il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 6 giugno 2012

Le cose che non ho mai fatto

Il titolo della mia prossima vita sarà: le cose che non ho mai fatto.
E con prossima vita non intendo proprio la successiva - che magari ti reincarni in acaro del materasso e valle a fà, le cose che non hai mai fatto - ma quella da adesso in avanti.
Ci sto lavorando.
La prima è stata trasferirmi all'estero - non l'avevo mai fatto ed era pure ora, che uno mica può vivere e morire nello stesso posto, o meglio può, ma non io. Che da sempre ce li ho, i sogni con la valigia.
E insomma questa cosa qua, trasferirmi e non morirne dopo una settimana, mi ha dato una certa fiducia nell'idea di pensare qualcosa di cui non ti credi capace e poi farla sul serio.
Sono come Rapunzel che, scesa dalla torre, resta sospesa per un tempo interminabile prima di allungare un piede e scoprire che l'erba sotto non morde.
Questa è stata la cosa 'grossa'. A catena, ne stanno arrivando alcune più piccole.
Tipo: i capelli rosa, ma è solo una tintura temporanea quindi domani forse li faccio viola.
Gli esperimenti con il look, perché se c'è una cosa che Londra ti insegna, quella è fregartene del giudizio degli altri ed esercitare la tua personalità. Dare spazio alle tue scelte, per bizzarre che siano.
O tipo: ho scovato questa accademia di danza londinese che fa corsi di qualsiasi tipo, dalla classica al jazz, dal tip tap alla danza del ventre passando per lady Gaga, Beyoncé e Dita von Teese.
E mi sono prenotata due lezioni di prova, una della mia adorata jazz dance - quella che ho studiato per anni e anni e poi mollato causa infortunio - e una di burlesque.
Burlesque.
Ha ha.
Sì.
Se Berlusconi fosse ancora Presidente del Consiglio mi farebbe Ambasciatrice, che tempismo demmerda che c'ho eh?
E niente, io e la mia amica - perché stavolta mi porto i rinforzi - stiamo già rotolando per terra dalle risate chiedendoci a. quanto ci sentiremo sceme; b. quanto riusciremo a restare serie senza offendere l'insegnante; c. macome*zzo ci dobbiamo vestire per una lezione di burlesque, che certe inglesi sembrano Dita VonTeese pure di lunedì mattina in metro, tutte rossettate e cotonate, pensa alla lezione.
Poi c'è qualcosa che vorrei scrivermi addosso, credo.
E un progetto.
E visitare un posto dove non sono mai stata, uno di quelli che sogni da una vita.
Poi, ho iniziato a parlare con gli sconosciuti, non vi sembra un grande progresso?
Ma in realtà il progetto 'cose che non ho mai fatto' è a lunghissimo termine. In fondo, a pensarci bene, anche l'ultima cosa che farò sarà una cosa che non ho mai fatto :O
(sarà mica un effetto collaterale del portare mia figlia all'asilo Emo, questo qui sopra?)

E voi, quali sono le cose che non avete mai fatto, e che vorreste trovare il coraggio di fare?
Magari trovo nuova ispirazione proprio da voi...

Condividi

79 commenti:

Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com ha detto...

anche io vorrei tanto provare l'esperienza di vivere all'estero....e poi un'altra cosa che vorrei fare è il cammino degli incas sulle Ande fino a Machu Pichu e poi bè, visitare TUTTO il mondo!!! ;)
ah e il sogno nel cassetto che ovviamente non avrò mai il coraggio di fare (ma chissà, mai dire mai) è mollare tutto e aprire un barino in riva a qualche spiaggia tropicale e vendere cocktail dentro noci di cocco...

Claudia (@claudia_nt) ha detto...

Prendere un aereo da.sola. Perchè ho una gran paura e, come se non bastasse, soffro anche il mal d'aria terribilmente. Quindi sono poco meno di una piattola x gli altri passeggeri.
(#Capelli colorati: li colorai di viola il pomeriggio dopo la mia laurea - colore della facoltà;
#scriversi addosso: tatuaggi intendi? Fatto, contro tutto e tutti e ne sono sempre + felice;
#visitare un posto: emisfero australe tipo dall'altra parte del mondo - mi fa male guardare le foto di Nat Geo;
#parlare con gli sconosciuti? Ma se ho schiaffato io x prima un bacio in bocca a quello che, anni dopo, sarebbe diventato mio marito!!)

Parola di Laura ha detto...

sapessi quante ce ne stanno...appena le scrivo te lo faccio sapere ;)

io l'anno scorso mi sono regalata un piccolo tatuaggio che ero sicura che non avrei mai fatto e già sogno un altro, o meglio sogno la faccia di mia suocera quando lo vedrà ;)
abitare all'estero l'ho fatto e credo che dovrebbero farlo tutti nella vita perchè abitare all'estero è un'esperienza unica!

MammainblueJeans ha detto...

cacchio...e da dove comincio?
Non ho mai fatto un viaggio alla ventura (io + lui + i nani, +il cane) in macchina...nessuna meta, solo la voglia di stare insieme...

ma ci posso riuscire!

Marta ha detto...

mmmm la lista è lunga! Tanto per cominciare non ho mai preso un aereo, non mi sono mai tatuata, non ho mai fatto sesso a tre, non ho mai fatto un corso di danza. E adesso che ho un figlio tutto questo immobilismo mi ha stancata e quindi aspetto sia un attimo più autonomo (ha 6 mesi) e poi parto all'avventura!! (Specifico che l'unica cosa che non farò sarà il sesso a tre!). Voglio seriamente impegnarmi a viaggiare quando posso, a divertirmi con costanza ma soprattutto leggerezza, che se c'è una cosa che questo bimbo mi ha insegnato è quella di non prendermi più troppo sul serio! Complimenti per il tuo blog, l'ho letto tutto anche per affinità (incinta pure io a 27 anni, per caso...sto 27 è un numero micidiale insomma!! :D)

miss suisse ha detto...

vivere all'estero, fatto. ma forse mi piacerebbe provar un altro posto. burlesche piacerebbe tanto pure a me, ho pure cercato di turar in mezzo qualche amica, ma non so se avrem il coraggio. capelli rosa...mi son fatta regalar una stupenda parrucchia fucsia per il mio compleanno, la amooooo!! cosa non riesco a fare? fregarmene un po' di più di quello che vogliono gli altri...dar più ascolto alla mia pancia...e tante altre cose...

Anonimo ha detto...

scrivermi qualcosa addosso...
l'ho appena fatto e nn l'avevo mai fatto ed è bello!!!!

valebionica ha detto...

calcolando che: ho già fatto i capelli azzurri, viola ecc....trasferirmi in altre città d'italia e estero: fatto...tatuaggi e piercing: fatti...salto in paracadute a 4500mt: fatto...viaggi oltreoceano: fatti...
non ho ancora avuto il coraggio di fare figli però...

Mammamsterdam ha detto...

Cara Wonder, tu lo sai che ti amo, ti adoro e ti leggo da tempi non sospetti. E forse è ora che te lo dica apertamente quanto sono felice che abbiate fatto questo passo, perché da quella volta che scrivesti di aver incontrato una tua vecchia prof in palestra la prima cosa che mi sono detta è stata: ma che peccato, una ragazza così in gamba e alla sua età sta ancora appiccicata al quartierino dove gira e rigira fai sempre le stesse cose, incontri sempre le stesse persone e ci metti più tempo a rinfrescarti? Ecco, sono felice di tutto quello che scrivi nel post e vai avanti a vivere le vite che ti aspettano.

Marta ha detto...

un camper io lui e il nano e viaggiare senza meta per qualche mese almeno. un periodo sabbatico senza pensieri ne orari ne impegni

Alessia ha detto...

Mmmmh fammi pensare....
tattoo: fatto! ne ho 4....
Capelli colorati: non solo mai andata oltre il biondo/rosso/nero anche se il rosa è spettacolare.
Viaggiare da sola: fatto! sono stata un mese a Miami!
trasferirmi all'estero ancora no....il mio sogno nel cassetto è di andare per un periodo in Giappone....anche se ho solo 24 anni non sono sicura che lo farò....però mai dire mai!

Alessia

Fioly ha detto...

Un viaggio da sola. Lungo, senza traccia, dall'altra parte del mondo e seguendo l'ispirazione del momento. Forse anche senza mappa. Utopia? Quasi. E per un bel po' me lo posso scordare, visto che ho due bambini di 5 e 18 mesi. Aspetterò...E magari intanto studio l'inglese, che se due parole le so dire aiuta!

mammainse ha detto...

Dunque..in questo momento con nano di 15 giorni a casa e allattamento ogni due ore non ho ancora il tempo di pensare alle cose che vorrei, ma di sicuro ad un certo punto voglio un po' della mia vita indietro. Sto pensando di buttare nel cesso laurea e dottorato ed inventarmi qualcosa di nuovo...e magari andarmi a comprare un paio di scarpe nuove fiammanti con un tacco stratosferico!!!

Anonimo ha detto...

Io mi sono iscritta a un corso di pattinaggio artistico a rotelle all'età di 26 anni. Le prime lezioni le ho fatte con bambine dai 4 ai 6 anni. Ora sono nella fascia 10-15 anni. Bello, no? ho anche partecipato al saggio di natale, e a un altro saggio vestita da strega.
è da 9 mesi che sono iscritta adesso. purtroppo alcuni impegni di lavoro ultimamente mi hanno fatto saltare parecchie lezioni. ma me la cavo bene...avrei dovuto iniziare prima, ma meglio tardi che mai!

Dorotea ha detto...

ah, in tutto questo mi sono pentita dell'anonimato, quella dei pattini sono io, Dorotea.

SallyS ha detto...

Qualche anno fa feci una lista.
Era un periodo un po' grigio, uno di quelli in cui i giorni sembrano assurdamente uguali e hai bisogno di ritrovare l'entusiasmo per le novità. Ci ho messo dentro un sacco di cose che non avevo mai fatto, per paura o per pigrizia, cose che avevo sempre desiderato, ma non avevo mai avuto il coraggio di ammettere e cose che secondo me "almeno una volta nella vita" andavano fatte: andare a un festival rock, comprare un vestito rosso, mangiare cibo di nazionalità diverse, imparare a cucinare, vedere un balletto all'opera, correre sotto la pioggia, fare un corso di danza, trasferirmi in un'altra città, partire senza avere nulla programmato... era una lista infinita, forse anche un po' stupida, e come tutte le cose scritte di getto è finita in un cassetto insieme ad altri fogli.
La cosa bella però è che senza quasi rendermene conto, negli anni successivi, molte di queste cose si sono realizzate:sono stata a festival e concerti, ho visto danzare Roberto Bolle, ho ballato hip hop su un palco davanti ad altre persone, ho fatto un corso di fotografia, ho viaggiato da sola, mi sono trasferita per un anno di erasmus a barcellona, ho imparato una nuova lingua e anche a cucinare...
Inutile dire che la cosa mi ha fatto sorridere e ripensare alla me di qualche anno fa. Mi sono chiesta cosa avrei pensato allora vedendomi come sono adesso. Non lo so.
Quello che so è che forse è arrivato il momento di fare una nuova lista.

In bocca al lupo per tutte le cose che vuoi fare ;)

Chiara ha detto...

Entrare nella Protezione Civile, davvero. Partecipare ad un pellegrinaggio che era lontano anni luce dai miei pensieri. Lanciarmi ad aiutare sconosciuti terremotati, come se fossero i miei migliori amici.
Iniziare a vivere seguendo il mio istinto, in ogni situazione. Perchè voglio poter scattare una fotografia di un momento qualsiasi delle mie giornate, poi guardarla e poter dire "questa sì che è la mia vita".
Wonder, sto vivendo la tua stessa trasformazione. Non ci sono parole per descriverne la bellezza.

Cosi fan tutte...tutto! ha detto...

Anch'io come tante vorrei vivere all'estero, preferibilmente in quella fantastica e piovosa città caratterizzata dal colore rosso, cioè quella dove vivi te...LONDON! Poi vorrei trovare il modo di capire cosa mi piacerebbe fare, o meglio in cosa mi piacerebbe cambiare! Credo che ognuno di noi, in qualche momento della propria vita abbia bisogno di cambiare qualcosa o almeno provarci!!! Io approvo al 100% ogni tuo tentativo ;)!

mammamanager ha detto...

bella domanda wonder...le cose che non ho mai fatto e che vorrei avere il coraggio di fare...
sono così tante che non so da dove cominciare...credo che comunque il segreto sia affrontare tutto rimanendo se stessi e sdrammatizzando con un po' di ironia...sei mitica!!

Chiara ha detto...

Non sono mai riuscita a godermi i momenti senza pensare a cosa avrei voluto realizzare dopo. Tipo: "ok, apro il mio negozio" due giorni dopo: "va bene adesso voglio un cane" due giorni dopo "e se cambiassimo casa?!" ecc.
Dalla mia, però, ho sempre avuto il coraggio. Di tatuarmi, di tingermi i capelli, di tagliarli cortissimi, di andare a vivere fuori casa a 23 anni e di sognare oltremodo.

claudia ha detto...

Io vorrei "imbriacarmi", perchè a forza di studiare quando era ora non l'ho fatto e pare brutto farlo ora che son mamma....o magari è proprio il momento giusto?vivere all'estero l'ho fatto, vivere fuori regione è "ongoing" e mi piacerebbe viaggiare per vivere, cioè vivere di viaggi, ripo scrivendo libri o blog...chissà!

claudia ha detto...

Io vorrei "imbriacarmi", perchè a forza di studiare quando era ora non l'ho fatto e pare brutto farlo ora che son mamma....o magari è proprio il momento giusto?vivere all'estero l'ho fatto, vivere fuori regione è "ongoing" e mi piacerebbe viaggiare per vivere, cioè vivere di viaggi, ripo scrivendo libri o blog...chissà!

Anonimo ha detto...

ehm, no, scusa il burlesque !!! ...chissà perchè non mi fa ridere vedere le ragazze travestirsi da z......
ti prego quello proprio no
allegra

Midori ha detto...

Attraversare la strada ed offrire un gelato al povero ragazzo che fa la guardia giurata davanti alla banca.
Mettermi a dieta seriamente ed andare a correre (seriamente).
Fregarmene ed andare alle mostre, anche da sola. Non dipendere dagli altri.

Sabrina ha detto...

bhe...io proverei una volta a farmi una canna ma con roba buona eh...(anche se in realtà non avrei il coraggio perchè ho paura di stare male)...poi proverei una volta fare sesso a tre...(anche se poi mi vergognerei da morire)....poi mi piacerebbe farmi un tatuaggio con le iniziali intrecciate mie e di mia figlia.....poi mi piacerebbe rifarmi il seno....(ma mi sentirei gli occhi degli uomini addosso e mi darebbe fastidio - già provato durante l'allattamento)....poi mi piacerebbe fare un corso di guida veloce in pista come provai tanti anni fa ad Imola, poi mi piacerebbe provare a fare una discesa con il deltaplano....e poi farmi i capelli blu..ma non troppo blu scuri come la Maugeri ai tempi...un paio di toni più chiari...bhe poi la cosa più concreta di tutte forse...avere il coraggio di mettere in vendita il mio appartamento, mollare il lavoro, prendere figlia e compagno e andare via da sta città che diventa ogni gg più invivibile. (leggi Milano). Aprirei un b&b e mi costruirei il lavoro che mi piacerebbe fare...
ehi che figo! come parola di riconoscimento c'è il gg di nascita...chissà che non porti fortuna per il mio sogno più fattibile.....

Lisa Miche ha detto...

rafting nelle gorges du Verdun, provare lo snow board, vedere un tramonto nel Gran Canyon, fare un'esperienza di volontariato in America latina, dormire in un faro nel Maine, pubblicare un libro di foto e poesie tutte mie.... è sufficiente??? ;-)

Maddalena ha detto...

mah, direi che nonostante il mio carattere schivo ne ho fatte parecchie di cose, alla fine.

compreso il rasarmi i capelli cortissimi - ed essere comunque femminile - che è una cosa che ho notato spaventa moltissimo il 99% delle donne, anche quelle che si fanno i capelli rosa ;) la paura di imbruttirsi o di risultare poco femminile (sbagliando) terrorizza anche le più wild inside

di tatuaggi ne ho tre, tutti piccoli, nascosti e molto sentiti. l'ultimo l'ho fatto sulla spalla poco meno di tre mesi fa

forse una delle cose che non ho mai fatto e che comincio timidamente a volere è (ecco, ora sono io che ho quasi paura a dirlo) un figlio.

la Maddalena solita

mela ha detto...

Io da quando avevo sei anni (più o meno...comunque da quando ne ho letto l'esistenza per la prima volta)che volevo fare un viaggio nella Terra del fuoco e l'ho fatto alla "veneranda" età di 31 anni :)
Poi volevo una bimba e toh... adesso ha due anni e mezzo!
Adesso vorrei partecipare alla maratona di New York e ritagliando del tempo qua e là forse fra un paio di anni o tre ce la faccio! (sono un'ottimistona :D)

vali ha detto...

tante cose che NON ho mai fatto ma prima o poi mi sono ripromessa di fare!!!......per primo un tatuaggio..ancora devo trovare il coraggio..(sia del sentire il dolore e sia dell'idea di avere qualcosa di INDELEBILE sulla mia pelle)..i capelli rosa...che qui mica siamo in Inghileterra!! O.o.....salire su un aereo e andare come minimo in America, che io adoro!!,..e prima o poi ci devo riuscire..intanto pensiamo al tatuaggio.....;)

La Pasticcioneria - the party planners ha detto...

Aprire la mia Pasticcioneria...ecco l'ho detto...forse quando esprimi i sogni a voce alta e senti la tua vocina che pronuncia la fatidica parolina rimasta nella tua testa per mesi o anni è già un primo passo o no???

pollywantsacracker ha detto...

Io ho un progetto inventato da me che voglio assolutamente portare avanti, sull'onda di questo entusiasmo creativo che mi ha appena travolto. Stare tutto il giorno con mio fratello mi fa partorire un'idea geniale al giorno. Una è lì che decanta da un annetto ed è ora di realizzarla.
Due, dovrei assolutamente ritagliarmi il tempo per imparare ad andare perfettamente a cavallo.
Infine, ho sempre e solo desiderato di poter mollare tutto, un giorno (pago il mutuo solo per lasciare qualcosa alle bimbe) per andare in Brasile ad aprire una casa famiglia laica per ragazze madri. Non metterti a ridere.

Elisa ha detto...

Mi piacerebbe iscrivermi di nuovo all'università, magari chissà un giorno, magari tra vent'anni.. non si sa mai!

Elisa
http://ciacolamentivari.blogspot.it/

cowdog ha detto...

fino a una decina di anni fa, quando ero ancora una fresca trentenne, di desideri ne avevo una lista zeppa. pensavo avrei vissuto sempre una vituccia insipida e non mi andava un granche' giu'. desideravo provare a vivere all'estero, imparare una terza lingua decentemente, vedere un po' di posti, fare il dottorato su cui mi ero tanto fissata, e poi avere una famiglia, magari anche sposarmi. pensavo che a trent'anni molte di 'ste cose bisogna averle gia' fatte, pensavo di non poterle mai piu' fare. invece un evento triste ha scatenato una serie di altri eventi piu' lieti e di decisioni prese al volo, cosi'. tanti aerei e valigie dopo mi ritrovo ad avere quel che volevo. ora, i tatuaggi non mi sono mai piaciuti un granche', i capelli mi piacciono cosi' come sono, con gli sconosciuti parlo da quando mi sono trasferita all'estero un tot di tempo fa. non ho *desideri* veri e propri, solo voglia di essere capace di vivere al meglio quello che c'e' e magari - quando i bimbi saranno ancora un po' piu' grandi - rimettermi in gioco tornando a lavorare in un ambito completamente diverso. ma per quello che c'e' tempo.

Peggy boop ha detto...

quanto mi piacciono ste domande e i discorsi che possono uscirne fuori da queste domande!
io credo(forse)di voler provare a fare un viaggio da sola. forse appunto.
E poi di altro: tagliarmi i capelli alla valentina di Crepet, farmi rossa, farmi un tatuaggio, imparare la danza del ventre, imparare la lap dance :-) , ma quella che vorrei fare più di tutte è... una "corsetta" alla Forrest Gump lungo tutta la costa della mia sicilia.
Ah si...avere un figlio anche. Questa è quella che mi richiederebbe più coraggio.

Anonimo ha detto...

1. Diventare madre
2. Mollare il lavoro, che non mi piace ma proprio per niente
3. Dedicarmi alla mia passione e trasformarla in lavoro
4. Trasferirmi

In fondo sono le cose che hai fatto tu e quando mi deprimo torno a leggere i tuoi post. Hai fatto diverse esperienze e ne sei uscita vincitrice, quindi rileggendo i tuoi post mi torna il buonumore.
In fondo spero anche io di poter riuscire a fare ciò che mi sono ripromessa.

Marika

Anna ha detto...

Le cose che non ho mai fatto: dunque innanzitutto imparare un'altra lingua e avere il coraggio di parlarla, fare un corso di danza classica (abbandonata anni e anni fa), un tatuaggio, quello no, non ho il coraggio e poi il male!, lasciare almeno per una notte i mei figli! Sono di poche pretese! Intanto partiamo per Londra anche noi e magari l'inglese lo imparo sul serio, e sto preparando una marea di cose da chiederti!
Grazie come sempre, i tuoi post ci fanno fermare e pensare un po' ma con il sorriso!
Anna

mamma, che emozione! ha detto...

Licenziarmi, senza prima aver trovato un altro lavoro.
Protestare, con chi sottolinea i miei troppi difetti e scorda le mie qualità.
Ribellarmi, alla me stessa saggia, paziente e accomodante.
Scusate la carica di aggressività di questo commento, oggi giornataccia.

Vado a fare almeno una cosa nuova e positiva: comprare un quadratino di stoffa per una blogger speciale (vedi http://ninacerca.blogspot.it/2012/05/la-bai-jia-bei-voglio-crederci-un-po-di.html?m=1)

Alice C. ha detto...

- pensare seriamente di aprire un
negozio di cake design.
- trasferirmi all'estero con Lui.
- fare un corso di qualsiasi cosa
DA SOLA.
- non vergognarmi.
- avere il coraggio di tagliarmi i
capelli corti (e trovarli
ugualmente sensuali come quelli
lunghi).
- dare una svolta alla mia vita
con un lavoro che mi spaventi,
si, ma che mi piaccia (ma qui
dipende anche dagli altri).
- sentirmi una persona
intelligente ed importante,
anche senza laurea.
- avere qualche soldo in meno,
ottenendo però un piacere
indescrivibile viaggiando.
- non vergognarmi per qualsiasi
cosa facci, anche quando non c'è
nulla di cui vergognarsi.
- avere la costanza di scrivere un
libro, un racconto lungo o un
romanzo. Al massimo un libro di
cucina.
- fare la volontaria per l'AIL/AIRC

Ce ne sarebbero un miliardo e cinquecentotrentaduemilioni di altre cose che vorrei fare. Queste però sono le prime che mi sono venute in mente!
Bel post!

Alice
http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

PaperPusher ha detto...

Ecco, ci riprovo...sono settimane che cerco di rispondere su questo blog a ciò che scrivi e nulla...non funge..Il punto è che sono a londra anch'io, dal primo di giugno (fresca fresca) e la lezione di burlesque mi incuriosisce, che dici, mi aggrego.
Ah, io i capelli li sto facendo bianchi...è un work in progress per il momento sono ancora biondosi...
Ti prego, dimmi che me lo invia...

Anonimo ha detto...

Sono sempre stata molto estrema nelle mie esperienze, ho cercato di fare sempre tutto quello che mi passava per la testa senza rimorsi, mi buttavo...ma mi ha portato ad avere attacchi di panico. C'è un sogno nel cassetto ma che non ho le palle di realizzare...avere un bambino!

Anonimo ha detto...

Bella bella domanda...dunque, le prime che mi vengono in mente, senza ordine di importanza:
- una l'ho gia' fatta: anche io vivere all'etero con due bambini e in attesa del terzo.
- comprare un cappello per il matrimonio tipo Kate per il jubilee...
- fare un viaggio esotico con tutta la mia famiglia.
- lavorare come architetto a Londra: ristrutturare e arredare la casa di un russo a Chelsea.
- riuscire a comprarmi casa a
Londra.
- tornare in Italia far 10 anni, andare a vivere in un bel posto vicino al mare e aprire una piccola attivita' turistica...

mi fermo qui
Antonella

Cinthya ha detto...

Ciao, prima complimenti per il blog!!!
Io vivo al estero da tanto, cosa che mai avrei pensato fare , ed eccomi qui
Vorrei tanto farmi un tatto, spero questo anno trovare il coraggio ;) poi andare in crociera, visitare Mikonos, imparare a guidare, fare body jumping, e tante altre cose che per adesso sono nel cassetto, ma quando vedo la opportunità la colgo al volo...

mafalda ha detto...

Oggi intanto ho fatto per la prima volta un viaggio "lungo" da sola con la Purulla.
Progetti, sogni, pure capricci ne ho realizzati tanti. Mi piacerebbe trovare un lavoro soddisfacente, quello sì.

mammasuperabile ha detto...

mi piacerebbe diventare ancora madre fra qualche anno e vorrei poter prendere la laurea specialistica
per il resto mi ritengo soddisfatta, grazie!

CherryBlossom ha detto...

Dunque: trasferimento all'estero, fatto (già due volte); un figlio, fatto; parlare con sconosciuti, ormai sono una specialista; capelli, già dato quando ero più giovane; tatuaggi, never!
Sogni da realizzare ancora tanti (troppi?), ma direi che quello che davvero voglio è provare per una volta a vivere un anno da vera ottimista. Sono stata cinica troppo a lungo e ho voglia di cambiare.

Morgana ha detto...

Beh io posso dire che quello che volevo fare l'ho fatto: vivere all'estero, imparare due lingue, viaggiare da sola, andare in posti sperduti, fare il medico in Africa, ballare su un palco in un musical.

i tatuaggi mi fanno orrore. I capelli mi piacciono così come sono.

Anonimo ha detto...

Seno nuovo...non avrò mai il coraggio
Corso di fotografia... Prima della fine dell'anno
Viaggio in Australia... Con tre bimbi non so, ci proveremo
Corso di giardinaggio... Forse l'anno prossimo
Aprire un locale dove cucino con cucina aperta sul locale, musica dal vivo, mio marito accoglie gli ospiti e figli mio padre aiutano... Un sogno... Chissà!

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Vivere qualche mese a Londra... non per sempre. Fare il giro del mondo. Dire la prima cosa che mi passa per la testa quando mi passa per la testa (e non importa dove e con chi sono). Fare ciò che voglio quando voglio, senza sottostare al volere di altri che mi condizionano. Scappare: prendere il primo treno che passa e scendere ad una fermata a caso. E vagare...

Bonzomamma ha detto...

Allora... fare tre figli, in dirittura di arrivo
un lavoro appagante: ci stiamo provando
una casa fantastica al centro di Roma: fatto
sposarmi: fatto
viaggiare da sola: fatto
amare me stessa e non sentirmi inadeguata sempre: ci stiamo lavorando
passeggiare al tramonto con mia sorella e i bambini in tranquillità: forse un giorno
...
e molti altri che si realizzeranno. Basta avere fede.

Anonimo ha detto...

Andare a vivere on australia
Lavorare per la comunitaà europea
Avere una enorme casa sulla mia spiaggia preferita
Fare altri due figli

(sembra si scrivere la letterina a babbo natale!!

mikkamade ha detto...

...fare un grosso, grossissimo respiro e dire ai miei genitori e a mia sorella che gli voglio bene!!!
...riuscire a fare finalmente il Cammino di Santiago di Compostela..
ciao

Laura ha detto...

Smetto di sbellicarmi per l'acaro di qui e per il post precedente per dire che quel che non ho mai fatto è

...vivere QUI E ORA (ovvero avere un qui e ora che non necessiti di illusioni continue).

Ho iniziato a farlo da poco (sì, anche io mi trovo nella fase "cose mai fatte", ovvero, non necessariamente nell'ordine: capelli tagliati cortissimi da sola, pausa da tutto presa, una risoluzione importante quasi maturata etc).

Sarà la Primavera? (Ecco perchè amo la Primavera, ah ah).

Rebecca ha detto...

la mia "nuova vita" inizierà mercoledì prossimo... ho lasciato il lavoro (nessun contratto, 5 mesi arretrarti ed essere incolpata che lo studio non incassa perchè quando la piccola sta male, perdo qualche mezza giornata(mi sembrava giusto specificare visto il periodo))... Quindi dovrò:
- non crollare in crisi di pianto assurde davanti alla mia piccola (mi sono una stra m..da ma non riesco a trattenermi);
- non sertirmi in colpa per essere senza lavoro;
-inventarmi un nuovo lavoro dimenticado la passione allucinate che ho per il lavoro che attualmente ho (cosa forse impossibile)
- trovarmi cmq uno spazio SOLO mio;
- prendermi cura della casa e del giardino come vorrei ma non trovo il coraggio di farlo per paura di "esaurirmi" ( quando vorrei una Barbara...);
Scusa il papiro... andrei avanti all'infinito

Francesca ha detto...

Io credo che trasferirti all'estero e sopravvivere egregiamente ai primi tre mesi ti abbia dato una grande carica accrescendo la tua autostima. Ricordo troppo bene certi tuoi post tristi e sconsolati per non dirti ora: brava! E ben vengano i capelli rosa, gli asili emo, il corso di burlesque e qualsiasi altra cosa ti passi per la testa. Ogni lasciata e' persa, mi ha insegnato mia madre. E allora respirati a pieni polmoni questa tua vita londinese e prendi tutto il buono e il folle che ha da offrirti. Finalmente sei scesa da quell'altalena, ti sei fatta un giro per il parco e ti sei resa conto di quante cose belle abbia il mondo da offrirti...
Per quanto mi riguarda: vivere all'estero, USA o Svezia. Farmi un tatuaggio, piccolo ma significativo. Lanciarmi col paracadute.

Ps. Guarda che io sabato mi presento col tuo libro da autografare e probabilmente straparlerò ripetendoti Hey io sono quella che ti legge da sempre sempre e blablabla...non farci caso, tu annuisci, come si fa coi pazzi....

Laura ha detto...

Ore 00.52, ancora una di studio. In genere questo è il momento di ogni notte in cui iniziano gli improperi e mi chiedo machic###omelofàfà di voler diventare proprio neurochirurgo. Perchè, in questa vita qua, senza aspettare la prossima, non sono andata a vendere il cocco in spiaggia a Capoverde? Perchè non ho già un figlio? (perchè c'ho paura, ecco perchè, perchè ho orari così sballati che persino i cactus mi muoiono di sete)
Perchè continuo a tenermi il piumino nel letto anzichè spostarmi nella magica fascia di clima accogliente che c'è tra un tropico e l'altro?
Nella prossima vita vorrei non pensare alle vite altrui nel modo in cui lo faccio ora, pervasivo e totalizzante, e vorrei non dover rincorrere la mia. Vorrei non amare così tanto essere medico (non farlo, esserlo proprio). Vorrei pensare a Pampero e Pampers.
Ma poi tra circa 3 minuti andrò a farmi il caffè e, per qualche strano riflesso che nessun libro sul cervello potrà mai spiegarmi, l'amore per questa vita qui tornerà ad assalirmi, a mordermi alle caviglie e a tenermi sveglia, perchè il sogno più bello lo sto già facendo.
Keep your fingers crossed :)

Alem ha detto...

Il rossetto rosso, mettiti il rossetto rosso! :)

Anonimo ha detto...

Ciao. Complimenti davvero per il blog. Ti leggo assiduamente...
Io sono una che non fa voli pindarici. Troppo banale. Troppo normale. Quindi le cose che io non ho mai fatto rientrano nella categoria delle cose che fanno in tantissimi, considerandole pure noiose, e che non si sa bene perchè io non abbia fatto ancora.
Cose tipo:
1. prendermi cura del mio terrazzo troppo anonimo, riempendolo di piante e fiori. Preciso che di verde non ho neanche il mignolo!
2. fare colazione su quel terrazzino
3. organizzare un pranzo di Natale a casa mia con l'atmosfera più sfacciatamente natalizia che si possa immaginare.
4. un giro in bicicletta, nel verde (non so andare in bicicletta)
5. una rimpatriata con amici che non vedo da un decennio per raccontarsi tutta la vita in un paio di ore.
6. una rimpatriata con un ex a cui sono ancora affezionata per raccontarsi tutta la vita in un paio d'ore
7. un lavoro che mi piaccia
8. un luogo viaggio in un periodo qualsiasi dell'anno, che non sia agosto

e molto altro ancora...
sono una noia mortale eh?

donnette fever ha detto...

Vorrei poter dire di No senza sentirmi in colpa!

Anonimo ha detto...

"colleziono" 1 phd & 2 master& 2 figli&1 vita all'estero& 1 compagnoamicomarito; in ordine non gerarchico ovviamente. A volte non mi fermo per rendermi conto di quanto ho fatto, vissuto, conquistato a fatica, con sforzo e felicitá allo stesso tempo.

Per questo il tuo post, mi fa riflettere a 30 anni nuovi di zecca, sulla quantitá di cose, fatti e persone che hanno lasciato impronte nella mia vita. Ovvio che ne sogno ancora, inquieta e curiosa per definizione, ma mi dico, di non pretendere troppo e assaporare un po'di piú ció che mi circonda e appartiene.Per non fare elenchi...e sostituire la parola "colleziono" con la parola "valorizzo".

sabina

made by color ha detto...

In perfetta sintonia con Laura, vorrei vivere '"QUI e ORA" e scoprire che ci si puó stare benissimo.

Milkfree ha detto...

Anche a me piacerebbe tanto provare a vivere all'estero, cosa che non ho mai fatto per un periodo piu'lungo di un mese..anzi, vorrei poter provare a vivere in mille posti diversi, tipo un anno qui, l'altro anno là..fosse possibile!!
Adoro i capelli rosa, e adoreo il look di Londra e del regno unito in generale..c'è una creatività enorme, passavo le giornate a fotografare le ragazze vestite in modo improbabile ma meraviglioso!Altro che le "divise" che ci mettiamo qui in Italia..

Anonimo ha detto...

Le cose che farò. Mi piace di più…mi stimola, mi porta a pensare che i sogni alle volte sono realizzabili.
Perché se ce l’hai nel dna questo istinto ‘di volere qualcosa di più…qualcosa di diverso’, non lo puoi ignorare per sempre. Viaggiare. Viaggiare è fondamentale per me: voglio portare mia figlia senza paura nel mondo, inebriarla di colori, profumi, volti, modi di pensare diversi. E poi andarmene, trasferirmi si, in un posto dove lei non possa sentirsi una ‘disadattata’….solo perché ha aperto cuore, anima e cervello.
cy

Smemory ha detto...

Lasciare la vita finora fatta di doveri e rigidi e schemi e....fottermene allegramente e se mi va mi dipingo le unghie di blu i capelli di verde e un tatuaggio sulla pancia ma scherzi a parte il mio cambiamento e' gia' in atto...gia' aprire un blog e' stato il primo segno!

Wonderland ha detto...

DOvete perdonarmi se non riesco a rispondere ai vostri commenti, ma questa settimana è 'half term', ovvero i bambini hanno una settimana di vacanza da scuola/asilo e... potete immaginare! Grazie cmq di tutte le vostre parole, racconti, sogni. Trovo molta ispirazione in quello che dite...

Dear Prudence ha detto...

Beh.. tatuaggi fatti (l'ultimo 3 mesi fa) .. ed ora il mio sogno è il terzo :)
Ciuffoni biondi..fatti anni fa.. ma un bel ciuffo blu non mi dispiacerebbe :D
E per il resto... ho solo 22 anni, ma il mio sogno sarebbe di avere un figlio, con qualcuno di importante..
E ritornare a Londra, e chissà.. fare un viaggio di un mese, due, e girarmi tutta l'Inghilterra :)

Chicca ha detto...

- Prendere lezioni di canto: lo sogno da quando avevo 14 anni, non l'ho mai fatto &...ora siamo a 30.
- Fare il giro del mondo, magari in 80 gg, come Phileas Fogg per aprirmi la mente.
- Cavarmela da sola abitando all'estero.
- Cestinare Laurea in Legge & Master per dedicarmi alla gastronomia & alla natura...forse aprendo un agriturismo.
- Sbattermene dei giudizi altrui...fidandomi di più di me & del mio istinto

mellyb ha detto...

allora wonder a Settembre la mia piccola inizierà la scuola dell'infanzia e la grande la scuola primaria... da un anno sto preparando la lista di cose che desidero fare: un corso di fotografia, uno di cucina, iscrivermi in palestra, continuare il mio hobby di restauro mobili.
anch'io sto meditando di scrivermi qualcosa addosso, per celebrare la mia rinascita. che dire poi...sognavo due bimbe meravigliose e sono arrivate, una casa in campagna c'è e l' adoro, un lavoro che mi permette di seguire le mie bimbe e fare mille altre cose. cosa desidero ancora?? un viaggio avventuroso in sudafrica, una casa sul Lago di Garda (mio marito è di lì)e nuovi sbocchi professionali...
per ora penso a settembre e al mio tempo libero!!!! ti adoro!!!!

Edinoia ha detto...

uuu...che tasto!!!
* scrivere un libro (mica paglia... eheheheh...tu almeno ce l'hai fatta): ho avuto una vita (30) fino ad ora modestamente significativa e mi piacerebbe raccontarla e lasciar traccia nel futuro... ma la più grande soddisfazione sarebbe regalarne 2 copie alla mia prof di lettere delle medie (lei e i suoi 4), così mentre ne legge una, l'altra gliela faccio ingoiare (x non dire altro!).
*lasciare il mio lavoro per fare quello che mi piace (al momento non è logisticamente ne economicamente molto fattibile...quindi resto in attesa)
*appassionarmi alla gestione ed allestimento di casa (è piuttosto spoglia e lasciata ad un impostazione "comoda"...forse xè so che qualsiasi iniziativa sarebbe 'commentata' da mio marito...e non per forza gradita)
*andare a trovare i miei vecchi insegnanti e mandarli a stendere, non tutti...ma sicuramente quella di cui sopra!
*vincere il superenalotto o analoga lotteria milionaria
*iniziare a giocare al superenalotto o analoga lotteria milionaria

:-)))

Gina Barilla ha detto...

mmm...vediamo...c'è una cosa che vorrei tanto fare ma per cui non trovo proprio il coraggio: lanciarmi con il paracadute!
Mio marito mi stressa da 2 anni, io tergiverso da altrettanti e da più di un anno accampo scuse nano correlate: sono incinta, non vorrai mica lasciarlo orfano?, è in una fase della vita in cui vuole stare solo con me e con nessun altro... a volte vorrei finire le scuse, a volte vorrei trovarne tante fino ad arrivare a quella definitiva: sono vecchia, ho l'osteoporosi, se mi lancio mi rompo un femore quando atterro.

Niente male i capelli rosa, io li avevo fatti addirittura di due colori.. ma ero giovine giovine..

Sascha - Coffee and Heels ha detto...

Licenziarmi.

L'ho fatto. E non vedo l'ora che inizi la mia nuova vita, libera e leggera.

shatzy ha detto...

Argomento scottante, per me almeno! Sono mamma da meno di un anno, e ho scoperto che diventarlo mi ha riaperto cassetti che pensavo blindati, perchè è come se fossi nata di nuovo e, toh, si ripresentando desideri sopiti!
Tra i primi: viaggiare, viaggiare, viaggiare, da sola, con mio figlio, col mio compagno.
Poi magari imparare una nuova lingua, il francese, o lo spagnolo.
Tagliarmi i capelli molto corti, sì, senza paura di sembrare frankestein col doppio mento (ho la fronte alta), e avere una casa tutta mia, e ci si sta lavorando.
Last but not least...cambiare lavoro, avere il coraggio di credere in quello che sono e che posso fare, questo mi terrorizza!
Brava Chiara, continua così che noi ti veniamo dietro!!

sybin ha detto...

Due cose vorrei fare che non ho mai fatto:

1 - Lanciarmi col paracadute.
Questo prima di scoprire che sono (diventata) una fifona: già mi vedo, attaccata all'istruttore che punto i piedi all'imboccatura dell'aereo, urlando "mavoisietemattimoriròòòò!" La scoperta della fifa è avvenuta quando ho avuto la brillante idea di farmi un percorso a ostacoli sugli alberi, a 30 metri da terra, con imbragatura di sicurezza, casco, cavi anticaduta e assicurazione sulla vita.
Mi sono ritrovata a camminare su un tronco lungo tre metri e largo 10 cm e a pensare: "ma è un po' alto qui. Oddio. 'Sto coso dondola troppo. Sono molto in alto. Forse mi gira la testa. Umh. E se si rompe il cavo? Mi sa che nunjelafacciovojomamma."
Poi chiaramente ho finito il percorso con dignità (compreso il dondolare su una liana), ma purtroppo i miei tentennamenti sono stati immortalati in video. No, non è su You Tube.

2 - Scrivere un cazzo di libro.
Ma per la fifa di cui sopra, non so ancora come né quando.

Naturalmente, "chi vivrà, vedrà!" (cit.) Oh, voglio sapere tutto sul burlesque: da quando ti seguo ho imparato varie cosette, da cosa sono le peeptoe a che cosa comporta l'abbigliamento boudoir, quindi son qua, sono tutta orecchie! E si, prometto di guardarmi "Sex and The City". Visto che la seconda serie di Game of Thrones è -già- finita!

Anonimo ha detto...

Tornare a vivere a Londra. Ci sono stata per 1 anno e 7 mesi, il periodo più bello di sempre, cominciare a sentirmi autonoma. Poi sono cominciati i casini familiari (degli altri) e mi sono trovata ad un bivio: continuare a vivere la mia vita o tornare all'ovile per mantenere l'equilibrio (degli altri)? Ovviamente ho fatto la scelta sbagliata e ho mollato tutto. Sono così insoddisfatta della mia non vita che mi chiedo se mai avrò una seconda possibilità.. E dopo un secondo mi sento così egoista per aver pensato queste cose..

Ecco, per me il coraggio di togliermi un po' di questo spirito di sacrificio e il coraggio di fare scelte egoistiche.

E

Anonimo ha detto...

@anonima E

Ti capisco perfettamente. Anche io mi sento un po' intrappolata nei casini familiari (degli altri), con la differenza che non ho mai potuto vivere a Londra o all'estero, ma che vorrei tanto poter fare, almeno per qualche tempo.

Anch'io alterno momenti in cui penso "basta" vado via - anche se sarebbe comunque oggettivamente dura avendo tutto sommato una buona posizione lavorativa in Italia assolutamente non spendibile all'estero dove dovrei andare a fare tutt'altro e buttare anni di studio in quel posto - a momenti in cui mi dico che devo restare, almeno finchè morte non ci separi, per mantenere l'equilibrio e non fare andare in scatafascio emotivo persone e situazioni.

Ci sarà mai per me una prima possibilità? Mah..mai dire mai.

So che la vita è in continua evoluzione per cui magari ci sarà o magari no, o magari sarò anche io stessa a non volerla più tra qualche tempo. Chi può dirlo?

L'unica costante del mondo è il cambiamento, fuori e dentro di noi, per cui, coraggio!

E.

Oltreverso ha detto...

Oggi commento anche io, che passo sempre di qui ma lascio ben poche tracce. La cosa che mi ha richiesto più coraggio e che pensavo che non avrei mai fatto? Un figlio. Passo definitivo, da cui non puoi più tornare indietro. E guai se non lo avessi fatto: la vita ha davvero più dimensioni e strati: da lì in poi sai con più chiarezza e determinazione cosa vuoi e te lo tieni stretto, lotti per raggiungerlo. Sei più forte e disposta a metterti in gioco. Ma quante cose ci insegnano questi figli? Cose hè non ho mai fatto? Provare a vendere le mie creazioni... Passetti passetti passetti...

Anonimo ha detto...

Fatt o piu' o meno tutto cio che e' stato nominato nei vari commenti, tranne il paracadute, a cui non tengo, la mia lista si fa sempre piu' difficile, da pensare e realizzare...
Qualche altra idea?

PS. Grazie alla tua idea del volontariato, questa estate mia sorella invece del solito corso di inglese fara' un'esperienza di volontariato in un oxfam che vende i libri.

Anonimo ha detto...

Ho fatto tante cose nella vita, esperienze di studio all'estero, un marito ,un divorzio, un nuovo compagno, una figlia ,tre traslochi...qualche viaggetto, una moltitudine di concerti,cosa vorrei ?

Andare a new York e gustarmi con il mio compagno una partita dei new York yankees

Vedere la Nuova Zelanda,il mio sogno da sempre

Imparare a convivere con lo specchio

Ricominciare a fare la guida parco

Cambiare lavoro

Fare volontariato in Africa

Vedere se la mia protesi all'anca regge al bungee jumping...beh questo ovviamente nn lo faro'....mica so scema ...se poi mi parte la gamba modello barbie mi pare brutto....

Arianna

InsalataMista ha detto...

Le cose che non ho mai fatto. Bello. Una cosa che ho sempre desiderato e che non farò mai più è l'Erasmus. Due volte ho avuto l'occasione, due volte mi sono tirata indietro. Avrei voluto vivere un po' da sola, in Spagna, lontano da tutto e da tutti. Sarei stata felice? Diversa? Non lo so. Alla fine non ho avuto il coraggio di farlo.

Un'altra cosa che non ho mai fatto e che invece farò è andare in Giappone. Parto il 2 Luglio per due settimane fai da te (anzi, fai da ME) insieme a quello che tra dieci giorni da oggi diventerà mio marito.

Tingere i capelli uhm... Non è in cima alla mia lista, l'ho fatto una volta e non mi piace proprio. Tatuarmi... Già fatto (ma ci ho messo sette anni a trovare il coraggio).

Che altro? Imparare il giapponese, scrivere un libro, ricominciare a disegnare, trovare qualcos'altro che mi appassioni (di quella passione che ti prende allo stomaco, come quando a quindici anni non dormi se non finisci il disegno che stai facendo, completamente rapita).

Forse vorrei solo che la mia stupida parte razionale tacesse.

slutty ha detto...

Sono per natura una che compila liste, solo che di voci non ne spunto mai abbastanza.
Circa la mia lista delle Cose che non ho mai fatto (leggi anche Cose che mi fanno Fottutamente Paura, dice più o meno così:

- invitare un ragazzo fuori, fargli capire che mi piace.

- parlare con gli sconosciuti, baciare a prima vista ( dio come mi sono rivista in quel post!)

- vivere avventure improbabili, correre rischi, essere sconveniente.

-andarmi a sedere a un esame senza essere preparata al 100% che tanto se ti boccia non muori mica.

-fregarmene se arrossisco così violentemente, per un'emozione, per un complimento.

-fare un viaggio da sola, di quelli che sei in cerca di qualcosa, non sai cos'è ma sai che c'è.

La lista continua ma queste sono alcune delle cose che mi rappresentano meglio.

Blog Widget by LinkWithin