il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 24 luglio 2012

Cose che capitano se dici 'sì'.

"Sì" è la mia nuova parola preferita.




Non significa che io sia salita su questa giostra, no, mai.
[Archiviate sotto: cose che non farei nemmeno dopo una tanica di Chianti. Odio odio le giostre e le montagne russe.]
Ma è un periodo che, dopo un nerissimo momento di 'no, no e NO!' (battendo i piedi, se necessario, come saggiamente mi suggerisce qualcuno) sorrido al cielo grigio o azzurro non importa, penso che ho due piedi e una città da esplorare, che il tempo investito in cose diverse e incontri nuovi è sempre ben speso, e dico: SI'.
Ad esempio, essendosi diradato il mio impegno al Charity Shop e avendo bisogno di parlareparlareparlare inglese, un'amica mi fa: 'conosco una ragazza che cerca aiuto per il suo lavoro, ti va di andare?'.
SI'.
E sono finita nello studio di un'artista - una vera eh, no tipo: 'vendo i quadri a mio cuggino, mi nonna, l'amico di papà', lei è livello Tate (!!!) - ad aiutarla con la sua nuova installazione.
E io, sicura, sicurissima che ci avrei trovato altre ragazze uidautArtNéPart come me, e invece erano tutte artiste.
"Tu che fai?"
"Aehm. Scrivo."
"Aah.."
"Ma posso aiutare, ho due mani!"
E infatti aiuto. E wow, non è assolutamente roba mia, ma sono moderatamente fiera di tutto questo.
E non fa fichissimo dirlo? Voglio dire, lo racconterò ai nipoti.
'Eeeh una volta... l'artista... blabla... artnépart...'
Londra non smette mai di stupirmi.
 Sono innamorata di questa città, e ugualmente la odio - che è la base delle grandi passioni, in fondo.
Pensare che quasi non ci volevo venire.
E invece tiè, questa ha il cielo grigiotristezza che ti pesa sulla testa, un clima demmerda e la pioggia che quando non la vedi quasi fa strano, e poi riempie il lungofiume di sabbia arcobaleno.
Che la mettevi sul Tevere e te ritrovavi le Pantegane gayparade.
"Che è, un Mini Pony?"
"...no."
 E' al Southbank Center, se siete da queste parti.
Giusto sopra alla zona 'rainbow sand' c'è uno spazioso bar all'aperto dove Pimm's, birra, prosecco e vini rendono frizzante la serata quando l'aria della sera inizia a colorarsi di tramonto.
Le sere d'estate, qui, sono lunghissime.
Nello stesso posto c'è London Wonderground, che vale un giro e una birretta seduti in una macchinina a scontro, mentre dietro di voi è in scena un Freak Show come nella migliore delle tradizioni circensi e uno degli spettacoli sta per iniziare.
Io non sono riuscita a vederlo (cavolo, iniziava alle 7...) ma pare che Cantina sia sensazionale, tipo, l'altroieri c'era pure Madonna tra il pubblico. E poi che ci posso fare, io l'atmosfera lascivo-decandente degli artisti circo/burlesque la amo con tutto il cuore. Mi fai vedere un poster con le scarpine di strass, le calze a rete, il tatuaggio, il pizzo bianco e il filo da trapezista.. muoio!
Per non parlare di Boom Boom Club. Con l'afterparty. Ci voglio andare tantissimo.
Se volete proseguire la serata, Bermondsey è poco lontana e ci sono ristorantini e tapas bar molto carini, come Village East, The Garrison Public House , José.

Intanto a Londra è arrivata l'estate: sole, ventotto gradi, sandali aperti e tutto il rodimento di culo per la scatola di vestiti estivi persa nel trasloco, ma va bene così. Dopo esserci lamentati per mesi di un tempo che sostituiva la pioggia solo con 'più pioggia', questo cielo azzurro sembra un regalo.

Qualche Instagram pic di Southbank/London Wonderground:

 Follow me on Instagram: @machedavvero

Condividi

79 commenti:

Anonimo ha detto...

A londra le serate estive sono lunghissime ... hai raggggione !!! ti regalano un sacco di tempo e le giornate hanno il potere di durare anche oltre alle ore di lavoro <3 <3 <3
Giada

...ma la notte no! ha detto...

WOW! Amazing! Penso che se ti vaccini al cielo grigio è proprio piena piena di sorprese Londra!

fenice7810 ha detto...

Stupendo!
Se il costo dei biglietti non fosse triplicato, ci farei volentieri un salto. Non sarebbe il primo per me ma con il nano, sì.
Mi piace la definizione di odio ed amore per le grandi storie. Ricalca perfettamente i miei contorni.
Sono molto felice di vedere quante opportunità tu stia cogliendo. Continua così. Ma non sono certo io quella che deve dirtelo, vai alla grande da sola, tu.
Baci da Roma
Saretta

Vere ha detto...

Che figata Wonder.... che figata... non so dire altro, ma questa la aggiungo alla lista "prossimecosedafarequandotornoalondra" e le pantegane minipony di Roma, ma anche Genova, non sono uidautArtNèPart!! ahahahah

pesopiuma ha detto...

Quando leggo i tuoi post, si squarcia lo stomaco, tante emozioni regalano("lo stomaco" è ilmiopiù gran sentimento). Regali un viaggio ogni volta.

nonesistisolotu ha detto...

Presto verrò anch'io li.
Prima di partire passerò a salutare le pantegane.
Ah, spero di arrivare in tempo per lo spettacolo delle 7.
Ci troviamo li. cielo grigio o no.
Ma purchè ci sia la magia che racconti.

Miche ha detto...

Marito a Londra per lavoro da un mese...io e i bimbi ancorati al Bel Paese come una famigliola di cozze allo scoglio.
Leggendo come descrivi la città e la vita verrebbe la tentazione di trasferirsi...tentazione che dura il tempo di un tuo post, che non mi dà sufficiente coraggio!!
Chissà se darebbe anche ad un'ingegnerina del Comune di provincia qualche possibilità che nemmeno la fantasia fa immaginare!!

MISSLORETTA..UN MONDO A COLORI! ha detto...

wow! sembra di essere all'intero di una fiaba, più che foto, sono illustrazioni di un libro per bambini, quelli in cui ti perdi all'interno di un posto così misterioso che confondi la realtà con la fantasia! dico SI!

LittleActress ha detto...

I tuoi post hanno sempre il potere di mettermi in crisi, fanno venire quella voglia irrazionale di prendere tutto e partire, che fa a pugni con la mancanza di coraggio (anche quella irrazionale!) che mi contraddistingue, quindi beh...grazie! :)

ha detto...

Quattro anni e la adoro sempre di piu', bello vedere gli stessi posti che vedo io con occhi diversi pero'!

Anonimo ha detto...

Che bello wonder, io amo Londra e queste splendide foto mi fanno venire voglia di tornarci! Un consiglio: mi sono trasferita da sei mesi a Bruxelles con un nano di 18 mesi e un marito che lavora tutto il giorno.. Ancora neanche l'ombra di un amica! Tu come hai fatto a farti un tuo "giro"?

Robin ha detto...

E' dal post "push your luck" che sto provando a essere più ricettiva e aperta nei confronti delle occasioni, ma la mia fase "yes man" fatica a ingranare.
Leggendoti sembra che tu ci sia scivolata dolcemente e senza traumi e, anche se so che non è così, non so cosa darei per un po' della tua intraprendenza...

la nocciolina cosmetica ha detto...

Ma è bellissimo come hanno attrezzato questa zona! Il giardino color arcobaleno...
Poi le tue foto sono fatte davvero benissimo!
E' una vita che leggo i tuoi articoli su cosmopolitan, ma solo ora mi sono sicritta al tuo blog...
E sai che ti dico...mi piace anche di più! ;-)
Un bacione,
Rob

Rebecca ha detto...

Avevo visto le foto su Instangram... ma leggendo il post, mi è sembrato di essere stata "rapita" dalle pagine di un libro... Continua così, prima o poi a Londra riuscirò ad andare pure io!

eleonora ha detto...

Il 26 luglio nella sala da ballo Clore al Southbank Centre due spagnoli costruiscono un labirinto di libri cit:"Il labirinto, che coprirà oltre 5.000 metri quadrati, sarà realizzata con 250.000 libri e le sue pareti misureranno 13 metri di altezza. Saboya e Pupo, sperando che il pubblico li aiuterà nella costruzione, hanno indetto un bando per volontari." Che dici, l'idea ti piace?

Serena Verdepomodoro ha detto...

un artista vera..... io in effetti ne conosco solo di quell che vendono quadri ai cugggggini!

Anonimo ha detto...

Quando accedo al tuo blog la speranza è di trovare un tuo nuovo post, se così è, sono felice. Vorrei tanto essere quella parte un po' matta di te, che dice si a nuovi lavori mai fatti e prende e parte per una città del tutto nuova. Brava Wonder! Sappi che molte di noi, nonostante queste nostre vite fatte di casa/figli/desiderinascosti/vogliadinuovo ti ammirano...e io sono una di queste!

viachesiva ha detto...

Che spettacolo.. dovresti fare una sezione/post in continuo aggiornamento con tutti i posti consigliati a Londra.. Tipo miniguida.. Io ci vengo ogni anno ma tutti questi posti mi mancano, ad ottobre rimedierò! :)

Biancaneve ha detto...

Hai letto "yes man" di Danny Wallace? :-D
Una lettura leggera, piacevole, divertente, ma per niente banale (ci hanno tratto anche il film, con Jim Carrey, ma il romanzo merita di più). Racconta, com'è intuibile dal titolo, che cosa succede a dire sempre "sì" e va da sé che il protagonista si ritroverà a vivere avventure rocambolesche.

Complimenti, as usual, per le tue foto che raccontano Londra e che me ne fanno innamorare, se possibile, ancora di più di quello che già lo sono.
Fai bene ad aprirti a questa meravigliosa città! :-)

Claudia ha detto...

Copy/paste: <>
Ti leggo sempre volentierissimo, ma è per frasi-verità come questa che sei irrinunciabile! ;)

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Io questa storia dell'artista da aiutare con le sue installazioni te la invidio tanto, ma proprio tanto, tantissimo!
Evviva i "Sì"!

mafalda ha detto...

Ti sento allegra e sono molto felice per te :)
Sara

eli ha detto...

Ma il tuo lui, anzi il vostro lui... che fine ha fatto?

Lisa ha detto...

Quando tornerò a Londra mi dovrò ricordare di dare una letta a questi post, ci sono suggerimenti utili per visitare la città al di fuori delle solite viuzze :)
Basta un giorno così, per cacciare via tutto lo sbattimento che..etc etc la canzone la conosci immagino ;)

Wonderland ha detto...

@Claudia quale? :))
@Jane sì, sono stata fortunata, è una bellissima esperienza.
@Mafalda grazie :))
@Lisa e viachesiva mi piacerebbe tanto fare una sezione solo di tips su Londra, purtroppo mi manca un tecnico che mi aiuti col sito :/ mischiarle ai post non mi piacerebbe
@eli ovviamente si gode Londra con me :)

patama' ha detto...

la sabbia arcobaleno mi toglierà il sonno....ma come diavolo fanno a tenerla separata e quanto è dannatamente bella? mi ci rifaccio il pavimento del salotto...

Gaia ha detto...

wow quando ho letto "sì", pensavo ti stessi per sposare!!! :-)

Eliebasta ha detto...

E tra poco inizieranno le Olimpiadi! Adoro il clima da Olimpiadi! Io l'anno scorso avevo fatto domanda per dei biglietti, ma sono rimasta a mani vuote....peccato.

Francesca ha detto...

"lavorare" stando a contatto con gli inglesi è in assoluto il modo migliore per imparare bene la lingua, quindi brava continua ad andare alla galleria e a dire di sì a qualsiasi nuova esperienza di vita ti venga offerta. E poi hai visto, l'estate è arrivata anche lì e dai, vuoi mettere un cielo azzurro e dei gradevolissimi 28 gradi? Non c'è confronto con gli asfissianti 36 (percepiti almeno 40) dell'Italia, no?
:-D

Saretta ha detto...

Ehi perché non pensi seriamente di pubblicare una guida turistica di Londra: sarebbe sicuramente originale e interessantissima. Ma soprattutto un nuovo modo di vedere e vivere Londra. Il titolo sarebbe facilissimo: WonderLondon!!

Pixel, Monsters&Co. ha detto...

...maaaa non si può rivelare il nome dell'artista per gli appassionati di arte contemporanea e grandi fan della tate modern ??? :)

Anonimo ha detto...

Mi fai venire voglia di venire a Londra!

Tonolli ha detto...

Che meraviglia il circo un po' decadente, un po' vintage e sempre molto belle le tue foto!
Se ti piace il genere ti consiglio di "googleare" "steampunk circus" ti si aprira' un mondo ;) e di guardare il cartone "Coraline", se gia' non lo conosci, che e' delizioso.
Trovo molto valida l'idea di una guida di Londra ( anche scaricabile....tipo APP) con tutti i tuoi consigli e le tue foto e perche' no, anche dei disegni fatti da te....caso mai una caricatura tua e di Polpi! :D

Un bacio
Tonolli

Barbara ha detto...

Cara Wonderlan,

a volte penso che la mia vita sia stata scritta da uno sceneggiatore di una Fiction di Rai 2 ma poi, quando leggo i tuoi post mi dico:
" Ehi il suo invece lavora per la NBC!".
Per fortuna mia, l'invidia non mi appartiene!
Sei bravissima,
un abbraccio
Barbara

Cappuccino e Baguette ha detto...

No, la sabbia arcobaleno è geniale. *.*

La propongo all'ufficio turistico per una spiaggia a caso della Costa Azzurra! Non suona bene la Côte arc-en-ciel?!?

Anonimo ha detto...

il nome dell'artista prego, perchè tra fare i quadri per il nonno e esporre alla Tate Modern c'è un bel po' di differenza

noi e il capo ha detto...

che voglia di partire, ma non per un viaggio, partire con un bel biglietto di sola andata. e qua si torna al discorso dei si e delle mie solite incertezze per cui è un continuo "si io cambierei però...". aspetto che il coraggio mi travolga o che qualcuno mi trascini. intanto grazie per i tour di londra che mi regali!
francy

Valentina ha detto...

Quanto amo questo posto....

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Fantastica l'idea di Saretta: WonderLondon! Io la prenderei seriamente in considerazione fossi in te.

Sascha ha detto...

Un altro post magico. Ma come fai? Io sogno ogni volta che entro nel tuo blog.

...ah e poi: meno male allora che c'é qualcun altro che non sopporta le montagne russe! Pensavo di essere un alieno.

Leda Fornari ha detto...

Come "uidautArtNéPart"? e le foto? e la grafica? e poi sì, scrivi anche.

Pastafrolla ha detto...

Leggendoti mi sento antica, come la mia travelcard a confronto di una oyster card...
Non e' colpa tua, assolutamente. A Londra ci ho vissuto per anni prima di superare i 30 anni, e avere figli.
Stavo a Richmond che anche tu hai visitato di recente e i miei ricordi riaffiorano nelle tue immagini in instagram. Era gia' un posto molto "upper class" al tempo, Jerry Hall viveva sulla collina (e probabilmente ancora sta li') anche se Mick non l'ho mica mai visto in giro, una sfortuna! Io che avevo la mia stanzetta in affitto con la "cucina" ritagliata nell'armadio delle scope. Ed era pure in condivisione.
Ora che anche la successiva decade e' stata superata e che ci si e' trasferiti da un po' lontano, ma non molto, da Londra, le immagini che proponi in questo post mi fanno sentire cosi', antica.
Soutbank ha sempre avuto degli spettacoli e mostre incredibili ma negli ultimi anni e' cresciuto ancor piu': ristoranti, musica, spettacoli in strada, festival a tema. Come un lido, un posto in cui passare le lunghe serate estive, meglio se senza figli. Il Wonderground se non me lo dicevi tu, neanche sapevo cosa fosse:)
Ci si torna, a Londra, ma molto meno, la routine quotidiana di lavoro e scuola impegna. E quando torno, lo faccio con la mia travelcard per un giorno, a vedere posti familiari e a cercare di andare nei posti di cui si legge sui giornali o in rete ma non si ha tempo di vedere tutto. Che Londra ti diverta e sorprenda ogni giorno. Ma se posso permettermi, cerca di vedere anche i lati meno esposti, quelli piu' "etnici" e meno "trendy" dove forse anche li' distruggerebbero qualsiasi installazione di sabbia multicolore perche' li', la vita non e' monocolore. Perche' Londra e' anche quello.

Pastafrolla ha detto...

scusa, un non di troppo, intendevo dire la vita e' monocolore...

Cinzia ha detto...

il nome dell'artista ?

justalessia ha detto...

Il bello dei tuoi post è che mostri sempre lati di Londra che esulano dagli itinerari turistici, e sono posti stupendi... come le tue foto! Bella quella della bottiglia senza bicchieri su Instagram... espressione più che eloquente!

Enjoy! (London, e il tanto agognato ritorno a pampero e mojiti!)

Alessandra ha detto...

E' così bello leggere di nuove esperienze, di emozioni sincere, di voglia di fare. E' arrivato il momento di buttarsi e di rischiare.. E fai bene a farlo :)

http://almenounmilionediscale.blogspot.it/

Barbara Deponti ha detto...

Ciao Wonderland,
Leggere il tuo post, capitandoci per caso e per vie traverse, mi fa sorridere e anche provare un sentimento si sollievo e di leggerezza ...
Si perché io in questa città tentacolare, dal cielo grigioazzurro, mi ci trasferiro’ tra pochi mesi e la cosa mi spaventa non poco ... ma per fortuna mi eccita anche un bel po’ ;-)
Tra pochi mesi lascero’ la « Parigi che amo » per una parentesi londinese di qualche anno e dire che non so cosa mi riserba il futuro é dir poco : chissà cosa ci faro’ io in questa città cosi’ grande…o cosa ne farà lei di me J
Comunque magari l’estate prossima mi ritrovero’ a sorprendermi, come te, della sabbia color arcobaleno sulla riva del Tamigi …e mia figlia ci sguazzerà felice !

Grazie mille per questo assaggio di London Summer!
Ciao
Barbara


PS : ...penso tu sia amica ...di una mia amica :-) ( Vera-aka-Spora)

Mr.loto ha detto...

Londra è una città che ancora mi manca; tutti quelli che conosco e che ci sono stati ne parlano bene, una città da visitare assolutamente mi dicono.

Sono sempre più curioso e, non appena mi sarà possibile, dovrò decidermi a visitarla.

Un saluto

Anonimo ha detto...

Dire sempre sì (o da, per noi russisti senza speranza) è alla base della nostra teoria "when in doubt, keep saying DA!". In russia e nelle ex repubbliche sovietiche, questo sovente si traduce in meravigliose sorprese della più variegata natura.

Perla Nera ha detto...

Amo infinitamente Londra, e sogno un giorno di poterci abitare.
Intanto ti seguo e grazie a te mi sto segnando le "cose utili" per poterci vivere. E ora ti seguo anche su google plus ^_^
Ciaoooo!

Cosi fan tutto...tutte! ha detto...

Grazie per le info..fra 2 settimane saremo a Londra per le Olimpiadi e visto che il "Rainbow Sand" era nei piani, faremo il percorso da te suggerito! Ho proprio voglia di scoprire cose nuove. E chissà forse potrò anche incontrarti ;)!

Anonimo ha detto...

mah non so Wonder, a volte mi chiedo quanto sia vero tutto ciò che racconti...sembra che capitino tutte a te le cose fighe mentre la vita di tutti gli altri è così assente e mediocre......
io ci ho vissuto a Londra e tutta questa disponibilità che racconti nn c'era, neanche lontanamente...gli inglesi son stronzi e gli italiani che vivono li lo sono ancora di più..... non c'è tutta questa accoglienza, questa gentilezza, questa predisposizione verso gli altri...è una città dove sono quasi tutti matti, ma matti davvero, di quella follia che dopo 1 anno ti dà il voltastomaco..
Londra è tanto meravigliosa per brevi periodi, quanto assurda nel lungo termine

Anonimo ha detto...

Anch'io ho cominciato a dire "sì" in serie: ho superato i miei ostacoli che si chiamano diffidenza, timidezza, paura di non essere all'altezza (o "l'arte della sottovalutazione di sé")… e mi si è aperto un mondo! Ho scoperto di avere doti che non immaginavo. Lanciarsi serve anche per imparare a conoscersi meglio e a sfruttare il proprio potenziale. Ah, del sano bungee-jumping mentale!
Vanessa
Piesse: ti segnalo questo link sul London Festival of Architecture : http://poppytalk.blogspot.it/2012/07/dispatches-from-london-kings-cross.html

ale (mammeagenova) ha detto...

Ciao Wonder! Sarò a Londra per una settimana a fine agosto (DOPO le olimpiadi!) con tutta la famiglia (3 nani al seguito!) e leggere i tuoi post mi fa venire ancora più voglia di partire! Ho provato a segnarmi i posti che suggerivi durante i primi post che hai pubblicato! Ma poi ne hai indicato così tanti, con così tanto entusiasmo che mi sono persa!!! Vien voglia di vederli tutti, ma il tempo a disposizione sarà limitato!! Non è che puoi fare un bel post riassuntivo per noi mamme turiste con le cose assolutamente da non perdere quando si hanno bimbi al seguito?!? Sì lo so, chiedo troppo... ma io c'ho provato :D

Anonimo ha detto...

So che probabilmente ti daro' un dolore, ma volevo informarti che dal mio ufficio, dove per motivi a me ignoti siamo costretti a usare una versione di firefox piu' vecchia di Viola, le date e i titoli dei tuoi post appaiono in... Comic Sans (ebbene si'). Se non ci credi ti invio uno screenshot ;)

carrie

Wonderland ha detto...

carrie NUOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! cosa mi diciiii! ;_________;

Anonimo ha detto...

ma il comic sans è comunque più bello del Sue Ellen Francis che usi adesso!!! :)

PAT ha detto...

Credo che ogni luogo visto e raccontato attraverso i tuoi occhi risulterebbe meraviglioso.
Tu potresti stare anche nella più sperduta cittadina della Mongolia e trovare la magia anche lì.... E' chi racconta che fa la differenza!!

Enzo ha detto...

posso scrivere un commento che faccia tornare coi piedi per terra molti tuoi commentatori ?
Complimenti per le foto che sono molto belle, come sempre. Detto questo pero' non e' che adesso la Southbank "esuli dagli itinerari turistici" o sia chissa' quale traovata geniale di Chiara che si va a cercare gli angoli piu' interessanti e meno noti di Londra!
E' forse il primo posto dove capita ogni turista sbarcato a Londra per 2 giorni.
Big Ben, London Eye, The Globe, Tate Modern, giu' fino alla Tower Bridge. Passeggiata super-classica.
Da qui a pubblicare una guida turistica in cui c'e' un "nuovo modo di vedere e vivere Londra" ce ne passa.
Wonder, ovviamente la 'critica' non e' riferita a te, perche' il post e' accattivante, ma a qualche tuo fan sfegatato. Insomma, piedi per terra, no ?

Francesca ha detto...

Non c'entra assolutamente niente con il post, ma volevo dirti che il mese scorso ho regalato il mio libro ad una mia amica incinta. Era ancora in crisi con il nome perchè proprio non riusciva a trovarne uno che piacesse sia a lei che al marito. Poi, fra una pagina e l'altra, l'illuminazione.....e....ieri l'altra notte è nata la piccola Viola :-)))

Anonimo ha detto...

Enzo, preparati ad essere fustigato dalle ancelle!

Madanasundari

Wonderland ha detto...

Sono sicura che quello che intendevano era esattamente quanto ho fatto stamattina per un'amica blogger.
'Ciao, tu che sei a Londra da qualche tempo, mi consigli qualche itinerario meno turistico o posticino per lo shopping o per la cena?'
E le ho tirato giù un bell'elenco di cose che mi sono piaciute.
Senza la pretesa di essere la Lonely Planet di Londra dopo 4 mesi, ovviamente, ma qui siamo tutti sufficientemente intelligenti da saperlo come premessa.
Credo che nessuno veda in me l'oracolo per il turismo londinese, ma forse a chi vuole visitare questa città fa piacere leggere e vedere cose nuove (o meno) da segnarsi e poi visitare. Tutto qui, immagino :)

Anonimo ha detto...

Viola credo sia il nome più inflazionato degli ultimi anni. Ce ne sono ovunque, oppure le conosco tutte io...

Girandola Precaria ha detto...

Complimenti per l'incipit del post con la foto sotto, veramente di grande impatto.
ps vedo che la "ù" è scomparsa! :)

Elisa LaValigiaDiAlice ha detto...

Mi sta quasi venendo voglia di un weekend a Londra! E io che ho sempre preferito Parigi... ;-)

Giulia ha detto...

Ciao!! ho letto il libro ed ero impazzita, adesso che scopro il blog ancora di piu'! anche io sono mamma e ho un blog di moda dato che sono designer ma parlo anche di bambini e delle mie avventure-viaggi! mi piacerebbe seguirci a vicenda!!! un bacio grande giulia
fashionmamas.blogspot.com

Anonimo ha detto...

ti adoro comunque ma noto che da quando ti sei trasferita hai un pò perso la tua vena umoristica...
Ale

Anonimo ha detto...

Twitter:
"""" Machedavvero ‏@machedavvero

Ma perché, ci sono veramente donne che per andare in spiaggia si truccano? O_O """"

Vivi finalmente a Londra, vanti e racconti l'atmosfera di assoluta libertà anche nell'acconciarsi e vestirsi, per poi meravigliarti tanto che ci siano persone a cui piace truccarsi per andare in spiaggia?

Ho avuto spesso l'impressione che tu voglia mostrarti più come vorresti essere e non come sei in realtà..difatti l'affermazione suggerisce un certo provincialismo nella mentalità.

Cordialmente
Selva

Picinaia ha detto...

Credo che molte persone confondano la predisposizione di Chiara nel vedere qualcosa di bello in tutto con il tentativo di spacciare la propria vita come perfetta.
C'è una grande, grandissima differenza :)

In questi giorni in cui vedo tutto nero mi piacerebbe avere non tanto la tua vita ma il tuo modo di vederla :)

Anonimo ha detto...

Grazie per il tip (o la tip?).. ora mi prenoto per Cantina.
Ma il singing lift alla Royal Festival Hall l'hai provato?
http://www.youtube.com/watch?v=4OhcUppRR4Q

PS Propongo scambio di listeposticinilondinesi

Ale

ViviConVivi ha detto...

ho appena scoperto il tuo blog e mi piace molto! ne ho aperto anche io uno di recente..che ne dici di passare?

Alice ha detto...

sono d'accordo con Enzo.
piedi per terra. anche secondo me a volte il fan club esagera.
e adesso fustigate anche me :))

Laura ha detto...

ho appena scoperto il tuo blog e già mi piace, mi mette il sorriso, in questo periodo mi serviva :) ciao, ti seguo su twitter!

Laura ha detto...

ciao, ho appena scoperto (grazie ai tuoi articoli di Cosmopolitan) il tuo blog e mi piace, mi mette il sorriso:) ti ho seguita su twitter!

EnneN ha detto...

Londra raccontata così, ti fa venir voglia di fare le valigie e partire subito. :)

FromFun ToMum ha detto...

attenta cara! io sono arrivata 12 anni fa, dopo un anno vissuto a Los Angeles nel caldo sole californiano e a Londra dicevo che ci stavo al massimo un anno. Dodici anni, un marito inglese-vietnamita e una figlia super mix di razze, io da qui non mi muovo piu'... ma che succeda lo stesso anche a te? Chissa'...

Anonimo ha detto...

Cantina (visto sabato scorso) e' pazzesco!! Grazie mille per la segnalazione, ero a Londra solo quel weekend e probabilmente senza questo blog mi sarebbe sfuggito :)

Spettacolare anche il London Wonderground, complimenti per averlo catturato cosi' bene nelle foto.

carrie

mamma, che emozione! ha detto...

Toc toc, Wonder?
Ok, sono apprensiva, lo so, ma non vedere nuovi post è... strano.
Sarai in vacanza :)

Rock n Mode ha detto...

Ti ho trovata su instagram e sono venuta a curiosare sul tuo blog...mi hai fatto sorridere, ma soprattutto, mi hai ricordato quanto è importante dire SI SI SI...quasi quasi ci riprovo! XD
Bacino

Blog Widget by LinkWithin