il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 23 aprile 2012

Le regole

L'altro giorno mia figlia mi ha dimostrato l'inutilità dello stivale di gomma - Wellington, così detto dagli inglesi - lanciandosi a velocità missilistica dentro a una pozza d'acqua e riemergendone coperta di fango fino alla pancia, coi jeans grigio chiaro che dicevano: 'dài, ti prego, buttaci.'
Ho lanciato l'App 'Genitore Autorevole' sull'iPhone che mi ha suggerito le seguenti parole:
"Allora Porpi, stabiliamo una regola."
"Che regola?"
"La regola è che, quando hai gli stivali, puoi entrare nelle pozze ma non saltarci dentro a palla. Ok?"
E a dirlo mi sentivo estremamente scema perché, se c'è una cosa per la quale i Wellington sono fatti apposta, quella è saltare nelle pozzanghere. Però l'idea di tornare a casa perché mia figlia si era bagnata pure le mutande era un incentivo troppo forte.
"E' una regola" ha ripetuto lei.
"Significa che abbiamo deciso così e si fa così. Va bene?"
"Ok."
E, colpita dalla mitezza con la quale mia figlia ha accettato 'la regola', ho chiuso l'App tutta soddisfatta e sono tornata ad essere la cojona di sempre.

Non immaginavo che lei l'avesse archiviata nell'angolino del suo cervello esclusivamente adibito alla causa '101 modi per rivoltare i metodi educativi di tua madre a suo sfavore e perculo'. Perché invece l'ha fatto.
Adesso, mi lancia le regole come anatemi.
Non so, tipo, sta giocando come se la guerra dei mondi fosse scoppiata tra il suo letto e la libreria, mi guarda e fa:
"Ho fatto una regola."
"Aehm?"
"La regola è che: i bambini possono giocare con tutte le cose, senza mettere a posto."
"Excuse meee???"
"E' una regola" fa lei con un'alzata di spalle che se avesse 15 anni e non 3 e mezzo tradurrei con un 'mamma, attaccati. hai voluto le regole? e mo' pedala.'
Alcune delle regole di Porpi sono tipo:
- i bambini non devono lavarsi le mani proprio sempre;
- 'dopo cena' è il momento di attività tranquille e affatto impegnative, tipo dipingere 'il T-Rex che fa i cuccioli e tutti i dinosauri li vanno a vedere e sono felici quindi non si mangiano' con le tempere e la colla glitter;
- la colla glitter va su tutto;
- c'è necessità di molti più stickers, in questa casa, specie sul tavolo laccato;
- mamma e papà non si baciano senza previo consenso della gente sotto il metro e dieci presente in casa;
- per dormire si raccontano (numero multiplo di sei) favole a sera;
- a metà notte si emigra nel letto di mamma e papà, dormendo in orizzontale (la famosa posizione H) con ripetuti calci e pugni fino all'agognato traguardo del bestemmione delle 4 di mattina;
- le amiche tue sono prima amiche mie, e devono giocare con me a 'dinosauri' senza mettersi a blaterare roba con te, che tanto non gliene frega niente a nessuno;

Porca miseria se sono inadatta a fare il genitore.


Condividi

62 commenti:

chiara ha detto...

Fantastica Porpi. Le sue regole sono la logica fatta a persona!! Eddai Worder, hai voluto le regole?? ;-)

Cristina ha detto...

La colla glitter e gli stickers sono un must anche a 8 anni! Regola per Wonder: continua così che vai forte :)

Midori ha detto...

io quando mia madre mi chiamava scuotevo le spalle dicendo "uffa, semple lei". e facevo di testa mia, cose del tipo:
1.Dipingere la testiera del letto.
2.Camminare per casa strisciando col sedere nel vasino, cadendo e rovesciando la mia produzione in giro.
3.Rotolarmi nel recinto dei maiali.
3.Fare i tatuaggi a mia sorella in faccia. Con il pennarello indelebile.

Relax, sei più fortunata di quanto credi :)

Debby ha detto...

Secondo me invece, lo sai fare benissimo.. Anche questa è una regola, che i bimbi, arrivati alla soglia dei 3 anni riescono a spiazzarti come nemmeno gli adulti sanno fare.. Perché dagli adulti, certe cose te le aspetti, dai bimbi invece no..
Sei una gran brava mamma, credimi, e anche molto più adatta di quello che osi pensare!!

antonella.enne ha detto...

ahahahah!!!grandee!!la posizione H con tutto il resto che segue è anche una nostra "regola"!

viachesiva ha detto...

Una regola che aveva imposto mia sorella da piccola a tutta la famiglia era: "Tutti i fogli che trovo in casa sono miei e ci posso scarabocchiare sopra".
Io ho dovuto riportare a scuola una pagella con un mostro verde sopra.

Aspirantemamma ha detto...

lasciamo stare, va, che siamo tutte nella stessa barca.

Serena Verdepomodoro ha detto...

mi sembra giusto dare una regolamentata anche ai genitori...

Massimiliano ha detto...

Evviva, un post vecchio stile "ma che davvero" ;-)

cioè...fa riderissimo! :-) ci sta bene come primo capitolo del tuo prossimo libro!

mafalda ha detto...

La regola è che le regole le decidono mamma e papà. Però visto da qui fa ridere, la mia a 18 mesi vorrebbe già decidere tutto lei... ma per ora basta un'occhiata!

Fly ha detto...

Fai la regola "solo i genitori possono dare regole".
Epic win :P

Fra ha detto...

ah ah ah... quella de le tue amiche sono prima amiche mie e devono giocare a dinosauri mi ha fatto morire, perché la figlia di una mia amica fa esattamente così: quando mi vede, io devo giocare con lei (solo con lei, nemmeno con sua mamma) e io e la sua mamma non possiamo nemmeno parlare!! l'altro giorno ho giocato dentro una tenda da gioco per bambini che ci entravo a stento e il mio compito (ingrato) era sparare ai lupi che c'erano fuori! mentre l'amica e mio marito chiacchieravano in salotto. :)

psicomelina ha detto...

Forse non le hai specificato che le regole le fanno i grandi. E che se le regole le fanno i bambini, gli adulti hanno come dire... diritto di veto!
:D

O magari è un tentativo per ritornare a sguazzare nelle pozzanghere?

Comunque quando comincerà a dirti "l'unica regola è non ci sono regole!" inizierei un ciccinino a preoccuparmi :D

Peggy Lyu ha detto...

caspita avrei dovuto fare anch'io le mie regole alla sua età! non c'è niente da fare..i bambini di oggi sono più svegli...

Margherita ha detto...

Non fa una piega!

Anonimo ha detto...

"a metà notte si emigra nel letto di mamma e papà, dormendo in orizzontale (la famosa posizione H) con ripetuti calci e pugni fino all'agognato traguardo del bestemmione delle 4 di mattina;"
ah ah questi siamo pure noi. sei meravigliosa wonder, mi hai fatto troppo ridere! ora alle 4 del mattino ti pensero' invece che bestemmiare!
anna

S ha detto...

Noi abbiamo una situazione simile. Purtroppo ho commesso l'insano errore di fare un PATTO con mio figlio, che ora "patteggia" tutto, anche la pena.

Ultimamente mi sono impuntata perchè lui ha una cameretta di giocattoli e preferisce giocare con cose che non sono giocattoli, dalla rotella per tagliare la pizza ai cucchiai di legno (che diventano improbabili bacchette per scagliare AVADA KEDAVRA alla sorella che risponde con i suoi ADA CADABA per tutta casa). Allora ho detto che ogni volta che gioca con qualcosa che non è un giocattolo, butto un giocattolo, visto che lui li trova inutili. E lui patteggia: "Facciamo che per ogni TRE volte che gioco con qualcosa che non è un giocattolo me ne butti uno CHE NON MI PIACE!" L'avvocato deve fare, da grande!

Peggy boop ha detto...

si vede che è proprio figlia tua!! :-))))

Bunny ha detto...

Continuo con la linea 'mal comune mezzo gaudio'. La piccola ha quasi 18 mesi e grugnisce finchè non le si dà ciò che vuole. Pur di non sentire quel grugnito -che può durare ANNI- le diamo in mano di tutto. Con la grande, 5 anni, facciamo di quelle litigate senza fine. Per dirti, lei ad un certo punto esasperata ci dice 'Ma voi non capite proprio niente' ed è veramente esasperata O_o.LEI. Non so se siamo noi inadatte a fare le mamme o loro troppo avanti per noi ^_^.Forse ci devono fare l'update!

Anonimo ha detto...

so di sembrare antiquata ma io ne sono uscita almeno per ora:
le regole valide le crea solo la mamma...

Mamma Che Paura! ha detto...

ahahahah, mitica la Porpi!! se Cookie mi fa la stessa scena, lo chiudo nello stanzino (che non ho) finché non cancella tutte le sue nuove regoline dalla testa!!! Forse anche io non sono adattissima a fare la mamma... mahhh, tanto ormai ci sono...

Anonimo ha detto...

OMG, mio figlio di anni ne ha 2 e siamo già sulla buona strada per arrivare a questo punto... scusa, vado a piangere un attimo e poi mi ricompongo.
ire

supermamma ha detto...

io forse hai solo una porpi molto burba ;-)

Anonimo ha detto...

Forse bastava smettere di farle vedere Peppa Pig ;)

Satoko ha detto...

Hi hi hi, favolosa!! ^^

Roberta ha detto...

E' vero, è tutta colpa di Peppa Pig, e chi ha treenni come mio figlio capisce perchè!

orecchini.di.perle ha detto...

A me sembra che la Porpi sia simpaticissima! E che ti somigli un bel po' :-)) Detto ciò...ti capisco molto bene. Anche la mia (4 anni e mezzo) si fa le regole da se. E siccome ha un modo molto ruffiano di pormi davanti al fatto compiuto...io le perdono un sacco di cose (e non dovrei)! Cuore de mamma...e genitore inadatto. Pazienza mi dico. Facciamo quel che possiamo Chiara. E comunque sia, sbagliamo! Un abbraccio.

MichiVolo ha detto...

grande la Porpi...farà strada! ahahha

Antonella ha detto...

- Adesso basta, in castigo!
- Ah sì mamma? Allora la prossima volta che vuoi un bacetto io invece ti faccio una scorreggia!

3 anni.

Figlia femmina è meglio

mela ha detto...

Ma guarda un po'... queste regole le conosco tutte :D
E pensare che io sono una fan di SOS TATA!!! Chissà che ne penserebbe Tata Lucia :D

mammacomeposso ha detto...

geniale il bestemmione alle 4 del mattino, quello che vola anche da noi. unica eccezione stanotte, doppio, triplo, quadruplo sbuffo del compagno di letto, "ok, lo sposto io", "grazie"

Raffaella ha detto...

Tutti amano le pozzanghere di fango!!!!! (Peppa pig's rules)
ahahah!!! bello il mondo delle regole visto da quelli più bassi di 1 metro e 10!!!!!! voglio tornar bambinaaaaa!!!! :))

Anonimo ha detto...

Io non sono mamma e non conto di esserlo ne presto ne tardi. quindi lungi da me dare consigli.
Ma da figlia ricordo distintamente che far ridere i miei genitori era uno dei modi migliori per scampare la punizione. Ho il sospetto che Porpi l'abbia capito.
Per quel che può valere non credo che tu sia una cattiva madre.
Baci

Anonimo ha detto...

Furba tua figlia!! :-)) In effetti dovevi specificare che le regole,per ora, le fai solo te!
Il mio nano ha solo un anno e mezzo....ma ognitanto qualche regola me la invento pure io....E vado nel casino più totale!! Ho una formazione da psicologa e tanta pratica con bambini difficili....ma quando è il tuo è tutto diverso!!!
Il prossimo acquisto sarà questo:
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__diamoci-una-regolata.php

Ma una cosa è la teoria e un'altra la pratica!!!

Coraggio!!

Sonia

Mammola ha detto...

E sei in buona compagnia vai tranquilla!!!

Smemory ha detto...

Stavo per chiederti di piu' sull'App ma poi alla fine ho pensato...anche no!Un saluto

forsemisbaglio ha detto...

mi piace casa di nonna perchè la regola è che non ci sono regole. (cit.)
e comunque qualcuno che ne sapeva un mucchio diceva che i muri bianchi sono fatti per essere sporcati.
e papà pig dice che le pozzanghere di fango sono fatte per saltarci dentro!
r

MammaInSE ha detto...

E questo e' nulla, pensa al potere che acquisirà quando inizierà a parlare fluent english con i suoi amichetti, tu non capirai lo slang english-nanesco e loro ti prenderanno per il culo senza nemmeno abbassare la voce.
E' uno dei miei incubi ricorrenti........

Silvia - Le cose di ogni giorno ha detto...

Recentemente mi è capitato che Uno dei due bimbi si sia completamente bagnato i pantoloni (ovviamente saltando nelle pozzanghere!). Eravamo lontani da casa e io pensavo già al raffreddore che ne sarebbe seguito quando vedo un Tezenis. Mi fiondo, prendo un paio di pantaloni e lo cambio nel camerino!
Invece per le regole, da noi hanno appena coniato che "facciamo che non mi sgridi più".
-.-

quasimamma ha detto...

Io ho fatto il gravissimo errore di permettere al papà di stilare le regole. Ora fan bella mostra di se sul muro della cucina. L'ultima (la n. 16) dice: "E' consentito procrastinare con moderazione."
No, per dire..
Aiut!

MammaTogata ha detto...

Siete nel paese di Peppa Pig.
Una regola da voi vigente e assolutamente incontestabile è che si può saltare nelle pozzanghere di fango se si indossano le galosce.
Quindi ha ragione la Porpi.

Nadietta ha detto...

Stà bimba è avanti anni luce... :P

rosa ha detto...

mia figlia - lei - intercetta anche le pozzanghere del quartiere adiacente e mi vieta anche solo di sfiorarle con la ruota del passeggino :-P

LaPink_WeddingPlanner ha detto...

Proponi questa regola: "le regole dei bambini non sono regole".

E fammi sapere...

Un bacio!!

Sabrina ha detto...

Regola nr. 1 : un bambino/a che arriva a sera pulito non è un bambino felice.
Regola nr. 2 : la bronchite arriva per contagio e non a causa del freddo.
Regola nr. 3 : convivere per qualche tempo con un indumento bagnato, al di sopra degli 8 gradi centigradi, tempra il carattere.
Regola nr. 4 : i genitori migliori dubitano, sbagliano e maturano. L'importante è non darlo a vedere al di sotto del metro e 10.


A casa nostra, almeno, funziona così.
Continua così che vai alla grande.Pensa solo che stimoli ha ricevuto tua figlia, per avere riflessi così accuminati....

Apprendista mamma ha detto...

Se ti può consolare, mia figlia ha creato pure le eccezioni ... Tipo: i bambini non posso mangiare in salotto se la mamma ha appena finito di pulire, però oggi facciamo un'eccezione e sbricioliamo un intero pacchetto di cracker. Oppure: non si scrive sulle pareti di casa, però oggi facciamo un'eccezione e coloriamo quello della cameretta, per dare un tocco di colore in più ...
E tutto perché una volta abbiamo fatto un'eccezione alla regola: si fa colazione in cucina. Sai com'è, in cucina c'era l'idraulico! L'eccezione mi si è ritorta contro...

SILVY71 ha detto...

w la porpi e le sue regole!!!!! :-)
adorabile proprio come la sua mamma.
mi immagino la tua faccia mentre te le espone. Da film ...

Rebecca ha detto...

Proprio ieri, la mia pulce, 2 anni e a mesi, con tanto di ditino alto mi ha detto " NO MAMMA!!! ADESSO IO PALO E TU NO"... tradotto sta per "Mamma no, adesso parlo io e non tu"... Quanto mi sento capita e coccolato in questo blog... @Sabrina: domani noi andiamo in gita in Fattoria Didattica... ora stampo il tuo commento se me lo permetti e lo attacco per casa e poi ovviamente lo faro vedere a nonni e così via... la regola 4 è stupenda!!!

Alem ha detto...

La mia che ha superato i tre anni e mezzo da circa un mese, ora ha superato il momento delle regole e sta nel pieno di quello del "perculo": "mamma, possibile che ti dimentichi sempre tutto?" "Mamma, senza di me fai sempre macelli" "mamma, il nano ha il mocciolo, che faccio glielo devo pulire io?". Goditi che regole :) ancora per poco.

Marissa ha detto...

Ciao, ti chiedo una cosa che non c'entra niente con il post, ma sto cercando un tetto a Londra...Tu in quale zona vivi? La 1, la 2, la 3, la 4? Puoi darmi un consiglio sulla zona, o meglio, su quelle in assoluto da evitare?

Anonimo ha detto...

Ieri quando alla mia cinquenne ho detto, che deve ubbidire alla sua mamma e al suo papà, non può fare come le pare, noi ascoltiamo lei, lei DEVE ascoltare noi... lei ha risposto :"Mamma dai non ti preoccupare domani ti ubbidisco" ... ora dobbiamo vedere di quale domani parlava.
Tutta la mia comprensione :-)
Angelilla

Suimonticonanna ha detto...

E io che pensavo di sopravvivere ai figli armata di buone intenzioni, cartelloni con le regole e qualche deroga concessa da me. Forse ho visto troppe puntate di sos tata! Mia figlia a 18 mesi ride in faccia ai miei no...

emma ha detto...

Ho tre bimbi e senza regole sarebbe l'anarchia più totale. Le regole sono poche ed estremamente chiare, e soprattutto le fanno i genitori e punto. Le eccezioni ci sono ma entro certi limiti!
Stanno crescendo bambini educati, rispettosi, equilibrati e sensibili alle necessità altrui.

lucia ha detto...

non puoi farle mangiare pane e peppa pig e poi darle una regola sulle pozzanghere! non si può...il karma infatti si è ribellato!! ;-)))

Mammaalglutammato ha detto...

Io ho preparato a mia figlia un tabellone con gli spazi: cuoricino rosa se è stata brava e luna nera (lo so, fa molto "La Zingara" di Pippo Baudo) se non lo è stata. Obiettivo: ottenere l'agognato DVD di Barbie. Ieri le ho fatto un'urlata e mi sono ritrovata davanti un cartello fatto da lei con una luna nera grande come una mela.
Chi la fa l'aspetti...

giusy ha detto...

Ammazza...è peggio di tutte e tre le tate di SOS TATA messe insieme ah ah

Biancaneve ha detto...

Ciao Chiara, oltre a farti i soliti complimenti per i tuoi post sempre divertenti, mi permetto di segnalare alle tue lettrici un film che uscirà venerdì prossimo nelle sale italiane (non so se e quando uscirà eventualmente anche in UK), dal titolo "Maternity Blues", di Fabrizio Cattani: finalmente un film che porta sullo schermo quel "lato oscuro" della maternità (di cui tu peraltro hai spesso parlato, magari in chiave ironica, ma non per questo con minor urgenza e serietà).
Il film in realtà si spinge ancora oltre la presa di coscienza della gravità di questa malattia che è la depressione post partum e racconta una vera e propria tragedia, quella del destino comune di quattro donne colpevoli di infanticidio. E' tratto da un'opera teatrale: Frome Medea, di Grazia Varesani.
Mi sento di consigliarlo a tutte le tue lettrici perché, pur trattando un argomento decisamente forte, rimane molto delicato e toccante e non vuole essere né un atto di accusa, né tantomeno un'assoluzione, quanto un tentativo di comprendere il male oscuro che ha colpito queste donne.
Metto il link alla recensione che ho scritto, per chiunque fosse interessato ad approfondire:

http://www.mentinfuga.com/web/index.php/maternity-blues-di-fabrizio-cattani/#more-4790

Grazie e spero non ti dispiaccia se mi sono permessa di fare questa piccola "promozione" qui sul tuo blog, ma, leggendoti spesso e visto i temi che tratti, ho pensato potesse essere uno spazio ideale.
Un saluto.

Martina ha detto...

Mi fai troppo ridere!

Se ti capita di venire nei Docklands ti consiglio The Gun per pranzo http://www.thegundocklands.com/ ( pub menu, not the restaurant)

e il Museum of London Docklands (hanno free events/workshops for under 5s).

Anonimo ha detto...

Nooo! Così mi smonti il mito di Tata Lucia...
Io comunque sono d'accordo con Sabrina, se ti bagni, vedrai che prima o poi ti asciughi e vale molto più l'esperienza diretta di mille regole che ti posso dare io. Quando avevo circa 6 anni, in montagna con la neve che andava sciogliendosi, trovai una bella pozza di ghiaccio e pensai bene, insieme agli amichetti, di farmi una bella mezz'ora di scivolate usando il fondo dei jeans come bob: mia madre mi disse giustamente di smettere prima di bagnarmi ma io feci orecchie da mercante... Con il risultato che poi mi sono beccata tutto il viaggio di ritorno (2 ore) con il sedere freddo e fradicio, e quelli erano anni di vacche magre sicchè mia madre non si sognò nemmeno lontanamente di correre al primo negozio a comprarmi il ricambio, tanto più che era domenica e dubito che in quegli anni i negozi fossero aperti nei giorni festivi. Ovviamente in macchina il riscaldamento era acceso a palla, ma non è comunque stata un'esperienza gradevole. Comunque edificante: in quell'occasione ho imparato a seguire i consigli di mamma almeno per quel che concerneva il mio benessere fisico.
Credimi, a volte è vero che l'esperienza è la migliore dettatrice di regole (sempre sotto la supervisione di una mamma, purché non iperprotettiva).
Le regole, a quanto ho capito finora, non serve tanto comunicarle a loro quanto averle ben salde noi, e metterle in pratica senza sgarrare e soprattutto senza discutere. Altrimenti si apre davvero la porta alla negoziazione: i nostri nanerottoli saranno pure piccoli, ma mica sono scemi!

cLaudia ha detto...

Hahahahaha il bestemmione alle 4 di mattina mi ha fatto troppo ridere! Sei una grande:DD

Dieta e dintorni ha detto...

Mi hai fatto morire dal ridere!
Certo che i bambini sono proprio svegli, quelli di oggi ancora di più.
Mi fa sorridere anche la foto del libro della collana "... for dummies", non sai quanti ne ho in casa! Devo forse preoccuparmi? ^^
Giuliana

HappyMummy ha detto...

Fantastica, sono 5 minuti che rido!!!
Io tifo Peppa pig, i 3-enni che parlano fluent english per non farsi capire dai genitori e il principio per cui se ho messo gli stivali necessito la pozzanghera. Altrimenti mettevo le ballerine. non fa una piega.

Blog Widget by LinkWithin