quella sua aria così démodé e un po' decadent-retro (compresi i camerieri, età media 75 anni) però il roast beef merita veramente!
altro piatto tipico della cucina british è.. la cucina indiana! ah ah ah.. scherzi a parte, uno dei migliori indiani che ti consiglio è il cinnamon club, vicino a westminster abbey, in una vecchia biblioteca vittoriana. ma solo se ci vai a pranzo, altrimenti x cena altro che mastercard..
la b.

SILVY71 ha detto...

Ma quanto siete London Style???? bellissime!!!!!! come le tue foto che fanno davvero venire voglia di raggiungervi in questa meravigliosa città

viachesiva ha detto...

Abbiamo aspettato un po' ma questo post è lunghissimo e gustosissimo! :)
Ho dei pantaloni verdi identici che ho messo oggi per la prima volta perchè anche qua c'è il soooole!
Un altro "piatto tipico" inglese è il pasticcio di carne, ci sono alcuni baracchini a Londra fenomenali!
Grande idea le informazioni pratiche, ora so dove farmi la guida per il prossimo weekend a Londra.

Ps: io ho i lividi sulle anche da portatrice di backpack (allacciato)!

Anonimo ha detto...

devi provare i crumbles, sono delle torte con la pasta sbriciolata sopra, spettacolari! di solito trovi apple crumbl o rhubarb crumble, con la custard sopra (la crema pasticcera). ohhh e vogliamo parlare della double chocolate fudge cake? torta al cioccolato con crema al cioccolato ricoperta di glassa al cioccolato? ok, devo tornare a londra!
manu

Arianna ha detto...

Bellissime foto!! Si respira aria di scoperta, di vita nuova in questo post. Mi hai fatta sognare
casafujiko.blogspot.com

Erica ha detto...

Che belle tu e la Porpi!! E W il Guardian, troppo avanti!

ro ha detto...

io io io li so i piatti inglesi buonii!!! allora... sheperd´s pie ( pie con la carne trita) , ovviamente il roast-beef inondato di "bisto" e yorkshire pudding ( mmmm buoniiii) patate al cartoccio, zuppe... crumble (boni) .....
chissa´ com´e´ e come non e´ ma pure in inghilterra io riesco a trovare cose buone da mangiare....
:-)

smilemamysmile ha detto...

L'anonimo che ieri era a Primrose Hill e a fare acquisti da ELIAS&GRACES, ero io...non so ma ho dimenticato di firmarmi!!

Cristina ha detto...

Adoro la zona di Hampstead!
Che nostalgia, che invidia.. non vedo l'ora di ritornarci!!
Mi piacciono troppo questi post "alla scoperta" :-)

trilly ha detto...

che bello. il post. le foto. voi. il verde. le porte.

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Bello bello bello! Così bello che ora ti twitto ;)

carpina ha detto...

Lo sapevo, lo sapevo!
Abito a Londra da Agosto, ma nei tuoi post e nelle tue foto, è ancora più bella di quella che ho sotto gli occhi tutti i giorni, e che non so fotografare neppure con le parole :-)

Io il problema tube e passeggino l'ho risolto: BUS ;-)
anche se da qualche giorno il mio piccolo duenne mi si rifiuta di entrarci, e quindi andiamo a piedi (e con bus, visto che ho l'abbonamento) dove dobbiamo andare.

Il bus ha un suo perchè. Vedi le strade, capisci le distanze, stai seduta comoda (se hai il passeggino, sei seduta dove leggi le destinazioni, e a un metro dalla porta di uscita..).

bye - take care!
carpina

Ale - Espatriata al seguito ha detto...

una delle prime cose che si notano quando vivi all'estero è appunto il famoso "senso civico"... noi purtroppo il più delle volte non sappiamo che cos'è: ora che siamo ritornati, notiamo tante piccole cose che denotano mancanza di rispetto per gli altri: superarsi nelle code, posteggiare male, rubare i posti destinati ai disabili. Danneggiamo gli altri e danneggiamo noi stessi. E quando te ne accorgi ti arrabbi da morire!

R ha detto...

Che invidia... non riesco più a leggere il tuo blog, perché piango di nostalgia. Ho vissuto un anno nella città più bella del mondo e potrei dire tutto quello che hai detto tu, parola per parola (magari lo scriverei un po' meno bene, eh?!).
Io x la metro, avendo ancora bebè piccino e difficilmente "scendibile" dal passeggino, usavo il classico "excuse, can you help me please?" e caspita quanti si rendevano disponibili a sollevare il passeggino più bebè e a portarlo su e giù dalle scale :) :) Sono così polite gli inglesi!

sybin ha detto...

Vedo che il pantalone verde e la gonnella rosa fanno la loro porca figura! :) Qui, intanto, il termometro si appressa ai 20 gradi e le giornate si allungano.

Nella fredda e perfida Albione, è come un bellissimo dono inaspettato, a cui a Roma si è troppo abituati.

Cleare TheRedTomato ha detto...

influenza passata? Vedendo le tue foto eleggendo ciò che scrive cresce la voglia di camminare per Londra. Una cosa che mi piace di te è che nn sei esterofila ma dici le cose come stanno, da romana che ama Roma ma vede i suoi difetti. La gonnellina rossa di porpi è stupendissima..e a proposito ma Porpi quanto sta divenatndo alta????

CoseCheNonEsistono ha detto...

I tuoi post precedenti mi hanno talmente abituato ai fiori che, anche quando non ci sono, ormai Londra non so immaginarmela diversa :D

Tu la Porpi siete bellissime!

Marta ha detto...

ma quale psicoterapeuta....
ma chi t'ammazza a te?!

ottima idea quella dei riferimenti pratici!

ps: ma solo io sono così sfigata che non azzecco mai al primo colpo le lettere della moderazione?! ...nervoso....

Cristina ha detto...

Ah..come ci tornerei.. Leggerti è riviverci..

Anonimo ha detto...

bellissime le tue foto!! Chissà se riuscirò mai a trasferirmi anch'io? Lo desidero da così tanto..

Trasparelena ha detto...

Io sono milanese, e anche a Milano si cammina. Tanto. Il milanese si distingue dall'abitante della periferia proprio da questo: per un milanese 20 minuti a piedi è "vicino" per uno dell'hinterland ci va la macchina :-P
E pure a Milano la Metro ha le scale. Certe stazioni hanno ascensori improponibili, specie se sei donna non accompagnata da omo energumeno, altre hanno montascale probabilmente non funzionanti (e cmque col passeggino non si può usare, a parte il fatto che non puoi certo mollare il pupo su e te scendere a chiedere di accendertelo 'sto benedetto montascale)
E pure le nuove stazioni della linea 3 sono messe così, alla faccia dell'abbattimento delle barriere architettoniche

DolcePrinciFessa ha detto...

Ecco... il verde dei parchi di londra è meraviglioso, ma il verde dell'irlanda è ancora più incredbiile... io sono stata londra meno di un mese fa a trovare mia sorella che vive a stratford... un quartieraccio, che però sta migliorando moltissimo in vista delle olimpiadi... spero, prima o poi, di riuscire a vedere un po' della londra meno turistica che stai mostrando tu qui... io finora ci sono stata 6 volte, ma sempre più o meno nei soliti posti...

Vittoria ha detto...

Se prima leggere il tuo blog era un piacere ora che sei nella mia città preferita è diventato una droga, le tue foto riescono a catturare la magia di questa meravigliosa città alla perfezione, quel cielo così particolare non lo ha nessun'altra città al mondo.
Non vedo l'ora di leggere il prossimo!!

Ps: tu e la Porpi siete un duo fantastico! :)

Martina Maggio ha detto...

Ho un viaggio programmato per questo week end. Domani metterò piede anche io in quella che ormai è la "tua" città :) - avrei dovuto aspettare un po' così avrei avuto un po' di informazioni aggiuntive grazie ai tuoi post. Comunque il parco Primrose Hill è stato messo tra le mete da vedere, thanks!

Peggy boop ha detto...

quella foto di te e la porpi abbracciate è bellissima! fa voglia di avere una figlia.... ;-)

cily75 ha detto...

è un post bello e denso...e io qua e là ci sneto una nota amara, ma fors esono solo io?? Comunque sei in gamba ragazza, e le tue foto favolose, vivide...io amo Londra e i tuoi post li divoro ancora più di prima. Come dire? take care... baci

Anonimo ha detto...

Concordo con DolcePrinciFessa: il verde ed il cielo d'Irlanda non li batte nessuno !!! Facci un pensierino per la tua prox vacanza con famiglia. Ormai sei a un tiro di schioppo; sono sicura che te ne innamoreresti e batteresti il tuo record di scatto con reflex!!
Lì è tutto da fotografare!
Se hai bisogno di info batti un colpo.
Erin
PS: ma quant'è alta la Porpi? Sembra il doppio di mio figlio che ha solo 1 mese in più di lei...

Monica ha detto...

Ok quasi quasi mi trasferisco ;) tu e Porpi siete fantastiche in giro alla scoperta della città! Peccato averti scoperta quando hai lasciato Roma.. Chissà quante dritte potevi darmi..
Comunque conservo tutti i suggerimenti.. Un bel we londinese prima o poi ce lo concederemo e posti per i bimbi non ne conosco..
Ps complimenti per le foto!

Starsdancer ha detto...

bellissima, anche se non ci sono mai stata mi sembra di esserci con te :)
anche a me fa una gran rabbia il modo in cui vengono trattati i posti pubblici in Italia e come invece sanno valorizzare una una semplice sciocchezza all'estero, ma tant'è...

Anonimo ha detto...

Io ho girato un pò l'italia per lavoro e ho vissuti diversi anni a Roma, solo lì ho trovato dei parchi degni di qst nome... e questo fa capire come stiamo messi male in Italia con il verde pubblico!
In tutte le altre città italiane ti devi accontentare di una misera villa comunale dove non puoi neanche stenderti su un prato!
Un motivo in più per fuggire.

Cappuccio e Cornetto ha detto...

Come già detto, anche Milano è una palestra a cielo aperto per passeggini. E quando tu devi salire e scendere anche se è l'ora di punta improvvisamente sei da sola!! Ma se le palestre costano quanto qui.. almeno risparmi!! :)
In ogni caso mi ha commosso quella foto in cui hai la mano sulla schiena della Porpi, mentre guardate il panorama: le stai facendo vedere qualcosa, la stai sostenendo, e in qualche modo la stai anche spingendo in avanti. Verso qualcosa di più ampio e più bello. Poetico. E quanto mai attuale nella vostra vita! :)
Baci e paracetamolo per tutti! :)

Lorena ha detto...

Wow!!! Bellissimo tutto,tranne il latitante senso civico italiano che dopo un pò sta latitanza rompe pure parecchio quando fai il confronto con gli altri paesi...Comunque buona continuazione a te e Porpi per le giornate in giro a zonzo in quel di Londra.

Francesca ha detto...

Beh la parte nord di Londra è la più bella, Hampstead in assoluto la mia preferita!
Perdonami, ma... perchè devi portarla col passeggino?! Ha quasi 4 anni! Non dico di farle fare i chilometri a piedi, ma abituarla piano piano a girare a piedi, magari prendendo il bus e la metro, e lasciando il passeggino a casa, ti cambierebbe molto!

mafalda ha detto...

La vita è bella, mi viene da dire! Mi mancavi.

Sidera ha detto...

Aaaaaaah come ti invidio guardando le foto!!! io tra 1 sett vado in Irlanda...magari il verde lo vedo lì!! :-)

Starsdancer ha detto...

problemi nel piegare il passeggino?
prova questo
http://www.youtube.com/watch?v=mKYS6eaUc1U
:D
peccato io abbia già dato il mio contributo all'umanità altrimenti lo avrei preso :D

steffi ha detto...

mi piacere guardare Londra attraverso le tue foto. Io sono tornata a vievere a Londra l'anno scorso, dopo 5 anni a Leeds, e l'adoro. Consiglio un giro a Chiswick/ Richmond. :)

micetta ha detto...

ma tuo marito è a londra con voi o siete voi due sole? se no ci credo che non ce la fai senza aiuto eheheh
Complimenti per la scelta e il coraggio e un grande in bocca al lupo che trovi quello che speri e anche di più

smilemamysmile ha detto...

@ micetta...penso che la vita di Chiara con i bambini a Londra sia identica a tante donne qui, espatriate come me, come lei, come tante. I mariti lavorano tanto, escono presto la mattina, e tornano solo per cena, quando ce la fanno...insomma la daily life delle mamme a Londra e' da sole con i figli, poi il w-e si recupera, salvo influenze e imprevisti. Non ci sono nonne, solo nanny, asili e scuole e la giornata te la devi organizzare da sola con loro, finche' non hai trovato uno di questi aiut. Cosi' abbiamo fatto tutte, senza condannare i mariti, che comunque hanno dei ritmi e uno stress di lavoro che non ha eguali.
antonella

Biancaneve ha detto...

Complimenti, bellissimo post e bellissime foto!

Hai detto una cosa giustissima: noi in Italia non è che non abbiamo luoghi e parchi altrettanto splendidi, è che non sappiamo valorizzarli.

Prendi ad esempio Villa Pamphili, un parco così è unico in tutto il mondo, eppure è poco valorizzato e riesce a renderci invidiose persino del più minuscolo giardinetto di Londra.
Idem per le strade, le singole abitazioni: a Londra tutto è curato, tenuto bene, persino in metro non trovi una carta straccia per terra nemmeno a pagamento, niente scritte sui muri, panchine e schermi al plasma ovunque, tutto tenuto bene. In Italia è tutto in balia dei vandali e del menefreghismo.

Londra è fichissima, è la città più bella del mondo e queste tue foto mi rinforzano ancor più nel desiderio di tornarci quanto prima, ma è vero che gli Inglesi riescono comunque a valorizzare ogni angolo; quindi Londra un po' c'è, ma un po' ci fa. :-D

L'unica parte che davvero non mi piace è quella diventata ormai esageratamente turistica del London Eye. La trovo squallida, forse perché simile ai luoghi turistici ed omologati di tutto il mondo.

Ah, bellissimi i tuoi pantaloni verdi, non è che potresti dirmi dove li hai presi, li cerco da tanto di quel colore. ;-) Grazie!

Anonimo ha detto...

Ciao Chiara. Ho vissuto per qualche mese a Londra e me la porto sempre nel cuore.. Come te sono arrivata alla fine di febbraio e l'inizio e' stato un po' un trauma. Ma la primavera inglese, quando arriva, e' senza paragoni. Qualcosa di magico. Dato che ti piacciono i parchi, consiglio a te e alla Porpi questo: http://chgt.org.uk/index.asp. E' Chiswick Garden, un po'sconosciuto ai non inglesi e forse un po' lontano da Hampstaed (dove mi sembra di capire abitiate piu' o meno). Ma merita sul serio, magari verso maggio.. io ho festeggiato un compleanno la'.. Un abbraccio.

E.

Robin ha detto...

Ogni volta che in una grande città vado in metro (in particolare a Parigi) mi chiedo come facciano le donne straniere a fare tanti figli nonostante le barriere architettoniche!
Io raccoglierei il consiglio di sopra: abituare la Porpi a uscire senza passeggino ;)
Mi manca molto la luce del nord che cambia cento volte in una giornata (anche con nuvole e sole nello stesso momento, come nella tua foto n. 7 tanto per intenderci) qui le possibilità sono due: luce bianca di afa e smog o grigio nebbia O_o

Marta: no, non sei l'unica! Ogni volta mi ripeto che non commenterò più i blog con i caratteri di verifica... Poi non resisto e torno ;) però chepp...

mikkamade ha detto...

Bella la nuova grafica del blog...

Nicole ha detto...

Mio Dio...sono partita per alcuni mesi per l'estero, non ho seguito e poi oggi vedo che sei a Londra... In bocca al lupo...davvero.it :)
p.s. credo che anche il Roast Beef sia piatto nazionale...forse...credo...
ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao, mi piace il tuo blog! Le immaigni poi sono slendide. I miss London so much.

Intervengo per la prima volta...assolutamente ti consiglio
http://www.pinnaclepub.co.uk/index.html
The Rose & Crown
Harefield Road
Rickmansworth
01923 897 680

Il miglior Proper English food che trovi a Londra in uno spazio splendido.

NOTA
Non è facile raggiungerlo, ma ti assicuro che è un posto splendido NON turistico magari per il weekend. Si scopre attraverso amici inglesi! Perle rare a Londra!

Saluti da Roma e dal suo degrado con il sole.
Al

Sabrina ha detto...

Wonder....non si baciano i figli in bocca, quando si ha l'influenza !!!

Io ho un passeggino pieghevole a tre ruote della Chicco, avrei fatto un monumento a chi l'ha inventato, assomiglia un po' a quello del video consigliato da stardance, ma ha la chiusura meccanica, in compenso mio figlio di 6 anni ci sta ancora, è bello grande !Signori della Chicco, non vorremo lasciare questa povera mamma a spezzarsi la schiena in metropolitana, vero ? Che ne dite di fargli recapitare un bel pacco regalo/sponsor ?

Vere ha detto...

la stai descrivendo esattamente come la vedo io!!!! e anche a te vien voglia di osare li, vero? pensa che quando ero li mi mettevo un fiocco rosso a pois tutti i giorni!
Wonder! sappi che stai facendo sognare una genovese, londinese mancata!! ;)
senti, se posso... un giretto al sunday up market e a brick lane, fattelo la domenica mattina! discesa tube : liverpool street ;)

aspetto altri raccontiiii! <3

Wonderland ha detto...

Wow grazie di tutti i commenti, sono felice che le foto e il racconto vi piacciano :)
E' assolutamente inutile dire che Londra non è tutta rose e fiori, ma in questa fase voglio focalizzarmi solo sulle cose positive: ne ho bisogno.

Rispondo alle vostre domande:

- sì, Lui lavora ed è fuori casa 8am-8pm, è per questo che siamo quasi sempre sole. è normale! presto cmq la Porpi si spera trovi un asilo, e allora tutto sarà un po' diverso.
- grazie dei preziosi suggerimenti su altre zone/parchi/negozi: sempre bene accetti!!! :D
- Porpi è alta 106 cm o qualcosa del genere :) forse di più, è un po' che non la misuro...
- èvvero il roast beef e le varie torte... ah, quanto ho da imparare :)
- venite, venite a Londra. no, non mi stipendia l'ufficio del turismo (magari...!) ma è davvero un bel posto, per un weekend o... per un po' di più :D

Lisa LaTroisième ha detto...

Che meraviglia il tuo post e le foto!
Mi piace vedere la mia Londra anche attraverso i tuoi occhi!

Questo weekend mette brutto mannaggia :( ma oggi era così stupendo!!!!

Un bacione
Lisa

Barbara "le Torte di Applepie" ha detto...

mi rivedo tantissimo nei tuoi racconti! anche noi, da quando siamo qui, maciniamo chilometri e chilometri a piedi e con bus /treno (e pure la metro, ma con la nana piccola dentro il passeggino piu' il grande a mano non è facile, soprattutto se malaugaratamente rientriamo in una peak hour) ma Londra è bella proprio da girare cosi', io in Italia non mi muovo mai senza macchina e qui passano giorni prima che la accendi! Noi stiamo girando tanto, siamo stati molto anche fuori a Canterbury, Oxford, Brighton pero' questo in auto. Secondo me sono zone belle da vedere sia Greenwich che Richmond,poco fuori città ma molto verdi. E poi non so se hai già provato il Borogh Market ma è assolutamente da vedere (e provare!)
ah, non so se te l'hanno già detto nei commenti, ma anche il Sunday Roast è un piatto nazionale! io pero' ancora non l'ho provato...

Anonimo ha detto...

Meravigliose foto, e i pantaloni verdi sono bellissimi!! *.* mi dici dove li hai presi?! li voglio!!! :D
concordo con gli altri commenti, ormai il passeggino va abbandonato, è grandina e non solo d'età a quanto vedo dalle foto...che spilungona!
Sara

Cappuccino e Baguette ha detto...

Questa è la fase 1 dell'expat, e fai bene a godertela, è fantastica! =D

E se posso dirlo, le tue foto mi piacciono tanto, ma è bello quando la macchina ce l'ha "Lui" vedere anche te e la porpi insieme! ;-)

Anonimo ha detto...

http://www.ideastore.co.uk/ ieri ho seguito una lezione con quello che hai inventato questo sistema di biblioteche all'avanguardia, è in una zona davvero lontana da dove vivete ma un giro la domenica tra spitafields, brick lane e la biblioteca di whitechapel magari ci scappa (c'ho un po' di fascinazione per l'east end)
buone cose
g.

Anonimo ha detto...

Avanti tutta Chiara! Londra accoglie, più di molte altre città, fatti trasportare e ti ritroverai, improvvisamente, in un posto tutto tuo.

Per quel che riguarda il cibo, io amo profondamente anche la leek and potato soup, semplicissima e velocissima da preparare. Alla fine andrebbe aggiunto un po' di latte, ma anche senza è deliziosa!

Un bacio
vale_joey

Anonimo ha detto...

Avanti tutta Chiara! Londra accoglie, più di molte altre città, fatti trasportare e ti ritroverai, improvvisamente, in un posto tutto tuo.

Per quel che riguarda il cibo, io amo profondamente anche la leek and potato soup, semplicissima e velocissima da preparare. Alla fine andrebbe aggiunto un po' di latte, ma anche senza è deliziosa!

Un bacio
vale_joey

Rebecca ha detto...

wow...

Anonimo ha detto...

Che foto bellissime!!!
Ma le foto alle porte londinesi (con quell'impercettibile blur luminoso) con quale obiettivo le hai scattate? Con il 50mm 1/2f nuovo?
Brava brava brava

EMMY

Rossella ha detto...

Non so dirti se mi hai più conquistata col verde, con la rincorsa della luce, il negozio della fatina e l'ultima nota del post :)

al ha detto...

Verde liquido, brillante, che fa vibrare la realtà...
Dal tuo post, cara Wonder, pare di sentire l'odore dell'erba e di poterla toccare ancora umida di rugiada mattutina...

Alessia A. ha detto...

Verde liquido, brillante, che fa vibrare la realtà...
Dal tuo post, cara Wonder, pare di sentire l'odore dell'erba e di poterla toccare ancora umida di rugiada mattutina...

sara ha detto...

ma sai che mi stai contagiando con una terribile voglia di partire? Non ho mai visto londra come ce la descrivi tu e improvvisamnete ho voglia di tornarci! ( senza passeggino però!)

Giusy (aka pinedda) ha detto...

Wonder, se Jamie Oliver leggesse questo tuo post je pijerebbe er coccolone...per non parlare di Hesthon Blumenthal, per parlare di qualcuno meno "merchandiser" e più cuoco..(io li amo entrrambi, ma tant'è..)
Ho vissuto per un pò a Brighton e già mi sembrava grande, forse Londra lo è proprio troppo, e per scoprire le lontane radici inglesi devi scavare e scavare, con l'aiuto di qualcuno di loro!
comunque, quoto in pieno cowdog, e ti consiglio una bella fetta di carrot cake, o di crumble di rabarbaro con la crema...mi facevano passare qualunque nostalgia italica! ;)

Kaiseki ha detto...

Wonder te lo devo proprio dire: magari non hai la colf, magari non hanno preso Porpi all'asilo, magari sei alienata a furia di fotografare tutti 'sti angoli di mobili, però...ti invidio troppo questa permanenza londinese! Continua a scattare!

Anna ha detto...

Ciao Chiara, ti scrivo consapevole che potresti mandarmi a quel paese, ma mi hanno coinvolto in un giochino nel quale ho segnalato il tuo blog come affidabile e come ogni catena che si rispetti devo per forza segnalartelo. Se ti va di dare un’occhiata e poi partecipare mi farebbe davvero piacere http://suamilove.blogspot.com/2012/03/anchio-sono-una-blogger-affidabile.html! Un abbraccio!

Katefox ha detto...

Che belle foto!
unica cosa: a 3 anni il passeggino nooo!facciamoli camminare 'sti ragazzini!

Alessandra ha detto...

Quanto mi manca, Londra... vedere queste foto è un colpo al cuore!!

PS: Wonderland, scusa la domanda scema che non c'entra niente, ma è da un sacco che voglio chiedertelo: che si significa "translate my blog"? Cioè, sei alla ricerca di traduttori? Nel caso mi offro volontaria... :)

Wonderland ha detto...

Porpi cammina e trotterella la maggior parte del tempo. Nonostante questo - e credo che molte mamme di 3enni concorderanno - lasciare il passeggino a casa confidando nelle gambette dei bambini quando devi star fuori parecchie ore è improponibile. Arriva sempre il momento in cui (giustamente, porelli) si stancano e chiedono il passeggino. Oppure vogliono dormire: Porpi a volte ancora fa il sonnellino pomeridiano e il passeggino è una salvezza. Se non ce l'hai cosa fai, la porti in braccio? 15 kg??? O_O

p.s. se Jamie Oliver leggesse questo blog... come minimo lo invito a cena. Ma il rischio non lo corro, quindi nel frattempo faccio in tempo a farmi una cultura sul cibo british (vorrei dire però che lui attinge moltissimo dalla tradizione italiana ed estera...)

Raffaella ha detto...

Ciao Wonder,
Continua a scattare, perchè anche se non ho mai vissuto a Londra, ma ci ho fatto sempre e solo vacanze/ viaggetti, ce l'ho nel cuore, e leggerti ogni volta e vedere queste foto mi piace un sacco!!!
Io farei esattamente come te, lunghissime passeggiate a piedi (con passeggino, per andare più veloci e per caricarci la mia piccola una volta svenuta dalla stanchezza).

Per la serie,Your sticazzi, la prossima volta che passi da Primrose Hill, guardati intorno per bene, gira voce che in una di quelle case bianche pazzesche, bellissime ed enormi abiti Jude Law, visto mai che...

Buona primavera Londinese!

Raffaella

Lauretta ha detto...

te pensa che il mio pesa 13 kg a un anno e mezzo. se va avanti così quando avrà 3 anni mi spingerà lui nel passeggino ;)

sempre bella Londra, continua a scattare!

E belline voi 2, molto cool :)

ps: purtroppo è sposato, jamie oliver :)

SMEMORY ha detto...

Ci siamo stati a Natale per 10 gg e visto che ce la dovevamo "mangiare in fretta" capisco quando parli del passeggino.Se arrivi a Piccadilly Circus lascialo a casa perche' se esiste l'Inferno della Metro e' quello di sicuro!! Sai che anch'io ho fatto la conta dei guanti, sciarpe, ombrelli e non ci crederai di un paio di occhiali da sole (di sicuro li ha persi un italiano!) che ho visto per strada ! Ho notato sta cosa degli oggetti sparsi per Londra...
Ps:se la Porpy ama gli M&M come la mia c'e' un mega negozio li nei pressi di Piccadilly, e' kicth per i miei gusti ma la mia Topogigia che adora i confettini ci si e' divertita!

gemellina ha detto...

Queste foto sono tutte bellissime ma quella di te e Porpi abbracciate mi ha davvero emozionato!!! Che dire poi di Londra? Metti voglia di partire... un abbraccio

Why ha detto...

La lettrice/vicina di casa si compiace molto di aver dato una dritta gradita! Ne seguiranno altre, anche se alla velocità con cui esplori la città sarai tu molto presto a scoprire qualcosa per me...
A presto!

Giusy (aka Pinedda) ha detto...

Sebbene lo adori (e come non farlo, con quelle foto stupende che mette nei suoi libri, i meravigliosi negozi Recipease che devi davvero visitare, e quel "drizzle of olive oil" nel quale annega ogni sua preparazione!!=)credo fermamente che Jamie Oliver sia un vero paraculo, definizione terra terra traducibile nel più glamour "furbo uomo di marketing".Proprio come dici tu infatti, dopo una vita passata a spadellare di cose non sue (jamie does..italy, spain, greece etc etc) è uscito lo scorso autunno con questo libroquà (http://www.amazon.it/JamieS-Great-Britain-MJJO-HB/dp/0718156811/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1331914497&sr=8-1) in perfetto tempismo e in linea con l'attuale tendenza "tornàmo alle nostre radici"..ma come sempre, nonostante tutto, il libro è adorabile e.. beato lui che non sbaglia un colpo!
Ti consiglio la lettura anche solo per rifarti gli occhi sulle immagini! anche qui alcune ricette sono d'ispirazione d'ailleurs, tipo India e Pakistan, e vi si dice si siano talmente radicate nella cosmopolita cultura britannica da poter essere considerate (a detta sua!=) dei "nuovi classici" inglesi! Insomma, come si butta casca in piedi! =)

Un abbraccio forte, scappo al supermercato che questa chiacchierata sul cibo inglese mi ha fatto venire una voglia di...Shepherd's Pie!!! =)

viavai ha detto...

ma la porpi ha gli occhiali?

senti, molla il passeggino a casa, prendile uno scooter (della micro sono ottimi) e vai tranquilla

http://www.micro-scooters.co.uk/?gclid=CO_T5M_x664CFUQhtAodvU3hJA

viavai

Pablo! ha detto...

Ci stai facendo condividere ogni scoperta assieme a te, e, per questo, non possiamo che dirti grazie! Ci sembra di essere lì a fianco a te, sedute al pub o in passeggiata al parco! E uscire anche solo 10 minuti dal quotidiano, fa un sacco bene! Perciò grazie Wonder, e non smettere, mai! Ciaoooo!

Robin ha detto...

No, cioè... Rischi di avere Jude Law come vicino di casa??????????
O.O
La cerchi ancora una cleaner? ;D

alter pepper ha detto...

Cacchio mi fai venire una malinconia.
E comunque non so cosa succeda alle gambe quando sei lì...
Vanno molto più veloci...

Anna ha detto...

Concordo con chi ha detto di mollare il passeggino a casa. Scusa ma non puoi abituarla a non fare più il sonnellino pomeridiano? Quest'anno compie 4 anni... A me da quando sono andata all'asilo smisero di farmelo fare, e pure io ho fatto così con la mia. Beh magari se uno deve proprio per necessità stare fuori 8 ore ok, non puoi farla camminare per 8 ore, ma altrimenti, se è un'uscita di piacere, vorrà dire che invece di stare fuori tutto il giorno starete fuori qualche ora e poi quando si stanca tornerete a casa. Liberarsi del passeggino sarà una benedizione!!
PS: (Pure io ho vissuto a Londra, zona nord, e...la AMO).

Anonimo ha detto...

Anch'io mollerei il passeggino al tuo posto. Prendi i buses. E' bello vedere fuori.
Per il cibo inglese, non ti perdere il sunday roast, i pies ed il curry (piatto nazionale).
C'e' una farmacia walk-in se proprio hai bisogno di far visitare la Porpi con urgenza a Victoria Station e a Bayswater. Quanti ricordi... io sono la mamma di Boston che ha vissuto a Londra (Hampstead Village compreso) per tanti anni. Il parco di Hampstead Heath e' bellissimo d'estate. Un abbraccio.
Email: italiantoysandgames@gmail.com

Anonimo ha detto...

Questo week-end ero a Londra e sono andata al negozio delle fatine che hai suggerito....
l'ho svaligiato!!!!! le mie nipotine saranno super entusiaste!!!
Grazie!!!!

Anonimo ha detto...

Ciao! Scrivi sempre delle cose molto carine ed io ti leggo sempre con piacere. MA a volte non ti capisco. Mi dispiace, ma sentire che ti lamenti continuamente di non avere una colf ed un asilo, ed arrivare addirittura a pensare di andare in analisi mi sembra un po' buffo. Ma le mamme che si arrangiano da sole e che lavorano 8-9 h al giorno che dovrebbero fare? Scusa il tono forse un po' acido, magari nel cappucino mi han messo del succo di limone, ma a volte mi sembra che ti lamenti pure troppo a fronte di tutte le tue fortune.Continua a cercare, ma nel frattempo prendila con filosofia: sei una delle fortunate che possono permettersi di assumere una donna delle pulizie.
PS: ho cambiato casa e nazione 3 volte in 4 anni a causa del lavoro. Una nuova lingua e nuovi ambienti sono opportunita', non sfide ne' tantomeno ostacoli. E che vuoi che sia pulire casa e fare i panni! (anche se con l'umidita' ed il tempo di Londra i panni si asciugano in circa 10 giorni e poi sanno di muffa :()

Anita ha detto...

Tu e la porpi vestite da londinesi state benissimo :)) W i colori!!

Wonderland ha detto...

@Anonimo se c'è una cosa per la quale ho sempre 'lottato' metaforicamente parlando, è il diritto delle madri di vivere la maternità come sentono: 24/7 appiccicate alla creatura o in ufficio, lavoratrici o non, allattatrici o non, purché in grado di dare equilibrio, serenità e amore ai propri figli.
Io per farlo ho bisogno di lavorare.
Io per lavorare ho bisogno che mia figlia vada all'asilo, e quando esce ho bisogno dell'aiuto di una tata.
Altrimenti non riesco a finire il lavoro.
Lavoro che faccio anche per potermi permettere una persona che mi aiuti nei lavori di casa.
Non ci trovo niente di male, anzi...

Castagna ha detto...

Apple pie w/ custard

(ma te l'avran già detto, non avevo voglia di leggere i commenti sopra)

Nuooooooo i fratelli Gallagher nuoooooooo invidiaaaaaaa

katychan ha detto...

Ho cominciato a leggerti qualche settimana fa, trovandoti per caso, sbirciando un po' qua e là e ho deciso di commentare leggendo riguardo al dover trasportare su e giù passeggino e bimba per le scale del tube. Non ricordavo che a Londra ci fossero spesso solo le scale, a NY (dove son stata da poco) è praticamente sempre così, pure parecchio ripide e proprio li ho visto una signora che è riuscita ad agguantare il passeggino, con figlio seduto sopra, metterselo sotto il gomito e scalare a falcate doppiandomi a una velocità disumana... chissà magari con un po' di allenamento...

dm ha detto...

Ciao, mi sono appena iscritta a blogger e ad una breve occhiata trovo il tuo blog veramente interessante! avrò modo di esplorarlo in questi giorni :)condivido con te il modo che abbiamo noi Italiani di non valorizzare le cose belle di cui disponiamo .. è da tanto che sei a Londra? io quando ci sono stata era 3 anni fa e avevo alloggiato in zona Bayswater, Notting Hill.. è una città eclettica!! ha davvero mille sfaccettature..

Carlotta Bensi ha detto...

Brava Wonder! Ci sono donne che hanno bisogno (per motivi economici) e voglia (per realizzarsi) di lavorare, oltre a fare le mamme. E per farlo meglio si avvalgono di tate, donne delle pulizie, asili, ecc. Perchè, siamo nate per soffrire? Tot ore di lavoro e poi bimbi, cas, chi più ne ha più ne mette? E quando lavori il pupo da qualche parte devi lasciarlo. Per carità, poi c'è chi economicamente non può permettersi nessun aiuto in casa, ma non mi sembra una situazione auspicabile.O chi preferisce fare solo la casalinga, ma non deve essere una scelta obbligata (io per esempio non avrei mai potuto).
Quanto a Londra devo essere l'unica a cui non è piaciuta, nè lei nè il suo cielo spesso grigio, nè la pioggia. Il verde si trova anche in Italia, in campagna. E dopo anni vissuti all'estero (bellissimi, entusiasmanti, molto arricchenti) non ho mai smesso di avere nostalgia dell'Italia, nonostante la mancanza di senso civico. A differenza di tutte voi, ora che sono tornata sto bene qui, mi piace molto vivere nel mio paese e adoro la mia campagna. Forse, anzichè continuare di sognare di vivere all'estero, dovremmoimpegnarci a cambiare il nostro paese. Ma è più faticoso.

dm ha detto...

Condivido il tuo pensiero Carlotta. Dovremmo davvero cercare di cambiare il ns paese partendo da noi stesso. E se devo ammetterlo, non posso dire che sia brutta Londra, ma me l'aspettavo meglio. Forse perché ne sentì tanto parlare. Quando sono rientrata poi ho deciso di definirla eclettica, in quanto molto particolare, ma non ci vivrei mai. Amo la città in cui sono nata e in cui vivo, e amo il mare . Faticherei a stargli lontana.
http://blogpercomunicare.blogspot.it/?m=1

Blog Widget by LinkWithin