il blog di una mamma per caso
AGGIORNATE I VOSTRI BOOKMARK!

Il blog continua su www.machedavvero.it.
Presto questa pagina su blogspot non esisterà più.

lunedì 18 marzo 2013

Quei giorni, la febbre, le cose da fare

Allora: i momenti difficili da expat.
Tipo, quando Lui parte per una settimana e a quella bassa viene il febbrone con tanto di rantolo, tosse, mal di gola, mocciolo selvaggio, varie ed eventuali.
Che poi è il dilemma comune a tutte quelle che non vivono nella propria città d'origine e non possono contare sulla rete di supporto familiare di nonne, sorelle, amiche etc.
Solo che in un Paese straniero è diverso, perché qua il sistema sanitario è meglio conosciuto come 'se lo conosci, lo eviti' e il più delle volte nei momenti di emergenza chiami La Qualunque, e ognuno ti dice una cosa diversa.
Tipo se il pediatra italiano dice dalle l'antibiotico quello inglese dice n'è gnente, se la pediatra francese dice serve l'antivirale il pediatra italiano dice questi so' matti, se il medico inglese dice è una malattia esantematica è un'irritazione da scarpa (è successo).
In tre volte che siamo ricorsi alle cure dell'NHS, tre volte ci hanno dato la fregatura scambiando fischi per fiaschi.
Dici ' vabbè, vado da un specialista privato' e invece no, perché mica ci puoi andare tu di tua iniziativa: ti ci deve mandare il medico di base dell'NHS che, come si suol dire, ti ci sta proprio mandando.
Ma subito, eh.
Vabbè.
Dovendo trovare dei modi assolutamente creativi di intrattenerci in giorni febbricitanti e al chiuso (ma tanto fuori il tempo fa schifo) abbiamo optato per:
1. Face Painting - sempre una killer application dalle nostre parti, non tanto il momento in cui io dipingo lei ma quello in cui lei dipinge me.


































2. Decorazioni Pasquali - cartoncino giallo, colla glitter, adesivi e pennarelli. E abbiamo fatto una ghirlanda di uova e pulcini, trash e colorata, che ora campeggia nel corridoio.

3. Lamento - perché quando uno sta male, un po' di lamento ci sta.
4. Nutella - io volevo tanto iniziare questo stile di vita sano che mi avrebbe portata all'estate con un bel culo, ma poi qua è un lazzaretto e in certi momenti la Nutella è veramente l'unica.
5. Film Che Piacciono A Tutti - io ci ho provato, con Miyazaki, ma la Porpi è ancora troppo impressionabile e ai primi genitori trasformati in maiali abbiamo lasciato perdere. Up, Wall-E, Madagascar e Kung Fu Panda sono sempre tra i nostri preferiti.
6. Baking - la prima volta ho trovato degli elementi non troppo simpatici nella farina quando la torta era già ormai pressoché fatta. La seconda ho dimenticato il lievito e la torta è venuta bruttissima, tipo cacca di vacca. Quindi sono giunta alla conclusione che è il gesto di fare la torta la vera terapia, non l'effettiva riuscita.
7. Arte, o qualcosa del genere - ho fatto un ritratto di Porpi e lei ne ha fatto uno a me. Poi abbiamo riempito fogli e fogli di pupazze non meglio identificate, per il solo gusto di imbrattare fogli.
8. Lacrime e tristezza - quando la febbre supera i 39.5 e tutto sembra perduto.
9. Gioia, gaudio e baci - quando la febbre scende e si fantastica sulle mille avventure da vivere una volta guarite.

10. La coperta, i libri e qualcosa di caldo da bere - come se potesse davvero cambiare le cose. In realtà sono molto ispirata da quello che vedo in rete, anche su Instagram a volte. Cerco immagini che suscitano in me sentimenti positivi, e tento di replicarle. A volte funziona, altre no.
Ma da qualche parte bisogna pur cominciare.
Finito questo periodo, io andrò là fuori e mi prenderò qualcosa di molto bello.

p.s. questo mese, su Piccolini, si parla di Papà. Se vi interessa leggere il mio editoriale lo trovate qui.

Condividi

49 commenti:

Sara ha detto...

Molto carino! Complimenti!

Sheireen ha detto...

Buona guarigione.. anche casa mia è stata un lazzaretto di recente, anche se priva di bambini :(

La Vale ha detto...

Up, Wall-e, Madagascar e Kug-fu Panda sono anche tra i nostri preferiti!! e ti consiglio anche Gli Incredibili e Mulan!
un bacio alla polpetta febbricitante!!

Vale ha detto...

Se ti piace Miyazaki prova con Ponyo, perfetto per i più piccoli (il mio nano ha 2 anni e mezzo e lo adora!).

Buona guarigione!

Vale

Mella ha detto...

Come sono veri il punto 8 e il punto 9!!!
Quando inizi a vedere che la febbre scende e torna il sorriso su quella faccetta e il potere di incasinare casa in 5 minuti... ti senti la persona più felice del mondo e inizi a progettare tutte le cose che farai da qui a 2 settimane!!!

Anonimo ha detto...

Mia figlia è un mese che non va all'asilo..passiamo dalla tosse alla gastroenterite per poi tornare all'influenza con strascichi di tosse..non se ne può più!!!Aggiungi all'allegro quadretto che sono stata tamponata... per cui pure io ero a casa per infortunio... morale....didò come se non ci fosse un domani.... dvd consumati da tanto li abbiamo visti e ho dato fondo alla mia trousse per giocare a truccarci!!!
Carinissima l'idea per Pasqua...te la copio!
Dolcissima la foto del bacio!
Barbara

Serena [verdepomodoro] ha detto...

povera Polpetta! mi dispiace tanto...

Daniela ha detto...

prova a fare la nutella in casa... ne unisci due in un colpo solo! è più sana, facile e divertente :) online è pieno di ricette velocissime!

sternflammende ha detto...

Anche Totoro va bene per i piccoli, c'è anche il Gattobus

PS: questi post sì che sono scritti come iddio comanda

Sarah Russo ha detto...

beh ma partire dalla città incantata...perché non provi con ponyo? la mia rimane rapita 2 ore. secondo me l'ordine è ponyo, kiki, Nausicaa, castello errante, laputa, città incantata, mononoke solo quando è grande.

dm ha detto...

Buona guarigione :-) con sto tempo, caldo/freddo in continuo pure da noi è un disastro per l'influenza.
Passa a trovarmi su :
http://blogpercomunicare.blogspot.it/

Maria Boux ha detto...

Da noi vanno tanto le sculture in pongo e tante app su iPad! Anche se nel mio caso il nano sta (quasi sempre)solo con il papa dato che io sono quella che lavora...Comunque tanto coraggio, appiamo cosa vuoi dire.by espat in Germania.

Anonimo ha detto...

Ciao. Ti leggo sempre anche se non scrivo mai. Ma questa volta leggendo i film che guardi con Viola non posso fare a meno di pensare che invece la mia piccola, che ha 3 anni, vuole guardare solo "La fabbrica di cioccolato" di Tim Burton. Non che non mi piaccia eh... è solo che un weekend chiusi in casa con quello come unica alternativa è un pò da suicidio... ;)

Sarah Russo ha detto...

Ma avevo dimenticato il buon Totoro, come è possibile?! Totoro con Ponyo direi. :)

La solita ha detto...

Io sono una fifona, sopratutto se si tratta dei bambini che stanno male, quindi capisco la Nutella e ti ammiro per il coraggio :D!
Tanto, eh!
Un abbraccio a te e alla piccoletta :D!

Giachina ha detto...

Anche al mio è piaciuto moltissimo il castello errante di Howl! Porco Rosso neanche a morire ma quello non piaceva pure a me.. invece Ponyo decisamente si! Anche noi tantissimo baking.. cupcakes, chiffon cake & co. e poi rifiliamo tutto alla nonna che: "eh certo così divento un barile!"! Ti capisco.. qui siamo andati 3 settimane all'asilo in tre mesi! E la foca assassina (che poi credo sia il tuo rantolo) è sempre lì dietro l'angolo! Buona guarigione!

RocknGiu ha detto...

povera Porpi :(
hai provato con Kiki?
buona guarigione :)

Francesca Patatofriendly ha detto...

Beh la nutella e' sempre la nutella!
E in certi momenti al diavolo il fisico da sfoggiare d'estate!hai fatto benissimo!;)
Fra
ps che poi all'estate sembra mancare un secolo, almeno qua!e quindi hai tutto il tempo per recuperare!!

Raffaella ha detto...

Buona guarigione!!!!
Anche qui il tempo non aiuta, ma noi, forse, ne siamo fuori dopo giorni e giorni di antibiotico...

Un abbraccio
Raffaella

Anonimo ha detto...

Bellissimo il tuo intervento su Piccolini, ma rischia di passare il concetto che i genitori debbano essere per forza di sesso maschile e femminile, cosa che invece bisognerebbe cercare a mio parere di superare! Basta ricordare che anche nelle coppie omosessuali esiste sempre una figura maschile e una femminile, così come esistono coppie etero in cui, come si dice, il vero maschio della coppia è lei, perchè ognuno di noi ha una parte più spiccatamente maschile e una femminile al di là del sesso biologico!

Faithrys

Alice - Operazione fritto misto ha detto...

Hai anche provato a vedere se le piacciono quelle bamboline di carta da "vestire"?
Mia madre è sempre stata brava a disegnare e me le faceva lei; ci avrei passato intere giornate a provare tutti gli abbinamenti!

Per il punto sei, se posso, ti consiglio dei biscotti: sono semplici e Viola può divertirsi a farli!
Il nove è tenerissimo: quella foto mi fa pensare che non tutti i bambini siano odiosi!

Vi mando un po' di quel poco sole che c'è oggi qui :)

Alice

Anonimo ha detto...

Viola si ricorderà tutte queste cose che fate insieme mentre lei è malata. E crescendo collegherà le sue febbri a momenti belli, giocosi, creativi e colorati.
Questo per dirti che la meraviglia è ovunque, come tu ben sai :)

Silvie

Claudia ha detto...

Siete proprio topolotte tutte e due insieme, davvero! Lo vedo, sai, su Intagram! :-)))

Ps: ma tanto un bel cu....fisico ce l'hai già, la prova costume non è un problema ;-P

Robin ha detto...

Che dolce questo post! Anche se sa di febbre e medicine fa molto casa :)

Francesca ha detto...

Fammi capire: se tu vuoi prenotare privatamene una visita devi avere il "permesso" del medico di base"?????? Ma davvero????
Perchè, te la paga forse lui????
Sono senza parole!

Lisa LaTroisième ha detto...

..ecco perche' io ho il terrore di partorire addirittura in questo paese... che dio me la mandi buona... amen!

perdentedisuccesso ha detto...

..io nei periodi di malattia, avendo un maschietto, passo le giornate a costruire corazze, scudi e spade in cartone...insomma "NA GUERA..!!"
un abbraccio anche alla piccola..

maricipry ha detto...

Condivido Totoro e Ponyo per iniziare con Miyazaki, la mia piccina li adora da quando aveva un anno. E ti capisco tantissimo quando parli dei momenti difficili da expat: prova ad affrontare tutto quello che dici a shanghai, dove sono pochi quelli che parlano inglese e ancora meno quelli che ti ispirano fiducia :(

Debora ha detto...

Direi che il tempo è stato impiegato molto più che bene, con tante belle cose creative e sono certa che è più per i bei momenti che passate insieme che non per le cose in sé per sé.. Che ad ogni modo, magari qualche torta a parte, sono anche davvero belle!!

Starsdancer ha detto...

Prova con Totoro, Ponyo o Kiky delivery's service di Miyazaki i miei bimbi li adorano (2 e 4) anni :)
Bello il face painting :)

Cappuccino e Baguette ha detto...

Non è MAI facile, specialmente quando si è sole. Specialmente quando si è in un paese straniero che ha regole e approcci sanitari tutti suoi. Specialmente se il malato è molto basso. La febbre alta non è facile da affrontare, spaventa, ma alla fine serve al nostro corpo per guarire prima. Anche il riposo serve, anche se con una bimba non è certo facile stare fermi e tranquilli. Questo per dirti che però passerà, presto. Per tutte e due. Un Abbraccio a te e alla polpetta.

P.S.= E comunque io dei pediatri francesi non so, ma dei medici francesi ho il terrore. Fanno più danni che altro di solito. Personalmente mi fido più di quelli italiani. Ma esperienza mia, mica universale ovviamente. ;-)

Anonimo ha detto...

ciao, anche io espatriata in uk (cambridge) (e anche incinta...vuoi mettere partorire con l'nhs che non considera necessario che io veda un medico MAI durante i 9 mesi??), fregatene del medico e vai da boots e prendi gli antipiretici per bambini hce vendono senza ricetta, almeno non le sale la febbre fino a 39! l'nhs fa anche un po' schifo, ma almeno ci sono molti piu medicinali reperibili "da banco", chiedi al pediatra itlaiano al telefono e poi li prendi qui. in bocca al lupo.

violetta ha detto...

Al punto 6 suggerisco di preparare una crostata o un dolce che necessiti l'azione di impastare a mano... sporcarsi le mani è molto più divertente rispetto a mescolare gli ingredienti in una ciotola!

Scake ha detto...

Totoro, Ponyo e Kiki consegne a domicilio delizioso!!!

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Complimenti, hai davvero una grande fantasia. Tante al tuo posto avrebbero piazzato i bimbi davanti alla televisione tutto il giorno.

Manu D ha detto...

Non pensavo che anche lì la sanità fosse messa così, ma ormai non mi stupisce più niente...
Spero che la tua piccola stia meglio :-)
Bacione,
Manu

http://manudfancynotes.blogspot.it/


P.S. La dottoressa anzianotta di paesello mi ha detto che x far passare prima la febbre e i dolori articolari, avrei dovuto mettermi una fascia sulla schiena e phonarmi... giusto x aggiungerlo alla lista ;-)

Anonimo ha detto...

Sará che io sono una mamma italiana atipica, ma io vado dal pediatra qui in Germania e quello quasi regolarmente mi da l´antibiotico per i bambini...ed io quasi regolarmente lo tralascio, tanto ho notato che tutto passa lo stesso negli stessi tempi che ci metterebbe con l´antibiotico...
La mia ricetta quindi? Acqua, paracetamolo e magari al massimo un mucolitico :-). Dai Wondy passerá presto!
Jasmine

giulyxmas ha detto...

Per farle apprezzare Miyazaki prova con Arrietty e con Il Castello errante di Howl, la mia 2enne li adora, soprattutto Arrietty che è tratto dai racconti della scrittrice inglese Mary Norton e parla di questi gnometti piccoli piccoli che abitano di nascosto nelle nostre case e prendono in prestito quel che gli serve!

Francesca ha detto...

Confesso che non sono mai riuscita a capire perchè tutti i genitori abbiano la "febbre" (ah-ah, scusate, passatemi il gioco di parole) dell'antibiotico.
Ha la tosse? Vogliono l'antibiotico. Starnutisce? Vogliono l'antibiotico. Una linea di febbre? Ci vorrà l'antibiotico.
Da medico posso confermare come diceva qualcuno sopra che nella stragrande maggioranza dei casi (a meno non sia qualcosa di molto più serio) tutto passa nello stesso tempo in cui passerebbe con l'antibiotico!
Anche perchè l'antibiotico serve SOLO contro le infezioni batteriche. Contro quelle virali, che sono all'origine della grande maggioranza dei malanni di stagione, non fa nulla di nulla, anzi, semmai fa peggio perchè stimola lo sviluppo delle resistenze!
Un consiglio, spero non ti offenda..non baciarla vicino alla bocca mentre è malata o in via di guarigione!
Buon recupero a tutte e due

Wonderland ha detto...

Sono molto d'accordo con quello che dici, ma credo ci sia un problema culturale alla base. Non è che a noi piace dare l'antibiotico ai nostri bambini, ma siamo state educate dai medici italiani con la filosofia del 'dopo il terzo giorno di febbre si dà l'antibiotico'. Razionalmente capisco che è sbagliato, ma al quarto o quinto giorno di febbre molto alta, sembra quasi che l'antibiotico sia una panacea.
Ho provato sulla pelle di Porpi (porella) prima di Natale, che dieci giorni di febbrone possono tranquillamente essere virali e non batterici: lo so perché all'ospedale ci hanno dato l'antibiotico e invece non ha funzionato. Morale: aveva un virus.
Spero sia lo stesso anche questa volta, che dire, e che passi presto!

Francesca ha detto...

Wonder, se al 2-3 giorno ha la febbre a 39 che non scende, semmai si dà un antipiretico, che è appunto un farmaco che serve per far calare la temperatura, non un antibiotico, che è appositamente per combattere le infezioni (batteriche), peraltro non necessariamente associate a febbre.
Poi può darsi che ci voglia anche un antibiotico in aggiunta, ma non alla prima linea di febbre!
Peraltro chi sopra diceva mollale un antipiretico subito così non le sale la febbre dice una cavolata. Ma cosa date consigli a caso?!
La febbre è una reazione difensiva dell'organismo, che sta combattendo un virus o un'infezione batterica, non si abbatte la temperatura subito appena si vede mezza linea sul termometro!
Anche in terapia intensiva dove lavoro io, dove cmq ci sono pazienti ad alto rischio di infezioni etc.., un antipiretico aspettiamo a somministrarlo finchè la febbre non sale a 38, proprio per capire l'andamento della temperatura.

Anonimo ha detto...

Hai tutta la mia comprensione!
Consiglio la lettura di www.ilpastonudo.it, le pagine dedicate al potere terapeutico del cibo: minestrina antibiotica, sciroppo per la tosse e tante altre indicazioni. Non ci credevo, ma poi ho sperimentato su adulti e sul mio bimbo di due anni: funzionano, fanno stare molto meglio.

hottanta... ha detto...

Comunque, pat pat! Capisco che non sia facile. Valgono sempre le spugnature, ma mi pare che non ce ne sia bisogno. Anche noi resistiamo all'antibiotico (mio pediatra santo subito!). Poi i bambini con 39 sono dei grilli, io deliro (cèlo: una settimana fa e non mi ricordo bene né cosa ho detto né cosa ho fatto). La mia piccola a 39,8 aveva solo gli occhietti lucidi. E noi di corsa a preparare la Tachipirina. Coraggio! Passera passerotto, diciamo sempre a lei! E comunque bravissima! Io non riesco nemmeno a disegnare un albero...

Anonimo ha detto...

chiara comunque in UK dal medico privato ci vai quando vuoi basta fare una telefonata e pagare - esattamente come in italia. se vuoi andare da uno specialista e non pagare beh mi pare pure ovvio che ti serva un referral del tuo GP (esattamente come in italia).

Carlotta G. ha detto...

Spero che la situazione sia un po' migliorata nel frattempo.
Probabile che anche io tra qualche mese sarò messa come te ora. Ci stiamo trasferendo in Svizzera e ci toccherà abbandonare la meravigliosa pediatra per uno sconosciuto parlante una lingua incomprensibile :-(

° ha detto...

Vabbè ma anche tu je dai giù con La città incantata: non si fa! Totoro e Ponyo quelli sì! Ma come fai, lo sai, fai bene :)
Wide

Anonimo ha detto...

Chiara ma qualcosa di omeopatia? Hai mai provato? Bisogna essere un pò instradati e non essere "talebani" ma nei piccoli dà ottimi risultati, alleviando tutta una serie di fastidi...
Non so cosa si trovi in uk!
Buona guarigione Porpi :)

Sissy

Barbara Garavelli ha detto...

Come ti capisco! Ci sono appena passata e non sapevo più cosa inventarmi. Se ti va leggi il mio post

http://www.temperateitacchi.com/blog/?p=2122

continuo a leggerti, ciaoo

Anonimo ha detto...

Scrivi in modo divino, le tue fotografie fanno sognare e adesso ti scopro anche abilissima con carta e matita? :D
Chiara dalle mille sfaccettature, complimenti!

Claudia, che sta ancora cercando di capire se magari un qualche talento nascosto ce l'ha...

Blog Widget by LinkWithin