il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

mercoledì 6 febbraio 2013

Tom, il pupazzo di classe

Siamo i più fortunati.
Ieri Porpi mi è corsa incontro all'uscita della nursery con uno zainetto extra.
"Cos'è?" ho chiesto.
Mi ha risposto la maestra: "oh, è il vostro turno di tenere Tom!"
Tento di fare mente locale, prima annaspando in un vuoto cosmico che mi conferisce un'espressione vacua ed ebete alla quale la maestra risponde con un colpo di sopracciglio che significa 'ma come, TOM! Non sai chi è TOM?' - poi finalmente riconnettendo le sinapsi e pescando il ricordo di una newsletter in cui si parlava del class puppet.
Tom: il pupazzo di classe.
Ma certo!
"Oh, abbiamo un ospite speciale Porpi!"
Lei annuisce felice, lo sguardo furbetto sotto la fascetta di lana rosa che indossa come una figlia dei fiori e rifiuta di togliere da tre giorni. Oggi è il quarto.
Dice che le fa i capelli lisci, perché ovviamente una bambina coi boccoli d'oro vuole spaghetti mosci come le amichette inglesi, quelle che si chiamano con nomi da MiniPony, vestono come un arcobaleno psichedelico e giocano a maniche corte anche con due gradi e la tramontana.
Però sono tanto carine, devo ammetterlo.
Insomma portiamo a casa Tom e scopriamo che il suo zainetto contiene: una vestaglia da camera in taglia orso, che assomiglia moltissimo a quella di Hugh Hefner, uno spazzolino da denti e un diario.
Ovviamente, il 'compito' è fare qualcosa con Tom e raccontarlo sul suo diario, possibilmente scattando delle foto.
Sono fortunata per due motivi.
Il primo è che il diario di Tom è nuovo di zecca, evidentemente il precedente era stato completato, quindi non ho alcun riferimento rispetto a cosa ha fatto con gli altri bambini e non ho ansia da prestazione per quella volta in cui magari Tom è stato portato allo zoo, all'acquario o sulla spiaggia di Dubai.
Certo, non ho nemmeno idea di quante pagine dobbiamo riempire e come, ma questo è secondario.
Il secondo è che lavoro prevalentemente da casa in questi giorni, e ancora non ho ripreso al 100%. Il caro orsetto soggiorna a casa dei bambini per un solo giorno - non un weekend o una settimana, come ho sentito altrove - e o riesci a fargli fare qualcosa in quelle poche ore o sei fregato.
Bene, insomma portiamo Tom a casa, Porpi inizia a giocare e dopo un po' dice:
"Mamma, Tom smells like boys."
Puzza come i maschi.
Mh.
Mi avvicino per annusare Tom ed è come infilare il naso nella fogna di Calcutta quella volta che era appesantita dalla piaga del virus intestinale.
Puzza che accora, diremmo a Roma.
Ci riflettiamo un momento, poi propongo una soluzione creativa: "che ne dici se facciamo il bagnetto a Tom come se fosse in una beauty farm? Eh?"
Tu, che ieri hai lavato a secco il pony a dondolo con lo shampoo e una boccetta di profumo dovresti essere entusiasta al riguardo - volevo aggiungere.
"Che bella idea mamma!"
Detto, fatto: riempiamo la vasca e inizia a lavare il pupazzo.

Incito a strofinare, per levare la puzza di bambini, di vomito e di roba non-meglio-identificata.
L'asciugatura è lunga e difficoltosa, ma alla fine Tom risorge.

Indossa la sua vestaglia rossa da camera e cena insieme a noi.
Sì, cena.
Con pane e formaggio.
Lei insiste che sieda a tavola e mangi con noi, e io la lascio fare.
"Buonanotte Porpi e Tom" le dico, quando sono finalmente a letto e anche l'orrido orso le giace a fianco.
"Dai un bacino anche a Tom, mamma".
Urgh. Se proprio devo.
Mi avvicino per fingere un bacio e la sento: un inconfondibile, intenso effluvio.
Non di sapone, non di vomito.
Stavolta non ci sono dubbi: è proprio formaggio.
"Amore, come gli hai dato da mangiare a Tom?"
"Lui non ce l'ha la bocca... ho dovuto un po' strofinare."
E così oggi abbiamo restituito Tom. Un orso che è entrato a casa nostra puzzando di maschi e vomito, e ne è uscito puzzando di cheddar e parmigiano.
Ho improvvisamente capito come accumula i suoi afrori, passando di casa in casa e bambino in bambino, e ho pensato che tutto sommato quell'odore di pestilenza era fin troppo moderato, povero Tom.
Che dire.
La magra consolazione è che almeno ha un diario bellissimo, pieno di foto e stickers, e un po' è anche merito del nostro trattamento di bellezza.

Condividi

48 commenti:

MISSLORETTA..UN MONDO A COLORI! ha detto...

beh, direi che Tom finalmente si è riposato, un giorno in SPA serve a tutti, anche ad un piccolo essere peloso! "eau de Formage" incluso!! XDD

silviniabive ha detto...

mi ricorda molto una puntata di Peppa Pig!!!

Micaela ha detto...

Uh, ma allora esiste veramente sta cosa del pupazzo di classe con il suo diario... non è un'invenzione di un episodio di Peppa Pig!

Valentina ha detto...

anche Peppa Pig aveva dovuto ospitare l'orsetto :)

Unknown ha detto...

Trovo la frase "puzza come i maschietti" da vera donnina che ha capito tutto! ;-)

robedibimbi ha detto...

Peppa Pig l'ha perso al supermercato per ritrovarlo nella busta della spesa -quella di carta che fa tanto market- con gli spaghetti. Sti orsi inglesi sono più social di me!!! Però, ammettiamolo, come faceva a resistere al parmigiano il ragazzo!!!

Aristogatta ha detto...

Povero Tom, quando era appena riuscito a riacquistare un certo contegno odoroso ci si è messo il pasto di formaggio a rovinargli i progressi fatti nella sua day spa!:)

GroovyElisa ha detto...

Questa iniziativa scolastica sa di Mr.Bean ;)

Yeye ha detto...

Amato e odiato il teddy della scuola della mia little J..
Portato a casa 5 o 6 volte: le prime 2 volte lei molto contenta, facciamo questo, facciamo quello, portiamolo al parco, ...
Poi non più, dalla terza volta nn sapevamo più cosa fargli fare e scrivere una pagina era un incubo.. Quanti capricci!!

Anna ha detto...

noi abbiamo portato a casa Gulliver, orsetto anche lui!! Lo abbiamo portato al Natural History Museum e poi in ufficio dal papa' ( di mia figlia!) Abbiamo scattato tante foto e le abbiamo attaccate sul diario! Ovviamente abbiamo dovuto preparargli il letto nella
degli ospiti!!!
Baci baci
Anna

Chiara Francioli ha detto...

Puzza che accora è da rotolarsi ;) Chapeau a Porpi per il finale a sorpresa!

Waiting ha detto...

tra la puzza di vomito e quella di formaggio mi è venuta la nausea :-(

Claudia ha detto...

Buahuahuah!!!! Mi piace l'idea delle maestre, ma non è che Tom si trasforma nel classico veicolo di influenzevaricellepidocchi?! No, non voglio gettarti nel panico (ah, già fatto? Ehm, scusa..), è solo che magari non tutte le famiglie sono pulite (che schifo, in effetti).
Però la prox volta fatti scattare una foto: muoio dal ridere al pensiero della tua espressione nel momento del goodnight kiss! ;-D

Marion ha detto...

che carina tua figlia con la fascia...è un amore!!!
Senti ma quindi ormai l'inglese lo parla e lo capisce bene??? Che mito

lecosedichiara ha detto...

il mitico pupazzo di classe.... anche mia nipote ne ha uno ... un terribile canguro blu stropicciatissimo.... anche lui avrebbe bisogno di una SPA per renderlo giovevole.... e comunque la strofinata al formaggio mi ha fatta ribaltare.... ahahahah

DilettaIntheMiddle ha detto...

Fantastici come sempre, te, Porpi e adesso anche Tom! Ma vogliamo parlare della spugnetta che si vede nella foto?!! Sono quelle della stanhome che erano disidratate a bastoncino e si "svelavano mettendole sotto l'acqua??!!!! *__* Le credevo estinte!!!! Che bei ricordi di quando le trovavo a mia mamma e gliele bagnavo tutte insieme!! Ehehehehe...

Mariapaola ha detto...

E' proprio un'idea carina e, in fondo, a voi è andata meglio che a Peppa, dato che lei il suo orsetto lo aveva pure perso!

MammaTogata ha detto...

Tutto questo dimostra che in Inghilterra Peppa Pig detta legge! :)
Le sue puntate sono fonte d'ispirazione anche per le scuole :)

...ma la notte no! ha detto...

almeno non lo avete perso al super come papà pig!

LaPink_WeddingPlanner ha detto...

La proposta del bagnetto è stato un vero colpo di genio!

Violetta ha detto...

E' matematico, ogni ragazza che ha i capelli ricci li odia e li vuole lisci. Giù a massacrarli con phon, piastre e ogni ragazza con i capelli lisci irrimediabilmente li desidera ricci, e giù a massacrarli con sostegno e permanenti.

Comunque il fatto che abbia già un'idea del look a me un pò spaventa, io a 4 anni non avevo questa consapevolezza, mentre mia figlia a 20 mesi già mi accarezza la testa e fa "belli Pelli"!

Non c'è che dire, questa generazione ha un'altra marcia!!

P.S. Mi piacciono tanto i tuoi photopost, ma questi che raccontano la quotidianità, che permettono di vedere quante piccole differenze possono esserci nel modo di vivere di un paese rispetto ad un altro, mi piacciono di più!

TraPocoArrivaMisia ha detto...

l'odore di maschio mi mette paura!!!

forsemisbaglio ha detto...

esilarante!
uguale a una puntata di peppa pig.

Manu D ha detto...

Splendido post!! E carina l'idea di Tom! Anche se preferisco non pensare all'odore che potesse avere :-)
Baci,
Manu

http://manudfancynotes.blogspot.it/

Mamma Cì - mammastudia.blogspot.com ha detto...

come in quella puntata di peppa pig che peppa porta a casa l'orsetto e lo portano al supermercato e lo perdono.. poi lo ritrovano nel sacchetto della spesa... ihihihahahah! (risata alla peppa..) :)
allora verso i 16 anni le daranno il bambolotto che piange come un bimbo vero da accudire come nei film?

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

non capisco cosa aspetta il ministro Profumo a introdurre anche da noi Pappa Pig. Mel nostro caso lo proporrei alle superiori :)

Morgana ha detto...

Non è per farti angosciare ma onestamente non mi sembra molto igienico questo passaggio di casa in casa...come diceva qualcun altro prima di me, potrebbe trasformarsi in un veicolo di pidocchi, considerando che appunto non tutte le famiglie sono pulite e che soprattutto in UK almeno io non ho visto granchè igiene nelle case...

mafalda ha detto...

Che tenerezza, brave tutte e due :)

giulia ha detto...

anche all'asilo di mia nipote (in Spagna) avevano il muppet di classe. Lei aveva voluto farsi fotografare con il pupazzo sugli scogli e poi aveva raccontato serissima ai compagni che nel weekend erano stati su Marte

Anonimo ha detto...

Ma la porpi parla inglese con te?

paolina ha detto...

Almeno non sono l'unica che ha apprezzato e conosce a memoria la suddetta puntata di Peppa Pig...! Viva!

Francesca Patatofriendly ha detto...

Ma non ve l'hanno data la lista con gli alimenti che Tom puo' mangiare? ;) Speriamo non sia allergico al formaggio!:))

Francesca ha detto...

..."di classe" ora anche nel senso che è un orso di una certa levatura. Cmq, cosa potevano fare due italiane ad un orso inglese, se non LAVARLO? Stincky brits..

Tulipe Blanche ha detto...

è un'idea troppo carina e divertente la tua interpretazione. Magari Tom ritorna da voi ancora e chissà passa prima in beauty farm o stagno....boh chissà :-)
Ma interrogato..anche lui non rispondeva?

a presto
Vitt

Anonimo ha detto...

aiuto Wonder! sono arrivata solo ai nomi da minipony poi ho dovuto chiudere, mi stavo soffocando a forza di trattenere le risate, e la gente intorno iniziava a guardami strana. Santo cielo se sei forte, davvero sei troppo forte!!! luiz

guesswhatiminlove ha detto...

Beh, il povero Tom doveva pur mangiare qualcosa! Si sà che le cure di bellezza mettono appetito! :-D
La Porpi comunque è la numero uno!

Guatteri Ferraro Lisa ha detto...

CIAO!!
mi chiamo lisa,ti leggo da un pò
non ti ho mai commentato...
ho letto il post di oggi e...non potevo non dirti GRAZIE!!!
di cosa ti chiederai...
bhè della bella idea del vostro asilo (molto italiano ASILO..:-))
che io prontamente racconterò alle mie maestre!!!!!!!
dopo mi son anche andata a leggere un post vecchio in cui racconti quello che fate laggiù nella lontana LONDRA...e ho preso appunti!!
hai ragione,è bello avere stimoli,e nuove idee!!!!! GRAZIE GRAZIE!!!!!!

ps nel mio blog ho messo alcune foto del progetto natalizio che ha fatto il nostro asilo..han fatto realizzare alle famiglie delle TAVOLE DA PRANZO CON LE FOTO DELLA FAMIGLIA.chissà potrebbe essere bello anche per voi,viste le diverse culture che avete!!!

ps del ps....il mio blog...rispetto al tuo è molto
BLOG DI CAMPAGNA:-))))....PORTA PAZIENZA!!!!!!!!
CIAO E BUONA GIORNATA!!

Laura kidspace club ha detto...

E una foto del diario no?? Mi sento fortuna che il pupazzo di classe da mia figlia non c'è, c'è solo un innocuo albero "L'albero Luca" che osservano ad ogni cambio di stagione. Almeno lui non puzza :-)

Anonimo ha detto...

Come la Peppa Pig! Adoro!

Wanesia Polyvore ha detto...

Davvero simpatica come idea, W Tom-Cheese

Chiara galleygirl ha detto...

Anch'io ho pensato subito a Mr bean e trovo geniale l'iniziativa del bagnetto, spero almeno con un napisan o simile!
Mio figlio va all'asilo inglese e pensavo che anche qui ci fosse l'usanza...ieri girava con un Po dei teletubbies sgangherato e ricettacolo di moccioli... Meno male che l'abbiamo dovuto portare a casa, gia' lo vedevo sotto le grinfie della vaporella!
Chissa' se per quando vi ritocchera' il turno di Tom qualcuno l'avra' lavato nel frattempo...

mari ha detto...

i post così sono assolutamente i migliori e più apprezzati, di vita quotidiana ecc!!!! non perdere mai di vista il motivo per cui hai aperto il blog,secondo è questa la cosa più importante di tutte.

Federica ha detto...

Anche quello della figlia di Kelle Hampton si chiama Tom XD
http://www.kellehampton.com/2013/02/two-in-hand-one-in-bushor-something.html

Anonimo ha detto...

Non ci credo! c'hai le pezzette della Stanhome! A Londra! E' stata tua madre, lo so! Io: trent'anni suonati, emigrata in Germania, 2 figlie, e le pezzette della nonna che "dai che fanno sempre comodo!"

LauraM

sorairo ha detto...

Poveretto!!!!! Per me è già tanto che arrivi all'anno!!!!!

Sto tornando a scoprirti dopo mesi di latitanza. Ogni tanto mi dicevo " ma si passo"; poi per un motivo o un altro mi dedicavo ad altro. Poi però mi è saltato il pallino leggendo per caso uno dei sporadici Comsopolitan e mi è venuto in mente di prenotare il tuo libro che prima o poi comprerò perchè l'ho ACDORATO ed andando contro le mie modalità di lettura ho riempito di pieghe! C'erano trpppi pezzi che mi hanno fatta cappottare!!! E oco fa ti ho recensito il libro sul mio blog

www.madeforbooks.blogspot.it

Spero darai un occhio!!!!

Parvula Scrivens ha detto...

Noi lo chiamiamo Pippo ;)
non chiedermi perchè, non lo so!

Yurippe Masuda ha detto...

bene vedo che praticamente tutti hanno visto alla TV Peppa Pig e la puntata in cui Peppa porta a casa Teddy (la puntata si chiamava TEDDY CUOREDORO) in cui appunto lo perdono al supermercato e sua mamma lo ritrova nel sacchetto della spesa HAHAHA non pensavo che in qualche asilo lo facessero davvero, da noi non hanno un orsetto di classe :)

Male cara mamma di Porpi, non guardi Peppa Pig ??? HAHAHAHA

Venusintheworld ha detto...

ahaha :) non riesco nemmeno ad immaginare la puzza che doveva avere il povero orsetto! ottima iniziativa scolastica!!

Blog Widget by LinkWithin