il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 28 novembre 2012

Immagini di un viaggio

Ve l'avevo già detto, che sono addiopatica.
Quando finisce qualcosa, ho bisogno di crogiolarmi per un po' in un limbo fatto di ricordi, immagini, sensazioni. Come se quello che ho vissuto fosse un tatuaggio disegnato sulla pelle, che sbiadisce piano piano, e non vuoi davvero cancellare finché non ne è rimasta che un'ombra.
Sono tornata da tre giorni, sto ancora rimettendo a posto foto ed emozioni.
Mi sento davvero fortunata ad aver potuto partecipare ad un'esperienza simile, in qualche modo mi ha cambiata, ma non voglio dire di più perché credo di aver già scritto tutto sull'ultimo post del Wild Purity Project, dove capirete anche il senso della frase qui sopra.

Adesso sono le immagini, quelle che mi interessano.
Come se potessi portarvi con me, per un solo attimo, nei luoghi dove sono stata. Lì dove tutto quello che importa sono fiato e passi e il colore delle nuvole che scendono piano.
Questo è l'Etna, visto dai miei occhi.
Sono riuscita a portare la mia Canon solo per l'ultima tappa, e un po' me ne sono pentita, ma credo di aver imparato più in quei due giorni che in mesi di scatti 'casuali' (e te credo, direte voi, con un fotografo a disposizione.. ehehe).



So di non essere brava, ma dietro ad un obiettivo mi sento esattamente come davanti a un foglio bianco: ho voglia di raccontare qualcosa. Come quando scrivo, mi concentro sui dettagli, cerco di cogliere un attimo e restituirgli una vita autentica e distante, negli occhi di chi la osserverà. Come se dovessi farci entrare dentro anche i suoni, gli odori e le mie sensazioni in quel momento.



Come se una foto potesse essere qualcosa di vivo.

Forse è per questo che mi incuriosisce molto anche il video, dove si riesce a catturare tanto di più.

Questo viaggio, aver visto parti della nostra Italia così meravigliosamente selvagge e pure, è tra le esperienze più belle che mi siano mai capitate.
Mi ha fatto venire ancora più voglia di viaggiare, vedere, esplorare, fotografare.
E lo farò appena possibile.
Non serve andare lontano, serve solo essere curiosi.
Arriveranno fotopost, siete avvertiti :)

Condividi

38 commenti:

Silvia ha detto...

"Non serve andare lontano, serve solo essere curiosi".

Mi ricorda un mio post di questa primavera-estate, perchè in qualche modo ho fatto un viaggio simile al tuo, lungo 10 week-end, con al mio fianco un fotografo eccezionale, lavorando ad un tour che è stato, proprio come il tuo viaggio, una delle esperienze più belle della mia vita. Le foto parlano da sole ma a volte è bello coniugare scrittura e immagini. Ecco la blogger e il fotografo: un connubio perfetto. :)
Ti lascio con la frase che mi piace ricordare ogni tanto su twitter a chi mi chiede come riassumo quell'esperienza: Siate Curiosi, Siate Imperfetti. :)
Ciao!

VaLe ha detto...

Sono contenta che tu sia passata anche dalla mia Sicilia.

Girandola Precaria ha detto...

Ancora foto, please! :)

Giovy ha detto...

Foto molto belle. Davvero.
E anche il tuo post.

Patrizia ha detto...

Bellissime foto! Complimenti!
Forse l'hai già scritto in qualche post precedente, ma posso chiederti con che reflex e con che ottiche scatti?

Vetekatten ha detto...

sarà anche merito del paesaggio, ma queste foto le trovo particolarmente belle

Wonderland ha detto...

Grazie a tutte :)
Patrizia: scatto con una Canon EOS 450d e questa lente era un 17-50 f/2.8

Camilla ha detto...

E' il mio primo commento su questo blog. Ho letto un po' qua e là la tua storia, sbirciato tra le foto e seguito il diario del Wild Purity Project. E' stato un po' come viaggire insieme a voi. Meraviglia! E quanti spunti di viaggio! :)

Le foto sono bellissime.

MISSLORETTA..UN MONDO A COLORI! ha detto...

La mia Etna! 'U Mongibello! foto meravigliose!! Arrichhiscono davvero l'animo! Un bacio cara!

Fenice ha detto...

Bellissime foto.
Mi piace il paragone di te dietro alla macchina come dietro ad un foglio bianco.
Credo che la voglia di raccontare sia una delle voglie più belle e che, tra l'altro, condividiamo. La trovo una voglia "generosa" ecco, che non soddisfa solo noi.
Io con la macchinetta sono una frana, ma ho deciso che ogni tanto la imbraccerò per potermi soffermare sui dettagli ed esercitare la mia pazienza (che è pochissima!).
Un abbraccio e complimenti ancora per questa bella esperienza che hai condiviso con noi.

Saretta

perdentedisuccesso ha detto...

...accidenti!!! che splendore quelle foto..e soprattutto che invidia!!!
(e poi hai un pollice che potrebbe darti soddisfazioni anche con l'autostop!) :)
..un abbraccio!

Anonimo ha detto...

U A O

Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com ha detto...

che foto semplicemente FANTASTICHE.. mi piacerebbe fare un viaggio alla scoperta della natura...

mafalda ha detto...

Secondo me un bravo fotografo è colui che sa trasmettere emozioni, indipendentemente dalla tecnica. Tu lo (la) sei.
Bentornata!

Francesca ha detto...

Wonder oltre a consigli di scrittura su WPP, ci darai anche info pratiche sui luoghi che hai visitato? Tipo i percorsi che ti hanno portato a vedere ciò che le foto di Nanni ci hanno trasmesso?Sentire un parere personale che vada al di là di una semplice guida online e non mi pare possa essere molto carino. Così che il tuo viaggio non sia stata solo una scatola di emozioni ma anche qualcos'altro.
Che dici? Oddio te l'avevo già detto assieme ad altri, forse hai risposto e mi sono persa tutto.

Grazie! :)
ps. l'ultimo post su WPP mi è piaciuto davvero, eri molto "tu".


ps. da oggi parte il primo giveaway del mio blog, se vuoi partecipare ti aspetto!

Claudia ha detto...

Sono d'accordissimo sul parallelo reflex-foglio bianco :-) sono anch'io così!
E comunque, bellissime le tue foto, davvero. Sembrano dire ai soggetti: "me ne sono andata, ma non vi scorderò mai".

Francesca ha detto...

si si noi gradiamo i fotopost!! invece sei brava con la macchina fotografica, mi piacciono tutte ... stupende la seconda e la terzultima... che bel viaggio....

sternflammende ha detto...

Belle foto!
Visto che tra le lettrici ci son molte appassionate di fotografia, perché non ospiti nanni in un post, dove lui ci potrà spiegare i fondamenti di quest'arte?

gabry ha detto...

Complimenti per le immagini che parlano da sè; la natura ha un fascino spiazzante, ogni tanto ce ne dimentichiamo, ma nella sua semplicità ci ricorda l'essenza stessa della vita.

Cristina ha detto...

Te l'ho già detto? Sì. Sono monotona? Forse. Mi ripeto? Nobody is perfect. Mi piacciono i tuoi photopost :)

Cristina ha detto...

Posso permettermi di segnalarti l'iniziativa che ho promosso sul mio blog? L'anno scorso hai già contribuito con le tue creazioni a rendere speciale il compleanno della mia bimba. Quest'anno, visto che lei ormai partecipa attivamente alla creazione dei miei post specie con le sue fotografie ho pensato di chiedere alle blogger che seguo e mi seguono di dedicarle un post o una foto o un pensiero.. Per creare un post riassuntivo per il suo compleanno il 21. Trovi tutto qui: http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2012/11/e-se-regalassimo-un-post-ad-elena-per.html (visto che hai la moderazione inserita mi sono permessa di scrivere, così leggi ma puoi non pubblicare)

silvia / color simply ha detto...

Chiara è tutto bellissimo e con queste immagini sfondi le mie passioni però ho un rammarico: quello di sentirti distante dai tuoi lettori. Forse avresti dovuto spendere una parola di più con chi ti ha sostenuto, o chiesto informazioni specifiche sul WWP.
Queste esperienze ti estraniano dal tempo e dalle abitudini, lo so, e se fosse per me ti consiglierei di mollare tutto e viaggiare, viaggiare, viaggiare... ma viviamo di compromessi e bastava davvero poco per sentirti più vicina.
Un caro saluto.

Lafranci ha detto...

Ho seguito passo passo le vostre orme: ero lì quando gocciolava la rugiada dal ramo rosso e ho visto anch'io la lepre che si nascondeva dietro i tronchi curvi.

semplicemente grazie

Da "la ragazza persa nella nebbia" ;)

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

autunno, vulcano, cenere. Sembra il prologo di quanto sta per accadere in Italia, e non mi riferisco certo alle previsioni dei Maya. le tue foto sono prodigiose, profetiche, oltre che, come al solito, molto belle. Complmenti!

Giulia Pergolati ha detto...

Un reportage fotografico e non di degno rispetto. Mi è piaciuto da morire questo post. Spero di leggerne altri su questa scia :)

Federica Venturelli ha detto...

Ti seguo sempre, mi piace molto come scrivi, mi diverti!
e quindi...
Se passi da me c'è un premietto per te!

Federica
http://micioabordo.blogspot.it

carla ha detto...

dopo le centinaia di commenti che ti fanno i complimenti per la bellezza delle foto quel "so di non essere brava" e' un perfetto indicatore del personaggio. Mia figlia di 5 anni e' forse meno vanitosa...

Sarei curiosa di vedere i numeri (che sono quello che interessa a quelli dell'acqua minerale): quanti dei lettori del blog hanno cliccato sul link di WWP ?

(chissa' se mi pubblichi, poi)

Anonimo ha detto...

Ma quindi dormivate in tenda?

Wonderland ha detto...

@carla forse non hai presente la qualità delle foto dei professionisti, la nitidezza, i contrasti, le inquadrature. I 'bravi' sono altri...

raffaella ha detto...

Grazie per avermi portata là.
Raffaella

Anonimo ha detto...

Personalmente ho trovato ll progetto un po' noioso, con immagini bellissime, ma un po' lento. Ti ho seguita comunque e devo dire che gli ultimi post sono piu' "tuoi", molto piu' belli e sciolti. Probabilmente anche tu dovevi focalizzare meglio quest'avventura completamente nuova per te che non hai mai fatto escursioni.
E' probabile che, se ci sara' un' altra occasione, forse, saprai come muoverti, grazie anche ai consigli di chi ti ha seguita.
Ora devi dimostrare quanto vali cercando di dare il meglio in ogni opportunita' che ti si presenta.
Anche questo e' un lavoro!

Claudia

Wonderland ha detto...

@Claudia grazie mille del feedback!

@Anonimo no, abbiamo dormito per lo più in dei rifugi.

nonnapuffo ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con te. Non c'è nulla al mondo di paragonabile alle emozioni procurate da uno scatto nel momento in cui decidi di fermarlo sul tuo obiettivo
Perfette o no le fotografie fanno parte della nostra vita.
un bacio
www,welovefur.com

Anonimo ha detto...

Mi dispiace molto, perchè tutte le diverse domande che ti sono state fatte circa la possibilità di integrare i racconti "tecnici" con info pratiche (fatte sia durante il progetto che ora che è terminato) sono rimaste punti interrogativi senza risposta e non è molto carino da parte dell'autrice del blog.
Capisco sia stato un periodo intenso però siamo sinceri: sia qui che sul sito WPP non hai ricevuto moltissimi commenti riguardanti il progetto quindi sinceramente per rispondere a chi oltre a farti i complimenti avanzava anche qualche osservazione chiedendo informazioni in più ci vogliono davvero 2 minuti 2...
Non ho mai commentato perchè era inutile farti una domanda che già ti era stata posta almeno 4 o 5 volte, però ora mi permetto di esprimerti la mia delusione. Ci hai invogliati a seguirti e poi... :-(
Peccato. Il progetto è bello, è un pò assurdo che levissima parli di natura incontaminata quando ancora produce bottiglie in plastica che si sa inquinano moltissimo.
Chissà se ci risponderai prima o poi...io ci spero sempre.

Grazie

Sara

Wonderland ha detto...

Ciao Sara, hai ragione scusa, ma tra il viaggio e tutto mi era passato di mente.
Allora: non abbiamo avuto la possibilità di dare info pratiche per due motivi. In primis, spesso attraversavamo luoghi abbastanza impervi o aree protette, per accedere alle quali servono permessi speciali, quindi non potevamo dare indicazioni su luoghi che non è possibile visitare, o che è molto difficile raggiungere.
Secondo: lo scopo del progetto era ben diverso da una guida turistica dell'Italia, il suo scopo era semplicemente incontrare la purezza di paesaggi incontaminati e condividerla su un blog, in modo che chiunque, dalla propria scrivania, potesse prendere un 'respiro' di natura tramite le nostre foto e i nostri racconti. Sarebbe stato fuori tema dare indicazioni pratiche e di viaggio, sarebbe stato un altro tipo di progetto.
Per quanto riguarda Levissima, si impegna molto a usare anche bottiglie in gran parte riciclate e fa grossi sforzi per sostenere ricerche e iniziative a favore di meraviglie naturali a rischio, ad esempio i ghiacciai.
Quando scelgo un brand con cui collaborare, lo faccio se mi ha convinto anche il suo approccio etico.

enrico ha detto...

"Quando scelgo un brand con cui collaborare, lo faccio se mi ha convinto anche il suo approccio etico."

Con tutto il rispetto, ma mi sembra che a sto giro non ti sei informata piu' di tanto. Lasciamo stare il discorso che da un punto di vista strettamente ecologico l'acqua in bottiglia porta solo svantaggi e nessun vantaggio e quindi l'approccio etico sarebbe stato di non collaborare con un'azienda inquinante. E' poi evidente (quasi) a tutti che l'impegno ecologico di levissima non e' nient'altro che una mossa di branding. Come McDonald's che scrive le informazioni nutrizionali sull'hamburger. Vogliono dare l'impressione che ci tengono a certi temi (il rispetto dell'ambiente, per levissima) quando e' ovvio che il loro profitto deriva dall'esatto contrario. Ma si sa che i consumatori sono facilmente impressionabili, e c'e' chi campa sul branding. Tuttavia, un manager sensibile al tema semplicemente si troverrebbe un altro lavoro. E il discorso vale anche (in maniera riscalata, ovvio) per i blogger. Il fatto di aver collaborato con loro indica certamente una scarsa sensibilita' ecologica (o magari ti sei fatta imbambolare anche tu...).

Parlando poi nel concreto di Levissima (gruppo Nestle') ti deve essere sfuggito il rapporto pubblicato da altroconsumo nell'estate 2012, in cui Levissima figurava ultima in classifica, soprattutto per l'alto contenuto di arsenico (motivo per cui e' sconsigliato il prolungato utilizzo per bambini al di sotto di 8 anni...).

Ovviamente queste informazioni (ed altre relative a quanto le bottiglie di plastica effettivamente inquinano, rispetto all'acqua di rubinetto) sono reperibili in rete se uno ha voglia di spendere 10 minuti.


Adesso, mi rendo conto che questo commento potrebbe anche non essere pubblicabile, se hai un contratto da rispettare, ma a livello personale ti consiglierei di informarti meglio, la prossima volta che scegli un brand.

Cio' non toglie la bellezza dei luoghi, delle foto, dei post, ecc.

Lafranci ha detto...

ma io lo immaginavo che non potevi dare spiegazioni tecniche sui posti (lo scrivo perché sono una di quelle che ti ha chiesto mille volte dove eravate e il percorso che seguivate)

ma una bloggher deve fare anche da guida alpina? ..devo fare un corso accellerato in geografia allora :-/ stomessamale!

p.s. sempre: "la ragazza persa nella nebbia"

costanza ha detto...

in realtà il commento è per "Oltre la comfort zone", ma non stando su facebook non mi fa commentare :-(

"""Non ti importa da quanto non ti fermi, non ricordi che giorno è, non conta come sei vestita, il telefono potrebbe smettere di funzionare, tutto quello che consideravi vitale inizia a diventare non necessario.""" quanto è vero!! ogni volta che durante un viaggio penso questo, sento che sto davvero bene e non vorrei tornare mai... Non vedo l'ora di leggere i tuoi consigli per i diari di viaggio, grazie!
Costanza

Blog Widget by LinkWithin