il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

venerdì 16 novembre 2012

Aveva organizzato tutto

"Mamma..."
Dita nell'occhio.
"Vedi? Guarda che hai fatto."
"Gnmnhmesmnhmnm..."
"Lo vedi?" mi tira le ciglia come se le volesse staccare "Ti sei addormentata col trlucco."
E' un po' che le è presa 'sta erre che non è proprio erre. Invece di r suona più rl.
Non so se è un effetto della britishness, come quando mi dice 'oggi mi metto quella verde felpa'.
"Mam-ma!"
"Gngnhmhmgn..."
Dito nel naso.
Cioè, voi state dormendo e qualcuno vi infila un dito nel naso.
Come quando vi svegliano col solletico.
How funny.
"Facciamo un discorlso."
E si siede sopra la mia pancia, mi gira la faccia e si spalma a un centimetro da me.
"Allorla. Prlima cosa, non si dorlme col trlucco."
Aiuto. Parla come un'attrice di fiction a cui Starbene ha chiesto 'i tuoi segreti di bellezza'. E mi sta anche cazziando. Esci da questo corpo! O, almeno, lèvate dal mio.
"Poi, mamma. Così non va bene."
"COSA non va bene, Porpi?"
"Hai detto che quando tornavi giocavi con me, e invece stai dorlmendo."
"Porpi, sono stanca, ancora cinque minuti."

Mentre parlo tento di guardare l'orologio sopra il letto. Sono un piccolo genio: non indosso orologio da un po' perché si è rotto, in più ho messo quello di camera da letto in una posizione così strategica che per leggerlo devo fare una contorsione di 180 gradi.
"NON guarldare l'orlologio."
Poi dicono che sono io, quella bossy.
Non conoscono mia figlia.
"Adesso ci alziamo e facciamo le costrluzioni."
Non so per quale motivo questa idea delle costruzioni mi stanca solo a sentirne la parola, ma alla fine mi alzo: lei non si sveglia mai molto presto, saranno almeno le sette e mezza. Caffè sul fuoco, biscotti, latte, centocinquanta pezzi di Lego sparsi per terra.
Iniziamo a costruire.
Praticamente, per incastrare un pezzo di Lego ci metto dieci minuti: c'è qualcosa che non va.
Non so perché non l'ho fatto prima, ma finalmente acceso il telefono riesco a guardare l'ora: le sei.
"Porpi" dico, quasi in lacrime "sono le seiii..."
"Cerlto mamma, è molto molto prlesto."
"Dì la verità: tu LO SAPEVI."
Lei fa un sorrisetto furbo da orecchio a orecchio.
"Mi sono svegliata prlesto perché così potevamo giocare prima di andare a scuola. Ho orlganizzato tutto."
Una parte di me è in lutto per la sveglia, l'altra non può fare a meno di scoppiare a ridere e abbracciare la Polpetta, paraculissima, stropicciatissima di sonno, fierissima di avermi trascinata a fare le costruzioni alle sei di mattina.
"Ma ti devo dire una cosa.. prlometti che non ti arrlabbi?"
Eccola là, ce doveva esse la sòla.
"Io oggi a scuola... non è che prloprio ci andrlei..."
E praticamente, alzata alle sei di mattina, dieci minuti ho fatto le costruzioni e centodieci li ho passati a convincerla ad andare a scuola.
E' un periodo strano, in cui mi sento al mio posto qui dentro, e anche fuori di qui.
L'unica cosa che non cambia è che, quando torno a casa e Porpi mi salta in braccio, sento in quel suo odorino caldo e biscottoso vicino al collo, e mi sento come un pezzetto di puzzle che ha trovato il suo gemello.



Condividi

72 commenti:

Anonimo ha detto...

Che delizia! Dimmi che le hai permesso di stare a casa quel giorno... se lo meritava :)
Giu

Fenice ha detto...

Due pezzi di puzzle.
Gran bella immagine.
Credo sia bello e sano sentirsi bene sia fuori che dentro casa. Mi sa di cosa buona.

Bacio,
Saretta

Anonimo ha detto...

Muahahahahahah!!!!Mitica Porpiiiiii!!! E povera te!!
Maura.

fuoriasse ha detto...

che cosa le dai da mangiare?! E' troppo sveglia!!!!! In tutti i sensi ahahahah

MAMMOLINA ha detto...

Ciao, giuro che questo post stamani avrei proprio potuto scriverlo IO!! Svegliata alle 5,30 perchè la Birby si è ricordata che non aveva finito il disegno delle principesse iniziato ieri sera...la mia risposta è stata un RINGHIO. Avevo appena rimesso Acciuga nella culla dopo l'ennesima poppata...ma poi sono saltata giù dal letto e l'ho abbracciata stretta...
che tipi 'sti pupi!
un bacio

Trasparelena ha detto...

Che tenera!! (oddio, io per la sveglia alle sei l'avrei uccisa)
ma almeno l'hai tenuta a casa da scuola?

LaPink_WeddingPlanner ha detto...

Periodi strani un po' per tutti... godiamoceli e tu goditi la sempre simpatica Porpi, che se riesce a far ridere noi, figurati te, che ce l'hai in casa!

tania ha detto...

ahahahhaha Ho riso per 10 minuti!!! La porpi è diabbbbbolica!

Anonimo ha detto...

Vi adoro. MarS

Pixel, Monsters&Co. ha detto...

porpi è una futura stratega!!! genia del male :D

sternflammende ha detto...

spero che tu l'abbia mandata a scuola! Non bisogna viziarli troppo questi bambini, altrimenti crescono male XD

sybin ha detto...

L'ultima volta che ho visto Porpi sosteneva, in Inglese, di essere una Volpe. C'ha preso! :)

Io sono arrivata al punto che attendo con impazienza l'Erede, almeno le sveglie in automatico alle 4 di mattina avranno finalmente un senso... (incinta di 8 mesi e mezzo, due settimane alla presunta data del parto, posizione comoda per dormire non pervenuta).

Buon pomeriggio a tutti!

mafalda ha detto...

Mi sarei sciolta, nonostante la sveglia antelucana :)

Bonzomamma ha detto...

La tenerezza fatta bambina! Periodo strano ma bellissimo Chiara, stai facendo moltissime cose belle da leggere e da vivere immagino! Continua così e regalaci cose belle.

raffaella ha detto...

Le parti concave e convesse si incastrano alla perfezione quando è l'unione è perfezione.
Adorabili, voi.
Raffaella

Anonimo ha detto...

che tenerezza infinita!!

perdentedisuccesso ha detto...

...il mio, 5 anni, anche a quell'ora vorrebbe delle "storie"..magari lette!!... INVENTATE!!!...che culo parlare nel sonno... :)

Francesca ha detto...

Che cara, era cosi eccitata al pensieo di alzarsi e trovarti nel letto che si e' svegliata all'alba. Dai, dimmi che ti sei sciolta e non l'hai mandata all'asilo...io l'avrei fatto di sicuro....ehm...in effetti mi e' capitato di cedere dopo alcune mie assenze... ;-)

mela ha detto...

Stato di grazia si chiama, ed è bellissimo! Goditelo. Te lo meriti :)

Anonimo ha detto...

ahaha, che ganza! 'ste quattrenni son troppo furbe, riescono a farsi adorare anche alle sei del mattino...

Chiara

pavlò ha detto...

oddio, tolta la parte del trucco, il mio quasiduenne mi sveglia già così, urlando "latte latte!!"alle 6,30 OGNI mattina che Dio manda in terra. dito nel naso compreso.

Chiara ha detto...

Mentre leggevo il dialogo, mi immaginavo la voce di Viola come quella di Olivia, la nipotina dei Robinson... ;)

ciao!
Chiara

fiorella ha detto...

ma che meraviglia, sti bimbi se ne inventano una nuova ogni giorno, ma come si fa a dirgli di no quando ti dicono delle cose così...

PdC ha detto...

dolce lei e soprattutto diabolica;)
vedrai come vola il tempo e poi in un lampo ti servirà tutta l'artiglieria disponibile per tirarla giù dal letto (yeah!)

Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com ha detto...

che dolcezza... :)

SemplicementeBlu ha detto...

Le sei mancata e così ha organizzato tutto, ovvio!
che dolce polpetta-diavoletta ^^

forsemisbaglio ha detto...

vera questa cosa del pezzettino del puzzle.
anche per me. e anche per mia figlia.
a volte la persone che ci incontrano ci dicono che siamo una bellissima coppia. strano no? come due anime gemelle.
baci a viola

LeLutka ha detto...

Azz anche io ho quella erre non riesco a dire le rd assieme, ed ogni volta che parlo il mio ragazzo mi prende in giro XD

finalmentemamma ha detto...

beh, non c'è che dire, i nostri figli sanno bene quello che vogliono!
Dolce, dolcissima cucciolotta!!

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

questa bimba è tenerissima e ha bisogno di affetto. Tu descrivi il vostro mondo in modo molto delicato.

Pippi House ha detto...

Le sei qua sono considerate giorno fatto.
Struggente lei...

Martina ha detto...

Pezzettino di puzzle gemello!! Andranno mai via gli ormoni post gravidanza che con queste immagini mi vengono i lucciconi!?!? Sei grande.

Laura ha detto...

Scusami se mi permetto di fare un'annotazione...ti seguo da tanto e ... non ti viene un sottilissimo dubbio che siano atteggiamenti dovuti al fatto che la tua assenza lei la sente eccome?!
Aivoglia a parlare di indipendenza etc etc...ma loro la mancanza la sentono eccome, e la esternano in modi sottili...
Perdonami se mi sono permessa..

cristina ha detto...

sono d'accordo con Laura.. lo vedo con la mia Viola, che vedendo poco il papà si inventa cose simili alla levataccia di Porpi. Aldilà della tenerezza che suscita, a me stringe il cuore, perché di mancanza si tratta. A volte noi li vediamo grandi, autonomi e paraculi, mentre son solo piccoli, bisognosi di noi e... paraculi. :)

sakscia ha detto...

Non voglio criticare le scelte di Wonder, che se si è fatta "fregare", l'ha fatto solo per mantenere la promessa di giocare
con la figlia, MA quando i miei figli si svegliano prima di me, sanno benissimo che non è il caso di svegliarmi.

Va bene amare i propri figli, ma non va bene esserne succubi: io decido l'ora del risveglio, non loro.
E non solo per pigrizia, ma anche per il loro bene (dormire fa bene!) e per insegnare loro il rispetto per gli altri.

Anche all'età di Viola.

Scusa dello sfogo, che non era rivolto a te in particolare, Wonder, ma alle mamme o future mamme che commentato entusiaste della furbizia della piccola e che scrivono di incorraggiarla o premiarla non mandandola all'asilo.

Anonimo ha detto...

Ke tenera la porpi...ho appena finito di leggere il libro quello che le mamme non dicono...sono in attesa della mia frugoletta ke nascerà tra un mese e non vedo l'ora di viverla!!! Come si fa ad iscriversi su questo blog?

Anonimo ha detto...

Un ometto treenne di mia conoscenza, con gli occhi ancora rossi di sonno, il pigiama un po' dentro e un po' fuori i pantaloni, il cucchiaio della colazione in mano e uno sguardo pensieroso, l'altro giorno ha detto: "Mammina, non penso di poter andare a scuola oggi perchè non è il mio giorno fortunato". 'Sti bambini. :-)

Anonima ha detto...

Sono così felice per te... Nei tuoi post precedenti si leggeva sempre questo tuo amore fantastico per la porpi, ma anche qualche nota di malinconia che faceva trasparire un tuo non sentirti nel posto giusto al momento giusto... Sono felice per te, si, perché abitare la vita che si ha standoci bene dentro è fantastico... Spero di riuscirci a pieno anche io un giorno...
Bacio e auguri per le future costruzioni di lego:)

La solita ha detto...

Bella, dolce, ironica (sì, dai c'è dell'ironia nel risveglio che ti ha riservato, con dita negli occhi e cazziatone per lo strlucco mancato!) e diabolica (vuoi metter 110 minuti di attenzioni totali quando le tue capacità di reazioni sono leggermente sottotono per farsi convincere ad andare a scuola :D!).
Ma a scuola ce l'hai mandata o ti sei fatta corrompere ;D!?

Bitri_S ha detto...

Io proprio non capisco: siamo di fronte a un bellissimo scorcio di vita familiare, e c'è ancora chi deve analizzare i perchè e i percome dell'anima di questa bambina.. Io invece non riesco a far altro che sorridere, per questa furbetta che le inventa tutte per stare con la sua mamma.. :-) e brava PoRLpi.. E brava Chiara!

Laura ha detto...

Cristina più spesso siamo noi paraculi. con tutti i nostri essere alive e volerli crescere indipendenti, che, per carita', entro certi limiti va bene, ma siammo appunto, dei gran paraculi.

Velma ha detto...

Ma non dirmi che Porpi riesce a settare il suo orologio biologico e svegliarsi presto quanto vuole!
E non dirmi neanche che è in grado di impostare una sveglia alle sei del mattino per svegliarsi!
Pazzesco!
Povera te!
Con affetto, eh.

Ninni ha detto...

Ma questa bambina è un GENIO!

Marta ha detto...

sono d'accordo con saksca.

Laura ha detto...

@Bitri L'hai detto tu "le inventa tutte per stare con la mamma"....ecco, facciamoci due domande.
E cmq non ho dato della cattiva mamma a Chiara, ho usato il plurale quando ho commentato, perchè in quello che ho detto nei post precedenti, mi ci metto dentro anche io.

@Sakscia Sono d'accordo con te in generale sul fatto di non essere succubi dei propri bambini. La bambina avrà voluto svegliarla per stare con lei sicuramente, ma non va bene pensare di premiarla non mandandola a scuola come qualcuno dice. Io non dormivo molto da bambina, e spesso la domenica mi svegliavo prima dei miei, ma sapevo che se loro dormivano io potevo giocare per conto mio senza andarli a svegliare. (ovviamente questo non a 2 anni, ma a 5 sì)

Sonsierey ha detto...

Vabbé dai non esageriamo, se si tiene una bambina una volta a casa per un impulso di tenerezza, non crescerà mica irrispettosa e tiranna dei genitori! Un bambino per quanto piccolo capisce il concetto di eccezione, specialmente uno sveglio. Non un premio è una cosa che quel giorno è andata così perché sì, perche si é più buoni, perché nella vita devono esserci regole, ma sono necessarie anche un po' di eccezioni, come i giorni a casa da scuola e le ditate nella nutella!

sakscia ha detto...

Se Wonder ha tenuto a casa la bimba, ha fatto bene: una bimba che si sveglia così presto, all'asilo poi è uno zombie (sono insegnante).
Lunedì scorso ho tenuto a casa mio figlio solo perché di notte ha tossito (per meno di un'ora).

Le eccezioni ci stanno, ma non come premio alla furbizia, come alcune commentano.

Anonimo ha detto...

Cos'è siamo entrate nell'era delle mamme generali??? Solo Estevill sosteneva di insegnare ai bambini in età da pannolino a leggere l'orologio per non interrompere il sonno mattutino dei genitori...ma perfavore!!!
Emanuela

Anonimo ha detto...

io non ho ancora capito se la bimba va a scuola o all'asilo

Sonsierey ha detto...

Errore. Intendevo scrivere "non è un premio", ora forse è più comprensibile ^^

Anonimo ha detto...

Chiara a me dispiace molto che tu non abbia risposto alle mie considerazioni sul wildpurityproject....ci chiedi di seguirti, metti pure il bannerino che pubblicizza il progetto a meta' avventura ormai, uno ti segue, dice la sua, chiede "spiegazioni" in merito a certe scelte fatte e tu passi oltre non rispondendo...il pubblico e' molto importante sai, soprattutto in certi casi come il tuo, dove il blog e' in un certo senso anche il tuo lavoro.
Mi dispiace, perché credo che rispondere a quattro domande in tutto per ogni post non sia un grande impegno.... alcune domande sono più scomode di altre, forse...ad alcune un po' "private" non vorrai volutamente rispondere pero' basta dirlo.
Certo fra gli inizi del blog e il tuo libro ci avevi abituati a parlare molto della tua famiglia, quindi pare normale che ti vengano rivolte tranquillamente domande del tipo " ma esiste solo una nonna?". Ci sta, il trend di questo blog era diverso tempo fa.
Scusami sto andando fuori tema, a me interesserebbe davvero sapere cosa ne pensi delle mie considerazioni sul progetto.

Grazie!

Francesca

Laura ha detto...

@Emanuela Scusami ma non hai proprio capito. A parte che 4-5 anni non è più età da pannolino e sono già in grado di capire certe cose, soprattutto se il bimbo è sveglio come nel caso di Viola, cmq non si tratta di insegnare a leggere l'orologio, ma semplicemente di non far passare come un atto meritevole di un premio (tipo il non andare a scuola) quello di svegliare chi sta dormendo, addirittura come "ricompensa" della furbizia, come suggerivano alcuni sopra.

Violetta ha detto...

Qualcuno mi spiega come si fa ad imporre ad un bambino di quattro anni l'ora in cui deve svegliarsi?

E soprattutto, se si sveglia prima dell'ora stabilita, che succede?

Pura curiosità eh, sia chiaro, poi se il metodo funziona potrebbe uscirne un "Fate la nanna 2, la vendetta"

sternflammende ha detto...

Io non ho capito il senso della moderazione dei commenti: posto che i miei, anche quando pesantemente critici, sono sempre stati pubblicati, non vedo perché attuare questa prassi. I lettori non riescono nemmeno a interagire tra loro, visto che magari passano ore dalla pubblicazione all'approvazione da parte dell'autrice. E comunque, anche se non vengono pubblicati, tutti i commenti vengono filtrati e letti dall'autrice, quindi l'amarezza permane comunque.
Non penso che gli inserzionisti ritirerebbero qualche sponsor se anche leggessero commeenti diversi dai panegirici abituali

Anonimo ha detto...

@Laura
Probabilmente ho in parte frainteso scusami...ma per me (e ripeto per me, per il mio essere mamma) lasciare/insegnare ad un bambino di 4/5 anni a non svegliarti al mattino ed a giocare mentre i genitori dormono equivarrebbe a lasciare un bambino di quell'età in casa da solo. Io non lo farei,e ripeto, io.
Emanuela

Sheireen ha detto...

Ma diventa sempre più adorabile! :)

un padre ha detto...

anch'io sono daccordo che faresti meglio a togliere la moderazione dei commenti. Comunque riguardo al wildpurityproject reitero il mio commento (non pubblicato) che semplicemente (ed educatamente) faceva notare che stai facendo pubblicita' ad un acqua in bottiglia. L'Italia e' al primo posto in Europa e terzo al mondo (!!) per consumo di bottiglie di acqua.

Poi dicevo anche altre cose, ma non fa niente...

Laura ha detto...

@Emanuela più che altro io ed altre che abbiamo commentato ci riferivano alla diseducatività di far passare come un'azione meritevole di un premio lo svegliare apposta i genitori e il dire bugie sull'orario, premio che in tal caso sarebbe il non andare a scuola. non ci riferivamo a Wonder, ma a chi ha commentato lodando la furbizia della bambina e augurandosi che non l'avesse mandata all'asilo perchè "se lo merita".

sakscia ha detto...

Emanuela e Violetta:

1. Se lasci delle fessure nelle tapparelle oppure gli scuri accostati, il bambino riuscirà a capire se è giorno o ancora notte.

2. Viola non è nell'età da pannolino! mi riferisco a bambini di età prescolare, scuola materna, non asilo nido!!! Mi pareva ovvio...

3. I miei figli (il più piccolo ha 5 anni) quando si svegliano, mi chiedono il permesso di alzarsi e, se l'ora lo consente, si alzano, si vestono, giocano o guardano la tv (alcune rare volte hanno pure fatto colazione!), mentre io posso continuare a dormicchiare (ovviamente sempre con un occhio aperto e l'orecchio teso). E sono ancora vivi!!!!


Violetta ha detto...

@sakscia

Io avevo chiesto, ironicamente, come si impone ad un bambino piccolo, perchè a 4 anni è piccolo, l'ora in cui svegliarsi, e tu mi rispondi, in sintesi, che effettivamente non si riesce. Quello che cercavo di dire è che i genitori non decidono affatto quando è ora di svegliarsi, casomai di alzarsi,e tu l'hai confermato dicendo che, se tuo figlio si sveglia prima di quando tu voglia, educatamente ti chiede se può alzarsi, ma non si riaddormenta solo perchè la mamma ha deciso che è troppo presto per svegliarsi e alzarsi.


Poi lo stratagemma delle tapparelle funziona al V piano magari, io sto al piano terra, col cavolo che non sigillo l'esterno solo per far trasparire all'interno la luce del mattino, scusa!

sakscia ha detto...

in sintesi:

io sto al piano terra :-O

talvolta, se si sveglia troppo presto, si riaddormenta :-O

sakscia ha detto...

Violetta

dimenticavo, grazie per l' "educatamente".
Sto cercando di crescere due persone educate e rispettose, cosa che non tutte le mamme fanno, visto i commenti qui sopra.

Anonimo ha detto...

e comunque le tapparelle a londra non esistono...

Francesca ha detto...

Io sono d'accordo con sakscia, al di là di alzare le tapparelle o meno, il punto è, e non mi riferisco a Wonder, ma ai primi commenti, che non si può far passare come meritevole di un premio il fatto di svegliare gli altri infilando le dita nel naso o negli occhi e mentendo sull'orario della sveglia.
Sono bambini, sono marachelle, ok, per carità, ma le cose bisogna insegnargliele, anche il rispetto di chi sta dormendo, e di certo non si può far passare il messaggio che sono stati così arguti e furbi da meritarsi addirittura il premio, che sarebbe marinare la scuola in questo caso.

sakscia ha detto...

Per l'anonimo saputello: ci saranno delle tende oscuranti! il sistema è lo stesso : lasciare filtrare un po' di luce.


j ha detto...

Dai ma come si fa a dare a polpetta della "maleducata" per aver messo la mani nel naso o aver svegliato alle sei la mamma?? È ovvio,se lo facesse sempre sarebbe un problema ma a quanto dice wonder è stata una cosa assolutamente eccezionale e a mio parere dolcissima.
Pensate alla bambina che, come " piano diabolico" decide di svegliare all'alba la mamma( che da quello che ho capito i giorni prima non c'era) per stare un po' con lei...pensate a quanto si è divertita la sera prima o la mattina ad "elaborare il piano" e quanto era felice di rivedere la mamma!
Io non sono mamma ma ho adorato i giorni in cui mia mamma mi permettava di non andare a scuola per stare con lei anche solo a fare la spesa. Non era certo per saltare verifiche o interrogazioni era per pura voglia di passare una giornata con lei. Non sono diventata una sbandata per questo,non sono maleducata e non sono mai bocciata anzi,mi sono laureata in medicina venerdì con 110 e lode.
Ho solo avuto il piacere di fare qualche "brucia" con la mia mamma e non è mai morto nessuno.
Fossi stata wonder avrei abbracciato Porpi e le avrei detto "oggi ci prendiamo una giornata per noi" (ovvio,compatibilemte agli impegni della mamma. Ma idealmente avrei fatto così)
Godeteveli questi momenti...quando avranno 17 anni non si sveglieranno "organizzando tutto" per stare con voi! ;)

pasadena ha detto...

Ma veramente un bambino di quattro anni in casa la mattina non si può svegliare da solo? Perchè? Fa casino? Si fa male?
Perché io sarei proMontessori e adesso mi preoccupo!

Francesca ha detto...

PS: appunto, io in Spagna non ho tapparelle ma ho le tende oscuranti..non ci vuole molto eh...

Francesca ha detto...

@j: ma veramente nessuno ha detto che la bambina è maleducata.
ma che non è propriamente educativo dare come ricompensa ad una "birbonata", diciamo, il saltare la scuola.
bisogna insegnare che ci sono i giorni in cui si va a scuola e i giorni in cui ci si svaga, ci si riposa e si sta insieme. per questo ci sono i weekend, i giorni festivi, ma gli altri giorni si va a scuola, a meno ovviamente di non sentirsi male.
cosa c'entra la laurea e il voto?! per la cronaca, pure io sono laureata in medicina, non c'entra nulla.
hai pensato che se viene fatto credere di aver fatto una cosa divertente e da "furbetti", poi magari credendo che sia divertente e ganzo, infileranno il dito nel naso o in un occhio ad un compagno all'asilo col rischio di fargli male?!

sakscia ha detto...

il commento precedente era mio, ho dimenticato di firmarmi.

Mo' ha detto...

Io per svegliare mio marito la domenica mattina gli apro un occhio.... Ho 34 anni, non l'ho mai fatto da bambina ai miei e lui si mette a ridere... E poi si alza. Io mi annoio se lui non c'è è mi sveglio sempre prima.

Anonimo ha detto...

@ mo': chiaramente non hai figli...

Blog Widget by LinkWithin