il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 11 luglio 2012

GP: istruzioni per l'uso

Prima c'è stata la storia delle macchie rosse sotto i piedi, ricordate?
Lui, il medico indiano, era tutto serio e professionale mentre decretava che quella malattia nuova, manipiedibocca, che pare il tormentone estivo di qualche villaggio turistico manipiediboccaa-tuttiinsieme-aaalè-muevete-muevete, si era impossessata della Porpi e non l'avrebbe mollata prima di un paio di settimane di pazienza.
E infatti la malattia se n'è andata.
Solo che poi è tornata.
Come 'è tornata'?
Eh, è tornata.
Non volete sapere perché.
Ma io ve lo dico uguale.
Perché non era manipiedibocca per un cazzo, erano le solette della scarpa da ginnastica che le avevano fatto irritazione.
Prendere solette per esantemi.
Lo vedo, Ippocrate, che si schiaffa una manata in fronte e scuote la testa in lacrime.
Vabbè.

Qualche settimana dopo, sempre la Porpi, ha iniziato ad effettuare quei frequenti download presso la toilette che vi avevo detto.
Ma tipo che diventava verde e diceva 'BAGNOOO' o 'TOILEEEET' (nota: stanotte sognava in inglese e alle quattro di mattina gridava 'No, no, yellow!') più volte al giorno.
Il bidet: che vuoto che era nel mio cuore, il bidet.
E mi sono detta: stavolta non mi fregate, stavolta parlo col pediatra italiano, quello bassetto.
Tre consulti telefonici e due settimane dopo ero al GP - che sta per Group Practice, centro pubblico che raduna i vostri medici della mutua di zona - a chiedere grazia.
Mi hanno ripetuto due volte che 'ma su, anche se sono due settimane che caga più di quanto respira, in fondo non è niente', e mi hanno mandata a casa.

Oggi stavo male io.
Se avete letto Twitter, sapete che una delle mie tonsille aveva grandi ambizioni.
Visto che io non ero tanto d'accordo, che ho fatto? Sono andata al GP.
Di nuovo.
E mi ha visto questa dottoressa molto carina, che ha decretato:
"Oh, sarà un virus."
E poi:
"Gli antibiotici sono inutili."
"Ma certo, anche i prodotti locali antidolorifici. Vedrà, prima o poi smetterà di svegliarsi la notte come se avesse inghiottito per errore un rotolo di filo spinato."
"Se non passa o peggiora, ripassi."
"Beva molta acqua, si riposi e prenda dell'ibuprofene o paracetamolo."
Al che io, che ste robe le prendo quando ho la febbre, ho chiesto perché mai.
"La faranno sentire meglio, in generale."

Le volevo dire: non è Prozac. E' Paracetamolo. It's different.

Esco dalla stanza, incrocio un'altra italiana che vede la mia faccia affranta e mi fa: "acqua e paracetamolo, eh?"
Annuiamo mestamente.

Dunque, voi che vorreste vivere a Londra, voi che state per trasferirvi a Londra e anche voi che volete sentirvi meglio pensando al Servizio Sanitario Nazionale italiano, eccovi le istruzioni per l'uso del GP:

- se non state per morire, non è grave
- è sicuramente un virus che gira
- gli antibiotici sono inutili
- avete febbre o ne avete avuta? se sì, prendete del paracetamolo. se no, non è niente e passerà da solo.
- le vostre ghiandole stanno per esplodere? Goood news! Significa che il vostro corpo funziona!
- se entro cinque giorni non passa, tornate al GP.
- siete di nuovo al GP? tornate al punto uno.
- in ogni caso: riposo, molta acqua e paracetamolo.
- come dite, pensate di esservi rotti una gamba? dev'essere un virus che gira. il paracetamolo, comunque, vi farà sentire meglio.

La cosa buona è che, nove volte su dieci, l'acciacco passa veramente da solo, e ti rendi conto di quante medicine inutili ci facciamo prescrivere in Italia.
Il problema è la decima volta -.-
NON raccontatemi le vostre storie dell'orrore.

p.s. è divertente, perché metà di voi sostiene che io, di Londra, mostri solo le cose belle. L'altra metà dice che, di Londra, mi lamento sempre. Vista attraverso i vostri occhi, penso di aver trovato un certo equilibrio :)

Condividi

86 commenti:

viachesiva ha detto...

Il facepalm di Ippocrate mi ha fatto morire dal ridere!

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

che post! voglio scrivere come te: apri un corso così ho pure la scusa per venire a Londra! ;)

La Ele ha detto...

dipende dal social network su cui uno ti segue...Su Instagram, Londra vista nelle tue foto e' fichissima, anche con la pioggia; sul blog e Twitter, invece, non sembra poi sempre cosi' bella..
Comunque, io non sono una stalker. :)

betta ha detto...

GP = General Practitioner, ovvero medico generico.
Scusa, è deformazione professionale, non ho resistito!

Tutto vero comunque.

SILVY71 ha detto...

Se non fosse per la tua "sofferenza" mi sbellicherei dalle risate ... bellissimo post!

Wonderland ha detto...

betta grazie, ero convinta che fosse sinonimo di Group Practice perché, effettivamente, il centro dove vado io si chiama XXX Group Practice, abbreviato GP :)

Anonimo ha detto...

Scusa se infierisco, ma se ti fanno malissimo le tonsille, come non avviene di solito in un mal di gola normale, e in più hai le ghiandole dietro le orecchie gonfie e la gola è rossissima e con le placche sulle tonsille non aspettare, potrebbe essere lo streptococco beta-emolitico, lo stesso che porta la scarlattina. Essendo un batterio e non un virus in quel caso serve l'antibiotico, e occhio alla Pupa, è molto contagioso. In bocca al lupo.

Romantiche Creazioni ha detto...

Dire che sei forte è dire poco! Scrivi in un modo che è il mio modo di vivere. Ho "mangiato" il tuo libro in 2 giorni. Ti ammiro per come hai affrontato la tua esperienza della maternità. In tante cose mi ci rivedo e penso che se tante altre persone avessero il coraggio di parlare così, ci sarebbe più leggerezza e meno oppressione!

MammaTogata ha detto...

hihihi mi fanno i ridere i dottori del GP...
Io sono una fan del paracetamolo, lo prendo per qualsiasi piccolo disturbo. Ma, caspiterina, quando i disturbi sono grandi e persistenti non è che possa fare molto.
In bocca al lupo, cara.
Guarisci presto!

MarinaM (Ricette Reali) ha detto...

ecco si, stavo appunto per scrivere che in Italia ci danno un sacco di medicine inutili, ma alla fine l'hai detto tu. in fondo questi son lì da secoli, non hanno mai subito una invasione - a parte l'Eurostar da Parigi, ma pare siano contenti - generalmente le hanno sempre date a tutti e la loro lingua adesso è quella del mondo. per cui...:-)
baci e coraggio!
Marina

Mamma Bbestia ha detto...

mbè, pure in Spagna non me la sono cavata meglio!
Il Dottor Lou Reed (perchè era uguale, paro paro!) alla mia 10ma richiesta di visita per il nano che cagava a spruzzo mi disse:
"Signora, l'unico medicinale che mi viene in mente da prescrivere in questo momento sono delle gocce tranquillanti per la mamma".
just a perfect day.

Anonimo ha detto...

Post eccellente e esilarante come sempre !

Però vedi, dipende sempre dal punto di vista di chi si ritrova all'estero a dover fare i conti con stranezze locali.

Io che sono francese, ho vissuto esperienze simili in Italia.

Per esempio dopo la nascita di Numero #1 - quando mi sono accorta di fare una PPD.

In Francia, la cosa non è tabù e vieni curata, anche con degli antidepressivi per un corto periodo. Intanto non va sottovaluta al punto di aspettare che se ne parla solo nella rubrica cronaca nera del giornale.

Qua a Roma, mi sono state consigliate passeggiate al sole e tisana di malva.

Valentina ha detto...

ahahaah, manipiedibocca tormentone estivo! La prima volta che ho sentito nominare questa malattia pensavo mi stessero prendendo in giro!

Federica ha detto...

chiara questo é uno dei post che mi hanno fatto piú sganasciare dalle risate :))) ..se non fosse che appena smetto di ridere mi torna l'amarezza pensando che vivo anche io qui e, anche se per fortuna non ho storie dell'orrore da raccontare, ho vissuto piú o meno tutto quello che hai scritto quanto a esperienze dai gp... e nn ho ancora figli... chissa dopo O_O
peró dai, vedo che la prendi in ridere, come sempre bisogna fare nella vita, dai.. che a noi expat ma chi ci ammazza??? sicuro nn un virus mani-piedi-bocca aleeeeee-aleeee!!!
hugs
federica
ps per quanto riguarda le solite (a mio parere) banali e inutili critiche che ti fanno, é ovvio che un'esperienza di vita all'estero porta con se' parti positivissime e parti negativissime, sta all'intelligenza personale dei tuoi lettori capirlo e capire che ne' l'italia ne' l'uk (ne' nessun altro luogo al mondo) sono il paradiso in terra..

Stephy2789 ha detto...

Manipiedibocca fa tanto "testa, collo baby one, two, three".
Spesso soffro di mal di gola, da sempre, io sono uno dei figli con la febbre del week end, quella delle feste e quella di pieno agosto. Se mi sentissi di ingoiare una spada ogni volta che respiro glieli tirerei dietro il paracetamolo e l'acqua al dottore.
Ho scoperto il tuo blog di recente e sto recuperando i post più vecchi e te lo devo dire: tu e la Porpi mi fate morire dal ridere!!

Vere ha detto...

ora ho capito perche il programma "malattie imbarazzanti" è allegramente ambientato in inghilterra!!! Wonder! vai dal dottor jessen!!!!

Ale [Tredici] ha detto...

Mi stai antipatica, ma mi fai morire da ridere. "Manipiedibocca, muevete muevete!" Ahahahah! Forse allora mi stai simpatica! :)

Rosa ha detto...

Buttati sull'omeopatia!!! Sono viva da 25 anni grazie all'omeopatia. Mi sono fatta passare un fungo nell'orecchio (provocato dai maledetti cotton fioc..come si scriverà cotton fioc?vabbè, ci siamo capite :-p), febbri, tonsille che prendevano vita da sole, varicelle..se mi rompessi una gamba probabilmente continuerei a ricorrere all'omeopatia.

Vetekatten ha detto...

per la pupa non saprei dirti, però per me personalmente gli adulti in Italia prendono troppe medicine. I miei amici stanno con l'antibiotico ogni due per tre e io non lo prendo da più di dieci anni e non è che non mi sia ammalata nel frattempo. Semplicemente sti malanni dopo un po' passano!

Elle ha detto...

Io, che odio prendere medicine, contro la famiglia-farmaceutica che mi ritrovo, che me ne farebbe prendere ogni volta che uno spruzzo di profumo mi fa starnutire, mi difendo con un'arma di cui lessi tempo fa su una rivista: se prendi le medicine il raffreddore passa in una settimana, se non le prendi ti passa in sette giorni.
A quanto pare funziona anche con cose apparentemente più gravi (per noi italiani) come i virus (dopo sette giorni si sa, che al virus puzzi e se ne va da solo dal tuo corpo), le placche, le chiazze, tonsille obese, gambe rotte e chissà cos'altro, provare per credere.
Della decima volta non so nulla, però concordo con l'equilibrio, almeno agli occhi degli altri, dal canto tuo magari ce l'avevi già ps. ma non è che il tuo blog è una testata giornalistica che ha promesso ottimismo /pessimismo/obiettività (a seconda dei punti di vista) londinese?

UnaZebrApois ha detto...

Adesso capisco perchè quando là non son stata tanto bene un paio di persone mi hanno proposto di prendere... il paracetamolo!!! LOL!!!!

Anonimo ha detto...

Pensa che il babbo di una mia amica medico curava il tutto con l'acqua di mare... "influenza? vai a respirare vicino al mare, dermatite? lavati con l'acqua di mare" inzomma ad ippocrate gli fa pelo e contropelo... o forse un losco manager di alpitour travestito da medico :D
robyn

Francesca ha detto...

Sai che io sono d'accordissimo con Rosa? Mia figlia coetanea di Porpi assume solo medicinali omeopatici da quando ha un anno. Ovviamente se ha febbre alta prende la tachipirina, ma questa e' davvero l'unica eccezione. Quindi a chi dice che l'omeopatia e' una cavolata io rispondo che i casi sono due: o non serve a nulla ma allora sono inutili anche le medicine vere, oppure contano sul serio. Vuoi un esempio pratico? Perché pure io ero scettica all'inizio, cosi feci qualche prova. Mia figlia con gran tosse e catarro, curata col solito aerosol di clenil più fisiologica guarisce in 8gg, stesso decorso se metto le fiale omeopatiche. Non so, può anche darsi che in realtà le passi perché deve passarle, ma allora davvero le medicine non servono a nulla. Calcola che Alice quest'anno si e' ammalata solo una volta, perché per tutto l'inverno si fa una cura (sempre omeopatica) per aumentare le difese, e il pediatra lo vede solo un paio di volte all'anno per i controlli di routine. Quello che ti consiglio con tutto il cuore e' di trovarti un serio e bravo omeopata a Roma, che te la visiti e ti dia qualche cura ad hoc per lei, studiata secondo i suoi punti deboli. Io dico che tentar non nuoce, se inizia con una cura seria a settembre, avra' delle buone basi per affrontare l'inverno. Se hai bisogno di un nome di omeopata romano, fammi sapere che mi informo dalla mia che segue Alice. A me ha cambiato la vita, se pensi che da piccola aveva addirittura asma bronchiale e doveva prendere il cortisone nelle fasi acute. Ora e' un' altra bambina... :-)

Un abbraccio

Cecilia ha detto...

Ma... ma... io mi son sempre trovata benissimo in 3 anni!

Devo dire che non sono un'ipocondriaca, pero' quando avevo qualcosa di serio (la decima volta su dieci come dici tu) mi hanno spedito all'ospedale che e' stato efficientissimo nel farmi controlli etc (il Royal Free di Hampstead, peraltro).

Magari e' stata solo sfiga? Vediti le recensioni dei vari GP online, puoi sceglierne uno specifico o chiedere appuntamento col tuo dottore preferito. In alcune zone ci sono 2/3 centri in cui puoi iscriverti, e se hai roba urgente puoi anche andare in qualsiasi walk in centre.

Poi spesso i posti di lavoro sponsorizzano l'iscrizione a sanita' privata, quindi vedi se tramite il lavoro di Lui e' possibile e se Porpi e' inclusa...

Pensa che io ce l'ho disponibile ma non mi ci sono iscritta perche' sono cosi' contenta del NHS! A me pare decisamente meglio della sanita' italiana... Fosse solo perche' qui le medicine costano molto meno e alcune sono sponsorizzate dallo stato (che in Italia pagavo care).

Bho? :)

GAB ha detto...

ehi, comunque l'altro giorno la mia tonsilla dolorante è andata a posto col paracetamolo...o sarà stata solo la paziente attesa? boh!

Sara ha detto...

Ahahahahahahahahahaha! Mi pare di vedere il padre della protagonista de "Il mio grosso grasso matrimonio greco" che curava tutto col Vetril! :)
Io tendo ad evitare medicinali, ma con le tonsille non si scherza, e di solito ci vogliono gli antibiotici... per fortuna le tonsille non le ho più, così il problema non si pone :)
guarisci presto, e un bacio alla Porpi!

Sara

Biancaneve ha detto...

In effetti io di recente ho avuto un bruttissimo mal di gola con febbre e mi sono auto-curata con l'Ibuprofene (in casa avevo solo quello e non potevo uscire a prendere altre cose). E' vero che cura almeno i sintomi e che ti fa sentire meglio, così come il paracetamolo. Ed è verissimo che un organismo con difese immunitarie che funzionano riesce a superare da solo parecchie malattie quali influenze, banali virus ecc..
In Italia si prendono troppe medicine: antibiotici come caramelle, prescrizioni di esami ed analisi del sangue anche per lievi malesseri, gente che si precipita al pronto soccorso anche per un livido.
Secondo me il servizio sanitario inglese non è che non funziona, è solo differente, prende in considerazione solo le malattie che non guariscono da sole entro un tot giorni. C'è più autosufficienza e meno medico-dipendenza. Almeno questo sto capendo dai post di Wonder.

E... Wonder, la tua maniera di descrivere Londra mi garba assai. :-)
Ormai non mi perdo nessuno dei tuoi London Diaries, nell'attesa di poterci fare un salto appena possibile.
Posso trovare un difetto al tuo blog? Il verifica parole per i commenti. Perché non lo disabiliti? Ti prego, è fastidiosissimo. Tanto lo spam viene filtrato nella casella appostita, blogspot funziona piuttosto bene. Grazie.

Robin ha detto...

Dai, pensa che comunque l'Inghilterra continua ad avere tanti abitanti, (più o meno) sani e (più o meno) felici. Ce la potete fare ;)
E comunque anche il mio medico di base mi tira fuori sempre le stesse due opzioni: "un virus" (e in quanto tale va e viene come gli pare) o "stress" (e in quanto tale, lui non ci può fare niente)
Ma quest'anno niente vacanza in Liguria o in Abruzzo? Dai che vi ricaricate un po' al mare!

La Cucina Spontanea ha detto...

Per fortuna non sono ipocondriaca, altrimenti non potrei stare in questo paese..
Cmq anch'io mi lamento del tempo, qualche volta del cibo e dei prezzi. Allo stesso tempo però, mi ritengo fortunata a vivere (anche se solo temporaneamente) in questa città ricca di opportunità!

Anonimo ha detto...

ahah quanto hai ragione!!!
le scorpacciate di paracetamolo che mi sono fatta in inghilterra :)
cmq il problema della salute in effetti è uno di quei punti che ti fa dire "me ne sto al mio paesello"..poi però mi ritrovo a pensare che insomma,non è che lì in uk siano morti tutti,in qualche modo dovranno pur sopravvivere..
h.

PAT ha detto...

Io ti adoro!!
Riesci a trovare il lato comico in ogni situazione......anche con la tonsilla cicciabomba!!
Sei meravigliosa!!

silvia ha detto...

beh a Milano mi hanno rispedita a casa con un polmone perforato e mi hanno detto che avevo i dolori come una vecchia. cosa che non è così possibile essendo ai tempi, sotto i venti.
LOndra è favolosa, se la vivi con un italiano ;) diversamente se ti accompagni ad un londinese, il trittico tu- lui -sapone diventa inscindibile.

silbietta ha detto...

"Il bidet: che vuoto che era nel mio cuore, il bidet."
Ecco quello sarà un vuoto comune, penso :)
Per le tonsille...io che soffro di tonsillite da una vita (basta un soffio di vento e via, mi parte la mega tonsilla, quasi sempre destra), siccome dovrei stare praticamente 6 mesi fissa dal dottore, oramai faccio da me: ho il mio bello spray per la gola e, si, non ci crederai ma vado di paracetamolo...e poi passa!
Avrò i "geni" inglesi?

Comunque m'hai fatto morì :)

la luzz ha detto...

Decisamente non è un paese per ipocondriaci.
Io, che a ogni minimo dolore penso di aver una malattia terribile, morirei oppure guarirei dall'ipocondria.

Serena [verdepomodoro] ha detto...

ecco dov'eri! dal GP... si, acqua e paraetamolto mi sembrano un buon intruglio contro qualsiasi male.... :)
tu, cn queste storie, mi spaventi. Se vengo a Londra mi porto un medico...

Alessia Morello ha detto...

Hahaha sei sempre fortissima!!!

Partecipa al mio giveaway su:
Www.theitaliansmoothie.com

sfollicolatamente ha detto...

Pure io credevo che il paracetamolo (tachipirina) si prendesse per la febbre, e invece poi mi hanno spiegato (sempre in UK) che e' un antinfiammatorio, quindi ci sta, dai.

Il GP l'ho sempre sentito come General Practitioner. ù
Cmq sempre li siamo - sono dei cani che ti dedicano non piu' di 5 minuti O_o

sfollicolatamente ha detto...

uh mi ha cancellato il commento, riprovo..
dicevo che il paracetamolo-tachipirina credevo anch'io che fosse per la febbre, ma poi, sempre in UK, mi hanno spiegato che e' un antinfiammatorio, quindi ci sta, dai.

Il GP l'ho sempre sentito come General Practitioner.
Cmq la sostanza non cambia: sono dei cani che ti dedicano 5 minuti e no ti ascoltano O_o

sfollicolatamente ha detto...

uh mi ha cancellato il commento, riprovo..
dicevo che il paracetamolo-tachipirina credevo anch'io che fosse per la febbre, ma poi, sempre in UK, mi hanno spiegato che e' un antinfiammatorio, quindi ci sta, dai.

Il GP l'ho sempre sentito come General Practitioner.
Cmq la sostanza non cambia: sono dei cani che ti dedicano 5 minuti e no ti ascoltano O_o

mafalda ha detto...

Io stavo per morire di emorragia post partum in un eccellente ospedale del nord Italia: l'ostetrica alla quale dissi di non sentirmi tanto bene mi disse "su su, abbiamo partorito tutte!" e mi diede una bustina di zucchero. Forse il paracetamolo lo avevano finito!

secondo binario ha detto...

Io appena arrivata a Londra 4 mesi fa sai aria nuova, lavoro nuovo... ho preso mal di gola e 17 giorni di paracetamolo poi altri 25... meno male che da Boots si trova a 68p...per un dannosissimo antibiotico son dovuta tornare 3 giorni in Italia!

Girandola Precaria ha detto...

w il bidet, in ogni caso :)

momincoffeebreak ha detto...

assicuro che senza venire fino a Londra, otteniamo lo stesso identico supporto con la pediatra di mia figlia. Antibiotici solo in caso di morte accertata. diversamente niente o in casi gravi paracetamolo.

Mi ha fatto sorridere la frase finale sul tuo "ritrovato" equilibrio :)

Ylenia ha detto...

Comunque sela dottoressa ti ha detto che hai un'infezione virale è vero che gli antibiotici non servono perchè CURANO SOLO LE INFEZIONI BATTERICHE!!! :):)

Silvia - Le cose di ogni giorno ha detto...

Se ti può consolare Filippo ha fatto la mani-piedi-bocca ma la mia pediatra non se ne è accorta. IO lo avevo portato perché aveva le unghie che si sfaldavano e lei mi ha detto: "è un fungo, deve fare subito una visita dal dermatologo!". Visto che con la mutua mi facevano aspettare 10 mesi, ho prenotato privatamente.
Ho speso 150 euro per farmi dire: "Suo figlio ha fatto la mani-piedi-bocca. Le unghie che si sfaldano è la coda della malattia".
E così è stato.

Anonimo ha detto...

Antico saggio cinese dice:

Se hai raffreddore, non prendere medicina. Dopo cinque giorni passa.
Se hai raffreddore, puoi anche prendere medicina. Dopo cinque giorni, passa.

Questo per dirti che probabilmente al GP esagerano, sminuendo ogni cosa, ma come dici tu, forse qui in Italia si esagera con le prescrizioni. No, lo dico perché mi spaventa di più lo scontrino della mia ultima incursione in Farmacia rispetto al mio ultimo acquisto ai saldi.
Resisti, così fai anticorpi. E non ti infuriare, che passa più lentamente.
Ciao
Marika

Aline SF ha detto...

Mi consolo, non è solo in Italia che ti fanno passare lucciole per lanterne quando vai a visita :)

Anonimo ha detto...

Non hai mai visto malattie imbarazzanti su real time? è ambientato in UK e ogni volta mi stupisco come certa gente conviva con candida genitale, cistiti, otiti perforanti, piaghe, pus soffrendo per mesi e mesi quando basta un ciclo di antibiotici per guarire.
più volte mi sono chiesta se sono "scemi" questi che non si rivolgono ad un medico o se proprio non ne hanno i mezzi

Cosi fan tutte...tutto! ha detto...

Io mi iscrivo....quando partiamo? ;)

Anonimo ha detto...

Scusate, ma se tutte le serie tv a sfondo medico sono made in U.S.A. e non GB, volete che non ci sia un motivo?!

Anna ha detto...

Noi arriviamo a settembre con un carico enorme di paracetamolo( visto come è andato lo scorso inverno)così mi risparmio le visite dal GP che tanto io in inglese come glieli spiego i sintomi dei miei due nanetti? cercasi corso intensivo per Inglese applicato alle malattie pediatriche!
forza cara Wonder, le tue tonsille rientreranno nella norma! ti abbraccio
Anna

MammaInSE ha detto...

beh almeno non hai mai avuto a che fare con un Health Visitor...ahah se mai deciderai di fare un fratellino alla Porpi passa di qui che ti passa
voglia:http://comesenonbastasse.blogspot.co.uk/2012/07/pediatra-chi.html

Why ha detto...

Eccolo finalmente il post sul GP!!!! Ripenso a uno dei tuoi primi post sulle scuole british: in molte ti avevamo commentato di aspettarti al varco di nhs...! Direi che con i riti di iniziazione hai quasi finito. :-)

Cristina ha detto...

Insomma io mi troverei daddio visto che i farmaci non li prendo nemmeno quando me li prescrivono! :-)

Samesse ha detto...

Leggiti questo articolo, in pratica the English view of Italian health issues... ;)

Tipo:
"For example, the British do not have a term for a "colpo d'aria". It literally translates as a "hit of air" and seems to be incredibly dangerous for Italians.
Continue reading the main story
From Our Own Correspondent

Broadcast on Saturdays at 11:30 GMT on BBC Radio 4, and weekdays on BBC World Service

Listen to the BBC Radio 4 version
Download the podcast
Listen to the BBC World Service version
Explore the archive

They can get one in their eye, their ear, their head or any part of their abdomen.

To avoid getting a colpo d'aria, until at least April, they must never go out without wearing a woollen vest, known as a "maglia della salute" (a shirt of health).

British mums hold their kids' jackets so they will not get hot and sweaty while they run around and play. In contrast, the parks here in Italy are filled with pint-sized, quilted Michelin men, zipped up to their noses to stop the air getting in and hitting them.

Italians are brought up to be afraid of these health risks, while our ignorance of their very existence makes us strong and fearless."

Leggitelo qui:

http://www.bbc.co.uk/news/magazine-15987082

rob ha detto...

però la manipiedibocca torna, uh se torna, anche senza febbre, e secondo l mio pediatra italianissimo ne esistono 14 versioni diverse, per cui non è detto che venga alle manipiedibocca contemporaneamente, ma anche solo in un punto, o i punti vicini (alla mia le bolle le sono venute sono sui gomiti e sulle ginocchia).
10 giorni senza niente e passa la paura.
Certo però se erano le solette, non c'entra un cavolo!

Anonimo ha detto...

Beh, insomma...che gli inglesi siano piu' sani di noi e che quindi il loro approccio "lascia passare" sia piu' valido e' da provare: a Londra c'e' pure la sifilide!!

Anonimo ha detto...

Gli antibiotici non si somministrano per faringite/tonsillite, a meno che non ci sia febbre che dura da più di 3 giorni anche con l'antinfiammatorio o a meno che non ci siano le placche!:)
ha fatto bene a darti ibuprofene e paracetamolo!
Io soffro spesso di tonsilliti: ti consiglio sciacqui col colluttorio e spray al propoli tutti i giorni (anche quando stai bene!)...so che sembra il rimedio della nonna, e nemmeno io ci credevo, ma misteriosamente funziona!:)
Francesca

Anonimo ha detto...

si vabbe' basta lamentarsi dell' NHS !
Tornatene in Italia e cosi' sei contenta.

Che gli antibiotici non servono per i virus lo sanno tutti, forse tranne te.
E anche che GP sta per General Practitioner (Group Practice ??)

E il paracetamolo e' un analgesico. Quindi se vuoi sentire meno male lo prendi, cosi' dormi anche meglio.
Insomma, la fiera delle banalita' per chiunque non voglia fare un post in cui ribadire in maniera ignorante la propria avversione all'NHS.

ps e togli sta moderazione dei commenti !!

Anonimo ha detto...

da studentessa fuorisede che si rifiuta categoricamente di farsi assegnare un medico curante (e poi litiga ferocemente con la guardia medica quando muore di tonsillite), ho imparato che la tonsilla ipertrofica dalmata si cura in un solo modo: ignorandola bellamente (e fumandoci sopra come un turco). Funziona. (Giao mamma, giao)

Anonimo ha detto...

Qui in Germania da noi funziona allo stesso modo: il "torni fra cinque giorni se non passa" e' la risposta standard, il paracetamolo si prende sopra i 39 di febbre e per la tosse ti prescrivono qualcosa solo se rantoli.

snobtosurvive ha detto...

Mi fai sempre morire dal ridere Wonder!!!
Sai che io non vivo senza paracetamolo? Lo uso per tutto, non esco mai senza. Funziona sempre!!

Glò ha detto...

Stavo leggendo questo articolo http://www.bbc.com/future/story/20120709-does-life-speed-up-as-you-age/2 e il disclaimer grazie a te mi ha fatto dire "che cxxxo"

Rebecca ha detto...

Visto che da quando qui è passata la fata del ciuccio alla sera passano pure 2 ore perchè la piccola si addormenti... Domani le racconto la filastrocca del GP di Londra, se non mi chiedi i diritti d'autore :-)
Posso dirti una cosa dell'equilibrio trovato??? Per me andrebbe un pò migliorato...Mi manca un sacco in ritmo che avevi in Italia per aggiornare il Blog, mi manca la tua compagnia quasi quotidiana... Con affetto, Rebecca

Francesca ha detto...

Chiara, scusami ma, per deformazione professionale, alcune precisazioni: se è un virus, è chiaro che l'antibiotico non fa niente (l'antibiotico agisce contro i batteri, non sui virus), e l'ibuprofene è un antinfiammatorio, si prende perchè sfiamma e ti passano un pò il fastidio e il dolore

Anonimo ha detto...

Ebbene, mi e' piaciuto molto questo post. Forse perche' in questo post ti sei lamentata (e hai riso, come solo tu sai fare) di una cosa che ho sperimentato io stessa a Londra, tante volte e per tanti anni. Ecco, mi e' piaciuto al punto che avrei voluto scriverlo io. Vedi? :-)

Invece, quando mi inbatto nei tuoi post con belle foto di cibo e di vestiti, fatte agli street markets, ecco, mi sembra che, in quel caso, tu non abbia niente di nuovo (o interessante) da raccontarmi se non il fatto che sei una turista italiana a Londra.

Ed ora... vado a prendermi la versione americana del paracetamolo, naproxin. Me lo hanno prescritto per tutti i malesseri che ho avuto quest'anno!

Mamma Emigrata a Boston

Anonimo ha detto...

se ho capito bene x qualsiasi malattia ti consigliano acqua e paracetamolo.... bene bene.... e io che sono allergica al paracetamolo???? dovrei curarmi solo con l'acqua....????? e poi ci lamentiamo dei medici italiani.... comunque auguri di pronta guarigione.... qualsiasi male tu abbia... ciao Roxy.

Silvy ha detto...

Vedo tante critiche ultimamente... non commento mai ma io credo che semplicemente sia il punto di vista di Wonder su come le vanno le cose in UK, credo che anche io direi/farei uguale.

Ad ogni modo GRAZIE perchè mi stai facendo scoprire dei punti di vista diversi.
Spero che la piccola Porpi stia meglio.
In bocca al lupo
Silvia

Propofol ha detto...

Non so se ti consola sapere che una delle prime cause di trapianto di fegato in UK sono le intossicazioni da paracetamolo...
Coraggio! =))

Anonimo ha detto...

Ciao, sono un "giovane" medico.
Mi diverto molto a leggere il tuo blog ma quando attacchi i sistemi sanitari, sinceramente, sento tutto il peso di una mancanza globale di efficace scolarizzazione scientifica.
Sì, ha fatto bene a prescriverti quello che ti ha prescritto: il paracetamolo è usato anche come"antidolorifico"nei post-chirurgici, pensa, e i pazienti non lo sanno perché non lo vogliono sapere. Se una "tonsillite" è virale, NO, non c'è bisogno di antibiotici: ringraziate la mano larga e colma di questi farmaci di certi medici, se adesso abbiamo ceppi di batteri resistenti a tutto.
Credo che la risposta a ogni tuo dubbio sia esattamente qui:
"La cosa buona è che, nove volte su dieci, l'acciacco passa veramente da solo, e ti rendi conto di quante medicine inutili ci facciamo prescrivere in Italia."

ps: da un giorno all'altro sei diventata anche in grado di fare diagnosi da sola, perché escludi che Porpi avesse PRIMA una mani-piedi-bocca e ORA una reazione alle suolette, e soprattutto perché sei in grado di discernere tra un esantema e l'altro. Amazing. La prossima volta puoi chiedere un'INUTILE biopsia, così ci togliamo il dubbio.

Scusate ma credo onestamente che sì, i bambini si ammalino, e anche di frequente, proprio perché bambini e con un sistema immunitario diverso da quello degli adulti. E credo che abbiano bisogno di madri che facciano le madri, senza isterie, e medici quando c'è necessità di un medico. Quando c'è necessità di un medico, è il medico che guida e non la mamma. Per tutto il resto, c'è la mamma.

Basta lamentarsi SEMPRE e COMUNQUE del sistema sanitario. Siete ingiusti/e, davvero.
Molte accuse sono prive di fondamento scientifico e accampate per ignoranza della materia.

ps2: per la signora allergica al paracetamolo. Esistono anche altri farmaci con la stessa funzione, e credo che accertarsi di eventuali allergie ai farmaci sia dovere di ogni Medico. Basta isterismi supportati da catenelle di punti interrogativi, santi numi. Nessuno è qui o lì con la volontà di farvi male.

Anonimo ha detto...

Aggiungo un'altra piccola postilla, per chi cita la sifilide:

credete davvero che in Italia non esista più? :D

Fatevi un giro nei vari reparti e ambulatori MTS, poi ne riparliamo! :D

(E no, la colpa non è dei medici... ma di chi inzuppa il biscotto a casaccio!)

Signori, parlate con REALE cognizione di causa, prima di gettare melma a casaccio, grazie.

Giulia F. ha detto...

ciao, sto facendo aerosol con un MEDICINALE e prendendo l'ANTIBIOTICO da due giorni perchè mi sono presa un'influenza fuori stagione (febbre, sinusite, gola strainfiammata) e ne ho sentito l'effetto IMMEDIATAMENTE. perchè dobbiamo star male e aspettare che passi da solo? 5 giorni sono tanti, anche l'umore va a picco... ma perchè? Giulia F.

Ilaria ha detto...

Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno!!!! È proprio vero che qui in Italia le mamme vorrebbero saperne più dei medici e dare gli antibiotici per qualsiasi cosa!

Massimiliano ha detto...

Esperienza recente in Italia: piccola di sei mesi con febbre 38.5-39 , in un'ospedale ci dicono "forse infezione urinaria", in un altro il giorno dopo "tonsille infiammate", alla fine era solo Sesta Malattia che passa da sola in 3 giorni. Ma quando l'abbiamo scoperto ormai avevamo cominciato l'antibiotico...inutile. Non è colpa di nessuno, noi forse siamo stati troppo impulsivi "solo per una febbre", ma vista l'età (6 mesi) non pensiamo di aver sbagliato (siamo anche tornati alle ferie); i medici che l'hanno visitata, anche loro vista l'età, hanno forse preferito prescrivere antibiotico, con "eccesso di zelo", ma anche l'oro con professionalità avranno pensato "vista l'età"... che dire, il ruolo dei medici è delicatissimo, e quello dei genitori pure. Non c'è un atteggiamento giusto o sbagliato, bisogna solo cercare di minimizzare gli errori e le ansie, come giustamente ha scritto il giovane medico che ha commentato poco fa.

Wonderland ha detto...

Ciao giovane medico,
che bello un medico che interviene sul blog (sei il secondo o terzo, mi pare..).
Nonostante io non comprenda fino in fondo l'aggressività gratuita del commento, condivido quello che dici: le mamme italiane - e io in particolare - sono ansiogene.
Punto.
Sul fatto dell'irritazione da soletta, essendo le bolle rosse direttamente simmetriche e in linea, uguali ai buchini presenti sul fondo della scarpa, purtroppo ho pochi dubbi.
Sul fatto che un medico possa venire qui a commentare quando una povera e mentalmente instabile, nonché ipocondriaca, madre italiana si sfoga della presunta inefficenza dell'NHS posso solo essere contenta.
Magari, la prossima volta, sii un po' più amichevole eh? :)

Mamma Emigrata a Boston, purtroppo o per fortuna questo blog non è un magazine online con una rigida missione editoriale. Ci racconto quello che mi va. Se un giorno voglio fare un post di sole foto di scarpe sinistre, bene, sono libera di farlo. Io credo sia anche per questo che veniate qui a leggere, perché di pilotato c'è ben poco. E' tutto di pancia, tutto dettato dall'umore della giornata, tutto spontaneo. E il fatto che alcuni post siano diversi dagli altri, che alcuni piacciano ed altri no, lo trovo un innegabile segno di 'salute' di questo blog. Spero rimanga sempre così :)

Anonimo ha detto...

Ciao, sono di nuovo "giovane medico"
(ringrazio le mie 2 giornate di ferie, posso rispondere addirittura nella stessa giornata! E' un lusso incredibile!)

Wonder, credimi: non voglio affatto essere "aggressiva" e "Sul fatto che un medico possa venire qui a commentare quando una povera e mentalmente instabile, nonché ipocondriaca, madre italiana si sfoga della presunta inefficenza dell'NHS posso solo essere contenta." l'hai scritto tu: me ne guardo bene, conosco perfettamente l'aggressività dei genitori preoccupati per i propri cuccioli.

L'osservazione di cose logiche, quali soletta+buchi+irritazione+ecc. porta già alla soluzione, dovremmo esserne più che soddisfatti tutti.
E, come ti sei resa conto da sola, è stato sufficiente ragionare e non imbottire Porpi di medicine o stressarla con inutili analisi.

Quello che mi irrita profondamente, ma è un atteggiamento tipicamente italiano, è il "i medici sono incompetenti e assassini". Il discorso è molto ampio e spero bene non venga trattato qui, ma davvero: no, non lo siamo.
E conosco fantastici colleghi inglesi di pari livello o superiore (io sono "giovane", del resto).

Abbiate un po' di fiducia, per pietà: andare da un Medico, convinti che sia lì per farci del male, è quasi come andare a comprare il pane convinti che sia veleno.

E, se non siete convinte, parlate con altri Medici. Ma Medici, non roba online scritta da qualcuno che ha studiato altro, ciarlatani, rivistacce fanta-salutiste ecc.

E credete: i piccoli mostrini che fanno del nostro cuore l'accidente che gli pare, sono più resistenti di quel che sembra.

"Magari, la prossima volta, sii un po' più amichevole eh? :)" --> eh! :)

Bye Wonder!

(A me, le tue foto di Londra, piacciono tanto e fanno nostalgia a pacchi...)

Anonimo ha detto...

Alla signora dell'areosol+antibiotico:

signora mia, se le hanno prescritto questa cura, è perché evidentemente la sua infezione è eziologicamente batterica.
Che è ben diversa da quella virale (che può comunque giovare di aerosol, soprattutto se, come penso, le hanno dato l'onnipotente e onnipresente cortisonico... che, alla lunga, deprime il sistema immunitario.).

Potete credere ai medici che dicono che no, l'antibiotico NON va preso sempre e comunque e in maniera indiscriminata per curare anche le verruche?
Grazie :)

A Propofol: e ce ne vuole di Paracetamolo, per raggiungere la quota di intossicazione epatica! Non spaventiamo le già spaventate mamme... quando serve, serve. Quando non serve, una bella camomilla, un po' di riposo e tante coccole.

Wonder, mo' te lo giuro, non ti rompo più! Ciao!

Enzo ha detto...

in poca sostanza quello che si evince da questo post (e dai commenti di chi, piu' o meno qualificato, ha dato dei consigli di natura medica) e' che ahime' non hai ancora raggiunto quell'apertura mentale che e' veramente necessaria a qualsiasi espatriato per superare il primo anno e trasformare l' "avventura pseudo-turistica" in esperienza di vita. Finche' non farai quel passetto continuerai ad essere poco piu' di un turista e credimi la condizione di espatriata diventera' sempre piu' insopportabile.

Insomma, noi facciamo il tifo per te, per la Porpi, e per tuo marito (sempre che tu ce l'abbia, dal blog sembri piu' una single mummy !). Pero' tu un po' piu' di openmindness. E' solo un consiglio.

Wonderland ha detto...

Ciao Enzo,
ti dirò, non so quanto mi interessi superare l'avventura pseudo-turistica, se questa mi consente di essere felice e prendere il bello che questa città può darmi.
Il miglior consiglio che mi è stato dato fin ora è proprio questo: non tentare di diventare una 'locale' a tutti i costi, prendendo abitudini non tue e facendo cose che non hai voglia di fare. Il miglior cittadino del mondo è quello che prende il meglio dal Paese dove si trova, e lascia che questo lo arricchisca in positivo.
E me l'ha detto una persona che ha sempre vissuto all'estero.
E' un consiglio in cui credo molto.

icu MD ha detto...

Condivido in toto l'intervento di giovane medico... anche perchè lo sono a mia volta (anzi, giovane medichessA, se vogliamo!).
Volevo invece commentare chi si esprime in favore assoluto dell'omeopatia... Di solito leggo e sto zitta, ma non posso non dire la mia di fronte a questa disinformazione :( Beh, è stato già detto: l'unica verità è che ciò che si cura omeopaticamente molto probabilmente sarebbe passato da solo nello stesso tempo, perchè fortunatamente abbiamo un sistema immunitario che lavora e lo fa decentemente. Ma questo non succede sempre... Lavoro in terapia intensiva da 2 anni...... beh, provate a curare gli shock cardiogeni o le polmoniti con l'omeopatia, poi ne riparliamo ;) E soprattutto, NON è vero nel modo più assoluto che l'omeopatia aumenta le difese... chiunque abbia dato anche solo l'esame di Immunologia sa benissimo come funziona il sistema immunitario... se un bambino non si ammala durante l'anno non è certo grazie all'omeopatia, ma al suo organismo che funziona a dovere.

Sara ha detto...

Io vivo a Londra da quasi 3 anni, e devo ammettere che la mia esperienza con i medici non è poi così male, anzi! La mia dottoressa è molto premurosa, ogni volta che mi vede chiede sempre notizie dei problemi per cui mi ha visto le volte precedenti, e mi fa fare regolarmente le analisi del sangue più volte all'anno. Forse dipende da che medico hai, come in Italia d'altronde...

Valeria ha detto...

Scusate ma io vorrei cassare delle enormi cavolate, per non dire peggio, lette qui.
Se non siete del mestiere, è meglio stare zitti.
Sono medico anestesista-rianimatore, l'omeopatia lasciamola stare per favore.
Sopra un collega (credo?) si è già espresso egregiamente al riguardo.
Per il resto: gli antibiotici servono contro i batteri, non contro i virus, ergo, se la forma è virale, non servono a un tubo, anzi, fanno peggio, perchè aumentano le resistenze.
Idem per il discorso "ho la faringite-prendo l'antibiotico". Non è automatico. Non si danno gli antibiotici così subito.
Per chi diceva "sono allergico al paracetamolo, che mi curo solo con l'acqua?" Guarda un pò il caso, esistono anche farmaci alternativi al paracetamolo.
Per chi crede che le malattie veneree siano scomparse in Itaia....ahahahahah ma per favore, andate a fare un giro negli ambulatori MTS (una mia cara amica dermatologa ci lavora, non vi dico cosa mi racconta...)
E poi aggiungo anche che le mamme italiane sono iperapprensive, a volte basta un pò di buon senso e di pazienza, invece di farsi venire le crisi di panico per una qualsiasi cosa e attaccarsi al telefono col pediatra. (non parlo di Chiara nello specifico, sto parlando in generale)

Atelier Buffo ha detto...

ahaha, quanta ragione! A me i primi dubbi sull'abuso di paracetamolo sono venuti quando l'ho visto da Poundland!

Anonimo ha detto...

In Germania è uguale!
I bambini hanno sempre l'otite, anche se riempiono i pannoloni di cose inimmaginabili o se hanno un piede gonfissimo. Otite.
E mi raccomando: molta acqua!

http://racconticavolo.blogspot.de/2012/04/sul-come-si-fanno-gli-anticorpi.html

Anonimo ha detto...

Questo dibattito sul fatto che i medici siano bravi o caproni all'estero mi e' piaciuto molto, soprattutto perche' mi ci rispecchio:
io sono stata in una clinica irlandese per delle palpitazioni e il medico (bravissimo)ha subito capito che era per colpa della tiroide, mi ha mandato in ospedale per accertamenti e ordinato una ecografia per escludere noduli...
settimana scorsa porto il mio ragazzo alla stessa clinica perche' aveva febbre, diarrea e vomito e il medico (un altro eh!) gli ha prescritto gli antibiotici per le tonsille... peccato che lui le tonsille non le abbia piu'!

Come vedi, il problema principale dell'andare da una clinica con molti medici e' beccare quello bravo, invece di quello che non prescrive la roba a caso!

FromFun ToMum ha detto...

oddio! Il GP qui e' il General Practicioner e come tale e' un dottore 'generale' e che non ti precrivera' mai piu' di tanto. Io pero' da quando vivo qui ho dimezzato il mio 'medicine cupboard' e non ha piu' i due mila medicinali, piu' quelli omeopatici ecc che avevo in Italia...quindi forse hanno un po' ragione loro. Se non stai morendo c'e' ogni probabilita' che il tuo corpo si riprendera' da solo...chissa' forse non hanno poi tutti i torti...

Blog Widget by LinkWithin