il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

martedì 11 settembre 2012

Emergenza Siria: se i vostri commenti fossero fatti di una parola

Vorrei raccontarvi che sto scrivendo dal Google Campus ed è una meraviglia, che la Porpi ha ricominciato ballet, che la scuola va bene e ieri è tornata a casa col primo 'Award' per saper scrivere il suo nome'beautifully', come dicono loro.
Ma oggi è un giorno diverso, in cui voglio dedicarmi a qualcosa che sembra lontanissimo, incredibile, e invece sta accadendo: la tragica crisi umanitaria Siriana.
Ho iniziato a seguirla con più attenzione da quando ho scoperto una blogger, Probing Intellingence, giornalista italiana in Siria per scelta, scrive per un giornale francese e posta i suoi scarni e lapidari aggiornamenti su Twitter e sul suo blog. Ho visto delle immagini. Ho letto delle cose. Impossibile rimanere indifferenti, specie per la quantità di bambini che questa guerra sta colpendo. Senza alcuna pietà.
E poi sono stata chiamata per dare una mano. Una minuscola, invisibile mano.
Qualche tempo fa sono stata contattata da AGIRE, l'Agenzia Italiana in Risposta alle Emergenze. Mi hanno chiesto se, in caso di necessità, avrei potuto dare una mano a diffondere i loro appelli, ricevendo informazioni dettagliate e aggiornate sulle attività da loro sostenute. Il progetto si chiama BloggaPerAGIRE.
Ho ovviamente accettato, sperando che non ce ne fosse bisogno. Non così presto, almeno.
Invece la situazione in Siria è nel frattempo precipitata, e AGIRE è intervenuto a sostegno delle 9 ONG del network (ActionAid, CESVI, CISP, GVC, Intersos, Terre des Hommes, Oxfam, Sos Villaggi dei Bambini e VIS) impegnate in programmi di assistenza umanitaria in Siria e nei paesi confinanti.
E' sempre molto diverso ascoltare di sfuggita qualche news al tg e provare quel senso di orrore, a sentire il nuovo massacro, inevitabilmente destinato a diluirsi e spegnersi spinto in fondo ai pensieri dalle altre news, da quello che abbiamo da fare, dalla nostra vita.
E' diverso dal fermarsi davvero a sentire. Ascoltare i racconti di chi è lì. Guardare le immagini dell'orrore.
Gran parte degli ospedali sono gravemente danneggiati, difficile reperire medicinali. Le scuole sono diventate centro di raccolta degli sfollati, il 45% di questi sono bambini e ragazzi sotto i 18 anni.

Scarseggiano medicinali e generi di prima necessità e si fa sempre più difficile portare aiuti all’interno del paese, per l’inasprirsi degli scontri e la moltiplicazione dei check-point militari, soprattutto nelle aree intorno a Damasco e Aleppo, che limitano ogni tipo di spostamento.
Il dramma non è solo per chi resta, ma anche per chi fugge per scampare al massacro.
Il conflitto in Siria ha causato, dal marzo ad oggi, oltre 25 mila vittime. Più di 192 mila persone sono fuggite dalla Siria riversandosi nei paesi vicini, soprattutto in Turchia, Libano, Giordania e Iraq.
I rifugiati arrivano ai campi di accoglienza in condizioni di assoluta indigenza, senza nulla, nemmeno i beni di primaria necessità, ed è di loro che le organizzazioni supportate da AGIRE si occupano.
Riporto la testimonianza di Alda Cappelletti, capo missione di Intersos:

“Le condizioni di vita all’interno del campo sono difficili. Molti rifugiati hanno visto o subito violenza, donne e bambini sono traumatizzati e frustrati per aver abbandonato in Siria parte della propria famiglia. C’è un senso di paura e disperazione molto forte, che emerge immediatamente quando parliamo con loro. Purtroppo la qualità di vita nei campi non aiuta a ritrovare serenità: sotto le tende fa molto caldo e il vento alza continuamente la sabbia del deserto. Ma quasi tutti sanno che c’è il rischio che questo campo sia casa loro per molto tempo”. 
Nel massimo rispetto del principio di neutralità e imparzialità, le organizzazioni umanitarie devono  fornire pasti giornalieri, acqua sia da bere che per i servizi sanitari, cure mediche e assistenza.
Solo il 52% delle iniziative predisposte dalle Nazioni Unite sono state finanziate, per il resto occorre l'aiuto di tutti. Ecco perché questo appello.
Se siete a Firenze, forse avete visto la Torre di S.Niccolò illuminata di rosso. E' perché in Siria è stata raggiunta la Red Alert, massima allerta.
Noi blogger siamo ovviamente solo un'altra goccia nell'Oceano, ma siamo qui a diffondere l'ultima festa dei nostri figli, l'ultimo ritrovato tecnologico, l'ultimo viaggio fatto, come non usare questo eco quanto si tratta di diffondere messaggi così importanti, davanti ai quali tutto il resto sembra così stupido.
 Prossimamente riceverte nuovi aggiornamenti sulla Siria, AGIRE ci consente infatti un contatto diretto con operatori presenti sul campo, che saranno in grado di raccontarci come vanno le cose e cosa stanno facendo in questa difficile situazione. Seguite quindi il mio blog, ma anche l'hashtag #bloggaperagire su Twitter.
 E adesso veniamo alla parte concreta di questo lungo post, ovvero: cosa potete fare voi.
Donare 2 euro mandando un sms al numero solidale 45500 
per sostenere gli interventi delle ONG a favore dei profughi siriani

Potete inviare sms da cellulari TIM, Vodafone, 3, Postemobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca o chiamando da rete fissa Telecom Italia, Fastweb, Tiscali e TeleTu.
Oppure
Con una donazione libera cliccando qui

Sarebbe bello che questo post ricevesse tanti commenti, se in ogni commenti ci fosse scritto semplicemente: 'fatto'.
Non possiamo chiudere gli occhi e dimenticare che, mentre oggi ci siamo arrabbiati per il traffico o una bolletta da pagare, mentre il problema dei nostri figli è il compagno di classe antipatico o il corso di nuoto a cui non li abbiamo iscritti, in Siria bambini della stessa età hanno visto un genitore ucciso, o stanno marciando per lasciare la loro terra senza nemmeno un giocattolo a distrarli. Senza nemmeno dell'acqua da bere.
Alcuni, senza più una famiglia.

Questo post si inserisce  all'interno del progetto BloggaperAGIRE, un' iniziativa di comunicazione e raccolta fondi ideata da AGIREonlus per dar voce alle emergenze umanitarie. I contenuti del post non hanno nessuno scopo politico. Il lavoro delle ONG di AGIRE è slegato da qualunque agenda politica e avviene nel rispetto assoluto dei tre principi umanitari fondamentali  di neutralità, imparzialità e indipendenza.

Le foto di questo post sono di Mirko Cecchi.

Condividi

77 commenti:

FebruarySong ha detto...

Fatto.

chiarina-ina ha detto...

Fatto.

Chiara ha detto...

Fatto, rifatto e fatto di nuovo!
Chiara

lauretta ha detto...

Fatto

mafalda ha detto...

Fatto!

mafalda ha detto...

Fatto!

FRA ha detto...

Fatto .... rifatto e rifatto ancora

Diana (Apple Pie) ha detto...

Fatto.

Sara ha detto...

FATTO!!

Olivia ha detto...

Fatto!

Mamma Che Paura! ha detto...

Fatto

chiarac ha detto...

Fatto

Sara ha detto...

fatto!

Federica ha detto...

Fatto!!!

Anna ha detto...

Fatto!

Zuccaviolina ha detto...

fatto

lucylu ha detto...

fatto

Alice ha detto...

ma in concreto che significa "sostieni le ong di agire"?
cioè, cosa fanno di preciso? li aiutano a espatriare e ottenere l'asilo politico? gli portano medicinali? pagano il biglietto aereo ai volontari?

leggo da http://www.bloggaperagire.it/come-partecipare/ che se partecipi diventi "garante ulteriore della massima trasparenza nell'utilizzo dei fondi raccolti".
tu, visto che partecipi, puoi garantire?

scusa, non voglio far polemica, ma di questi tempi non mi stupisco di nulla.

Diletta ha detto...

Fatto!

Marix ha detto...

Fatto!

Marix ha detto...

fatto

Mammachetesta ha detto...

Fatto.

silvia ha detto...

fatto...

TraPocoArrivaMisia ha detto...

Fatto

TraPocoArrivaMisia ha detto...

Fatto

Lauryn ha detto...

fatto :)

Chicca ha detto...

fatto !
oggi io e mio marito festeggiamo 8 anni di matrimonio, oggi abbiamo cominciato il cammino che darà a nostro figlio Matteo un fratellino o una sorellina, che è già in qualche parte del mondo senza famiglia e senza affetto, a cui speriamo di poter riempire la vita di amore!
come potevo ignorare il tuo appello?
grazie

Anonimo ha detto...

fatto!
giulia

Kiny ha detto...

Fatto!

Anonimo ha detto...

Fatto

Anonimo ha detto...

Fatto

Anonimo ha detto...

fatto
GG

Gianbumbi ha detto...

Fatto e ri fatto

Prigioniera Libera ha detto...

FATTO!! GRAZIE CHIARA PER AVERCI DATO QUESTA OPPORTUNITA'...

Anonimo ha detto...

Fatto.
Gabrielle

Valeria ha detto...

Fatto!

Marta ha detto...

fatto.

Bri ha detto...

Fatto!

Anonimo ha detto...

Fatto

Alessandra ha detto...

Fatto!
grazie
Alessandra

Cristina ha detto...

Fatto

Sabrina ha detto...

Io l'ho fatto e l'ho fatto altre volte, per altre cause, ma posso essere sincera? Il dubbio che questi soldi non vadano a loro mi viene sempre. Non è nè per cattiveria ma se ne sentono dire così tante. Immagino però che se tu hai accettato di collaborare con loro saprai che ci si può fidare...e qundi..FATTO!

Anonimo ha detto...

Fatto!
Chiara

Francesca ha detto...

Fatto

Wonderland ha detto...

ciao Alice e Chicca, ovviamente se sostengo una causa è perché la ritengo meritevole, poi certo, la magagna possono rifilartela comunque, ma ho fiducia in AGIRE e nelle Onlus che sostiene (che conosco piuttosto bene, Action Aid l'ho già sostenuta in precedenza e sulla serietà di Oxfam, ad esempio, non ho dubbi perché qui in Uk è la charity più seria). Oltretutto avremo delle conference via Skype con persone che lavorano nei campi dei rifugiati, DAI campi dei rifugiati, per aggiornarci della situazione. Poi che dire: spero sempre anche io che tutte le donazioni finiscono nelle mani giuste, e su questo ci si può solo fidare. Lo so, di storie se ne sentono tante, ma se si smette di aiutare è comunque tutto vano.

Anonimo ha detto...

fatto

erika ha detto...

fatto

Debora ha detto...

Fatto!

Anonimo ha detto...

Fatto. lucia

Anonimo ha detto...

Fatto e divulgato Vale Mat e Joy

Marta ha detto...

giusto per informazione, quando si accede a una pagina di questo blog compare una maschera di richiesta utente e password con la scritta "Un nome utente e una password sono stati richiesti da http://deki.agire.it. Il sito riporta: "DekiWiki" "

Anonimo ha detto...

fatto.

babipeach ha detto...

FELICE DI AVERLO FATTO.

costanza ha detto...

Fatto

Lara ha detto...

Fatto!!!un piccolissimo gesto rispetto a quello che fanno questi volontari...grazie

Kua ha detto...

Fatto. Appena letto il post :)

Anonimo ha detto...

Fatto e fatto fare!

Gianna ha detto...

FATTO!

Oggi Mordo ha detto...

Fatto.

Anonimo ha detto...

fatto

Anonimo ha detto...

Ma come? messaggio gratuito: momentaneamente non è possibile donare...

SuSter ha detto...

Sarebbe bello anche se i potenti del mondo alzassero il culo per redimere una situazione politica che sin da subito è degenerata in sanguinaria guerra civile e massacro di un popolo ma per la quale un intervento diretto non sembra convenire a nessuno... Portare i cerotti va bene pure, se non si può far di più, ma se intanto laggiù si continuano a scannare i civili è un po' come tirar fuori l'acqua dal Titanic.
Ovviamente non è una polemica rivolta alla tua iniziativa, nè verso chi laggiù ha le palle di rimanerci a lavorare e tentare di alleviare le sofferenze della guerra. Ma mi fa rabbia, che non si faccia nulla per fermare questo massacro, e volevo dirlo da qualche parte!

Francesca ha detto...

Scusami ma come Alice anche io chiedo "cosa fanno di preciso"? Solo per capire. Dici che ti fidi quindi ti chiedo anche io "cosa fanno in concreto?"

Fede VdP ha detto...

Vorrei averlo fatto ma dopo che ho mandato l'sms mi è arrivato un messaggio con scritto: "messaggio gratuito: momentaneamente non è possibile donare"...

Saturalanx ha detto...

Fatto! Anche a me succede la stessa cosa che succede a Marta... Ogni volta che accedo al blog mi appare una finestra che dice "Un nome utente e una password sono stati richiesti da http://deki.agire.it. Il sito riporta: "DekiWiki" ". Se premo Annulla leggo imperterrita la pagina, ma mi chiedo comunque cosa significhi... Wonder?

Claudia ha detto...

Fatto <3

Nicole ha detto...

Fatto!

Nicole ha detto...

Fatto!

Nicole ha detto...

Fatto!

Nicole ha detto...

Fatto!

Nicole ha detto...

Fatto!

Nicole ha detto...

Fatto!

Anonimo ha detto...

fatto

Cy

TheGirlwiththeSuitcase ha detto...

Anche io martedì, come altre lettrici, subito dopo la pubblicazione del tuo post ho inviato il messaggio ma mi ha risposto "Messaggio gratuito. Momentaneamente non è possibile donare". Solo che anche oggi è ancora così. :(

Sally ha detto...

Fatto! E vorrei ringraziarti per questa iniziativa. Come dice SuSter, sembra che ai potenti del mondo la crisi siriana non interessi. Forse non c'è abbastanza petrolio o che so io in zona... Però sono stanca di sentir dire che non si può fare nulla, non è così vero. Pensa se fossimo così tanti da non poter essere ignorati, pensa che bello se questo piccolo gesto fosse l'ago della bilancia per la fine di questa orribile guerra!

aerie ha detto...

Fatto!!

elizir ha detto...

fatto

Blog Widget by LinkWithin